Guerre fra bande fanno vittime innocenti

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://napoli.repubblica.it/cronaca/2019/05/03/news/spari_tra_la_folla_colpita_anche_una_bambina-225411722/amp/&ved=2ahUKEwiJtPbe-v_hAhWQ16QKHXAvCvQQiJQBMAB6BAgHEAQ&usg=AOvVaw1tezB24TlNvqrRSlID4DWK&ampcf=1

Bande di criminali a Napoli sparano in pieno giorno. Colpite nonna e nipotina.

Quel kazzone di Ministro che si fa chiamare Capitano, gira col mitra e dice che celaduro, dove kakkio sta ????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

38 messaggi in questa discussione

A Modena a fare selfie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L' ottima  sicurezza  del capitanfracassa...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ferme restando l'esecrazione, l'orrore e la rabbia per il gravissimo episodio (se ci fosse la pena di morte chi spara in mezzo alla gente la meriterebbe tutta), devo correggere la disinformazione di Enrico Mentana che non perde occasione di parlare male o a sproposito di Napoli. Ha aperto il tg parlando di sparatoria "in pieno centro", in mezzo alla gente e ai turisti. Deve avere fatto confusione con Piazza Dante o Piazza Plebiscito. Piazza Nazionale è una piazza semiperiferica, una delle rare piazze di Napoli prive di interesse storico e artistico, tagliata fuori dagli itinerari turistici. Nel corso del tg la bufala del "pieno centro" è stata ripetuta dal conduttore con molta enfasi almeno 10 volte, come se il fatto di sangue non fosse già abbastanza grave di suo. Sembrava che Mentana aspettasse da anni la possibilità di rispolverare la vecchia leggenda di una città del Far West, malsicura per i residenti e assolutamente da evitare per i turisti. In realtà, non da oggi ma da anni, e su esplicita richiesta del sindaco, il centro di Napoli è presidiato tutto il giorno, e nelle vie della movida fino a notte fonda, da camionette della polizia, dei carabinieri e dell'esercito. É del tutto sicuro per i turisti e i cittadini ed episodi come quello di oggi (che non è avvenuto in centro) a mia memoria non si verificano nel centro storico da decenni (se escludiamo il meandro di vicoli dei quartieri spagnoli e simili dove i turisti non si avventurano). Alla fine Mentana non ci ha risparmiato il suo consueto pistolotto paternal-moralistico. Ha detto che Napoli è la città di Saviano (falso: lo scrittore è nato a Napoli ma poi ha sempre vissuto altrove, tanto è vero che per scrivere in lingua napoletana ha bisogno di consulenti) e dei suoi libri e dei suoi articoli di denuncia contro la camorra, ma sotto il profilo della sicurezza a Napoli non è cambiato nulla. Falso! A Napoli non solo gli omicidi ma anche le rapine sono in calo. Senza ritornare agli anni '80 e alle centinaia di vittime l'anno delle faide di camorra, nel 2016 in città sono stati commessi 77 omicidi, scesi a 35 nel 2017 e a 21 nel 2018 (fonte Corriere della Sera). Ma per Mentana non è cambiato nulla. Per Mentana Napoli è Gomorra, è come negli anni '80, si continua a sparare "in pieno centro" e in mezzo ai turisti. Meno male che qui la stagione turistica dura praticamente tutto l'anno e chi ama Napoli se ne infischia altamente delle bufale e dei pistolotti di Mentana.

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora  è  una  questione  di  qualificazione  delle  Piazze   c'è  quella  dove  si  può  sparare e  quella  no... ma  la  sparatoria   c'è stata  si  o no  la  gente  c'era  o erano fantasmi oppure  anche  in  questo  c'è gente  di serie a  e gente  di serie  b ?  Resta  il fatto   che  la  sicurezza  del capitanfracassa  non esiste.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Ferme restando l'esecrazione, l'orrore e la rabbia per il gravissimo episodio (se ci fosse la pena di morte chi spara in mezzo alla gente la meriterebbe tutta), devo correggere la disinformazione di Enrico Mentana che non perde occasione di parlare male o a sproposito di Napoli. Ha aperto il tg parlando di sparatoria "in pieno centro", in mezzo alla gente e ai turisti. Deve avere fatto confusione con Piazza Dante o Piazza Plebiscito. Piazza Nazionale è una piazza semiperiferica, una delle rare piazze di Napoli prive di interesse storico e artistico, tagliata fuori dagli itinerari turistici. Nel corso del tg la bufala del "pieno centro" è stata ripetuta dal conduttore con molta enfasi almeno 10 volte, come se il fatto di sangue non fosse già abbastanza grave di suo. Sembrava che Mentana aspettasse da anni la possibilità di rispolverare la vecchia leggenda di una città del Far West, malsicura per i residenti e assolutamente da evitare per i turisti. In realtà, non da oggi ma da anni, e su esplicita richiesta del sindaco, il centro di Napoli è presidiato tutto il giorno, e nelle vie della movida fino a notte fonda, da camionette della polizia, dei carabinieri e dell'esercito. É del tutto sicuro per i turisti e i cittadini ed episodi come quello di oggi (che non è avvenuto in centro) a mia memoria non si verificano nel centro storico da decenni (se escludiamo il meandro di vicoli dei quartieri spagnoli e simili dove i turisti non si avventurano). Alla fine Mentana non ci ha risparmiato il suo consueto pistolotto paternal-moralistico. Ha detto che Napoli è la città di Saviano (falso: lo scrittore è nato a Napoli ma poi ha sempre vissuto altrove, tanto è vero che per scrivere in lingua napoletana ha bisogno di consulenti) e dei suoi libri e dei suoi articoli di denuncia contro la camorra, ma sotto il profilo della sicurezza a Napoli non è cambiato nulla. Falso! A Napoli non solo gli omicidi ma anche le rapine sono in calo. Senza ritornare agli anni '80 e alle centinaia di vittime l'anno delle faide di camorra, nel 2016 in città sono stati commessi 77 omicidi, scesi a 35 nel 2017 e a 21 nel 2018 (fonte Corriere della Sera). Ma per Mentana non è cambiato nulla. Per Mentana Napoli è Gomorra, è come negli anni '80, si continua a sparare "in pieno centro" e in mezzo ai turisti. Meno male che qui la stagione turistica dura praticamente tutto l'anno e chi ama Napoli se ne infischia altamente delle bufale e dei pistolotti di Mentana.

Ok, lei ha conti da regolare con Mentino. Che dice "in pieno centro" invece che "in pieno giorno".

Cionontoglieche   il  Presidente del Consiglio (quello vero) sia uno squallido sbruffone, un quaqquaraqqua incapace di garantire un minimo di sicurezza ai vecchi e ai bambini.

Tant'è che ha fatto votare una legge con la quale ha dichiarato agli italiani: "Lo Stato che io rappresento non è in grado di difendervi. Armatevi e fatelo da soli.".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Ok, lei ha conti da regolare con Mentino. Che dice "in pieno centro" invece che "in pieno giorno".

Cionontoglieche   il  Presidente del Consiglio (quello vero) sia uno squallido sbruffone, un quaqquaraqqua incapace di garantire un minimo di sicurezza ai vecchi e ai bambini.

Tant'è che ha fatto votare una legge con la quale ha dichiarato agli italiani: "Lo Stato che io rappresento non è in grado di difendervi. Armatevi e fatelo da soli.".

Naturalmente io di Salvini penso, e scrivo, tutto il male possibile, è un demagogo, la sua cd. legittima difesa (casalinga) la trovo incostituzionale e controproducente, ma bisogna essere realisti. Nessuna città del mondo è sicura al 100%. A Chicago c'è una sparatoria ogni due ore e ci sono due morti al giorno. Eppure negli USA c'è la pena di morte, la giustizia è veloce e severa, e le carceri tolgono dalla strada 2 milioni e mezzo di delinquenti (in Italia solo 60.000).

https://www.repubblica.it/venerdi/reportage/2017/10/09/news/chicago_criminalita_citta_violenta_sparatorie-177799586/

A Napoli nel 2018 gli omicidi sono stati 21. E non tutti di camorra. Ma Mentana dice che si spara in pieno centro e lo dice con tono drammatico come se la cosa accadesse tutti i giorni. Confonde Napoli con Chicago, riesuma vecchi luoghi comuni, allarma e allontana i turisti da quella che Stendhal definiva "la città, senza nessun paragone, più bella dell'Universo". Eppure Stendhal scrisse un saggio dal titolo: "I briganti d'Italia". 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A Napoli si spara in piazza, a Viterbo viene ucciso un commerciante in negozio, militanti di Casapound violentano una donna. 
Se queste cose fossero accadute durante il nostro governo la Lega avrebbe già chiesto le dimissioni del Ministro dell’interno. Io mi chiedo: ma OGGI c’è un Ministro dell’interno in questo Paese? E se c’è cosa sta facendo oltre ai selfie e alle storie su Instagram? Salvini non sta chiudendo i porti: sta solo chiudendo gli occhi davanti ai crimini e ai reati. L’Italia ha bisogno di sicurezza, non di comizi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

5 minuti fa, pm610 ha scritto:

A Napoli si spara in piazza, a Viterbo viene ucciso un commerciante in negozio, militanti di Casapound violentano una donna. 
Se queste cose fossero accadute durante il nostro governo la Lega avrebbe già chiesto le dimissioni del Ministro dell’interno. Io mi chiedo: ma OGGI c’è un Ministro dell’interno in questo Paese? E se c’è cosa sta facendo oltre ai selfie e alle storie su Instagram? Salvini non sta chiudendo i porti: sta solo chiudendo gli occhi davanti ai crimini e ai reati. L’Italia ha bisogno di sicurezza, non di comizi

Ma se a Salvini togli i comizi gli hai tolto tutto. Adesso sono proprio curioso di capire quando ritornerà a parlare di "castrazione chimica". Io non sono d'accordo ma l'idea di due fascisti castrati mi intriga. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ferme restando l'esecrazione, l'orrore e la rabbia per il gravissimo episodio (se ci fosse la pena di morte chi spara in mezzo alla gente la meriterebbe tutta), devo correggere la disinformazione di Enrico Mentana che non perde occasione di parlare male o a sproposito di Napoli. Ha aperto il tg parlando di sparatoria "in pieno centro", in mezzo alla gente e ai turisti. Deve avere fatto confusione con Piazza Dante o Piazza Plebiscito. Piazza Nazionale è una piazza semiperiferica, una delle rare piazze di Napoli prive di interesse storico e artistico, tagliata fuori dagli itinerari turistici. Nel corso del tg la bufala del "pieno centro" è stata ripetuta dal conduttore con molta enfasi almeno 10 volte, come se il fatto di sangue non fosse già abbastanza grave di suo. Sembrava che Mentana aspettasse da anni la possibilità di rispolverare la vecchia leggenda di una città del Far West, malsicura per i residenti e assolutamente da evitare per i turisti. In realtà, non da oggi ma da anni, e su esplicita richiesta del sindaco, il centro di Napoli è presidiato tutto il giorno, e nelle vie della movida fino a notte fonda, da camionette della polizia, dei carabinieri e dell'esercito. É del tutto sicuro per i turisti e i cittadini ed episodi come quello di oggi (che non è avvenuto in centro) a mia memoria non si verificano nel centro storico da decenni (se escludiamo il meandro di vicoli dei quartieri spagnoli e simili dove i turisti non si avventurano). Alla fine Mentana non ci ha risparmiato il suo consueto pistolotto paternal-moralistico. Ha detto che Napoli è la città di Saviano (falso: lo scrittore è nato a Napoli ma poi ha sempre vissuto altrove, tanto è vero che per scrivere in lingua napoletana ha bisogno di consulenti) e dei suoi libri e dei suoi articoli di denuncia contro la camorra, ma sotto il profilo della sicurezza a Napoli non è cambiato nulla. Falso! A Napoli non solo gli omicidi ma anche le rapine sono in calo. Senza ritornare agli anni '80 e alle centinaia di vittime l'anno delle faide di camorra, nel 2016 in città sono stati commessi 77 omicidi, scesi a 35 nel 2017 e a 21 nel 2018 (fonte Corriere della Sera). Ma per Mentana non è cambiato nulla. Per Mentana Napoli è Gomorra, è come negli anni '80, si continua a sparare "in pieno centro" e in mezzo ai turisti. Meno male che qui la stagione turistica dura praticamente tutto l'anno e chi ama Napoli se ne infischia altamente delle bufale e dei pistolotti di Mentana.

Visto che al Cazzaro di Napoli interessa di più l’aspetto urbanistico e di ubicazione dove si e’ svolto il gravissimo fatto di sangue , vediamo un po’ se considera Fico, napoletano verace , più Bufalaro e Pistolettaro del patetico “razzista verso Napoli “ Mentana . Ecco quel che dice Fico a proposito dell’ubicazione di Piazza Nazionale ( prego leggere al rigo secondo , nda) .  Vogliate prendere atto che l’unico giornale italiano e non che parla di piazza semiperifetica  e’ il solito Falso Quotidiano . Il motivo e’ semplice : Essendo il Falso un giornaletto amico del Masaniello De Magistris , ed avendo quest’ultimo affermato che con lui Sindaco non ci sarebbero più stati episodi di sangue nel centro citta’ , deve dire che la piazza e’ in periferia . Mica si può sputtanare un amico ?? Certo che no !! Naturalmente lo storione Cazzaro di Napoli si e’ fatto pescare con grande piacere .     “E’ inaccettabile che clan si sparino in centro, a Napoli, per il controllo del territorio – ha commentato il presidente della Camera Roberto Fico a Radio Capital – Non può continuare una situazione del genere in una società civile. Questo è un fenomeno che non bisogna contenere: bisogna distruggerlo, annientarlo”. “Mi aspetto che il ministro dell’interno attenzioni Napoli ai massimi livelli – ha proseguito l’esponente del M5s – Io ho parlato e portato la questione all’attenzione di polizia e dirigenti. Dobbiamo debellare questo fenomeno”. “Bisogna agire“, ha aggiunto Fico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Basta ricorrere a Google Maps e si può effettivamente vedere che piazza nazionale non si trova in centro, ma in una zona quasi periferica.

Ma non è questo il problema.

La piazza è un centro di ritrovo degli abitanti della zona, che, se pur semiperiferica, dovrebbe essere protetta in maniera adeguata.

Al riguardo Non ho ancora sentito parlare il capitone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Basta ricorrere a Google Maps e si può effettivamente vedere che piazza nazionale non si trova in centro, ma in una zona quasi periferica.

Ma non è questo il problema.

La piazza è un centro di ritrovo degli abitanti della zona, che, se pur semiperiferica, dovrebbe essere protetta in maniera adeguata.

Al riguardo Non ho ancora sentito parlare il capitone.

Sig. Ahaha.ha , guardi che proseguire nella sua appassionata difesa “legale” del Cazzaro di  Napoli non le fa fare una bella figura . Oppure usi un po’ meglio Google Maps...

Piazza Nazionale OW0000001503143_1_1331213561579

Piazza Nazionale è una piazza ortogonale dove confluiscono undici strade. La piazza, nata dai lavori del Risanamento alla fine dell’Ottocento, è una delle più grandi di Napoli. Situata nel rione Vasto e’ una Piazza centrale della città posta al confine del quartiere Poggioreale ed è il centro geografico della IV Municipalità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se non fosse accecato dall'odio nei confronti del sig fosforo, avrebbe capito che la piazza è un CENTRO dove generalmente si incontrano gli abitanti delle vicinanze anche se è una piazza semiperiferica fortemente abitata

 

Pubblichi la pianta della citta. Si vedrà meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Se non fosse accecato dall'odio nei confronti del sig fosforo, avrebbe capito che la piazza è un CENTRO dove generalmente si incontrano gli abitanti delle vicinanze anche se è una piazza semiperiferica fortemente abitata

 

Pubblichi la pianta della citta. Si vedrà meglio.

Se non fosse una persona dotata di intelletto , direi che sto ascoltando qualcosa che assomiglia a degli zoccoli che si arrampicano su degli specchi .          P.S. Piazza Nazionale si trova  700 metri dalla Stazione Centrale di Napoli . Non mi risulta che la Stazione Ferroviaria di Napoli sia posta in zona semiperiferica...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok! Ha ragione lei.

La stazione ferroviaria è il centro della città.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Se non fosse una persona dotata di intelletto , direi che sto ascoltando qualcosa che assomiglia a degli zoccoli che si arrampicano su degli specchi .          P.S. Piazza Nazionale si trova  700 metri dalla Stazione Centrale di Napoli . Non mi risulta che la Stazione Ferroviaria di Napoli sia posta in zona semiperiferica...

Domanda: alla cortese attenzione del sig. Mark, del sig. Fosforo e del sig. Ahaha.ha.

"Scusatemi se sono del Nord e se sono stato a Napoli solo da turista. Ma da quel poco che ho visto, non ho capito quale sia il CENTRO di Napoli.

A Milano è Piazza del Duomo, a Torino Piazza San Carlo, a Genova Piazza De Ferrari.

Chiedo lumi alle S.V. che litigate sullo stradario partenopeo, lasciando in un angolo il triste fenomeno di uno squallido che ci ha promesso sicurezza e ci sta regalando bande armate che spadroneggiano mentre lui si fa selfie col mitra.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Se non fosse accecato dall'odio nei confronti del sig fosforo, avrebbe capito che la piazza è un CENTRO dove generalmente si incontrano gli abitanti delle vicinanze anche se è una piazza semiperiferica fortemente abitata

 

Pubblichi la pianta della citta. Si vedrà meglio.

Egregio Ahaha, fai bene a citare la mappa cittadina, ma ci sono cose che la pura geografia fisica dei luoghi non può dire. Può dirlo solo la geografia antropica. In un'occasione meno tragica qualsiasi napoletano verace si farebbe una gran risata sentendo dire quello che Mentana, con enfasi e insistenza, ha ripetuto una decina di volte ieri sera, ovvero che la sparatoria sarebbe avvenuta in "PIENO CENTRO" di Napoli. Piazza Nazionale, nel cuore del quartiere Vicaria, meglio noto come la (malfamata) zona del Vasto, confinante con i binari della Ferrovia, la Zona Industriale e Poggioreale (cimitero e carcere), sarebbe "PIENO CENTRO" di Napoli? Roba da matti! Il disinformato disinformatore Mentana avrà involontariamente confuso Piazza Nazionale e l'afferente via Nuova Poggioreale con Piazza Carità e via Toledo? O con Piazza dei Martiri e via Chiaia? Un agente immobiliare non farebbe questo erroraccio stante l'enorme differenza nel prezzo al metro quadro. No, penso che Mentana abbia voluto infierire su una città già provata per i suoi tanti problemi, non ultimo la criminalità, gettando fango e falsità sul maggiore dei suoi pregi e delle sue attrattive, quel centro storico Patrimonio dell'Umanità e assolutamente godibile e sicuro per i turisti, protetto dall'UNESCO, dalle forze di Polizia e dall'Esercito, e dove sparatorie sanguinose di quel tipo non si verificano da decenni. Mi spiace dirlo perché è un giornalista che stimo, ma Mentana dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa ai napoletani. Ciò ovviamente non vuol dire che a Piazza Trieste e Trento, tra il Teatro San Carlo, Palazzo del Cardinale e Palazzo Reale, ci si debba sentire sicuri e protetti dallo Stato e a Piazza Nazionale si debba rischiare la pelle. Lo Stato deve proteggere TUTTI, cittadini e turisti, ricchi e poveri. Lo Stato, come ha detto il presidente Fico, DEVE SRADICARE il bubbone pestifero della camorra (e delle altre mafie). Deve farlo a tutti i costi. E non sarebbe nemmeno difficile, dando un po' di carta bianca agli investigatori come ai tempi del terrorismo, assicurando una giustizia rapida ed efficiente, costruendo nuove carceri e garantendo la certezza della pena. Tutte cose, eccetto ovviamente la prima, scritte nel programma di governo. Ma se ci fosse certezza della pena il bancarottiere della Lega Armando Siri si sarebbe fatto un anno e 8 mesi al fresco, dopodiché forse nemmeno quella faccia di bronzo di Salvini avrebbe osato portare un ex galeotto davanti a Mattarella a giurare come sottosegretario. La certezza della pena prima che ai camorristi dà fastidio ai politici, a certi politici. 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche lei ha ragione Sig cortomaltese, non ci si dovrebbe dimenticare del capitone che cotto alla griglia sarebbe ottimo, ma del capitone ne parliamo tutti i giorni, quindi se per una volta ce ne dimentichiamo, sarà lui stesso a perdonarci.

Quesito interessante è invece il centro di Napoli.

Vediamo un po', secondo Tom Tom, ci sono più centri, ad esempio:

1) napoli centro: via renovella

2 centro storico, pressapoco zona della cattedrale di San Gennaro

3) stazione centrale, quella a 700 metri da piazza nazionale

 

4) centro direzionale, vicino Poggioreale o rione luzzati, o la stazione, o la stessa piazza nazionale.

 

Poi ci sono altri centri, come l'ospedaliero, ecc, ecc. 

Io c'ho provato, ma per centrare il centro geografico bisognerà ricorrere ad un matematico. Credo

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ferme restando l'esecrazione, l'orrore e la rabbia per il gravissimo episodio (se ci fosse la pena di morte chi spara in mezzo alla gente la meriterebbe tutta), devo correggere la disinformazione di Enrico Mentana che non perde occasione di parlare male o a sproposito di Napoli. Ha aperto il tg parlando di sparatoria "in pieno centro", in mezzo alla gente e ai turisti. Deve avere fatto confusione con Piazza Dante o Piazza Plebiscito. Piazza Nazionale è una piazza semiperiferica, una delle rare piazze di Napoli prive di interesse storico e artistico, tagliata fuori dagli itinerari turistici. Nel corso del tg la bufala del "pieno centro" è stata ripetuta dal conduttore con molta enfasi almeno 10 volte, come se il fatto di sangue non fosse già abbastanza grave di suo. Sembrava che Mentana aspettasse da anni la possibilità di rispolverare la vecchia leggenda di una città del Far West, malsicura per i residenti e assolutamente da evitare per i turisti. In realtà, non da oggi ma da anni, e su esplicita richiesta del sindaco, il centro di Napoli è presidiato tutto il giorno, e nelle vie della movida fino a notte fonda, da camionette della polizia, dei carabinieri e dell'esercito. É del tutto sicuro per i turisti e i cittadini ed episodi come quello di oggi (che non è avvenuto in centro) a mia memoria non si verificano nel centro storico da decenni (se escludiamo il meandro di vicoli dei quartieri spagnoli e simili dove i turisti non si avventurano). Alla fine Mentana non ci ha risparmiato il suo consueto pistolotto paternal-moralistico. Ha detto che Napoli è la città di Saviano (falso: lo scrittore è nato a Napoli ma poi ha sempre vissuto altrove, tanto è vero che per scrivere in lingua napoletana ha bisogno di consulenti) e dei suoi libri e dei suoi articoli di denuncia contro la camorra, ma sotto il profilo della sicurezza a Napoli non è cambiato nulla. Falso! A Napoli non solo gli omicidi ma anche le rapine sono in calo. Senza ritornare agli anni '80 e alle centinaia di vittime l'anno delle faide di camorra, nel 2016 in città sono stati commessi 77 omicidi, scesi a 35 nel 2017 e a 21 nel 2018 (fonte Corriere della Sera). Ma per Mentana non è cambiato nulla. Per Mentana Napoli è Gomorra, è come negli anni '80, si continua a sparare "in pieno centro" e in mezzo ai turisti. Meno male che qui la stagione turistica dura praticamente tutto l'anno e chi ama Napoli se ne infischia altamente delle bufale e dei pistolotti di Mentana.

scusa fosforo ma devo correggerti piazza nazionale  è al centro di Napoli molto vicino al centro direzionale e alla stazione (molti turisti viaggiano anche in treno), vicino a piazza carlo III dove c'è l'orto botanico anch'esso molto visitato dai turisti e a 2 passi dalla tangenziale quindi non possiamo dire che non è centro anzi il contrario, certo sta fuori dalle mura ma anche piazza Dante e piazza del Plebiscito stanno fuori le mura ma x questo non possiamo considerarle periferiche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka.....a questo punto è meglio chiarire cosa si intende per centro città.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Domanda: alla cortese attenzione del sig. Mark, del sig. Fosforo e del sig. Ahaha.ha.

"Scusatemi se sono del Nord e se sono stato a Napoli solo da turista. Ma da quel poco che ho visto, non ho capito quale sia il CENTRO di Napoli.

A Milano è Piazza del Duomo, a Torino Piazza San Carlo, a Genova Piazza De Ferrari.

Chiedo lumi alle S.V. che litigate sullo stradario partenopeo, lasciando in un angolo il triste fenomeno di uno squallido che ci ha promesso sicurezza e ci sta regalando bande armate che spadroneggiano mentre lui si fa selfie col mitra.

Ti ho risposto nel mio post precedente. Aggiungo per completezza che il  centro di Napoli possiamo identificarlo in prima approssimazione con le Municipalità 1 e 2, cioè da Posillipo e Chiaia fino a Port'Alba e Piazza Mercato: 

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Municipalità_di_Napoli

La cartina su Wiki però inganna perché il centro geometrico sembra cadere nella Municipalità 5, cioè nel quartiere Vomero. In effetti molti vomeresi (non il sottoscritto) si vantano di risiedere nel centro di Napoli. Ma il Vomero è zona collinare, una vasta area che prima della Guerra era poco abitata e poco collegata al resto della città. Tanto è vero che i più vecchi vomeresi ancora oggi si considerano fuori da Napoli e quando scendono dalla collina usano dire "Scendo a Napoli".

Storicamente il centro del centro, cioè l'agorà della Neapolis greca, coincide con l'attuale Piazza San Gaetano nel Decumano Maggiore, collegata a via Duomo da Via dei Tribunali, la parallela a Spaccanapoli. Da piazza S. Gaetano puoi accedere al sottosuolo della Napoli greco-romana, una visita interessantissima che consiglio a tutti:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Piazza_San_Gaetano

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Scavi_archeologici_di_San_Lorenzo_Maggiore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Urka.....a questo punto è meglio chiarire cosa si intende per centro città.

Ti rimando alla mia precedente risposta a Corto maltese

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Ok! Ha ragione lei.

La stazione ferroviaria è il centro della città.

 

Non ho ragione perché la voglio a tutti i costi . Se avesse una qualche “prudenza”in più quando legge il Cazzaro lo scoprirebbe ella stessa che la Stazione Centrale di Napoli non e’ in centro in quanto “Centrale” ma perché il rione Vicaria ( o se preferisce Vasto) e’ sempre stato considerato centro di Napoli . A voler essere pignoli per forza potremmo dire che e’ la zona del centro di Napoli più distante dalle strade centralissime . Questo e’ e questo rimane a prescindere da Cazzari e Google Map. Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, monello.07 ha scritto:

scusa fosforo ma devo correggerti piazza nazionale  è al centro di Napoli molto vicino al centro direzionale e alla stazione (molti turisti viaggiano anche in treno), vicino a piazza carlo III dove c'è l'orto botanico anch'esso molto visitato dai turisti e a 2 passi dalla tangenziale quindi non possiamo dire che non è centro anzi il contrario, certo sta fuori dalle mura ma anche piazza Dante e piazza del Plebiscito stanno fuori le mura ma x questo non possiamo considerarle periferiche.

Napoli è una città policentrica, anche perché è divisa dalle colline. Se vai al Vomero i vomeresi dicono di essere il centro, se vai a Fuorigrotta dicono che il centro è lo Stadio San Paolo. È vero che Piazza Nazionale non è lontana dalla stazione centrale di Piazza Garibaldi (che non è il centro ma il principale punto di accesso alla città). Ma un turista che arriva alla stazione centrale che ci va a fare a Piazza Nazionale? Cosa c'è da vedere a Piazza Nazionale? Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Domanda: alla cortese attenzione del sig. Mark, del sig. Fosforo e del sig. Ahaha.ha.

"Scusatemi se sono del Nord e se sono stato a Napoli solo da turista. Ma da quel poco che ho visto, non ho capito quale sia il CENTRO di Napoli.

A Milano è Piazza del Duomo, a Torino Piazza San Carlo, a Genova Piazza De Ferrari.

Chiedo lumi alle S.V. che litigate sullo stradario partenopeo, lasciando in un angolo il triste fenomeno di uno squallido che ci ha promesso sicurezza e ci sta regalando bande armate che spadroneggiano mentre lui si fa selfie col mitra.

il centro di Milano non è solo piazza Duomo come quello di Torino non è solo piazza San Carlo ma tutto quello che li circonda e, anche a Napoli il centro storico non è il Vomero ne via Orazio  ma, via Duomo e tutto ciò che circonda quel tratto quindi via dei Tribunali, SpaccaNapoli  dove troviamo la parte artistica di Napoli dal cristo velato a San gregorio il monastero di santa Chiara etc etc queste strade sono colme di turisti anche più di piazza Dante e via per visitare musei, chiese e Napoli sotteranea.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora