Presente :)

Le lettere d'amore

 

ora sono solo un ricordo, da tempo sono andate in disuso, già la diffusione del telefono fisso aveva iniziato a ridurne lentamente l'invio, ma generazioni non ancora avvezze all'uso di quell'aggeggio non ne avevano ancora preso pienamente possesso ed erano impacciati ed incapaci di parlare a delle persone lontane chilometri dentro a quelle infernali scatolette e poi, com'era più semplice, più facile, più liberatorio scrivere quelle fatidiche parole che non pronunciarle ad occhi bassi davanti alla tal persona con la bocca impastata e con la voce che non voleva uscire. Si cominciava con un timido accenno alla fine di una lettera, un timido "Ti voglio bene", per attendere poi con trepidazione quella risposta che tardava e che pareva non dovesse giungere mai, per cercare fra le righe della risposta un accenno di consenso, un ancora un più timido e mimetizzato "anch'io". Si esplodeva in un salto di gioia e con improvvisa frenesia si cercava carta e penna per urlare allora sopra quel nuovo foglio di carta a caratteri cubitali "Ti amoooooooooo". Ma piano piano il telefono ha preso il sopravvento, le nuove generazioni assuefatte ormai a quell'aggeggio nero, il più delle volte appeso alla parete, trascorrevano ore a scambiarsi tenerezze, "Mi vuoi bene? " "Ma quanto bene mi vuoi?" "Ciao, ci sentiamo più tardi, chiudi tu!", "No, chiudi prima tu" e così via. L'avvento del telefonino poi, ha dato il colpo di grazia, ha distrutto anche l'ultima speranza che le lettere d'amore potessero risorgere, anche se un piccola traccia di esse è rimasta, sì, i messaggini, gli sms come si dice, anche se più che lettere d'amore paiono complessi messaggi cifrati.
Le lettere d'amore poi non sempre venivano spedite e non sempre avevano un destinatario.


 

Lettera d'amore mai spedita. Parigi 23.09.80


 

E' solo una lettera, tempo vuoto da riempire, il pensiero di un attimo, un ricordo malinconico, lo sbocciare di un fiore dentro ad un mare di cemento, fra gente troppo affaccendata per vederlo, per coglierlo, ne tanto meno per capirlo.
Sono solo parole, piccole corolle di petali attorno ad un fiore, a un cuore, a una lacrima, cristallo di rugiada risplendente dedicato a......, a tutto e a niente, a un rimpianto, a un desiderio, a un sogno.
Sono solo frasi, parole, frammenti, iridescenti cristalli affidati ad un foglio di carta quando non si ha nessuno a cui dirle.
E' solo amore, povero amore, deriso, dimenticato, bistrattato amore, sgorgato da una penna e da un anima, antica sorgente. E' solo amore, quando dell'amore ormai si è perso... persino l'indirizzo.


 


 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963