Donne vittime di violenza, una rappresentazione molto discutibile e sfregiata da vernice rossa

Ha spruzzato vernice a tempera lavabile color rosso sangue per protestare contro l'idea della "donna solo come oggetto di arredo". L'artista Cristina Donati Meyer ha contestato così l'opera di Gaetano Pesce esposta in piazza Duomo a Milano per il Fuorisalone ispirata alla storica poltrona Up5&6 realizzata da Pesce 50 anni fa, che raffigura un corpo femminile infilzato da centinaia di frecce per rappresentare una metafora della violenza sulle donne. Sabato il movimento 'Non una di meno' aveva protestato in piazza Duomo, adesso tocca a Donati Meyer che, assieme alla vernice, ha apposto dei cartelli sull'opera: "La donna è (un) mobile", "Dalla donna oggetto alla donna poltrona".

Io concordo al 100% questa scultura è un'offesa alle donne e soprattutto a quelle vittime di violenza, l'arte non può essere solo provocazione e comunque questa non è provocazione, una donna nuda priva di testa e a gambe aperte piena di frecce, le donne non sono martiri, quelle uccise sono donne che la testa la avevano e volevano vivere! Che ne pensate?

https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/04/08/foto/fuorisalone_poltrona_violenza_sulle_donne_piazza_duomo_gaetano_pesce_contestata_cristina_donati_meyer-223563841/1/#3

Fuorisalone a Milano, vernice rossa sulla "donna poltrona infilzata" di Gaetano Pesce

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Il 9/4/2019 in 10:29 , diana-pi ha scritto:

e donne non sono martiri

Veramente nel corso dei secoli, fino ai giorni nostri, le donne sono state talmente bistrattate e offese che si potrebbe alludere anche questo...sia ben chiaro loro non lo hanno mai voluto esserlo, anzi una voce più alta delle altre molte volte viene proprio dalla donna.....forse, e dico forse, sarebbe piaciuta di più una rappresentazione di una donna mesta e offesa, quell'immagine che per miliardi di uomini deve essere?...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora