ELIMINIAMO L'INQUINAMENTO DA DIESEL..

Ecco    così  si fa...  ahahahahah    demenza  pura... concentriamoci   ...

Eh... ?!?
E non è Lercio... è tutto vero.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

26 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Perchè  il tuo  amico non lo  voglio tra  i piedi  resta  il fatto   che  la Raggi  incoerente  con se  stessa  e  con  l' ideale  dei  grilli  di  prima  istanza  ,  Ma  vero  è   che  hanno fatto  voltafaccia  su tutto ...

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Non capisco perché hai cancellato l'intera discussione per poi riaprirla senza i miei interventi e senza le bufale del tappetaro e del suo lekkino pisano. Cmq ho appena scoperto una cosa: l'intera faccenda del generatore diesel è una BUFALA, l'ennesima, costruita ad arte per gettare fango su Virginia Raggi e sul M5S. Nella foto quel generatore a gasolio della Aggreko si trova vicino a una colonnina di ricarica e c'è un cavo piazzato in modo da far credere che essa riceva la corrente dal generatore. Ma è roba buona solo per ingannare i polli. Mi chiedevo infatti perché non alimentare le automobili in gara direttamente dal generatore invece di passare per la colonnina (con dissipazioni aggiuntive e problemi di interfacciamento). Allora ho fatto una breve ricerca in Rete e ho scoperto la verità. Il generatore Aggreko nella foto NON alimentava affatto le vetture iscritte alla gara, né direttamente, né indirettamente tramite la colonnina. Era il classico gruppo elettrogeno che vediamo nelle mostre o nelle giostre itineranti. Nella fattispecie esso serviva solo ad alimentare gli stand della mostra sulla mobilità elettrica associata al Gran Premio e i box delle squadre partecipanti. Le batterie delle vetture in gara erano invece caricate direttamente da un apposito generatore ecologico brevettato dalla società Acquafuel, presente nelle varie tappe del circuito di Formula E e in grado di fare rapidamente "il pieno" a tutte le auto elettriche in competizione. Questo speciale generatore non brucia neppure una goccia di gasolio, bensì una sostanza naturale, glicerina vegetale, che è un sottoprodotto della produzione del biodiesel (fonte energetica rinnovabile). Le emissioni inquinanti (NOx e polveri sottili) sono pressoché azzerate (rispetto al gasolio) come si vede nel grafico nella pagina allegata. Naturalmente la combustione produce CO2, ma, trattandosi di un biocombustibile di origine vegetale, questa è compensata dalla CO2 catturata per fotosintesi clorofilliana durante la crescita delle piante da cui è ricavato. Parliamo quindi di un combustibile ecologico e pressoché pulito che si sposa perfettamente con la finalità ecologica della Formula E. Anzi, visto che in Italia solo un terzo circa dell'elettricità della rete viene da fonti rinnovabili, se le auto in gara fossero state alimentate da colonnine di ricarica (ma la rete elettrica romana non è ancora in grado di fornire il picco di potenza necessario), le emissioni di inquinanti e di CO2 sarebbero state ben maggiori. 

Ricapitolando, quella delle auto elettriche che a Roma, per colpa della Raggi, diventano auto a gasolio, è una BUFALA COLOSSALE. Alla sindaca va invece riconosciuto il merito di avere portato stabilmente a Roma una tappa del campionato mondiale di Formula E, insieme a sedi prestigiose come New York, Parigi, Berlino, etc. 

https://www.dmove.it/news/formula-e-i-generatori-diesel-e-le-menzogne-dei-detrattori-ecco-quali-sono-cosa-bruciano-e-perche-servono

Cazzaro di Napoli non fare il furbetto con me che non sei all’altezza . Infatti nel post nuovo che hai fatto hai omesso le bufale che invece avevi scritto nell’altro post . Comunque questo sei e questo rimani F0A685FE-D618-4565-B18A-082D8508629F.jpeg

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, mark222220 ha scritto:

Cazzaro di Napoli non fare il furbetto con me che non sei all’altezza . Infatti nel post nuovo che hai fatto hai omesso le bufale che invece avevi scritto nell’altro post . Comunque questo sei e questo rimani F0A685FE-D618-4565-B18A-082D8508629F.jpeg

Concordo, l'ho notato anche io.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Cosa hai notato, egregio Ariafresca? Hai notato che la storiella delle auto elettriche che al Gran Premio di Roma andrebbero a gasolio era, come ho pazientemente spiegato, solo l'ennesima COLOSSALE BUFALA confezionata per screditare e denigrare la sindaca Raggi? Hai notato che lo svergognato falsario del forum (il quale ridicolmente si permette di dare del falsario a me che documento tutto quello che scrivo) si era spinto a negare perfino l'evidenza di uno dei tanti annunci, di una delle tante (finte) "priorità assolute" del parolaio toscano che nella conferenza stampa di fine anno del 29 dicembre 2015 alle ore 12:18 prometteva di fronteggiare il problema dello smog nei centri urbani e di stimolare la mobilità elettrica incrementando entro due anni le colonnine pubbliche di ricarica da 2.000 a 20.000?

https://www.giornalettismo.com/archives/1982758/discorso-fine-anno-matteo-renzi-conferenza-stampa-diretta-live

Promessa poi solennemente ribadita in sede ONU il 21 aprile 2016 nell'ambito di un ambizioso programma ambientalista in 10 punti rimasto desolatamente sulla carta. Oggi, 18 aprile 2019, ore 10:08, il motore di ricerca  https://www.colonnineelettriche.it  ci dice che le colonnine pubbliche operative in Italia sono 1644. Sono aumentate di 5 unità in due giorni ma sono molte meno di quelle promesse dal bugiardo di Rignano e di quelle presenti nei paesi europei seri (in Norvegia già a fine 2017 erano oltre 9000). Oggi l'Enel ne promette 14.000 entro il 2022, il bugiardo di Rignano ne prometteva 20.000 entro il 2017. Questi sono i fatti tutto il resto è fango, propaganda, menzogna. Saluti

Ho notato per esempio che la caxxata delle 1644 colonnine elettriche, che hai ripostato ora, dopo che sei stato sgamato, non l'avevi rimessa. Infatti ieri ti avevo postato un link, e non è certo l'unico, che ti smentiva. Ora non ho nè voglia nè tempo di ricercarlo, ma nella realtà sembra che le colonnine siano molte di più. Buona ricerca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
50 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Il tuo intervento mi era sfuggito, non sto al computer h24, ma è una bella pretesa la tua. Amico caro, nemmeno io ho il tempo per ricercare il tuo link www.vattelapesca.it. Il motore di ricerca che ho indicato, che è al primo posto nella lista Google, individua i punti di ricarica pubblici effettivamente operativi e aperti a tutti gli automobilisti. Per esempio per Napoli (1 milione di abitanti) ne indica uno solo, in via Pigna. Con la media di Napoli sarebbero appena 60 in tutta Italia. Lo stesso fanno altri motori, però io ho notato che in città ci sono almeno altre due colonnine non ancora allacciate alla rete o fuori servizio, comunque non operative. Poi ci sono le colonnine private e quelle riservate ai proprietari di vetture elettriche di un singolo produttore, es. le stazioni di ricarica veloce della Tesla. Questo sito dice che a fine 2017 le colonnine pubbliche erano 2741:

https://www.fleetmagazine.com/colonnine-ricarica-auto-elettriche-italia/ 

Ma in ogni caso, e questo è il punto in discussione, eravamo lontanissimi dalle 20.000 promesse da Renzi (e lontanissimi dalla media europea, per es. in Germania erano oltre 25.000, in Francia oltre 16.000). Ma perché arrampicarsi sugli specchi per difendere un indifendibile bugiardo quando sarebbe più facile dire la verità e cioè che quella promessa era solo propaganda e aria fritta? 

Fosforo, non ci provi a fare il furbo con me... lei aveva scritto che Renzi voleva portare le colonnine da 2000 a 20000, sottolineando varie volte il fatto che le colonnine ad oggi erano ancora molte meno di 2000, e quindi Renzi aveva detto il falso.  Io non mi arrampico sugli specchi e dico semplicemente la verità: lei ha postato una ca gata pazzesca! E quel che è peggio, lo ha fatto al solo scopo di infangare Renzi.  Se proprio vuole farlo, almeno cerchi notizie vere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
50 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Il tuo intervento mi era sfuggito, non sto al computer h24, ma è una bella pretesa la tua. Amico caro, nemmeno io ho il tempo per ricercare il tuo link www.vattelapesca.it. Il motore di ricerca che ho indicato, che è al primo posto nella lista Google, individua i punti di ricarica pubblici effettivamente operativi e aperti a tutti gli automobilisti. Per esempio per Napoli (1 milione di abitanti) ne indica uno solo, in via Pigna. Con la media di Napoli sarebbero appena 60 in tutta Italia. Lo stesso fanno altri motori, però io ho notato che in città ci sono almeno altre due colonnine non ancora allacciate alla rete o fuori servizio, comunque non operative. Poi ci sono le colonnine private e quelle riservate ai proprietari di vetture elettriche di un singolo produttore, es. le stazioni di ricarica veloce della Tesla. Questo sito dice che a fine 2017 le colonnine pubbliche erano 2741:

https://www.fleetmagazine.com/colonnine-ricarica-auto-elettriche-italia/ 

Ma in ogni caso, e questo è il punto in discussione, eravamo lontanissimi dalle 20.000 promesse da Renzi (e lontanissimi dalla media europea, per es. in Germania erano oltre 25.000, in Francia oltre 16.000). Ma perché arrampicarsi sugli specchi per difendere un indifendibile bugiardo quando sarebbe più facile dire la verità e cioè che quella promessa era solo propaganda e aria fritta? 

Fosforo, non ci provi a fare il furbo con me... lei aveva scritto che Renzi voleva portare le colonnine da 2000 a 20000, sottolineando varie volte il fatto che le colonnine ad oggi erano ancora molte meno di 2000, e quindi Renzi aveva detto il falso.  Io non mi arrampico sugli specchi e dico semplicemente la verità: lei ha postato una ca gata pazzesca! E quel che è peggio, lo ha fatto al solo scopo di infangare Renzi.  Se proprio vuole farlo, almeno cerchi notizie vere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Il tuo intervento mi era sfuggito, non sto al computer h24, ma è una bella pretesa la tua. Amico caro, nemmeno io ho il tempo per ricercare il tuo link www.vattelapesca.it. Il motore di ricerca che ho indicato, che è al primo posto nella lista Google, individua i punti di ricarica pubblici effettivamente operativi e aperti a tutti gli automobilisti. Per esempio per Napoli (1 milione di abitanti) ne indica uno solo, in via Pigna. Con la media di Napoli sarebbero appena 60 in tutta Italia. Lo stesso fanno altri motori, però io ho notato che in città ci sono almeno altre due colonnine non ancora allacciate alla rete o fuori servizio, comunque non operative. Poi ci sono le colonnine private e quelle riservate ai proprietari di vetture elettriche di un singolo produttore, es. le stazioni di ricarica veloce della Tesla. Questo sito dice che a fine 2017 le colonnine pubbliche erano 2741:

https://www.fleetmagazine.com/colonnine-ricarica-auto-elettriche-italia/ 

Ma in ogni caso, e questo è il punto in discussione, eravamo lontanissimi dalle 20.000 promesse da Renzi (e lontanissimi dalla media europea, per es. in Germania erano oltre 25.000, in Francia oltre 16.000). Ma perché arrampicarsi sugli specchi per difendere un indifendibile bugiardo quando sarebbe più facile dire la verità e cioè che quella promessa era solo propaganda e aria fritta? 

La propensione alla bufala del Cazzaro di Napoli oltre che essere impressionante e’ paurosa . Per smontare quella delle 20.000 colonnine promesse da Renzi ( entro quando , idio ta  ?? ) , sarà sufficiente che il Cazzaro citi le parole testuali , dandocene riscontro, delle affermazioni dell’ex Caudillo . Purtroppo la testadiminkia napoletana , portatore di un grave handicap , quello di finire per credere alle bufale che legge sull’unico Quotidiano che legge , e’ soggetto e va incontro a delle figure ridicole . La notizia che riporta , infatti , si riferisce ad un articolo apparso solo sull’acchuappacitrulli il Falso Quotidiano a firma di un certo Salvati .... Il Cazzaro si confonde con l’articolo di cui sotto ed affibbia a Renzi una bufala gratuita . A parlarne fu il Ministro Del Rio  che parlo’ di previsione ( previsione , Cazzaro , previsione ) I 3 anni non era il tempo limite per le installazioni bensì delle somme investite per la realizzazione di 20.000 colonnine . Il Governo Renzi parlo’ di 14.500 colonnine installate entro il 2020.  Questa e’ la verità , quelle del Cazzaro di Napoli sono le solite bufale .

“Il ministro dei Trasporti, Gli raziano Delrio,  intervenendo a margine di un convegno durante la presentazione del servizio di car sharing BlueTorino (gruppo Bolloré) e ha dichiarato: “il governo investirà 32 milioni di euro nei prossimi tre anni, tramite il piano nazionale infrastrutture elettrico, per la realizzazione di ventimilastazioni di ricarica per le auto elettriche nel nostro    Paese”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Repetita iuvant (ma solo a chi non ha il cervello chiuso dalla faziosità). Riscrivo le parole testuali pronunciate da Matteo Renzi, all'epoca presidente del Consiglio, nella conferenza stampa di fine anno, a Palazzo Chigi, il 29 dicembre 2015, alle ore 12:18, ripeto alle ore dodici e diciotto, nel rispondere alla domanda di un giornalista sull'emergenza smog nei centri urbani:

"Abbiamo preso l'impegno con Enel, Delrio e Galletti, con l'obbiettivo NELL'ARCO DI UN PAIO DI ANNI, di passare da 2.000 centrali di ricarica elettrica a 20.000 colonnine di ricarica".

Ed ecco il link dove verificare quanto sopra:

https://www.giornalettismo.com/archives/1982758/discorso-fine-anno-matteo-renzi-conferenza-stampa-diretta-live 

Promessa ribadita qualche mese dopo in sede ONU, dove  veniva indicata tra le "priorità assolute" del governo, ma clamorosamente smentita dai FATTI: a fine 2017 le colonnine pubbliche in servizio erano molte ma molte meno delle 20.000 promesse, e lo sono tutt'ora! Mi si contesta un dettaglio marginale, ovvero la mia constatazione del fatto che il premier MENTIVA non solo sull'obbiettivo ma perfino sul punto di partenza. A fine 2015 lui parlava di "duemila centrali di ricarica elettrica" presenti in Italia. Ebbene io dico che non solo le centrali (o stazioni) pubbliche di ricarica (che possono disporre anche di tre, quattro o più colonnine ciascuna) ma anche le singole colonnine pubbliche in servizio a quella data erano (molte) meno di 2000. SFIDO CHIUNQUE A DIMOSTRARE IL CONTRARIO! Secondo questa pagina del sito Virgilio Motori, datata da Google 4 settembre 2015, le colonnine pubbliche presenti in Italia erano appena 461:

https://motori.virgilio.it/auto/auto-elettrica-mappa-dei-punti-rifornimento-in-italia-foto/344/

Secondo questo altro sito, che riporta il dato *** del ministero delle Infrastrutture, a gennaio 2016 le colonnine erano 1700. Ma questo dato, si precisa, non includeva solo le colonnine pubbliche, che sono quelle che qui ci interessano:

https://tg24.sky.it/ambiente/2017/01/26/colonnine-elettriche-italia.html

 

 

Si ok ok, bla bla.... ma non aveva detto che ad oggi erano 1600? Praticamente si sta dando la zappa sui piedi da solo.  Povero fosforo, non fa buone figure sul forum sa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ciarle  napoletane  che  valgono  il tempo  che trovano resta  il fatto  che  l'inquinamento da  gasolio c'è per  causa  dei generatori che  servono alle  colonnine  della formula E  questo  è  ! Il resto  è  fuffa.... e  distrazione  di massa.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Non lo dico io lo dice il sito di ricerca di punti di ricarica più accreditato da Google. In Italia al momento le colonnine operative disponibili per il pubblico sono 1644, indicate una per una, provincia per provincia, con tanto di indirizzo. Povero te che ti arrampichi sugli specchi per difendere un bugiardo matricolato. Le colonnine pubbliche oggi potrebbero anche essere 3000 o 4000 un ma sarebbero sempre meno, molte ma molte meno delle 20.000 promesse per la fine del 2017. Punto. Ti faccio solo notare che nella medesima conferenza stampa che ho citato il piazzista all'epoca insediato a palazzo Chigi ne sparò anche un'altra e ben più grossa: "Se perdo il referendum..."

Ma falla finita fosforo, sai bene che hai sparato una ca gata e non lo vuoi ammettere. Attacchi tanto Renzi perchè mente,  e poi fai lo stesso. Su Fosforo, fattene una ragione, su questo forum non ti crede più nessuno. Prova con il barista, o il fruttivendolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Non lo dico io lo dice il sito di ricerca di punti di ricarica più accreditato da Google. In Italia al momento le colonnine operative disponibili per il pubblico sono 1644, indicate una per una, provincia per provincia, con tanto di indirizzo. Povero te che ti arrampichi sugli specchi per difendere un bugiardo matricolato. Le colonnine pubbliche oggi potrebbero anche essere 3000 o 4000 un ma sarebbero sempre meno, molte ma molte meno delle 20.000 promesse per la fine del 2017. Punto. Ti faccio solo notare che nella medesima conferenza stampa che ho citato il piazzista all'epoca insediato a palazzo Chigi ne sparò anche un'altra e ben più grossa: "Se perdo il referendum..."

Ma falla finita fosforo, sai bene che hai sparato una ca gata e non lo vuoi ammettere. Attacchi tanto Renzi perchè mente,  e poi fai lo stesso. Su Fosforo, fattene una ragione, su questo forum non ti crede più nessuno. Prova con il barista, o il fruttivendolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo41 ha scritto:

Confermo tutto quello che ho scritto e documentato. Argomenti, porta argomenti, seri se ti riesce. Ma, visto che ti rifugi sul piano della polemica personale, allora ti ripago con la tua moneta e ti dico che il garzone  del mio barbiere di mobilità elettrica ne capisce molto, ma molto più di te.

Ahahah sei simpatico fosforo, quasi simpatico..insomma, diversamente simpatico. Detto questo, non metto affatto in dubbio che il garzone del tuo barbiere ne capisca più di me di mobilità elettrica, e sicuramente ne capisce più di me anche di panzanate. Ha avuto un ottimo maestro, il sig. fosforo. Almeno 3 balle al giorno, altrimenti si sente male.

Per documentare non basta riportare un link con notizie non veritiere, caro amico del garzone del barbiere esperto di mobilità elettrica. Per documentare bisogna essere in grado di informarsi e di valutare. Altrimenti si tace o si ammette di aver detto una balla. Cose che proprio non riesci a fare. Mi dispiace per te. E anche per il garzone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo41 ha scritto:

Confermo tutto quello che ho scritto e documentato. Argomenti, porta argomenti, seri se ti riesce. Ma, visto che ti rifugi sul piano della polemica personale, allora ti ripago con la tua moneta e ti dico che il garzone  del mio barbiere di mobilità elettrica ne capisce molto, ma molto più di te.

Ahahah sei simpatico fosforo, quasi simpatico..insomma, diversamente simpatico. Detto questo, non metto affatto in dubbio che il garzone del tuo barbiere ne capisca più di me di mobilità elettrica, e sicuramente ne capisce più di me anche di panzanate. Ha avuto un ottimo maestro, il sig. fosforo. Almeno 3 balle al giorno, altrimenti si sente male.

Per documentare non basta riportare un link con notizie non veritiere, caro amico del garzone del barbiere esperto di mobilità elettrica. Per documentare bisogna essere in grado di informarsi e di valutare. Altrimenti si tace o si ammette di aver detto una balla. Cose che proprio non riesci a fare. Mi dispiace per te. E anche per il garzone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Ti ripeto, le chiacchiere, la polemica personale e la simpatia o l'antipatia dei forumisti non mi interessano. Mi interessa la VERITÀ.

Ti ripeto: porta argomenti, porta argomenti seri, se ti riesce. 

Ti ripeto, non ho tempo da perdere con i perditempo.

 

Oohhh suscettibile eh il fosforuccio!! Che ti ho fatto arrabbiare per caso?  Non prendertela dai, in fin dei conti lo sai che ho ragione.

Se ti interessa la verità non scrivere menzogne, altrimenti non sei credibile.

E ora su, una camomilla e passa tutto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Strano  per  Fosforo   la  verità  è  solo   sua   è come  i grulli e  travaglio  solo  loro  onesti  e detentori della  verità.   

Resta  il fatto  che  hanno  usato  i generatori a  gasolio  per  caricare  le  auto . PUNTO  il resto è   FUFFA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Povero Cazzaro !!  Sei un volgare Falsario oltre ad un impostore svergognato !! Perdipiu’ sei anche un semianalfabeta che ti atteggi a competente onnicomprensivo dedicandoti al copiaincolla tout court solo per soddisfare il tuo stroppiante ego, molto probabilmente di ingegnere (?) fallito , allo scopo di accreditarti come “competente “ sul forum . Ed allora sei costretto ad avvelenare i pozzi per coprire le bufale continue che immetti nel forum . Ed in questa operazione ti dimostri un Falsario giocando sui termini e confidando che sul forum non c’è nessun esperto particolare che può contraddire le panzane che dici . Però ci sono i più attenti !! Quelli che non incanti !! Quelli che ti dimostrano quanto sei Bufalaro !! E questo post e’ la dimostrazione plastica di quel che affermo . Giochi sul termine “colonnina “ sapendo benissimo che non e’ il termine giusto . Ma ti serve per declamare,  numericamente ,ed  ad uso storioni, dei dati completamente falsi e mettendo in bocca a Renzi parole che non ha mai detto . O meglio , non ha detto nei termini che un Bufalaro del tuo livello vuol far apparire con lo scopo di denigrare l’ex Caudillo. Il tanto vituperato numero “20.000”, non si riferiva alle colonnine bensì alle centraline di ricarica elettrica. Eccolo qua il termine giusto : Centralina di carica elettrica . Ora , per i dotati di grandissima pazienza oltre che di grandissimo interesse, invio il video da cui il Cazzaro di Napoli prende spunto per la solita bufala contro Renzi . Gli appartenenti a quelle 2 categorie citate sopra decidano pure se ascoltarlo o meno ( dura oltre 2 ore , nda). Poi possiamo pure riparlarne .                                            P. S. Ad oggi le centraline di carica elettrica in Italia sono oltre 3.000. L’Italia si colloca al quinto posto in Europa . Non male considerando il numero dell’immatricokato elettrico che invece piazza l’Italia oltre il ventesimo posto. Entro il 2022 l’Italia , grazie al “renziano” Starace A.D. di Enel avra’ installato sul territorio nazionale 14.500 centrali di carica elettrica .  https://youtu.be/vsfTgZU8P3w

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo41 ha scritto:

La verità non è né mia né tua, la verità è una sola ed è quella riportata dal più importante quotidiano sportivo Italiano in questo ampio articolo che ti invito a leggere con molta attenzione prima di rispondere un'altra volta a coppoledicacchio:

https://www.gazzetta.it/Passione-Motori/17-04-2019/no-formula-no-va-gasolio-ma-mondo-reale-solito-si-330844614043.shtml?refresh_ce-cp

In base al REGOLAMENTO le potenti vetture elettriche che gareggiano nel campionato mondiale di Formula E devono  essere caricate RAPIDAMENTE e SIMULTANEAMENTE, ma le reti elettriche urbane italiane non sono in grado di erogare LOCALMENTE il necessario picco di potenza (dell'ordine di un megawatt per circa un'ora). Peraltro ciò avviene in quasi tutte le tappe del Campionato del mondo, ragion per cui sono presenti al seguito due grossi generatori ecologici brevettati dalla Aquafuel Research che non sono affatto alimentati a gasolio, bensì a glicerina vegetale, un biocombustibile ecologico ricavato dalle alghe marine. Come sottolinea la Gazzetta dello Sport, il generatore a gasolio visibile nella foto farlocca, della società scozzese Aggreko, non era usato per alimentare le auto da corsa ma solo le strutture mobili accessorie e provvisorie (es. i box delle squadre, gli stand degli espositori etc.) così come avviene per tutte le grandi manifestazioni itineranti (es. i circhi equestri). Scrive la Gazzetta:

"L'EQUIVOCO è nato dal fatto che il generatore è stato fotografato nei pressi di una colonnina di ricarica, ma assolutamente non utilizzata per le auto in gara, ma solo per alcune vetture in prova come ad esempio le SMART elettriche".

Riepilogando: 

- le auto in gara erano caricate da un apposito e potentissimo generatore ecologico alimentato a glicerina vegetale e ad impatto ambientale pressoché pari a zero;

- le strutture accessorie e provvisorie della manifestazione erano alimentate da un ordinario gruppo elettrogeno a gasolio di potenza assai più bassa; 

- alcune vetture elettriche commerciali esibite al pubblico nell'esposizione collaterale alla gara erano alimentate dalle colonnine elettriche della rete Enel presenti in zona Roma Eur.

Questo è tutto. Se non sei ancora convinto, allora mi dispiace dirlo ma devi urgentemente prenotare visita da uno psichiatra.

Saluti

Sa che il circo della Formula E.  mi ricorda la Norvegia ? E sa perché ?

Provi ad immaginare un popolo così sensibile alla salvaguardia dell'ambiente da essere arrivato ad acquistare un'auto elettrica ogni due auto vendute.

Provi ad immaginare che questo felice Paese sia il più grande produttore di petrolio d'europa ed uno dei maggiori al mondo, al 14° posto.

Non trova questi norvegesi minimamente ipocriti ?

Che senso ha non inquinare Oslo e vendere petrolio in India ?

Così la formula E. , che fa andare a benzina e gasolio tutto il circo, meno le vetture che corrono.....

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.autoblog.it/amp/post/926155/auto-elettriche-norvegia-45-per-cento&ved=2ahUKEwj4iqDmqdrhAhXFK1AKHWtrDa0QFjAIegQICBAB&usg=AOvVaw0NB7dTgwdeCAepPuef9tvl&ampcf=1

 

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://it.m.wikipedia.org/wiki/Mercato_del_petrolio&ved=2ahUKEwjv4oy4rNrhAhVDb1AKHbFnDZwQFjACegQIAhAB&usg=AOvVaw3_FsCqwVq2k8j0bM6UZ2mS&cshid=1555614821311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Strano  per  Fosforo   la  verità  è  solo   sua   è come  i grulli e  travaglio  solo  loro  onesti  e detentori della  verità.   

Resta  il fatto  che  hanno  usato  i generatori a  gasolio  per  caricare  le  auto . PUNTO  il resto è   FUFFA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la foto parla da sola ma c'è dell'altro se una persona , un privato volesse produrre per proprio uso personale energia elettrica , utilizzando il fotovoltaico, il biogas, o trasformando energia termica da lavorazione in energia elettrica non può farlo deve vendere obbligatoriamente l'energia che produce all'enel pagarci sopra le tasse e ricomprare l'energia elettrica che gli serve sempre dall' enel pagandoci sopra altre tasse ….. siamo al limite dell'assurdo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/4/2019 in 13:54 , pm610 ha scritto:

Ecco    così  si fa...  ahahahahah    demenza  pura... concentriamoci   ...

Eh... ?!?
E non è Lercio... è tutto vero.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Questo  è  . Punto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a PROPOSITO   DI DIESEL ED  INQUINAMENTO    come  la   mettiamo  con  quei  bus   ordinati dalla  Raggi ed  in  parte  pagati   mi  pare  in  Giappone   è  inutilizzabili  perché  non a  norma   di legge  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, pm610 ha scritto:

a PROPOSITO   DI DIESEL ED  INQUINAMENTO    come  la   mettiamo  con  quei  bus   ordinati dalla  Raggi ed  in  parte  pagati   mi  pare  in  Giappone   è  inutilizzabili  perché  non a  norma   di legge  ?

In Israele ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

24 minuti fa, mark222220 ha scritto:

In Israele ...!! 

Hai ragione  ricordavo  male  la  nazione .....  chissà  perchè  non  ha  ordinato quelli  di " PRIMA  GLI  ITAGLIANI "
la Repubblica
 

"Il Campidoglio ha già pagato ai fornitori il 16 per cento dell'importo, che è pari a circa 500 mila euro al mese"

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Come al solito gli Sherlock Holmes di Repubblica e degli altri giornaletti del vecchio regime si armano di lente di ingrandimento per scoprire il pelo nell'uovo dell'amministrazione Raggi, invece di occuparsi del trave nel loro occhio (ulteriore crollo delle vendite di Repubblica: meno 18% a gennaio). Contestano il noleggio di autobus Euro5 dimenticando che l'età media degli autobus circolanti in Italia supera i 12 anni (in Germania è sotto i 7) e che il 60% di questi mezzi pubblici è di categoria Euro3 o inferiori, quindi enormemente più  inquinanti degli Euro5. Tra l'altro, se la foto non mi inganna, quei bus provenienti da Israele mi sembrano di produzione Volvo, che sono tra i migliori al mondo, specie sotto il profilo della sicurezza e dell'affidabilità nel tempo. L'Atac ha già precisato in una nota che non ci sono rischi economici per l'azienda essendo il contratto coperto da una polizza assicurativa, e che il noleggiatore sta provvedendo a sue spese ad adattare i bus alla normativa vigente in Europa (immagino applicando un kit di trasformazione da Euro5 a Euro6, che per le autovetture  costa intorno ai 2000 euro).

Ah ecco ecco , quindi per il Cazzaro di Napoli e’ colpa dei “giornaloni” se la giunta di Roma formata da gente ladra ( 3 sono in galera ) , incompetenti e nuovi indagati tra cui il Sindaco Raggi , acquistano , in Israele , 70 autobus che non rispettano la normativa Cee anti inquinamento . C’è da ricordare che , avendo dovuto , per l’acquisto , rivolgersi ad un bando internazionale , una pletora di ingegneri hanno girato in lungo ed in largo il globo prima di procedere all’acquisto con grande dispendio di risorse pubbliche . Quindi questi “Leonardo Da Vinci “ hanno pure visionato i mezzi per poi acquistare quelli ...inutilizzabili . Il Cazzaro , provetto difensore della giunta degli scappati da casa così come gli ha ordinato Marco Pregiuducato Travaglio , dice che grazie ad una polizza asdicurativa stipulato all’atto dell’acquisto , l’azienda non subirà danni economici essendo,  proprio dalla polizza stipulata , previsto il rimborso delle eventuali spese per la messa a norma dei mezzi stessi . Tutto vero !! Peccato che il Cazzaro di Napoli dimentica di dire che il deposito cauzionale del 16% sul totale della fornitura non ne faccia parte  , così come non ne fa parte il costo del trasporto da Israele a Roma già sostenuto dall’Amministeazione stessa che si troverà , nel migliore dei casi , a poter utilizzare detti mezzi qualche mese più tardi di quello previsto . Chi paga , Cazzaro di Napoli ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora