Arriva il reddito di inclusione: a chi spetta l'assegno mensile?

Entro maggio il governo deve attuare la delega del Parlamento: il nuovo sostegno prenderà in considerazione un tetto Isee (6mila euro) ma anche un nuovo indicatore sul reddito delle famiglie effettivamente disponibile. Le risorse sono ancora scarse (2 miliardi): il 15% verrà vincolato alle politiche attive dei Comuni

Un sostegno di 485 euro a cui potranno accedere anche le famiglie che possiedono piccole proprietà immobiliari, se prive di reddito. Che si continuerà a percepire per qualche mese anche dopo aver trovato lavoro, in modo da non essere disincentivati dal cercarlo. E una misura che dovrebbe aiutare gli enti locali a mettere in piedi dei servizi di formazione e collocamento, stanziando risorse finanziarie certe. Comincia a prendere forma il Rei, il reddito di inclusione, l'intervento contro la povertà approvato dal Parlamento e per cui il governo è chiamato entro maggio a scrivere i decreti attuativi. 

Il primo punto, si legge nel memorandum, riguarderà proprio i criteri di accesso al Reddito di inclusione. Il Sia veniva assegnato solo sulla base dell'Isee, con un tetto (molto basso) a 3.000 euro. I decreti attuativi del Rei invece introdurranno una doppia soglia: accanto all'Isee, il cui limite dovrebbe essere portato a 6.000 euro, verrà considerato anche il reddito disponibile delle famiglie, attraverso un valore che si chiama indicatore della situazione reddituale (Isr), per cui il tetto verrà fissato a 3.000 euro. L'obiettivo è "fotografare" in maniera più fedele rispetto a oggi la situazione economica dei nuclei: l'Isr indica con più precisione l'effettiva disponibilità nel portafogli delle famiglie, scontando per esempio eventuali affitti pagati che spesso variano molto a seconda della zona di residenza. Mentre l'innalzamento dell'Isee permetterà di accedere all'assegno anche a famiglie che possiedono piccolissime proprietà immobiliari, ma nessun reddito.

Rischiamo il parassitismo o un vero stato sociale?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

È il sogno dei giorni moderni, alla fine il lavoro è un valore sopravvalutato...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non serve a nulla! Se non per prendere ancora un poco in giro gli italiani. E come al solito i governi di turno pieni di demagogia politica riescono sempre in questo intento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ariecco il gioco delle 3 carte. I soldi li devono mettere Regioni e Comuni. Da dove li prendono? Dai tagli ai servizi. E i Poveri sempre piu' poveri e presi in giro. Ah, sperando che non chiedano, ai poveri, di restituire tutte le elemosine per aver sforato la soglia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma questo non rischia di invogliare a lavorare in nero?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, pierino-17 ha scritto:

ma questo non rischia di invogliare a lavorare in nero?

perfetto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, pierino-17 ha scritto:

ma questo non rischia di invogliare a lavorare in nero?

anche secondo me

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

con st'andazzo tutti a nero x la gioia delle C.ie Assicurazioni e banke  ke proporranno fondi e piani di versamento x pensione privata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

vabbè sempre a lamentarvi... è un inizio... meglio di niente...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, uvabianca111 ha scritto:

con st'andazzo tutti a nero x la gioia delle C.ie Assicurazioni e banke  ke proporranno fondi e piani di versamento x pensione privata.

ma che vuol dire? chi traduce?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sarà sicuramente chi se ne approfitterà

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963