sx:aprite i porti ( e gli hotel) che arriveranno in massa.vaticano:idem con patate

Oltre ai 6mila che sarebbero pronti ad imbarcarsi immediatamente verso l’Italia, in caso di crollo del governo Serraj, secondo l’Organizzazione Internazionale per le migrazioni, ci sarebbero in totale 200mila clandestini in attesa.


I centri di detenzione ufficiali, quelli gestiti dal Dipartimento per la lotta alla migrazione illegale che nominalmente fa capo al governo Al Sarraj, hanno una capienza di 4-6mila persone. In Libia ci sono, secondo le ultime stime, 600mila immigrati, e 200mila di questi sarebbero lì per partire verso l’Italia in caso di caos provocato dall’offensiva di Haftar che faccia crollare il blocco navale italo-libico. E’ per questo caos che tifano trafficanti, ong e la sinistra italiana. Media compresi.

Sono numeri ufficiali dell’Organizzazione Internazionale per le migrazioni.

A prendere il mare, come sempre, non saranno i cittadini libici, ne sono sbarcati zero anche durante la vera guerra al tempo di Gheddafi: non lo erano nemmeno i 17 che avevano finto di esserlo dei 70 clandestini sbarcati giovedì a Lampedusa. Tutti tunisini.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora