Che cos'è Anima? Come nasce Anima? Ci sono su questo Pianeta Anime Antiche?

anima.jpg

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

18 messaggi in questa discussione

6 minuti fa, carromaggior ha scritto:

Che cos'è Anima? Come nasce Anima? Ci sono su questo Pianeta Anime Antiche?

anima.jpg

Hai fatto la domanda delle domande. E' chi potrà mai saperlo? Ci ho pensato molte volte (anzi, praticamente ci penso di continuo) se c'è un Essere Superiore che ha creato l'intero Universo (o un Multiverso comprendente infiniti Universi). E a proposito di questa domanda sembra esserci un disegno intelligente dietro che calibra esattamente al 50% le motivazioni che ci portano a pensare all'esistenza di un Creatore con le motivazioni che dicono il contrario. Non lo sapremo mai, almeno non lo sapremo fino a quando saremo fatti di carne e ossa e saremo qui a lottare per la nostra sopravvivenza, attaccati all'unica vita che abbiamo o che comunque pensiamo essere l'unica.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Hai fatto la domanda delle domande. E' chi potrà mai saperlo? Ci ho pensato molte volte (anzi, praticamente ci penso di continuo) se c'è un Essere Superiore che ha creato l'intero Universo (o un Multiverso comprendente infiniti Universi). E a proposito di questa domanda sembra esserci un disegno intelligente dietro che calibra esattamente al 50% le motivazioni che ci portano a pensare all'esistenza di un Creatore con le motivazioni che dicono il contrario. Non lo sapremo mai, almeno non lo sapremo fino a quando saremo fatti di carne e ossa e saremo qui a lottare per la nostra sopravvivenza, attaccati all'unica vita che abbiamo o che comunque pensiamo essere l'unica.

Ciaoo Lupo eppure se abbiamo la Coscienza sveglia ci accorgiamo di certe cose. Accorgendoci di certe cose si può affermare che esiste un Creatore e che in Esso siamo Contenuti. Grazie.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, robyrossa236 ha scritto:

Confermo di essere un'anima antica,tanto vintage da pensare di augurarmi di non rinascere piu..

per la stanchezza di vedere un mondo cosi di melma!

L'Anima Antica presta Servizio per accelerare l'Evoluzione dei Pianeti ed Esseri più Giovani Robyrossa penso che sia così.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, carromaggior ha scritto:

Ciaoo Lupo eppure se abbiamo la Coscienza sveglia ci accorgiamo di certe cose. Accorgendoci di certe cose si può affermare che esiste un Creatore e che in Esso siamo Contenuti. Grazie.

Ma le cose di cui "ci accorgiamo" non sono mai definitive: ci sono sempre dei dubbi. A me sembra che questi "dubbi" facciano parte di un disegno ben preciso. Ci sono delle scoperte scientifiche che non lasciano dubbi sull'esistenza di un Creatore; ma poi ci sono altre prove scientifiche che forniscono la possibilità di risposte alternative.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ma le cose di cui "ci accorgiamo" non sono mai definitive: ci sono sempre dei dubbi. A me sembra che questi "dubbi" facciano parte di un disegno ben preciso. Ci sono delle scoperte scientifiche che non lasciano dubbi sull'esistenza di un Creatore; ma poi ci sono altre prove scientifiche che forniscono la possibilità di risposte alternative.

Si Lupogrigio. Hai ragione quando hai scoperto una cosa ce ne sono altre velate e con il tempo e l'Attenzione te ne accorgi. Ripeto se uno ha la Coscienza Sveglia vede quello che è alla sua portata per quel momento. Il dubbio ti sprona a Cercare ancora di più ed è salutare.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, carromaggior ha scritto:

L'Anima Antica presta Servizio per accelerare l'Evoluzione dei Pianeti ed Esseri più Giovani Robyrossa penso che sia così.

L'Anima Antica è destinata a soffrire..perchè è nata nel mondo sbagliato e mi dispiace dirlo..ma se non viene MAI

creduta da nessuno,non serve proprio a niente!

La tua teoria NON è realistica ma sognante...

...un saluto alla tua anima positiva//Ciao!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, robyrossa236 ha scritto:

L'Anima Antica è destinata a soffrire..perchè è nata nel mondo sbagliato e mi dispiace dirlo..ma se non viene MAI

creduta da nessuno,non serve proprio a niente!

La tua teoria NON è realistica ma sognante...

...un saluto alla tua anima positiva//Ciao!

Grazie Robyrossa. Buona serata Anima Antica

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, robyrossa236 ha scritto:

Leggendo qua e la sull'anima antica,dico che non mi ritrovo del tutto..

ritiro, mi sento di piu un anima moderna...

forse una stella polare*****:D

 

 

 

Sempre una direzione dai agli altri :D

Alkaid.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, robyrossa236 ha scritto:

Quale??

Tu hai detto che ti senti una Stella Polare. La Stella Polare indica la direzione del Nord, del Sud etc perciò tu sai la direzione per te e per gli altri.:D (Costellazione della Croce del Sud)

croce-del-sud.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intendevo dire..stella polare...fissa fidata...

non mi intendo di costellazioni e non le studio..

guardo il mondo in senso globale !

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, robyrossa236 ha scritto:

Intendevo dire..stella polare...fissa fidata...

non mi intendo di costellazioni e non le studio..

guardo il mondo in senso globale !

Però da quello che ho potuto capire il Mondo lo vedi con un occhio religioso pieno di Fede. Diceva un Discepolo Cristiano che la Fede Riscuote e l' Amore Dà. L'uno senza l' Altro non può esistere in quando non c'è uno scambio. L'Amore e la Fede è come un Inspiro (Fede) e un Espiro (Amore). L'Energia che riscuote in ambito Cosmico è di 6° Raggio ovvero quello chiamato Devozione etc. invece l'Energia che dà è di 2° Raggio chiamata Amore Saggezza.

3195033_800n.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...la tua strada è diversa dalla mia,ognuno ha il suo percorso...

e siccome sono curiosa,mi documenterò su quello che mi hai scritto!

Grazie,ciao !

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La risposta al quesito è semplicissima: gli illusi credenti la chiamano anima, i non credenti la chiamano mente, ma nessuno potrà di mostrare che dopo morti lasciamo un qualcosa chiamata appunto anima. Allo stesso tempo vorrei che qualche credente mi dimostrasse la falsità di questa affermazione: esistono gli unicorni, ma noi persone non abbiamo i sensi per avvertirne la presenza Stessa cosa per il fantasmo detto "dio". Non si può dimostrarne l'esistenza né la non esistenza, proprio perchè siamo sullo stesso piano dell'unicorno.
Esempi del genere sono infiniti; per esempio: esistono gli abitanti di Aldebaran ecc ecc.
In ogni caso l'onere della prova sta a chi fa un'affermazione (esiste dio) non a chi ritiene la cosa di scarsa importanza ed in ogni caso non ci crede..
Poi se l'esistenza di una divinità, qualunque essa sia, ne scende dall'esistenza dell'universo, per lo stesso principio io mi chiedo: se esiste dio chi lo ha creato? E così indietreggiando nel tempo infinitamente. Non si finisce mai. È un ragionamento vecchio non farina del mio sacco - intendo la catena infinita di: creato.che dimostra lesistenza di un creatore e cosi via.
Pensiamo a cose serie e tangibili e lasciamo agli illusi paradisi, Urì e miele o le verdi praterie. Contenti loro!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La risposta al quesito è semplicissima: gli illusi credenti la chiamano anima, i non credenti la chiamano mente, ma nessuno potrà di mostrare che dopo morti lasciamo un qualcosa chiamata appunto anima. Allo stesso tempo vorrei che qualche credente mi dimostrasse la falsità di questa affermazione: esistono gli unicorni, ma noi persone non abbiamo i sensi per avvertirne la presenza Stessa cosa per il fantasmo detto "dio". Non si può dimostrarne l'esistenza né la non esistenza, proprio perchè siamo sullo stesso piano dell'unicorno.
Esempi del genere sono infiniti; per esempio: esistono gli abitanti di Aldebaran ecc ecc.
In ogni caso l'onere della prova sta a chi fa un'affermazione (esiste dio) non a chi ritiene la cosa di scarsa importanza ed in ogni caso non ci crede..
Poi se l'esistenza di una divinità, qualunque essa sia, ne scende dall'esistenza dell'universo, per lo stesso principio io mi chiedo: se esiste dio chi lo ha creato? E così indietreggiando nel tempo infinitamente. Non si finisce mai. È un ragionamento vecchio non farina del mio sacco - intendo la catena infinita di: creato.che dimostra lesistenza di un creatore e cosi via.
Pensiamo a cose serie e tangibili e lasciamo agli illusi paradisi, Urì e miele o le verdi praterie. Contenti loro!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, cometaggrada ha scritto:

La risposta al quesito è semplicissima: gli illusi credenti la chiamano anima, i non credenti la chiamano mente, ma nessuno potrà di mostrare che dopo morti lasciamo un qualcosa chiamata appunto anima. Allo stesso tempo vorrei che qualche credente mi dimostrasse la falsità di questa affermazione: esistono gli unicorni, ma noi persone non abbiamo i sensi per avvertirne la presenza Stessa cosa per il fantasmo detto "dio". Non si può dimostrarne l'esistenza né la non esistenza, proprio perchè siamo sullo stesso piano dell'unicorno.
Esempi del genere sono infiniti; per esempio: esistono gli abitanti di Aldebaran ecc ecc.
In ogni caso l'onere della prova sta a chi fa un'affermazione (esiste dio) non a chi ritiene la cosa di scarsa importanza ed in ogni caso non ci crede..
Poi se l'esistenza di una divinità, qualunque essa sia, ne scende dall'esistenza dell'universo, per lo stesso principio io mi chiedo: se esiste dio chi lo ha creato? E così indietreggiando nel tempo infinitamente. Non si finisce mai. È un ragionamento vecchio non farina del mio sacco - intendo la catena infinita di: creato.che dimostra lesistenza di un creatore e cosi via.
Pensiamo a cose serie e tangibili e lasciamo agli illusi paradisi, Urì e miele o le verdi praterie. Contenti loro!

47 minuti fa, cometaggrada ha scritto:

 

Non si tratta di dimostrare niente. A me interessa la verità, non dimostrarla agli altri. E tra le cose "serie" c'è anche conoscerla la verità, o almeno provare a farlo, anche se, come dici tu, non c'è nulla di dimostrabile. Certo io delle riflessioni me le faccio. Chi sono io? Sono solo un insieme di cellule? E cos'è che mi fa provare le sensazioni e la coscienza di me stesso, la consapevolezza di esistere? Sarebbe potuto succedere che fosse nato un individuo con tutte le cellule esattamente come quelle del mio corpo fisico, ma un altro individuo, non io, avrebbe sperimentato le stesse sensazioni che oggi provo io? Le probabilità che nascessi proprio io erano pari a zero contro una gran quantità (probabilmente bisognerà scomodare il "numero di Graham" per quantificarle) che al mio posto ci fosse stato un altro individuo, con le proprie sensazioni che comunque non sarei stato io. Di fronte a un simile confronto (zero rispetto a una infinità di miliardi) difficile pensare a un puro caso: o si ammette l'esistenza di Dio, oppure, come ipotizza mio figlio, che è ateo (più o meno), ciò che appare evidentemente impossibile, potrebbe diventare possibile se si guardasse a un numero di anni incredibile, dove il numero di Graham, al confronto, apparirebbe una piccolezza. Credo sia proprio per fornire risposte a questo e ad altri quesiti che si sia teorizzata la possibilità di infiniti universi (il cosiddetto "multiverso") che renderebbe possibili delle cose che altrimenti si potrebbero spiegare solo con l’esistenza di un Dio. Si, si può vivere anche senza avere queste risposte. Ma se così, allora si può vivere anche senza sapere nulla di Big Bang, di galassie, di Pulsar, di Quasar, di buchi neri, ecc. E di grandi numeri, ci basta e avanza quello per quantificare il debito pubblico italiano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Non si tratta di dimostrare niente. A me interessa la verità, non dimostrarla agli altri. E tra le cose "serie" c'è anche conoscerla la verità, o almeno provare a farlo, anche se, come dici tu, non c'è nulla di dimostrabile. Certo io delle riflessioni me le faccio. Chi sono io? Sono solo un insieme di cellule? E cos'è che mi fa provare le sensazioni e la coscienza di me stesso, la consapevolezza di esistere? Sarebbe potuto succedere che fosse nato un individuo con tutte le cellule esattamente come quelle del mio corpo fisico, ma un altro individuo, non io, avrebbe sperimentato le stesse sensazioni che oggi provo io? Le probabilità che nascessi proprio io erano pari a zero contro una gran quantità (probabilmente bisognerà scomodare il "numero di Graham" per quantificarle) che al mio posto ci fosse stato un altro individuo, con le proprie sensazioni che comunque non sarei stato io. Di fronte a un simile confronto (zero rispetto a una infinità di miliardi) difficile pensare a un puro caso: o si ammette l'esistenza di Dio, oppure, come ipotizza mio figlio, che è ateo (più o meno), ciò che appare evidentemente impossibile, potrebbe diventare possibile se si guardasse a un numero di anni incredibile, dove il numero di Graham, al confronto, apparirebbe una piccolezza. Credo sia proprio per fornire risposte a questo e ad altri quesiti che si sia teorizzata la possibilità di infiniti universi (il cosiddetto "multiverso") che renderebbe possibili delle cose che altrimenti si potrebbero spiegare solo con l’esistenza di un Dio. Si, si può vivere anche senza avere queste risposte. Ma se così, allora si può vivere anche senza sapere nulla di Big Bang, di galassie, di Pulsar, di Quasar, di buchi neri, ecc. E di grandi numeri, ci basta e avanza quello per quantificare il debito pubblico italiano.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credevo che la problematica riguardasse la così detta anima, ma evidentemente la visione che io ho dell'esistenza è non è molto profonda. Personalmente non  mi pongo domande alle quali non c'è risposta o ce ne sono migliaia: mi limito, terra terra, a prendere atto di cosa mi succede intorno, di provare ad inserire le conoscenze acquisite in una concezione accettabile della realtà, anche perché la mia infinita ignoranza, per quanto non faccio altro che leggere libri e trattati, è appunto infinita. Certo porsi alcune domande sulla vita e su sé stessi può essere molto interessante, ma temo che le risposte siano irraggiungibili e quindi non me ne curo soverchiamente. Si sono proprio un essere "terra terra".
Grazie per i N° di Graham di cui ignoravo l'esistenza... Non si finisce mai d'imparare!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, cometaggrada ha scritto:

Credevo che la problematica riguardasse la così detta anima, ma evidentemente la visione che io ho dell'esistenza è non è molto profonda. Personalmente non  mi pongo domande alle quali non c'è risposta o ce ne sono migliaia: mi limito, terra terra, a prendere atto di cosa mi succede intorno, di provare ad inserire le conoscenze acquisite in una concezione accettabile della realtà, anche perché la mia infinita ignoranza, per quanto non faccio altro che leggere libri e trattati, è appunto infinita. Certo porsi alcune domande sulla vita e su sé stessi può essere molto interessante, ma temo che le risposte siano irraggiungibili e quindi non me ne curo soverchiamente. Si sono proprio un essere "terra terra".
Grazie per i N° di Graham di cui ignoravo l'esistenza... Non si finisce mai d'imparare!

Anche se per molti argomenti non avremo mai una risposta, credo sia normale porsi delle domande. Come facciamo a sapere cosa c'è dentro a un buco ero se neanche la luce vi può sfuggire? Eppure facciamo le nostre ipotesi, costruiamo le nostre teorie in base a dei ragionamenti basati sull'esperienza e conoscenza. Un Dio? Un'anima? E chi lo sa? Ma niente può impedire all'uomo di cercare risposte perché la curiosità scientifica e non solo è innata in noi. Certo poi se ti arriva uno che (secondo lui) ha la verità in tasca, allora lo puoi anche mandare a stendere, come dice una mia amica torinese.

PS. Quanto al numero di Graham forse avrei dovuto parlare di numeri di Graham (al plurale) perché sono composti di 64 livelli, dove il più piccolo è denominato G1 ed è un numero inimmaginabile per grandezza; credo corrisponda a 1 Googleplex (10 elevato a 10 elevato alla 100). Il più grande numero di Graham “canonico” è il livello G64, ma nessuno impedisce di immaginare numeri ancora più grandi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora