dopo questa "riforma" della toscana,i lpIL skizzera' di almeno 1.5 punti!!

Un manuale per informare e sensibilizzare il personale della Regione Toscana sull’uso di un linguaggio amministrativo ‘non sessista’ nella redazione di atti e documenti. Sono le ‘Linee guida operative’ approvate dalla Giunta toscana su proposta della vicepresidente Monica Barni e dell’assessore alla presidenza Vittorio Bugli. Un documento di una decina di pagine nel quale si suggerisce l’uso di termini per evitare riferimenti sessisti e dare visibilità concreta al genere femminile. Nel manuale si consiglia l’utilizzo, dove possibile, di espressioni non discriminatorie tra i sessi e si indicano strategie redazionali per la declinazione al femminile di alcuni termini riferiti a professioni e ruoli fino a oggi riservati al genere maschile. Da qui, anche l’invito a usare ‘termini collettivi’, o alla forma impersonale per “aggirare l’uso del maschile generico”. Altra tecnica, l’uso di sostantivi promiscui, accompagnati dall’articolo determinativo: il responsabile, la responsabile, il manager, la manager ecc.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963