Un giornaletto penoso : Il Fatto Quotidiano ...

Inviata (modificato)

 

Ricapitoliamo , allora : La Regione pubblica un BANDO (dunque NON NOMINA ma REGOLARE GARA) a cui partecipa anche una dipendente indagata (dunque INCENSURATA in quanto non ha mai subito condanne) ed a questa, risultando la candidata vincitrice della selezione avendo i migliori titoli richiesti, gli viene assegnato l'incarico previsto. Nessuna notizia dunque ma ORDINARIA gestione LEGALE dell'ente. Nel caso non sia rimossa dall'incarico se condannata avrebbe rilievo e costituirebbe notizia ma che abbia avuto l'assegnazione a seguito di gara di selezione, anche se indagata, è semplicemente IL RISPETTO DELLA LEGGE. Ma questo giornaletto uso e consumo per stagionati storioni apre con un titolo senzazionalista del tutto FALSO: "Maxi truffa alla Regione, i pm chiedono 10 anni Il governatore Zingaretti la nomina dirigente". Ma se lo stesso articolo spiega bene che l'incarico è avvenuto a seguito di Gara (Bando di selezione) perchè lasciare intendere che sia un atto discrezionale del Presidente Zingaretti, come se vi fosse collusione tra i due e non , sempre come lo stesso articolo riporta , perchè questa è la legge e non rispettarla avrebbe esposto l'ente a cause e risarcimenti? Ma almeno chi gestisce questo giornaletto non si vergogna un pò di tanto squallore, di tanta ipocrisia? Stanno facendo danni enormi distorcendo la realtà ed inducento molti semplici lettori a credere al FALSO. Ma pur di lisciare il pelo ad invasati tanto ciechi quanto stupidi si arriva a mentire manipolando tanti lettori onesti che si fidano di voi. Siete “PENOSI” !! 

“Il governatore Nicola Zingaretti nomina direttrice la funzionaria a processo per truffa ai danni della Regione Lazio”

di Vincenzo Bisbiglia | 16 Maggio 2019
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Inviata (modificato)

2 ore fa, mark222220 ha scritto:

 

Ricapitoliamo , allora : La Regione pubblica un BANDO (dunque NON NOMINA ma REGOLARE GARA) a cui partecipa anche una dipendente indagata (dunque INCENSURATA in quanto non ha mai subito condanne) ed a questa, risultando la candidata vincitrice della selezione avendo i migliori titoli richiesti, gli viene assegnato l'incarico previsto. Nessuna notizia dunque ma ORDINARIA gestione LEGALE dell'ente. Nel caso non sia rimossa dall'incarico se condannata avrebbe rilievo e costituirebbe notizia ma che abbia avuto l'assegnazione a seguito di gara di selezione, anche se indagata, è semplicemente IL RISPETTO DELLA LEGGE. Ma questo giornaletto uso e consumo per stagionati storioni apre con un titolo senzazionalista del tutto FALSO: "Maxi truffa alla Regione, i pm chiedono 10 anni Il governatore Zingaretti la nomina dirigente". Ma se lo stesso articolo spiega bene che l'incarico è avvenuto a seguito di Gara (Bando di selezione) perchè lasciare intendere che sia un atto discrezionale del Presidente Zingaretti, come se vi fosse collusione tra i due e non , sempre come lo stesso articolo riporta , perchè questa è la legge e non rispettarla avrebbe esposto l'ente a cause e risarcimenti? Ma almeno chi gestisce questo giornaletto non si vergogna un pò di tanto squallore, di tanta ipocrisia? Stanno facendo danni enormi distorcendo la realtà ed inducento molti semplici lettori a credere al FALSO. Ma pur di lisciare il pelo ad invasati tanto ciechi quanto stupidi si arriva a mentire manipolando tanti lettori onesti che si fidano di voi. Siete “PENOSI” !! 

“Il governatore Nicola Zingaretti nomina direttrice la funzionaria a processo per truffa ai danni della Regione Lazio”

di Vincenzo Bisbiglia | 16 Maggio 2019

Carissimo Mark,

nel 2009 presentai domanda per essere ammesso come socio e volontario in una Pubblica Assis.tenza,  quelle che da voi sono "Le Misericordie".

Mi venne richiesto di presentare, tra gli altri documenti:

A) certificato penale del casellario giudiziario;

B) certificato dei CARICHI PENDENTI.

Mannaggia alla Regione Lazio, si vede che lì sono più distratti che alle Misericordie......e si scordano dei CARICHI PENDENTI.

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora