La predica di don Matteo in piazza Duomo

Non so cosa accadesse ai tempi di Beppone e Don Camillo, ma negli anni '70 e '80, quando da ragazzo andavo ai comizi della Dc (bisogna sempre ascoltare l'altra campana), io non ho mai visto un leader democristiano brandire dal palco un rosario come se fosse un amuleto, non li ho mai sentiti parlare espressamente di religione o di morale cattolica, perfino le battaglie contro l'introduzione del divorzio e dell'aborto furono combattute, per quanto possibile, laicamente dal partito dello scudo crociato. All'epoca erano i preti, negli oratori ma anche dal pulpito e perfino nel confessionale, a invadere scorrettamente il terreno della politica. Per esempio dalle mie parti c'era un monaco che al termine della confessione regalava un santino. Sotto elezioni il santino diventava un bigliettino elettorale con l'immagine di un candidato, e poteva capitare che il penitente, per forza d'abitudine, la baciasse, credendo di baciare San Ciro e invece era Cirino Pomicino. Quello che ha fatto Salvini al comizio di Milano in piazza Duomo, invocando la Madonna e agitando il Rosario, è altrettanto grave e tragicomico. Penso che Crozza ci lavorerà sopra, ma intanto fa bene la Chiesa a bollare l'episodio, che poi non è un episodio perché la strumentalizzazione politica della religione e dei suoi simboli è una costante nell'ultimo Salvini. Non so se questo penoso cattolico comiziante sia anche un cattolico praticante, di certo a Milano ha gravemente peccato sia contro il secondo comandamento della Chiesa sia contro quel comandamento non scritto che è il principio di laicità dello Stato e della politica (parliamo di un ministro della Repubblica). Domenica ho accompagnato mia moglie a messa e stava quasi per scapparmi un applauso, a me non credente, quando il parroco, alla fine dell'omelia, ha bollato duramente i fatti di Milano, pur senza fare il nome di Salvini, sottolineando la violazione di ambedue i comandamenti di cui sopra. Certo c'è poco da stare allegri e molto da riflettere se in Italia nel 2019 sono i preti e i vescovi a dover difendere la laicità dello Stato.

Purtroppo, a costo di tediare i forumisti con la mia solfa antirenziana, devo ricordare che c'è stato chi, prima di Salvini, ha fatto peggio di Salvini andando addirittura a fare un comizio dal pulpito di una chiesa (!) tra lo sconcerto e l'indignazione del parroco e dei fedeli. Parliamo di appena due anni e mezzo fa nel pieno della campagna referendaria. Eccovi la conclusione del duro e sarcastico commento dell'Huffington Post (che era schierato per il Sì):

...c'è spazio per un ultimo appello politico-elettorale: "Abbiamo sbloccato cantieri e procedure, ancora non è tutto quello che avremmo voluto fare", dice il Vangelo secondo Matteo Renzi. 

https://www.huffingtonpost.it/2017/10/26/il-comizio-di-renzi-nella-chiesa-paleocristiana-di-paestum-la-parrocchia-siamo-turbati-non-sapevamo-nulla_a_23256685/

Una ulteriore dimostrazione delle rilevanti ed evidenti affinità tra i due Mattei, tra questi due rovinosi, spregiudicati e spudorati personaggi della politica italiana. Non ci resta che sperare che il secondo faccia la stessa fine del primo, possibilmente dopo aver fatto meno danni. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

22 messaggi in questa discussione

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Non so cosa accadesse ai tempi di Beppone e Don Camillo, ma negli anni '70 e '80, quando da ragazzo andavo ai comizi della Dc (bisogna sempre ascoltare l'altra campana), io non ho mai visto un leader democristiano brandire dal palco un rosario come se fosse un amuleto, non li ho mai sentiti parlare espressamente di religione o di morale cattolica, perfino le battaglie contro l'introduzione del divorzio e dell'aborto furono combattute, per quanto possibile, laicamente dal partito dello scudo crociato. All'epoca erano i preti, negli oratori ma anche dal pulpito e perfino nel confessionale, a invadere scorrettamente il terreno della politica. Per esempio dalle mie parti c'era un monaco che al termine della confessione regalava un santino. Sotto elezioni il santino diventava un bigliettino elettorale con l'immagine di un candidato, e poteva capitare che il penitente, per forza d'abitudine, la baciasse, credendo di baciare San Ciro e invece era Cirino Pomicino. Quello che ha fatto Salvini al comizio di Milano in piazza Duomo, invocando la Madonna e agitando il Rosario, è altrettanto grave e tragicomico. Penso che Crozza ci lavorerà sopra, ma intanto fa bene la Chiesa a bollare l'episodio, che poi non è un episodio perché la strumentalizzazione politica della religione e dei suoi simboli è una costante nell'ultimo Salvini. Non so se questo penoso cattolico comiziante sia anche un cattolico praticante, di certo a Milano ha gravemente peccato sia contro il secondo comandamento della Chiesa sia contro quel comandamento non scritto che è il principio di laicità dello Stato e della politica (parliamo di un ministro della Repubblica). Domenica ho accompagnato mia moglie a messa e stava quasi per scapparmi un applauso, a me non credente, quando il parroco, alla fine dell'omelia, ha bollato duramente i fatti di Milano, pur senza fare il nome di Salvini, sottolineando la violazione di ambedue i comandamenti di cui sopra. Certo c'è poco da stare allegri e molto da riflettere se in Italia nel 2019 sono i preti e i vescovi a dover difendere la laicità dello Stato.

Purtroppo, a costo di tediare i forumisti con la mia solfa antirenziana, devo ricordare che c'è stato chi, prima di Salvini, ha fatto peggio di Salvini andando addirittura a fare un comizio dal pulpito di una chiesa (!) tra lo sconcerto e l'indignazione del parroco e dei fedeli. Parliamo di appena due anni e mezzo fa nel pieno della campagna referendaria. Eccovi la conclusione del duro e sarcastico commento dell'Huffington Post (che era schierato per il Sì):

...c'è spazio per un ultimo appello politico-elettorale: "Abbiamo sbloccato cantieri e procedure, ancora non è tutto quello che avremmo voluto fare", dice il Vangelo secondo Matteo Renzi. 

https://www.huffingtonpost.it/2017/10/26/il-comizio-di-renzi-nella-chiesa-paleocristiana-di-paestum-la-parrocchia-siamo-turbati-non-sapevamo-nulla_a_23256685/

Una ulteriore dimostrazione delle rilevanti ed evidenti affinità tra i due Mattei, tra questi due rovinosi, spregiudicati e spudorati personaggi della politica italiana. Non ci resta che sperare che il secondo faccia la stessa fine del primo, possibilmente dopo aver fatto meno danni. 

 

E come no , formidabile idio ta !! E quando mai si e’ visto un politico che va in chiesa per un po’ di propaganda !! Ma vai a caga re , vai . Inarrivabile benaltrista ed ebe te impareggiabile !! 

 

Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro

Politica | 21 Settembre 2017
Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro COMMENTI 
  •  
  •  
  •  

Mi è occorso qualche giorno per riprendermi dalla depressione indotta dalla vista del compunto Luigi Di Maio, inginocchiato innanzi al cardinale arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepenel rito del bacio dell’ampolla con il sangue liquefatto di San Gennaro. Celebrazione bipartisan – l’ostentata venerazione del tradizionale miracolo da piccolo chimico paradisiaco – visto che era della partita devozionale anche la speranza di una certa sinistra sull’indignato a trazione iberica: il sindaco partenopeo Luigi De Magistris, sempre dedito alla parte del Masaniello 2.0.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, mark222220 ha scritto:

E come no , formidabile idio ta !! E quando mai si e’ visto un politico che va in chiesa per un po’ di propaganda !! Ma vai a caga re , vai . Inarrivabile benaltrista ed ebe te impareggiabile !! 

 

Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro

Politica | 21 Settembre 2017
Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro COMMENTI 
  •  
  •  
  •  

Mi è occorso qualche giorno per riprendermi dalla depressione indotta dalla vista del compunto Luigi Di Maio, inginocchiato innanzi al cardinale arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepenel rito del bacio dell’ampolla con il sangue liquefatto di San Gennaro. Celebrazione bipartisan – l’ostentata venerazione del tradizionale miracolo da piccolo chimico paradisiaco – visto che era della partita devozionale anche la speranza di una certa sinistra sull’indignato a trazione iberica: il sindaco partenopeo Luigi De Magistris, sempre dedito alla parte del Masaniello 2.0.

Ah , il video ...!!! Ahahaha ahttps://youtu.be/ui8dCz-w8ZM

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Naturalmente il bacio della reliquia di San Gennaro da parte di Di Maio non ci azzecca un tubo con il comizio da talebano cattolico di Salvini in piazza Duomo a Milano, e men che meno di azzecca con la "predica" dell'altro spudorato Matteo dal pulpito di una chiesa di Paestum. A proposito, guardate attentamente la foto nell'articolo che ho allegato in precedenza: il pulpito c'è, il leggìo c'è, la faccia da prete c'è, al Tappetaro manca solo la tonaca. Il motivo lo capisce anche un bambino, non un rimbecillito dalla faziosità. Luigi Di Maio nel duomo di Napoli non proferì parola, non fece nessuna predica, nessun comizio. Mischiato agli altri fedeli, da buon credente e da buon napoletano si mise in fila per baciare l'ampolla con il sangue del santo, e fu fotografato come vengono fotografate tutte le autorità presenti (il governatore De Luca, il prefetto, il questore, a suo tempo il sindaco ateo Bassolino, etc.). Il ministro era presente al rito in veste assolutamente privata, come chissà quante altre volte gli sarà capitato nella vita. Insomma, un atto di pratica religiosa, inerente alla sfera privata e personale. Luigi partecipava a un rito, altri hanno vergognosamente strumentalizzato la cosa per bassi fini politici e denigratori. L'esatto contrario hanno fatto Matteo I e Matteo II, che nei due casi citati erano in veste pubblica e che, in modi diversi, hanno usato senza pudori un luogo sacro e un simbolo sacro, rispettivamente, per un comizio di campagna elettorale. VERGOGNA! 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi chiedo veramente se il Cazzaro crede davvero che alle sue bufale ci sua qualcuno che in buona fede possa crederci . Oltretutto , inarrivabile ebete , ti autosmentisci da solo . Cazzaro , sienti a me : Giggino stesso afferma che e’ la prima volta che si reca a quel rito !! Ammetterai che per un fervente credente e praticante come te stesso consideri Giggino arrivare a 33 anni e non aver sentito la “vocazione “ in tutto quel tempo e’, diciamo , sospettoso. Perché lo fa se non per ingraziarsi i napoletani ?? Non mi dirai , idio ta , che la folgorazione di Giggino avviene , guarda un po’ il caso , proprio in piena bagarre politica . Giggino mischiato tra i fedeli ?? Ah sii ?? (https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM)   Mi sembra in prima fila ed il primo che bacia l’ampolla !!  Giggino era lì come semplice Cristiano e fedele Ed in forma privata ??  Ah sii ?? ( https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM) .  E cosa ci stava a fare come primo della fila autorità ?? Che poi autorità non era perché all’epoca non ne aveva se non quella di candidato premier.  Giggino non ha parlato di politica ??   Ah sii !! Allora guardate i video fino in fondo (https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM). Ecco Cazzaro di Napoli , ma non ti stanchi mai di fare simili figure del caz.z.o ?? Che oramai sei irriso e sperculato da tutti (eccetto uno) , lo hai capito o no ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho già risposto e sbugiardato il FALSARIO in altra discussione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Non hai né risposto ne’ sbugiardato nessuno , impareggiabile Cazzaro . Con me devi sempre scappare con le pive nel sacco !! Sempre !! 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

E come no , formidabile idio ta !! E quando mai si e’ visto un politico che va in chiesa per un po’ di propaganda !! Ma vai a caga re , vai . Inarrivabile benaltrista ed ebe te impareggiabile !! 

 

Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro

Politica | 21 Settembre 2017
Luigi Di Maio il chierichetto e il sangue sciolto di San Gennaro COMMENTI 
  •  
  •  
  •  

Mi è occorso qualche giorno per riprendermi dalla depressione indotta dalla vista del compunto Luigi Di Maio, inginocchiato innanzi al cardinale arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepenel rito del bacio dell’ampolla con il sangue liquefatto di San Gennaro. Celebrazione bipartisan – l’ostentata venerazione del tradizionale miracolo da piccolo chimico paradisiaco – visto che era della partita devozionale anche la speranza di una certa sinistra sull’indignato a trazione iberica: il sindaco partenopeo Luigi De Magistris, sempre dedito alla parte del Masaniello 2.0.

VI E' UN PARTITO CHE I PRETI LI HA IN CASA E CHI E' COSTRETTO AD ANDARLI A TROVARE 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, boxster2013 ha scritto:

VI E' UN PARTITO CHE I PRETI LI HA IN CASA E CHI E' COSTRETTO AD ANDARLI A TROVARE 

Te stai attento che ne hai uno dentro l’armadio di camera . Esce solo quando te ne vai e la slava trentenne che sta con te rimane sola ..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Mi chiedo veramente se il Cazzaro crede davvero che alle sue bufale ci sua qualcuno che in buona fede possa crederci . Oltretutto , inarrivabile ebete , ti autosmentisci da solo . Cazzaro , sienti a me : Giggino stesso afferma che e’ la prima volta che si reca a quel rito !! Ammetterai che per un fervente credente e praticante come te stesso consideri Giggino arrivare a 33 anni e non aver sentito la “vocazione “ in tutto quel tempo e’, diciamo , sospettoso. Perché lo fa se non per ingraziarsi i napoletani ?? Non mi dirai , idio ta , che la folgorazione di Giggino avviene , guarda un po’ il caso , proprio in piena bagarre politica . Giggino mischiato tra i fedeli ?? Ah sii ?? (https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM)   Mi sembra in prima fila ed il primo che bacia l’ampolla !!  Giggino era lì come semplice Cristiano e fedele Ed in forma privata ??  Ah sii ?? ( https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM) .  E cosa ci stava a fare come primo della fila autorità ?? Che poi autorità non era perché all’epoca non ne aveva se non quella di candidato premier.  Giggino non ha parlato di politica ??   Ah sii !! Allora guardate i video fino in fondo (https://youtu.be/ui8dCz-w8ZM). Ecco Cazzaro di Napoli , ma non ti stanchi mai di fare simili figure del caz.z.o ?? Che oramai sei irriso e sperculato da tutti (eccetto uno) , lo hai capito o no ?? 

Insomma, siamo in presenza di TRE BACIAPILE. Con l'aggravante che tutti e tre sfruttano ciò che è sacro a fini di pubblicità e propaganda.

Altri tempi quelli di Peppone e Don Camillo.

Non mischiamo la Prima Repubblica con la Terza. Fanfani con Renzi, Almirante con Salvini, Berlinguer con Grillo.

Sarebbe come confondere il cioccolato con la m.erda.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'è già stato un folgorato nell'antichità, perché non c'è ne può essere uno anche nell'era moderna? 

Non fonderà una religione anche lui, ma ci sta provando. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Te stai attento che ne hai uno dentro l’armadio di camera . Esce solo quando te ne vai e la slava trentenne che sta con te rimane sola ..

Premesso che è di Napoli , Mi chiedevo tu sei nato così st ro n z o . o è colpa del P.D ? , 

saluti parolaio scriVacchino falsario alla prossima tua

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, boxster2013 ha scritto:

Premesso che è di Napoli , Mi chiedevo tu sei nato così st ro n z o . o è colpa del P.D ? , 

saluti parolaio scriVacchino falsario alla prossima tua

Ah , e’ una sola’ napoletana ...?? Occhio e’ una Moldava maschera ta da Napoletana . Occhio al portafoglio ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ah , e’ una sola’ napoletana ...?? Occhio e’ una Moldava maschera ta da Napoletana . Occhio al portafoglio ...!! 

NO' , tu sei proprio nato s.t.r.o.n.zo 

 

saluti parolaio scriVacchino falsario alla prossima tu azzata ,

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://m.youtube.com/watch?v=Ptbzn96JvV4

Come si vede molto chiaramente scorrendo filmato, l'allora premier Renzi non è sull'altare a elevare il calice (e ci mancava solo questa) ma non è nemmeno su un palchetto laterale come si inventa il falsario matricolato del forum. È sul pulpitocioè sulla piattaforma sopraelevata che ospita l'altare maggiore della chiesa di Paestum, sotto la navata centrale. Legge qualche appunto poggiato sul leggìo dove normalmente il celebrante legge il Vangelo e le Letture bibliche. Fa propaganda e autocelebrazione del suo governo e di se stesso (ho sbloccato i cantieri, etc...) in vista del referendum costituzionale. In sostanza un breve comizio. Senza nessuna autorizzazione, in un luogo sacro, all'insaputa del parroco! VERGOGNA! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi perdoni sig fosforo, ma a me non sembra affatto un pulpito, che generalmente è abbastanza in alto e sul quale al massimo ci possono stare due persone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Risultati immagini per foto del pulpito della chiesa di paestum

Renzi, comizio dall'altare della basilica di Paestum. Tra i banchi De Luca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Risultati immagini per foto del pulpito della chiesa di paestum

qui si vede meglio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

https://m.youtube.com/watch?v=Ptbzn96JvV4

Come si vede molto chiaramente scorrendo filmato, l'allora premier Renzi non è sull'altare a elevare il calice (e ci mancava solo questa) ma non è nemmeno su un palchetto laterale come si inventa il falsario matricolato del forum. È sul pulpitocioè sulla piattaforma sopraelevata che ospita l'altare maggiore della chiesa di Paestum, sotto la navata centrale. Legge qualche appunto poggiato sul leggìo dove normalmente il celebrante legge il Vangelo e le Letture bibliche. Fa propaganda e autocelebrazione del suo governo e di se stesso (ho sbloccato i cantieri, etc...) in vista del referendum costituzionale. In sostanza un breve comizio. Senza nessuna autorizzazione, in un luogo sacro, all'insaputa del parroco! VERGOGNA! 

 Già che ci sono ti smonto pure l’ultima menzogna che hai messo in giro : Quella che Renzi approfitto’ di una chiesa per un suo comizio politico.  Sei un immondo e vergognoso buffone propenso alla bufala ( interessata).  Allora ristabiliamo la verità: Durante il suo tour elettorale in treno , Renzi fece tappa a Paestum.  In quella cittadina di stava svolgendo un Convegno dal titolo “ Borsa del Turismo Archeologico”.  La sede di quel convegno non era ne un palazzo dei congressi ne dei locali di qualche palazzo istituzionale bensì  era quella chiesa situata nei pressi di Paestum . Quindi nessun legame di natura religiosa , niente di sacro e tutto molto di profano visto che quella Chiesa era stata tante altre volte la Location di altri eventi del genere . Gli organizzatori del Convegno , saputo che Renzi era in zona , lo Invitarono perché portasse il proprio saluto. Renzi , dopo un iniziale diniego e solo perché un rifiuto sarebbe potuto sembrare una scortesia , andò a quel Simposio . Prese la parola per pochissimo tempo ( non dall’altare ma da un palchetto laterale),  pronuncio’ poche parole per pochissimi minuti ,auguro’ buon lavoro ai partecipanti e se ne andò .  Quindi non doveva chiedere nessuna autorizzazione a nessuna autorità religiosa in quanto , pur in un luogo sacro , si stava svolgendo una manifestazione laica e quindi l’autorizzazine del Clero vi era di già . Chiaroooo Cazzaro di Napoli ?? Questa e’ la verità . Questa e’ una parola sconosciuta al Cazzaro di Napoli , noto impostore e frustrato Cazzaro di Napoli. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

più di tredici minuti sig. mark.

Sono pochissimi o sono tanti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

più di tredici minuti sig. mark.

Sono pochissimi o sono tanti?

Considerando le modalità di invito , i saluti iniziali e finali , beh , mo sembrano pochissimi. Adesso , Sig. Ahaha.ha farei io una domanda a lei :” 13 minuti per un “comizio” ( così lo definisce il Cazzaro di Napoli ) sono pochissimi o tanti ? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Risultati immagini per foto del pulpito della chiesa di paestum

qui si vede meglio

Infatti (grazie per la foto) si vede benissimo la posizione sopraelevata del comiziante (che non è alto 2 metri) rispetto al pubblico. Quindi era sul pulpito, proprio come avevo scritto: non dietro l'altare (e ci mancava solo questo!) ma dietro il leggìo (dal greco Logeion : pulpito, palcoscenico) riservato alle Sacre Letture e non certo ai foglietti di propaganda dei politici di passaggio in tour elettorale. Tra i banchi dei "devoti" e dei "fedeli", anzi fedelissimi, in prima fila c'erano il governatore De Luca (con suo figlio Piero in seconda fila, che poi sarà eletto deputato grazie al ripescaggio in un collegio blindato) e l'allora sindaco di Agropoli, Franco Alfieri (Pd) (nella foto è quello seduto con le mani incrociate). Il quale non deve essere solo un bravo cuoco (specialità: la frittura di pesce) ma anche un buon cristiano. Infatti è tra i migliori allievi dello "sceriffo" di Salerno nel fare "clientela organizzata, scientifica, razionale, come Cristo comanda" (Vincenzo De Luca, Napoli, 15 novembre 2016). Solo un peccatuccio, secondo i magistrati: è indagato per voto di scambio politico-mafioso. Mi fermo qui, essendomi improvvisamente ricordato che questi sono o sarebbero gli eredi di Enrico Berlinguer. La cui anima è in Paradiso (se esistono anima e aldilà) ma il cui corpo si rivolta nella tomba. 

Saluti

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora