I BENEFATTORI QUI SONO VESTITI DI NERO, MA NON E' L'ABITO TALARE

Ma   ci  spiegate  come  mai a  loro   non tagliano nulla,  non  li  sfrattano o meglio non  li cacciano   e  nessuno  osa  dare  degli  abusivi  ?  ah  già  sono  i camerati  di capitanfracassa...

http://bit.ly/2ViErvm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

L'immagine può contenere: testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come ho scritto altre volte, la situazione dei movimenti neofascisti CasaPound e Forza Nuova è analoga a quella di Berlusconi. C'è infatti una sorta di conflitto di interessi tra la loro ideologia e i vari finanziamenti che ricevono (incluso il 5 per mille) da un lato, e il loro proselitismo e la loro partecipazione alle elezioni dall'altro. In questo caso una legge seria per regolare il conflitto c'è: la legge Scelba del 1952, la quale attua o dovrebbe attuare la disposizione costituzionale che vieta "la riorganizzazione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista". Questa legge è stata applicata tre volte per sciogliere altrettanti movimenti politici neofascisti: Ordine Nuovo nel 1973, Avanguardia Nazionale nel 1976 e Fronte Nazionale nel 2000. In tutti e tre i casi lo scioglimento è stato decretato dal ministro dell'Interno. A differenza di CasaPound e Forza Nuova, nessuno dei tre suddetti movimenti si era mai presentato alle elezioni, ma a tutti e 5 sono più o meno riconducibili episodi di violenza, minacce, antisemitismo, xenofobia e omofobia, pur con i dovuti distinguo rispetto agli anni di piombo e alle finalità terroristiche ed eversive di Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale. Nel febbraio dello scorso anno l'allora presidente della Camera Boldrini chiese pubblicamente lo scioglimento d'autorità di tutte le formazioni neofasciste. Il ministro dell'Interno Minniti, chiamato in causa implicitamente dalla Boldrini ed esplicitamente dal giornalista Formigli che lo intervistava a Piazza Pulita, svicolò in modo goffo e codardo affermando in sostanza che un suo eventuale decreto di scioglimento poteva essere impugnato davanti al TAR e che lui non ci avrebbe fatto una bella figura in caso di annullamento. 

http://www.la7.it/piazzapulita/video/elezioni-minniti-stop-ai-partiti-fascisti-poi-cè-il-tar-22-02-2018-234797

Ma come? Un decisionista come Minniti, uno che faceva il duro con immigrati e vagabondi, uno con quella faccia da duro non applica la legge, non applica la Costituzione, non scioglie i partiti neofascisti perché ha paura del TAR? Vero è che uno con quella faccia da gerarca, immortalata da Crozza, avrebbe potuto tranquillamente partecipare alla marcia su Roma. 

Quanto all'edificio romano nella centrale via Napoleone III occupato da CasaPound, non c'entra nulla con le famiglie povere e gli oltre 100 bambini ai quali un benemerito pastore della Chiesa ha restituito luce e acqua calda con uno splendido, memorabile atto di disobbedienza civile. A quanto pare CasaPound e FN godono di cospicui finanziamenti e potrebbero tranquillamente pagare l'affitto e le bollette, oppure magari scegliere una sede un po' meno appariscente:

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2017/11/03/news/tutti-i-soldi-e-le-societa-di-casapound-e-forza-nuova-cosi-si-finanziano-i-partiti-neofascisti-1.313304?refresh_ce

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Come ho scritto altre volte, la situazione dei movimenti neofascisti CasaPound e Forza Nuova è analoga a quella di Berlusconi. C'è infatti una sorta di conflitto di interessi tra la loro ideologia e i vari finanziamenti che ricevono (incluso il 5 per mille) da un lato, e il loro proselitismo e la loro partecipazione alle elezioni dall'altro. In questo caso una legge seria per regolare il conflitto c'è: la legge Scelba del 1952, la quale attua o dovrebbe attuare la disposizione costituzionale che vieta "la riorganizzazione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista". Questa legge è stata applicata tre volte per sciogliere altrettanti movimenti politici neofascisti: Ordine Nuovo nel 1973, Avanguardia Nazionale nel 1976 e Fronte Nazionale nel 2000. In tutti e tre i casi lo scioglimento è stato decretato dal ministro dell'Interno. A differenza di CasaPound e Forza Nuova, nessuno dei tre suddetti movimenti si era mai presentato alle elezioni, ma a tutti e 5 sono più o meno riconducibili episodi di violenza, minacce, antisemitismo, xenofobia e omofobia, pur con i dovuti distinguo rispetto agli anni di piombo e alle finalità terroristiche ed eversive di Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale. Nel febbraio dello scorso anno l'allora presidente della Camera Boldrini chiese pubblicamente lo scioglimento d'autorità di tutte le formazioni neofasciste. Il ministro dell'Interno Minniti, chiamato in causa implicitamente dalla Boldrini ed esplicitamente dal giornalista Formigli che lo intervistava a Piazza Pulita, svicolò in modo goffo e codardo affermando in sostanza che un suo eventuale decreto di scioglimento poteva essere impugnato davanti al TAR e che lui non ci avrebbe fatto una bella figura in caso di annullamento. 

http://www.la7.it/piazzapulita/video/elezioni-minniti-stop-ai-partiti-fascisti-poi-cè-il-tar-22-02-2018-234797

Ma come? Un decisionista come Minniti, uno che faceva il duro con immigrati e vagabondi, uno con quella faccia da duro non applica la legge, non applica la Costituzione, non scioglie i partiti neofascisti perché ha paura del TAR? Vero è che uno con quella faccia da gerarca, immortalata da Crozza, avrebbe potuto tranquillamente partecipare alla marcia su Roma. 

Quanto all'edificio romano nella centrale via Napoleone III occupato da CasaPound, non c'entra nulla con le famiglie povere e gli oltre 100 bambini ai quali un benemerito pastore della Chiesa ha restituito luce e acqua calda con uno splendido, memorabile atto di disobbedienza civile. A quanto pare CasaPound e FN godono di cospicui finanziamenti e potrebbero tranquillamente pagare l'affitto e le bollette, oppure magari scegliere una sede un po' meno appariscente:

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2017/11/03/news/tutti-i-soldi-e-le-societa-di-casapound-e-forza-nuova-cosi-si-finanziano-i-partiti-neofascisti-1.313304?refresh_ce

 

E come no , Cazzaro !! Come no !!  Ahahahaha .  A parte che dovresti spiegare meglio cosa non torna nel discorso di Minniti , vorresti metterci al corrente di cosa hanno fatto gli scappati da casa a 5 stelle per mettere fuori legge Casa Pound e Forza Nuova ?? La risposta che dovresti dare sarebbe “ Niente” . Invece ...NO !! Qualcosa hanno pure fatto , sai collaborazionista di Fascisti vecchi e nuovi . Leggi un po’ , Cazzaro . Di Napoli ...!! 

Grillo ai militanti di Casa Pound: “Se lo volete, benvenuti nei 5 Stelle”

Il leader M5S davanti al Viminale con il candidato del movimento di estrema destra: “Io antifascista? Non è un problema che mi compete. Alcune delle loro idee condivisibili”
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Gabrielli   dice  che  la  polizia è supertpartes ?   Lo vada a  dire  a  quel  sindacalista  del SAP...

«Salvini gira per le città italiane minacciando i cittadini che non lo amano e incita le forze dell’ordine a inseguirli e a intimidirli. Il problema è che non è fascista, è semplicemente un infante che è stato messo a giocare con cose proibite a chi ha il suo sviluppo psicologico perché può fare del male a se stesso e agli altri».

✍️ L'editoriale di Peppino Caldarola.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora