Sogni (malcelati) dei Pidini

M5s, iscritti votano per dare 2 milioni degli stipendi dei parlamentari al Fondo per la povertà educativa infantile

La decisione è stata presa sulla piattaforma Rousseau: "E' la seconda tranche di fondi ricavati dalla decurtazione dei compensi degli eletti nella XVIIIesima legislatura". Secondo classificato il progetto per i disabili, terzo quello per aiutare le donne vittime di violenza

Gli iscritti del Movimento 5 stelle hanno deciso di destinare 2 milioni di euroricavati dal taglio degli stipendi dei parlamentari M5s al Fondo per la povertà educativa infantile. Il progetto ha vinto con il 48,43% delle preferenze (8735 voti). Subito dietro è arrivato ilFondo per il diritto al lavoro dei disabili (29,51% dei consensi e 5323 voti), terzo il Fondo contro la violenza sulle donne (22,04 per cento delle preferenze e 3976 voti).

I parlamentari M5s e i consiglieri regionali, come da regolamento interno, si tagliano metà dello stipendio e una cifra forfettaria dalla diaria. Le restituzioni fino alla scorsa legislatura erano destinate al Fondo per la piccola e media impresa. Da questa legislatura si è deciso di chiedere agli iscritti a chi destinare i soldi ed è stato istituito un comitato per i rimborsi. In totale hanno votato 18mila e 34 iscritti alla piattaforma Rousseau, lo strumento usato dai 5 stelle per la partecipazione in rete.

BrS

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora