Discriminazione, tatuaggi e lavoro: com’è la situazione in Italia?

Tatuaggi e lavoro sono davvero due pianeti agli antipodi della galassia? Che i tatuaggi siano sempre più diffusi all’interno di tutte le fasce della popolazione italiana è più che evidente e al giorno d’oggi un tatuaggio non dovrebbe più poter venire in alcun modo associato a concetti ritenuti storicamente “asociali” quali “trasgressione” o addirittura “violenza”. Sono sempre di più infatti le persone perfettamente inserite nei più disparati strati del tessuto nazionale che scelgono di imprimere sulla propria pelle una data, un testo o un disegno particolarmente caro. Eppure resta l’impressione che, specie all’interno di determinati ambienti, tatuaggi e lavoro non vadano proprio d’amore e d’accordo. Ma sarà davvero così? Proviamo a scoprirlo insieme.

La normativa

Ovviamente tanto nella normativa italiana quanto in quella europea non esiste nessun articolo che parli di divieto di avere tatuaggi. Gli unici cittadini che sono tenuti a comunicare i tatuaggi presenti sul proprio corpo sono quelli intenzionati a fare parte delle forze dell’ordine: i vari corpi di polizia e/o dell’esercito sono infatti molto attenti da questo punto di vista, ma tendono ad impedire l’accesso esclusivamente a chi presenti tatuaggi che comunicano messaggi considerati offensivi e di conseguenza non idonei (quindi particolarmente violenti, razzisti, osceni o in linea generale visibilmente di cattivo gusto). Un concetto espresso molto chiaramente nel bando dell’esercito italiano 

“In sede di visita medica generale le commissioni per gli accertamenti psico-fisici e attitudinali giudicheranno inidonei i candidati che presentino tatuaggi quando, per la loro sede, siano contrari al decoro dell’uniforme (e quindi visibili con l’uniforme di servizio estiva) ovvero, se posti nelle zone coperte dall’uniforme, risultino, per contenuto, di discredito alle istituzioni”.............BLOG  https://thepec0ranera.wordpress.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Io credo che ognuno sia libero di imprimere sulla propria pelle dei tatuaggi, non ci vedo nulla di male e nulla in contrasto in ambito lavorativo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, infatti, il problema è che ancora la mentalità nel nostro paese non vuole evolversi. I tempi cambiano, le abitudini, le mode, ma molte persone non vogliono capirlo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, thepoecoranera ha scritto:

Si, infatti, il problema è che ancora la mentalità nel nostro paese non vuole evolversi. I tempi cambiano, le abitudini, le mode, ma molte persone non vogliono capirlo!

certo, tutti sanno che siamo indietro come mentalità rispetto a molti altri paesi
:) 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, thepoecoranera ha scritto:

si ma come si può risolvere questa situazione?

non so se c'è soluzione, credo che il tutto faccia parte della nostra cultura e del nostro modo di pensare;
sono la società e i luoghi comuni a imporci e a farci credere che certe cose sono sbagliate.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trovo assurdo che in certi settori (tipo le società di consulenza) sia vietato esibire tatuaggi, mi sembra una cosa davvero retrograda creare una connessione inversamente proporzionale tra il numero di tatuaggi e la serietà/credibilità professionale!!! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, mariallen ha scritto:

Trovo assurdo che in certi settori (tipo le società di consulenza) sia vietato esibire tatuaggi, mi sembra una cosa davvero retrograda creare una connessione inversamente proporzionale tra il numero di tatuaggi e la serietà/credibilità professionale!!! 

sono d'accordo, ma viviamo in un mondo di pregiudizi e luoghi comuni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma c'è tatuaggio e tatuaggio... dipende da cosa significa (e molti tatuaggi significano ignoranza e violenza...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963