Job Act, funziona ...!!

 

Come da tradizione, la pubblicazione dei dati Inps sull’occupazione è un’occasione imperdibile per i professionisti delle strumentalizzazioni ed i bufalari  sempre pronti a piegare i numeri alle proprie esigenze di parte. Per leggere in quei numeri, come molti stanno facendo in queste ore, un fallimento delle politiche occupazionali degli ultimi anni ci vuole una buona dose di fantasia.I dati Inps di oggi arrivano al dicembre 2016 e quindi chiudono il bilancio di due anni di Jobs Act, se prendiamo a riferimento il gennaio 2015 quando entrò in vigore la decontribuzione totale delle nuove assunzioni a tempo indeterminato. La prima notizia è che la variazione netta sul totale dei rapporti di lavoro subordinato dall’introduzione del Jobs Act in poi è positiva per oltre 968 unità (+628 mila nel 2015, +340 mila nell’anno successivo). Tanto per avere un idea: nel biennio precedente si erano registrati sempre saldi negativi (nel 2014 -34.000 unità, nel 2013 -101.000). Considerando i soli contratti a tempo indeterminato, il saldo dei due anni, grazie alla trasformazione di contratti a termine o di apprendistato, supera il milione. Se qualcuno due anni fa avesse promesso la creazione di un milione di nuovi contratti permanenti (al netto di dimissioni e licenziamenti) sarebbe stato preso per un venditore di fumo. Appare quantomeno difficile scorgere in questi numeri un “crollo dei contratti stabili”. E i dati del 2015 e del 2016 vanno letti insieme perché il 2015 è stato l’anno degli sgravi contributivi totali, che hanno creato una decisa inversione di tendenza nelle assunzioni, spingendo anche molte imprese ad anticipare le proprie decisioni di stabilizzazione. Conclusione: i contratti stabili non sono affatto crollati, casomai sono stati anticipati al 2015, e comunque il dato finale del biennio del Jobs Act è un dato straordinariamente positivo – il milione di posti di lavoro di berlusconiana memoria non è fumo ma realtà. La seconda notizia riguarda i licenziamenti. Molti fingono di non sapere che il numero di licenziamenti naturalmente aumenta se l’occupazione aumenta: quel che conta è il tasso di licenziamento in relazione al numero dei contratti di lavoro esistenti. Anche se curiosamente pochi lo sottolineano, il tasso dei licenziamento è in continua diminuzione dopo il Jobs Act: dal 6,5% del 2014 si è scesi al 6,1% del 2015 per arrivare al 5,9% dell’ultimo anno. Numeri che contraddicono clamorosamente la bufala che i licenziamenti sono aumentati per colpa del Jobs Act, bufala sulla quale qualcuno è già in campagna elettorale e qualcuno , su questo forum , continua senza citare uno numero , ribadisco uno , come invece faccio io , a fare le figure del bufalaro e del Cazzaro fazioso ( ogni riferimento a Fosforo e' , naturalmente , voluto ). Il Cazzaro Napoletano dice testualmente " Ben altri sarebbero i provvedimenti da prendere bla bla bla ". Naturalmente alle tante parole non segue nemmeno uno , ribadisco uno , dei  "ben altri provvedimenti " che dovrebbero essere messi in campo dando la stura che Cazzari si nasce e , nel suo caso , lo si diventa anche continuando a leggere Fatterelli ed InfoSannio . Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

ahahahah fai ridere anche i morti tu e i tuoi giornalini che copi e incolli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ahahahah fai ridere anche i morti tu e i tuoi giornalini che copi e incolli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, monello.07 ha scritto:

ahahahah fai ridere anche i morti tu e i tuoi giornalini che copi e incolli.

Questo giornalino Quotidiano ...ti piace , idio ta ??

IlFattoQuotidiano.it / Lavoro & Precari

Lavoro, Istat: “A febbraio disoccupazione giù a 11,5% e quella giovanile è calata al 35,2%. Ma aumentano gli inattivi”

di F. Q. | 3 aprile 2017

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, monello.07 ha scritto:

ahahahah fai ridere anche i morti tu e i tuoi giornalini che copi e incolli.

Oppure preferisci questo , ebe te !!

La disoccupazione giovanile in Italia mai così bassa dal 2012. Ma aumentano gli inattivi

I dati dell'Istat: il tasso sceso al 35,2% a febbraio

 03/04/2017 10:10 CEST | Aggiornato 1 ora fa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tu sei l'unico inattivo passivo ahahahah

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, monello.07 ha scritto:

tu sei l'unico inattivo passivo ahahahah

Ah , ho capito ! Ti piace questo 

 
 
 
SEZIONI
 
 
 
 
 
 
 
 

Istat: la disoccupazione cala all’11,5% a febbraio

Quella giovanile scende di 1,7 punti e si attesta al 35,3 per cento
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, monello.07 ha scritto:

tu sei l'unico inattivo passivo ahahahah

Lui invece e' molto attivo ...

 
 
 
SEZIONI
 
 
 
EDIZIONI
 
 
 
 
 
 
 
 

Consigliere comunale arrestato per furto di 100 euro in palestra: ecco il video che lo incastra

Eletto con il Movimento 5 Stelle con il quale avrebbe potuto candidarsi a sindaco di Alessandria: in primo grado è stato condannato a 7 mesi, ora le motivazioni del giudice

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, mark525 ha scritto:

Lui invece e' molto attivo ...

 
 
 
SEZIONI
 
 
 
EDIZIONI
 
 
 
 
 
 
 
 

Consigliere comunale arrestato per furto di 100 euro in palestra: ecco il video che lo incastra

Eletto con il Movimento 5 Stelle con il quale avrebbe potuto candidarsi a sindaco di Alessandria: in primo grado è stato condannato a 7 mesi, ora le motivazioni del giudice

Ma li hanno presi sul tetto ? :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963