Allattamento, quando è il caso di smettere? E come fare?

Mia sorella ha tre figli, il primo ha smesso di allattarlo a 8 mesi, la seconda a un anno, la terza non riesce a staccarsi dal seno... ormai ha un anno e mezzo. Qual è l'età giusta dei bambini per smettere di allattarli, oppure dipende di volta in volta dall'esigenza del singolo? E po come fare a smettere? Si fa da un giorno all'altro o meglio farlo gradualmente?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Io non ho esperienze ma direi di non andare oltre i sei otto mesi... vedere le madri che allattano figli di due anni fa veramente impressione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, lala-mustan1 ha scritto:

Io non ho esperienze ma direi di non andare oltre i sei otto mesi... vedere le madri che allattano figli di due anni fa veramente impressione

quoto assolutamente. conosco una tipo che ha allattato la figlia fino a tre anni... una cosa davvero morbosa 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo i 6 mesi di età, il latte della mamma ha bisogno di essere integrato con alimenti solidi; tuttavia, se si fanno 3-4 poppate al giorno, come comunemente succede in questa fase, il latte materno continua a coprire circa il 25% del fabbisogno calorico quotidiano. Non solo: continua a essere ricchissimo di anticorpi e sostanze che aiutano lo sviluppo del sistema nervoso e la maturazione degli organi in crescita del bambino. Quando si inizia con le prime pappe, il latte diventa anche un ottimo “dolce” che si può offrire a richiesta tra i pasti quando lo richiede il bambino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le t.ette si svuotano e le mamme diventano delle saggy woman... poverette

Modificato da ozu1980

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sul come fare, non sono mamma quindi non ho la minima idea

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mariallen ha scritto:

quoto assolutamente. conosco una tipo che ha allattato la figlia fino a tre anni... una cosa davvero morbosa 

condivido... scene terribili quelle delle madri che allattanno bambini che già camminano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Uno studio scientifico europeo ha scoperto che le donne a cominciare dalla gravidanza e fino a che il bambino non abbia compiuto 2 anni, quindi per 3 anni interi gli si modifica il cervello, in pratica è come si sovrapponesse a quello del feto che gli stà crescendo in pancia e perde interi pezzi di cervello che servivano ad altro, le si rimpicciolisce ma per "specializzarsi" e capire a fondo suo figlio, infatti meglio di lei nessuno potrà mai farlo, pertanto suppongo per conseguenza logica, che fino ai 2 anni di età un bambino abbia diritto al suo latte materno, soprattutto se ancora lo desidera, affiancato ai pasti. Dopo questo tempo il cervello della donna ritorna a mano a mano normale, ossia le riscresce a come prima che aspettava il suo bambino, ed allora ecco perchè ho pensato quando ho letto sulla rivista scientifica poi lo può lasciare che socializzi di più con altre figure altrettanto importanti sia familiari che a scuola dell'infanzia. Forse alla luce di questi nuovi fatti sarebbe opportuno aspettare che un figlio abbia compiuto almeno 2 anni di vita e riscresca daccapo il nostro cervello normale per poter pensare a farne altri? Mah!

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Uno studio scientifico europeo ha scoperto che le donne a cominciare dalla gravidanza e fino a che il bambino non abbia compiuto 2 anni, quindi per 3 anni interi gli si modifica il cervello, in pratica è come si sovrapponesse a quello del feto che gli stà crescendo in pancia e perde interi pezzi di cervello che servivano ad altro, le si rimpicciolisce ma per "specializzarsi" e capire a fondo suo figlio, infatti meglio di lei nessuno potrà mai farlo, pertanto suppongo per conseguenza logica, che fino ai 2 anni di età un bambino abbia diritto al suo latte materno, soprattutto se ancora lo desidera, affiancato ai pasti. Dopo questo tempo il cervello della donna ritorna a mano a mano normale, ossia le riscresce a come prima che aspettava il suo bambino, ed allora ecco perchè ho pensato quando ho letto sulla rivista scientifica poi lo può lasciare che socializzi di più con altre figure altrettanto importanti sia familiari che a scuola dell'infanzia. Forse alla luce di questi nuovi fatti sarebbe opportuno aspettare che un figlio abbia compiuto almeno 2 anni di vita e riscresca daccapo il nostro cervello normale per poter pensare a farne altri? Mah!

Posto anche uno dei link sullo studio, nel caso crediate che me lo fossi inventato di sana pianta, ma vi è la pubblicazione sul giornale scientifico scritto in inglese da cui i giornali hanno evinto l'articolo, me lo andai a verificare perchè neppure io ci credevo.

La gravidanza causa cambiamenti duraturi nel cervello

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963