alziamo la voce ...

C’è un tempo per sperare
E un tempo per soffrire
Un altro per andarsene
E uno per restare
C’è un tempo in cui ognuno
può cambiare direzione
A volte basta chiedersi
se è tempo di cambiare
C’è una strada da imboccare
per non sentirsi soli
per non franare a valle
ora stringiamoci le mani
Se questa nostra terra
si merita un domani
dobbiamo riprometterci
che ognuno la consoli

Comunque vada,
il vento non si fermerà
Non c’è più spazio adesso
Per l’infelicità.
E forse una lacrima
sul viso ci sorprenderà
Ma poi... Ma noi...

Alziamo la voce
la voce contro il vento
Quel vento
che ci è rimasto dentro
Alziamo la testa,
non servono parole,
ci basta il coraggio
e niente di più

C'è un tempo per pensare
A ciò che ci fa bene
Mettere via l'orgoglio
E ritrovarci insieme
Afferra la mia mano
Finito il temporale
Più salde le radici
È già risorto il sole.

Comunque vada,
il tempo non si fermerà
Non c’è più spazio adesso
Per l’infelicità.

E forse una lacrima
ancora ci sorprenderà
Ma poi... Ma noi...

Alziamo la voce
la voce contro il vento
Quel vento
che ci è rimasto dentro
Alziamo la testa,
non servono parole,
ci basta il coraggio
e niente di più.

L'energia dalla tempesta
cambia la nostra terra
e come una poesia
muove coscienza
sentila
questa brezza
che ti accarezza
e dopo immagina
la sua potenza
mentre ci spazza via
E riparti adesso
ed aiuta chi ha perso l'allegria
teniamoci per mano
non pensiamo alla nostalgia
uniamo le forze
creiamo un'empatia
a fine giornata
una dolce fotografia.

Belluno resiste senza far drammi
alberi a terra e tu
contane gli anni
poi chiedilo al vento
come domarli
siamo figli della roccia
come Doro e gli altri
siamo diventati grandi
e forse troppo scaltri
senza mostrarci affranti
anzi
siamo diventati altri
ai piedi delle alpi
senza mai fingerci stanchi
anzi

c'è un mondo
sorretto da queste montagne
da ricostruire
con la nostra nuova forza insieme
una cicatrice
ha trasportato e trasformato grigia questa valle
da cui ripartire
facciamo sbocciare questo seme
c'è la luce
e questa luce noi la vogliamo vedere
oltre il temporale
che ancora riecheggia nelle sere
una terra
una terra che ha molto da dare
su cui ricominciare.

Alziamo la voce
la voce contro il vento
Quel vento
che ci è rimasto dentro
Alziamo la testa,
non servono parole,
ci basta il coraggio
e niente di più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

MI SONO DIMENTICATO DI DIRE CHE QUESTO TESTO E LA MUSICA COLLEGATA FA PARTE DI UNA SERIE DI MUSICHE E CANZONI VENETE E DELLA STORIA E CULTURA VENETA

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ALZIAMO LA VOCE - C’è un tempo per sperare E un tempo per soffrire Un altro per andarsene E uno per restare C’è un tempo in cui ognuno può cambiare direzione A volte basta chiedersi se è tempo di cambiare C’è una strada da imboccare per non sentirsi soli per non franare a valle ora stringiamoci le mani Se questa nostra terra si merita un domani dobbiamo riprometterci che ognuno la consoli Comunque vada, il vento non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima sul viso ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più C'è un tempo per pensare A ciò che ci fa bene Mettere via l'orgoglio E ritrovarci insieme Afferra la mia mano Finito il temporale Più salde le radici È già risorto il sole. Comunque vada, il tempo non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima ancora ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più. L'energia dalla tempesta cambia la nostra terra e come una poesia muove coscienza sentila questa brezza che ti accarezza e dopo immagina la sua potenza mentre ci spazza via E riparti adesso ed aiuta chi ha perso l'allegria teniamoci per mano non pensiamo alla nostalgia uniamo le forze creiamo un'empatia a fine giornata una dolce fotografia. Belluno resiste senza far drammi alberi a terra e tu contane gli anni poi chiedilo al vento come domarli siamo figli della roccia come Doro e gli altri siamo diventati grandi e forse troppo scaltri senza mostrarci affranti anzi siamo diventati altri ai piedi delle alpi senza mai fingerci stanchi anzi c'è un mondo sorretto da queste montagne da ricostruire con la nostra nuova forza insieme una cicatrice ha trasportato e trasformato grigia questa valle da cui ripartire facciamo sbocciare questo seme c'è la luce e questa luce noi la vogliamo vedere oltre il temporale che ancora riecheggia nelle sere una terra una terra che ha molto da dare su cui ricominciare. Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai l'alzheimer?L'hai scritta 2 volte...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, robyrossa236 ha scritto:

Hai l'alzheimer?L'hai scritta 2 volte...

Lui è fatto così, lo conosco da parecchio tempo. Al momento è sparito, ma purtroppo tornerà con un'altra buona scorta di scemenze.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora