ennesimo caso di femminicidio....e le radical chic di sx che diranno?

Il tunisino ha strangolato la moglie, una donna italiana, e subito dopo ha chiamato la polizia per costituirsi.

l’ennesimo ‘femminicidio’ targato immigrazione è avvenuto a Palermo nell’abitazione della coppia.La vittima è una donna di 53 anni, Elvira Bruno; l’assassino è un immigrato, Moncef Naili, di 54 anni, tunisino.

L’africano, che vive da diversi anni a Palermo dove fa il cuoco; la donna lascia due figlie da un precedente matrimonio.
La donna, che avrebbe tentato di reagire, aveva avviato le pratiche per la separazione. I due coniugi si erano sposati nel 2016, ma dopo poco tempo il matrimonio sarebbe entrato in crisi.

Nell’ultimo mese più volte la donna, che aveva iniziato a lavorare come badante, aveva espresso l’intenzione di abbandonare il marito a causa delle sue scenate di gelosia. Questa mattina si è consumato il dramma e il cuoco, che da qualche mese lavorava in modo saltuario in un pub in via Galileo Galilei, l’ha uccisa.

Quando la donna è stramazzata per terra ha cercato inutilmente di rianimarla, poi ha nascosto il viso con una coperta e solo dopo un paio d’ore ha chiamato il 113: “Ho ucciso mia moglie, venite a prendermi”. Gli agenti hanno trovato il cadavere in camera da letto. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare la morte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

E quelle di dx invece?....e quando la "signora" carfagna eliminò la legge voluta da Prodi contro le violenze alle donne, che dissero?...sarà per quello che sempre la "sig" è stata lasciata fuori dalle liste di sforza it?....che ingratitudine.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, director12 ha scritto:

Il tunisino ha strangolato la moglie, una donna italiana, e subito dopo ha chiamato la polizia per costituirsi.

l’ennesimo ‘femminicidio’ targato immigrazione è avvenuto a Palermo nell’abitazione della coppia.La vittima è una donna di 53 anni, Elvira Bruno; l’assassino è un immigrato, Moncef Naili, di 54 anni, tunisino.

L’africano, che vive da diversi anni a Palermo dove fa il cuoco; la donna lascia due figlie da un precedente matrimonio.
La donna, che avrebbe tentato di reagire, aveva avviato le pratiche per la separazione. I due coniugi si erano sposati nel 2016, ma dopo poco tempo il matrimonio sarebbe entrato in crisi.

Nell’ultimo mese più volte la donna, che aveva iniziato a lavorare come badante, aveva espresso l’intenzione di abbandonare il marito a causa delle sue scenate di gelosia. Questa mattina si è consumato il dramma e il cuoco, che da qualche mese lavorava in modo saltuario in un pub in via Galileo Galilei, l’ha uccisa.

Quando la donna è stramazzata per terra ha cercato inutilmente di rianimarla, poi ha nascosto il viso con una coperta e solo dopo un paio d’ore ha chiamato il 113: “Ho ucciso mia moglie, venite a prendermi”. Gli agenti hanno trovato il cadavere in camera da letto. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare la morte.

Sig.director, immagino che le radical chic di sx diranno le stesse identiche cose che dicono quando i casi di femminicidio avvengono per mano di italiani. E lo stesso faranno di sicuro tutte le persone, italiane e non, uomini o donne, dotate di cervello e buon senso e umanità. Niente a che fare con lei quindi.

E lei cosa dice?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora