L'AVRANNO MESSO NEI COSTI E BENEFICI ?

12 messaggi in questa discussione

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ecco un'altra monumentale BUFALA pro-TAV. Se cancelliamo il TAV, ovviamente perderemo i fondi europei che coprono parte dei lavori da eseguire, ma per i fondi già spesi in opere preliminari la restituzione o meno è tutta da stabilire. In ogni caso si tratta di somme relativamente modeste:

http://www.notav.***/post/sulla-restituzione-dei-fondi-alla-ue-tante-bufale-e-tante-inesattezze/

Mentre nel capzioso articolo allegato si lascia intendere addirittura che dovremmo restituire più di quanto spenderemmo per la parte dei lavori a nostro carico. Chi si inventa FALSITÀ del genere nei paesi seri viene ESPULSO A CALCI dall'Ordine dei giornalisti.

Piuttosto, i faziosi e capziosi sostenitori dell'opera inutile dovrebbero dirci se nei loro grossolani e ridicoli bilanci costi/benefici hanno portato in conto le conseguenze della BOMBA ECOLOGICA che esploderebbe nel corso dei 10-15 anni di lavori, specie per lo scavo dei quasi 60 km del gigantesco tunnel di base. Milioni di metri cubi di roccia da asportare dal cuore della montagna, contenente rocce amiantifere e vene di pechblenda uranifera, e da smaltire ancora non si sa bene dove e come. Ma, a parte l'inevitabile inquinamento ambientale, c'è il problema delle emissioni di CO2 (gas serra climalterante) che durante i lavori, secondo le stime degli stessi costruttori dell'opera, saranno pari a circa 1 milione di tonnellate l'anno. Mentre l'ipotetica riduzione delle emissioni dovuta all'ipotetico e massiccio trasferimento del traffico merci dalla strada alla rotaia, cavallo di battaglia dei pro-TAV, comincerebbe solo quando l'opera andrebbe a regime, cioè non prima di 20-25 anni a venire.  Ma le emissioni di GHG vanno ridotte subito perché, come ha ammonito con parole chiare e forti il presidente Mattarella, ormai siamo sull'orlo di una crisi climatica globale. Peraltro, come ho spiegato in vari precedenti post, è tutto da dimostrare che il bilancio netto delle emissioni tra i nuovi treni veloci e i camion tolti dalla strada sarebbe positivo. I treni veloci sono molto energivori e non è affatto detto che l'elettricità che li alimenta sarà prodotta senza emissioni climalteranti. È vero che il tunnel scavato a grande profondità abbatterà le pendenze sulla tratta, ma è anche vero che a quelle profondità la temperatura cresce fino a 35-50 °C e bisognerà predisporre un costoso ed energivoro sistema di aerazione e refrigerazione. Per giunta è assai probabile che tra 20 anni anche il trasporto su gomma sarà a basse emissioni di CO2 pur conservando l'enorme e insostituibile vantaggio della flessibilità (raramente l'origine e la destinazione delle merci coincidono con stazioni ferroviarie, il trasporto su ferro non potrà mai eliminare i tir). Infatti diversi costruttori, a partire da Volvo e Tesla, stanno progettando grossi camion elettrici, entro l'anno vedremo circolare i primi prototipi. La soluzione al momento più gettonata è la trazione elettrica a fuel cell. Un tir da 1000 cavalli potrebbe fare oltre 1000 km con un pieno di idrogeno. 

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/03/13/il-paradosso-tav-inquina-piu-farla-che-restare-coi-camion/5032509/

https://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2017/09/25/news/piu_di_1000_km_con_un_pieno_si_carica_in_15_minuti_cco_il_super_camion_elettrico-176445265/?refresh_ce

 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una  cosa  è certa   che   i  soldi  spesi ad  oggi  andranno  persi  come   andranno  persi tutti  i posti  di  lavoro  diretti e  indiretti i  fondi EU saranno persi e  credo  che   andranno  anche  resi  quelli ad   oggi se   ci  sono  andranno resi . Questi  sono  costi   che  andranno persi checchesenedica   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, pm610 ha scritto:

Una  cosa  è certa   che   i  soldi  spesi ad  oggi  andranno  persi  come   andranno  persi tutti  i posti  di  lavoro  diretti e  indiretti i  fondi EU saranno persi e  credo  che   andranno  anche  resi  quelli ad   oggi se   ci  sono  andranno resi . Questi  sono  costi   che  andranno persi checchesenedica   

Ma come fai a rispondermi subito, quando non hai nemmeno letto i tre interessanti articoli allegati? I miliardi risparmiati sull'opera inutile si potranno impiegare in opere utili distribuite sul territorio, creando il quadruplo dei posti di lavoro. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ma come fai a rispondermi subito, quando non hai nemmeno letto i tre interessanti articoli allegati? I miliardi risparmiati sull'opera inutile si potranno impiegare in opere utili distribuite sul territorio, creando il quadruplo dei posti di lavoro. Saluti

Perché  so  cosa  e  dove    vai a  parare  e  gli  articoli  sono  chiaramente  di  parte   come  la commissione  che   ha  detto  che non  si deve  fare e  questo  è  incontestabile  , anche se   la  società del  Ponti  firmo  per  l' Europa  la  fattibilità...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ti invito almeno a leggere e a commentare questo breve articolo di Repubblica che riallego:

https://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2017/09/25/news/piu_di_1000_km_con_un_pieno_si_carica_in_15_minuti_cco_il_super_camion_elettrico-176445265/?refresh_ce

Non di rado gli americani sparano frottole, ma se ai loro progetti si associano i tedeschi, allora la cosa è seria. E qui si associa la Bosch, leader mondiale della componentistica per auto, una delle più grandi, più serie, più tecnologiche aziende del pianeta. E anche una delle più virtuose perché il proprietario è un'associazione filantropica che non ha fini di lucro e che investe una parte degli utili in ricerca e sviluppo e una parte li destina a opere di beneficenza. 

Scorrendo questa pagina trovi un quadro sintetico delle prestazioni di un camion a trazione elettrica a fuel cell a idrogeno e una comparazione con i tradizionali camion a trazione diesel:

https://nikolamotor.com/one

Sul piano delle prestazioni e dei consumi, perfino su quello dell'autonomia, non c'è paragone, il camion elettrico vince in modo schiacciante, specie in salita. Basta ricordare che il maggior pregio del motore diesel é l'elevata coppia ai bassi regimi, ma un motore elettrico eroga la coppia massima già al regime minimo (cioè quasi da fermo) e di conseguenza non ha nemmeno bisogno del cambio e della frizione.  La capacità di carico è comparabile, l'unico problema, una volta realizzata l'infrastruttura per la distribuzione dell'idrogeno (già a buon punto in Giappone), è il maggiore costo iniziale. Ma lo si ammortizza facilmente grazie ai minori consumi. Un motore elettrico è molto più semplice di un motore termico e necessita di scarsa manutenzione. Un camion elettrico può fare tranquillamente 5 milioni di km. E dal tubo di scappamento esce acqua purissima (bevibile!). Cari camionisti che lavorate tra Italia e Francia, non state in apprensione. Se una cricca trasversale di politicanti asserviti ai poteri forti sbloccherà il TAV, voi non perderete il lavoro. I primi supercamion elettrici arriveranno molto prima del completamento del buco nelle Alpi. E allora sarete voi a togliere lavoro al TAV. Nel buco viaggeranno treni merci semivuoti. A perderci saranno solo i contribuenti italiani e francesi che vedranno i loro soldi letteralmente buttati nel cesso.

 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ti invito almeno a leggere e a commentare questo breve articolo di Repubblica che riallego:

https://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2017/09/25/news/piu_di_1000_km_con_un_pieno_si_carica_in_15_minuti_cco_il_super_camion_elettrico-176445265/?refresh_ce

Non di rado gli americani sparano frottole, ma se ai loro progetti si associano i tedeschi, allora la cosa è seria. E qui si associa la Bosch, leader mondiale della componentistica per auto, una delle più grandi, più serie, più tecnologiche aziende del pianeta. E anche una delle più virtuose perché il proprietario è un'associazione filantropica che non ha fini di lucro e che investe una parte degli utili in ricerca e sviluppo e una parte li destina a opere di beneficenza. 

Scorrendo questa pagina trovi un quadro sintetico delle prestazioni di un camion a trazione elettrica a fuel cell a idrogeno e una comparazione con i tradizionali camion a trazione diesel:

https://nikolamotor.com/one

Sul piano delle prestazioni e dei consumi, perfino su quello dell'autonomia, non c'è paragone, il camion elettrico vince in modo schiacciante, specie in salita. Basta ricordare che il maggior pregio del motore diesel é l'elevata coppia ai bassi regimi, ma un motore elettrico eroga la coppia massima già al regime minimo (cioè quasi da fermo) e di conseguenza non ha nemmeno bisogno del cambio e della frizione.  La capacità di carico è comparabile, l'unico problema, una volta realizzata l'infrastruttura per la distribuzione dell'idrogeno (già a buon punto in Giappone), è il maggiore costo iniziale. Ma lo si ammortizza facilmente grazie ai minori consumi. Un motore elettrico è molto più semplice di un motore termico e necessita di scarsa manutenzione. Un camion elettrico può fare tranquillamente 5 milioni di km. E dal tubo di scappamento esce acqua purissima (bevibile!). Cari camionisti che lavorate tra Italia e Francia, non state in apprensione. Se una cricca trasversale di politicanti asserviti ai poteri forti sbloccherà il TAV, voi non perderete il lavoro. I primi supercamion elettrici arriveranno molto prima del completamento del buco nelle Alpi. E allora sarete voi a togliere lavoro al TAV. Nel buco viaggeranno treni merci semivuoti. A perderci saranno solo i contribuenti italiani e francesi che vedranno i loro soldi letteralmente buttati nel cesso.

 

 

Ma  nei  costi  e  benefici  non  si  parla  di camion elettrici  ma  di accise  quelle  che  ha  tolto il salvini e  di pedaggi  che  intascano  i gestori  delle  autostrade e  non lo stato  dove  sarebbe  la  perdità   ? Resta  il fatto  che  parecchi  milioni sono  stati  già  spesi  e  quelli   li ripagano  i grulli e  tontinelli  ?  I  posti  di  lavoro  che  ora   non  ci  sono   come   sono stati  calcolati  ?  Ah  già  piglieranno  quel fantomatico e insufficiente  e da  presa  in  giro  RdC

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/3/2019 in 00:06 , pm610 ha scritto:

Farli  pagare   ai giallo verdi   dato  che   quelle  cifre   non  compaiono...

cogli+one trà 35 anni quando finirà il TAV ci saranno le auto volanti quindi i passeggeri, specie x il costo elevato dei treni, viaggieranno in auto torino-lione  !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, monello.07 ha scritto:

cogli+one trà 35 anni quando finirà il TAV ci saranno le auto volanti quindi i passeggeri, specie x il costo elevato dei treni, viaggieranno in auto torino-lione  !

Urka !! Boia deh !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Urka !! Boia deh !! 

Qualcuno colto da umana pietà faccia sapere al povero mezzoscemo pisano che gli americani sono andati sulla Luna dopo solo otto anni che Gagarin, si era permesso di girare nello spazio e urinare indisturbato, sulla culla dell’infante mezzoscemo.

Tutto questo senza considerare che il M5S è stato capace di calciare nelculo il PartitoDemmerda nel giro di dieci anni.

Nei modesti calcoli della serva, quando il TAV sarà terminato ( sempre se si farà) del Mezzoscemo e del suo partito non rimarrà neanche flebile ricordo.

BrM

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAGHETTA   VAFFF  GRULLESCAMENTE

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora