Cazzeggiando - Sinistra fra presunzione e ipocrisia

come sempre.

 

sinistra-unita_LI

E quando mai?? Già l’immagine sembra una barzelletta. Ma facciamo mente locale. Non passa giorno che sulle tv di stato e non, appaia qualche rappresentante della sinistra che con tono saccente e accusatorio additi quali colpevoli dell’attuale situazione economica del paese l’attuale governo gialloverde come lo si suole identificare. Certo forse i rappresentanti di questo governo non saranno il massimo, saranno sprovveduti e incapaci, è chiaro che non sappiano che pesci pigliare che siano in contraddizione fra di loro sulle decisioni e sulle misure da prendere per ridare slancio al paese…. ma, ma, ma. Come sono solito dire c’è sempre un ma. Signori della sinistra… non vi sentite quanto meno un pochino “responsabili” almeno un cicinino, un poco, o forse valutando bene la situazione un tanto tanto? Vi siete forse dimenticati che prima, non più di otto mesi fa,  eravate voi al governo? Vi siete chiesti,(forse mai), come quasi il 40% per cento del vostro elettorato abbia improvvisamente cambiato idea destinando le prorie preferenze altrove o quanto meno disertando il seggio elettorale?  Scendete dal pulpito, smettetela di considerare il “popolo” come un gregge da condurre, il popolo non è così “***.becille” come molti di voi lo hanno sempre considerato, smettetele di accusare altri delle vostre colpe, iniziate una volta tanto ad analizzarle, senza se, ma o distinguo. Forse se invece di dilettarvi in battaglie interne fra leader presunti, passati o mancati avreste pensato a dare un minimo di credibilità alla vostra politica e a governare il paese, forse noi ora, non ci ritroveremmo con questo governo. Grazie di averci ridotto in questa situazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

In sostanza hai ragione ma dovresti essere più specifico. Non è corretto incolpare genericamente "la sinistra". Faresti meglio a indicare uno o più partiti e a fare dei nomi. Ti ricordo che nella passata disastrosa legislatura, quella in cui perdemmo sciaguratamente il treno della ripresa internazionale accontentandoci di una ripresina effimera e sprecando il denaro pubblico in mance elettorali, Enrico Letta governò con Berlusconi, Renzi e Gentiloni governarono con Alfano e con i voti di Verdini. Berlusconi rielesse Napolitano con Bersani e Monti, poi strinse un patto costituente con Renzi, votò in prima lettura l'incostituzionale Italicum e la pseudo-riforma costituzionale (scritta con la collaborazione di Verdini), infine votò pure il Rosatellum, quest'ultimo votato pure da Salvini. Insomma, furono 5 anni di inciucio tra destra, sinistra e centro, meno esplicito ma più indecente e più dannoso per il paese di quello che sostenne il governo tecnico ed emergenziale di Monti. Il tutto facendosi beffe della Costituzione e del popolo sovrano nel tenere in vita per 5 anni un parlamento tanto abusivo (eletto con il doppiamente incostituzionale Porcellum) quanto inoperoso e inutile (se non per ratificare i diktat del governo che impose per 108 volte la questione di fiducia), nonché camaleontico e venduto al miglior offerente (oltre 500 cambi di casacca di deputati e senatori). Insomma, la legislatura più disastrosa, più sciagurata, più vergognosa, di gran lunga, dell'era repubblicana. Tra i partiti senza dubbio il più colpevole fu il Pd, il partito di maggioranza relativa (di un soffio e solo grazie al voto estero) che tradì platealmente l'alleata SeL e il programma elettorale e speculò per 5 anni sul suo incostituzionale premio di maggioranza. Ma non ebbero colpe per l'appunto SeL e quei pidini seri e coerenti che lasciarono il partito mutato geneticamente dal "caudillo" Renzi. Eccetto ovviamente Bersani. Pierluigi lo inserirei nel Guinness dei primati come il politico onesto e in buona fede più disastroso di tutti i tempi.  Si piegò due volte ai diktat di Napolitano, prima con l'inciucio Monti poi con l'inciucio Letta.  Se avesse avuto i cd. attributi, avrebbe portato al Quirinale Prodi oppure Rodotà. Patetica e offensiva la sua offerta ai 5 Stelle, votati quanto il Pd alle politiche del 2013, di sostenere un governo in cambio di nulla. Re Giorgio è ovviamente un altro dei grandi colpevoli, ma non trascurerei un altro onesto codardo, quell'Enrico Letta che si fece pugnalare alle spalle dall'ultimo arrivato (stai sereno) senza abbozzare la benché minima reazione al di là del muso lungo e dell'abbandono (ammirevole) della politica attiva. Naturalmente proprio quell'ultimo arrivato, lo sciagurato e incapace bulletto fiorentino, ebbe le colpe maggiori, di gran lunga, in merito al disastro di legislatura. Non mette conto dilungarsi su di lui e sui suoi plateali fallimenti. Basta dire che fu il più arrogante e il più ingordo di tutti (sognava di diventare, con l'Italicum, un "premier forte" alla Erdogan), e che i vincitori del 4 marzo, M5S e Lega, dovrebbero fargli un monumento.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

In sostanza hai ragione ma dovresti essere più specifico. Non è corretto incolpare genericamente "la sinistra". Faresti meglio a indicare uno o più partiti e a fare dei nomi. Ti ricordo che nella passata disastrosa legislatura, quella in cui perdemmo sciaguratamente il treno della ripresa internazionale accontentandoci di una ripresina effimera e sprecando il denaro pubblico in mance elettorali, Enrico Letta governò con Berlusconi, Renzi e Gentiloni governarono con Alfano e con i voti di Verdini. Berlusconi rielesse Napolitano con Bersani e Monti, poi strinse un patto costituente con Renzi, votò in prima lettura l'incostituzionale Italicum e la pseudo-riforma costituzionale (scritta con la collaborazione di Verdini), infine votò pure il Rosatellum, quest'ultimo votato pure da Salvini. Insomma, furono 5 anni di inciucio tra destra, sinistra e centro, meno esplicito ma più indecente e più dannoso per il paese di quello che sostenne il governo tecnico ed emergenziale di Monti. Il tutto facendosi beffe della Costituzione e del popolo sovrano nel tenere in vita per 5 anni un parlamento tanto abusivo (eletto con il doppiamente incostituzionale Porcellum) quanto inoperoso e inutile (se non per ratificare i diktat del governo che impose per 108 volte la questione di fiducia), nonché camaleontico e venduto al miglior offerente (oltre 500 cambi di casacca di deputati e senatori). Insomma, la legislatura più disastrosa, più sciagurata, più vergognosa, di gran lunga, dell'era repubblicana. Tra i partiti senza dubbio il più colpevole fu il Pd, il partito di maggioranza relativa (di un soffio e solo grazie al voto estero) che tradì platealmente l'alleata SeL e il programma elettorale e speculò per 5 anni sul suo incostituzionale premio di maggioranza. Ma non ebbero colpe per l'appunto SeL e quei pidini seri e coerenti che lasciarono il partito mutato geneticamente dal "caudillo" Renzi. Eccetto ovviamente Bersani. Pierluigi lo inserirei nel Guinness dei primati come il politico onesto e in buona fede più disastroso di tutti i tempi.  Si piegò due volte ai diktat di Napolitano, prima con l'inciucio Monti poi con l'inciucio Letta.  Se avesse avuto i cd. attributi, avrebbe portato al Quirinale Prodi oppure Rodotà. Patetica e offensiva la sua offerta ai 5 Stelle, votati quanto il Pd alle politiche del 2013, di sostenere un governo in cambio di nulla. Re Giorgio è ovviamente un altro dei grandi colpevoli, ma non trascurerei un altro onesto codardo, quell'Enrico Letta che si fece pugnalare alle spalle dall'ultimo arrivato (stai sereno) senza abbozzare la benché minima reazione al di là del muso lungo e dell'abbandono (ammirevole) della politica attiva. Naturalmente proprio quell'ultimo arrivato, lo sciagurato e incapace bulletto fiorentino, ebbe le colpe maggiori, di gran lunga, in merito al disastro di legislatura. Non mette conto dilungarsi su di lui e sui suoi plateali fallimenti. Basta dire che fu il più arrogante e il più ingordo di tutti (sognava di diventare, con l'Italicum, un "premier forte" alla Erdogan), e che i vincitori del 4 marzo, M5S e Lega, dovrebbero fargli un monumento.

 

Tranquillo Pignonista, tranquillo . Gli rispondo io al Cazzaro di Napoli così , poi , gli diamo le solite goccioline e lo mandiamo a letto a dormire fino alle 3 di notte quando si sveglierà e ci farà il solito “pezzo spazzatura”notturno che noi leggeremo solo al nostro risveglio . Ed ora veniamo a noi Bufalaro Partenopeo : Hai scritto un post esclusivamente pieno di menzogne che ti smonterò una ad una , ma prima lasciami dire che Pignonista , quando parla di Sinistra si riferisce al PD perche ‘ la sx che vuoi te in Italia non esiste e quel pochissimo che esiste e’ talmente marginale che potrebbe essere ricercata in “Chi l’ha visto “. Quindi e’ perfettamente inutile che tu chieda nomi e cognomi a Pignonista . Ci siamo idio ta Napoletano ?? Ed ora passiamo alle bufale che dici : 1) Letta non ha guidato nessun governo di csx bensì un governo che possiamo definire di “ Salute Pubblica” nato dopo Monti che aveva guidato un governo tecnico anch’esso nato dalle macerie lasciato da Berlusconi . 2) Renzi e Gentiloni hanno governato certamente anche con Alfano , ma solo quando quest’ultimo si era scisso da Berlusconi . Senno’ devi dire che anche quel poco di sinistra che era in Parlamento ha governato con Alfano . Non lo dici perché a te , grosso co@lione , interessa attaccare solo il Pd. 3) Verdini non ha mai fatto parte dei governi sia di Renzi che di Gentiloni . Se qualche volta , e solo su provvedimenti riguardanti aspetti di natura di diritti civili , ha votato in favore del Governo , i suoi voti non sono mai e ripeto il mai , determinanti per le sorti del governo . Se quindi ritieni di dire la verità ed io Il menzognero , non farai che rammentarmi quando ciò e’ successo . 4) Non ci fu nessun patto Costituzionale con Berlusconi.  La prova plastica di ciò e’ data dal fatto che al referendum costituzionale Berlusconi e Forza Italia hanno votato No così come hai votato No te e tutti quei dementi come te e da cui scaturisce il bailamme che c’è ora !! 5) Con Forza Italia ci fu solo un accordo per la legge elettorale ma solo dopo , e ripeto il dopo , che gli scappati da casa Grillini , dopo aver trovato e votato in Commissione l’accordo sulla legge Fiano (PD), cambiarono idea ed affossarono la legge elettorale che avevano già vinto concordato . 6) La Corte Costituzionale solo nella tua testa malata ha parlato di incredibile incostituzionalità . Lo ha fatto solo e soltanto per la parte riguardante il premio di maggioranza ritenuto troppo alto . Per tutto il resto ha emesso pure la motivazione che sputtana plasticamente le tue lercie argomentazioni valide solo per Carmine il tuo barbiere e per Gennaro il tuo pizzaiolo . 7) Renzi non ha affatto disarcionato Letta . Letta fu fatto dimettere dall’assemblea della Direzione del PD che non era affatto a maggioranza Renziana bensì a maggioranza Bersaniana visto che i Parlamentari che la componevano , erano stati eletti con Bersani Segretario del PD. Gli fu chiesto di dimettersi perche’ non stava portando a termine il programma concordato e nessun cambio di passo rispetto ai precedenti era in vista ed alle viste . 7) Oh si invece , idio ta Napoletano , che i governi Renzi e Gentiloni intercettarono il treno della ripresa economica . Accidenti se la intercettarono . Ed i dati macro economici sono tutti lì esposti a riderti in faccia . I segni meno diventarono piano piano segni + , miglioro’ la ripresa economica con le imprese manifatturiere che iniziarono ad imbarcare ossigeno , lo spread calo’ e ritorno’ in un alveo di normalità , ritorno’ la fiducia nelle famiglie , miglioro’  la produzione industriale , diminuì la disoccupazione compresa quella giovanile , cesso’ la Cassa Integrazione, furono dati 80 euro mensili a quei ceti che piu ‘ avevano pagato le crisi precedenti , oltre ad un grandissimo recupero di immagine sul piano internazionale e tutta una serie di riforme civili che nessuna “sinistra” precedente aveva saputo promulgare . Ed allora, Cazzaro di Napoli , fai un po’ un paragone con la situazione odierna è vergognati di essere un collaborazionIsta di un governo di destra e razzista e che  fortunatamente sarà mandato a casa presto e comunque prima che ci mandi tutti in bancarotta .   Ora si e’ fatto tardi , assumi le goccioline e vai a coricarti pezzo di idio ta !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora