Mi sono convinto: il TAV è necessario e urgente

Ho letto un illuminante articolo sulla Stampa di Torino e mi sono convinto. Questo è il titolo:

TAV SUBITO O SARÀ TROPPO TARDI

Questo è l'occhiello:

L'attuale linea Torino-Lione è quasi satura

E questo il sottotitolo:

Il collegamento con traforo sotto il Moncenisio è una necessità vitale per tutta l'economia italiana

Concetti efficacemente illustrati all'interno dell'articolo. Che mi ha aperto gli occhi. Non c'è tempo da perdere: lanciare i bandi per le gare e aprire i cantieri. L'Italia non può fare a meno di quest'opera. Di Maio piagnucolerà come un bambino capriccioso, ma chissenefrega. 

https://www.google.com/search?q=la+stampa+1991+tav+subito&client=tablet-android-datamatic&prmd=nsiv&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwimzd6Q4vPgAhVGyaQKHY_aD6AQ_AUoA3oECAwQAw&biw=1280&bih=800#imgrc=JPbaSiQPgAJbsM

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

21 messaggi in questa discussione

5 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ho letto un illuminante articolo sulla Stampa di Torino e mi sono convinto. Questo è il titolo:

TAV SUBITO O SARÀ TROPPO TARDI

Questo è l'occhiello:

L'attuale linea Torino-Lione è quasi satura

E questo il sottotitolo:

Il collegamento con traforo sotto il Moncenisio è una necessità vitale per tutta l'economia italiana

Concetti efficacemente illustrati all'interno dell'articolo. Che mi ha aperto gli occhi. Non c'è tempo da perdere: lanciare i bandi per le gare e aprire i cantieri. L'Italia non può fare a meno di quest'opera. Di Maio piagnucolerà come un bambino capriccioso, ma chissenefrega. 

https://www.google.com/search?q=la+stampa+1991+tav+subito&client=tablet-android-datamatic&prmd=nsiv&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwimzd6Q4vPgAhVGyaQKHY_aD6AQ_AUoA3oECAwQAw&biw=1280&bih=800#imgrc=JPbaSiQPgAJbsM

 

Lascia stare Cazzaro !! L’ironia e’ un’altra cosa e te non sei capace di manifestarla . Quando ti cimenti in quella che io definisco un’ arte , ottieni il risultato di lasciarci costernati e quasi ...piangenti !! Pensa invece che oggi e’ sabato e che ti aspetta una dura mattinata di lavori domestici mentre le tue donne di casa si recheranno al mercato rionale . Buon lavoro !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco perché il TAV s'ha da fare: la linea Lione- Torino era già satura nel 1991.

Che aspettiamo a fare una rivoluzione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dal 1991 ad oggi hanno governato in ordine:

Andreotti

Amato 

Berlusconi 

Ciampi

D’alema

Dini

Prodi 

Monti

Letta

Renzi 

Gentiloni

Per amor di patria, non voglio considerare quante volte si sono ripetute queste incommensurabili faccediculo ( record assoluto lo psiconano) 

per finire non considerate le ragliate del mezzoscemo pisano.  La sua insufficiente scolarizzazione non gli permette neanche lontanamente di afferrare i concetti di una ACB. 

Molto probabilmente il pisano deve aver consolidato in giovane età, un forte legame con la parte posteriore della lavagna e l’inginocchiatoio ravvivato costantemente con ceci secchi.

😀😂

BrM

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, shinycage ha scritto:

Dal 1991 ad oggi hanno governato in ordine:

Andreotti

Amato 

Berlusconi 

Ciampi

D’alema

Dini

Prodi 

Monti

Letta

Renzi 

Gentiloni

Per amor di patria, non voglio considerare quante volte si sono ripetute queste incommensurabili faccediculo ( record assoluto lo psiconano) 

per finire non considerate le ragliate del mezzoscemo pisano.  La sua insufficiente scolarizzazione non gli permette neanche lontanamente di afferrare i concetti di una ACB. 

Molto probabilmente il pisano deve aver consolidato in giovane età, un forte legame con la parte posteriore della lavagna e l’inginocchiatoio ravvivato costantemente con ceci secchi.

😀😂

BrM

 

 

 

 

Ahahahahah , ti darò una grossa delusione Rose’s becco perdipiu’ cecato . Mi sono sempre distinto come tra i più bravi della classe . Insomma , un po’ come Rose tra i Kuli !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Egregio Aha.ha, come ha detto il grande Crozza, e come testimonia la Stampa di Torino, sono almeno 28 anni, ripeto VENTOTTO ANNI, che i poteri forti e i mangiatori del denaro pubblico ce la menano con questa storiella della vecchia (ma tuttora efficiente) linea ferroviaria prossima alla saturazione, e di un inutile e costoso buco nella montagna che sarebbe necessario, urgente, addirittura "vitale" per l'intera economia nazionale. E nel 2019 ci provano ancora! Hai presente gli avvoltoi? Quando avvistano un elefante stanco e moribondo ci svolazzano intorno per ore, giorni, settimane, non si arrendono finché non è morto e non possono divorarselo. I divoratori del denaro pubblico stanno facendo la stessa cosa, da 28 anni, per il TAV e i relativi miliardi (nostri), ma l'elefante stanco e moribondo qui è la ragione, l'onestà e il buon senso collettivo di un paese che voleva rialzarsi, ma lor signori non vogliono. Ho citato Di Maio, se avesse letto quell'articolo (o glielo avessero letto) avrebbe avuto ragione per piangere: all'epoca aveva 5 anni. Mentre il Bomba ne aveva 13, faceva il boy scout e già raccontava frottole agli amichetti. Alla lunga (nel 2013, 22 anni dopo) si accorse perfino lui che quella era un'opera "fuori tempo" e lo scrisse in un libro dove la inserì tra le cose da rottamare. Poi ha cambiato idea, come una banderuola o come un avvoltoio cui ritorna l'appetito. E ora dice pure lui che quel buco nella montagna è vitale, senza quel buco l'economia non decolla. Per quanto campato in aria sul piano del diritto e della logica, io quasi quasi un referendum sul TAV lo farei. Solo per capire se gli italiani, dopo 28 anni, sono ancora disposti a prenderlo in un altro buco.

P.s. ora ho capito perché i torinesi chiamano il loro quotidiano La Busiarda.

 

Modificato da fosforo41
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che Di Maio si è messo in una bella situazione.

Al Capitano sta bene così. Fin che il bancomat funziona non ha nessun interesse a stressarsi più di tanto con le lunghe file in banca nel momento in cui gli serve maneggiare i contanti, Per cui, per lui tutto tranquillo. Perché dovrebbe fare cadere il governo dalle uova d'oro?

Tutto il resto per il Capitano altro non è  che optional. Almeno fin che dura, conta solo il risultato finale, a prescindere che si tratti di risultato giusto o meno giusto, di risultato sbagliato o meno sbagliato. Anche perché poi tutto questo, più che un optional, in fondo è un dettaglio.

Domanda. Di Maio ha qualche possibilità di difesa personale? Chissà. Certo che però non ci voleva poi tanto a capirlo da subito come gira, come girava e soprattutto come stava per girare il mondo.

Mai dare troppa confidenza ai maldestri perché si rischia, frequentandoli, di diventare magari non proprio addestrati ma per lo meno diversamente ardestrati. Se ne accorse a suo tempo D'Alema quando si illude di poter contare sulla lealtà di Papy, se ne sta accorgendo ora Di Maio col Capitano.

Vediamo come va a finire.

 

 

 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Certo che Di Maio si è messo in una bella situazione.

Al Capitano sta bene così. Fin che il bancomat funziona non ha nessun interesse a stressarsi più di tanto con le lunghe file in banca nel momento in cui gli serve maneggiare i contanti, Per cui, per lui tutto tranquillo. Perché dovrebbe fare cadere il governo dalle uova d'oro?

Tutto il resto per il Capitano altro non è  che optional. Almeno fin che dura, conta solo il risultato finale, a prescindere che si tratti di risultato giusto o meno giusto, di risultato sbagliato o meno sbagliato. Anche perché poi tutto questo, più che un optional, in fondo è un dettaglio.

Domanda. Di Maio ha qualche possibilità di difesa personale? Chissà. Certo che però non ci voleva poi tanto a capirlo da subito come gira, come girava e soprattutto come stava per girare il mondo.

Mai dare troppa confidenza ai maldestri perché si rischia, frequentandoli, di diventare magari non proprio addestrati ma per lo meno diversamente ardestrati. Se ne accorse a suo tempo D'Alema quando si illude di poter contare sulla lealtà di Papy, se ne sta accorgendo ora Di Maio col Capitano.

Vediamo come va a finire.

 

 

 

Eppure qualche carta da giocare  la avrebbe ancora !! Ma non ha le palle , non c’è niente da fare !! E’ un agnellino pronto a fare , sempre e comunque , la vittima sacrificale . Eppure basterebbe “ far sapere “ per interposta persona , che tra una decina di giorni si vota in Parlamento per decidere o meno se mandare il Capitano a processo o meno . Basterebbe far sapere , sempre per interposta persona , che presto , molto presto ci sarà da votare , sempre in Parlamento , la legge sulla legittima difesa . Chissà se ciò potrebbe o non potrebbe avere un maggior potere “contrattuale” verso il Capitano . Di sicuro compatterebbe i suoi e darebbe segnali di vita finora nemmeno assenti ma addirittura nemmeno abbozzati . Ed il Capitano gioca con O’Fischer come il gatto fa con il tolo  perdipiu’ ingrassando e costringendo invece l’agnellino campano ad una ferrea dieta che lo sta “dimagrendo” sempre più . 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Eppure qualche carta da giocare  la avrebbe ancora !! Ma non ha le palle , non c’è niente da fare !! E’ un agnellino pronto a fare , sempre e comunque , la vittima sacrificale . Eppure basterebbe “ far sapere “ per interposta persona , che tra una decina di giorni si vota in Parlamento per decidere o meno se mandare il Capitano a processo o meno . Basterebbe far sapere , sempre per interposta persona , che presto , molto presto ci sarà da votare , sempre in Parlamento , la legge sulla legittima difesa . Chissà se ciò potrebbe o non potrebbe avere un maggior potere “contrattuale” verso il Capitano . Di sicuro compatterebbe i suoi e darebbe segnali di vita finora nemmeno assenti ma addirittura nemmeno abbozzati . Ed il Capitano gioca con O’Fischer come il gatto fa con il tolo  perdipiu’ ingrassando e costringendo invece l’agnellino campano ad una ferrea dieta che lo sta “dimagrendo” sempre più . 

Ho paura che sia tardi anche per quello. Primo perché bisognerebbe sconfessare il voto on line e sarebbe l'ennesimo dietrofront. Secondo perché non è scontato che l'operazione andrebbe in porto in quei termini per tanti motivi.

Diciamo piuttosto sarebbe comunque un deterrente perché il capitano, secondo me, più che di Di Maio, ha paura di un'altra cosa: finire di nuovo nelle mani di Papy col rischio concreto che lo metta a fare il bunga bunga al posto di Ruby e faccia votare a camere riunite che anche lui è nipote di Mubarak seppure a sua insaputa.

Questo perché, per salvarsi, non avrebbe scampo se non facendo un bel contratto come quelli che solo Silvio sa fare. Tutto in caratteri cubitali, in neretto, sottolineato bene e senza frasi in cui necessiti utilizzare la lente di ingrandimento.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

per decidere o meno se mandare il Capitano a processo o meno

Aaahhh...questa vè' brucia....alla dx...ai grillini...al Gov stesso....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quanta coerenza ma è nel loro DNA evidentemente
safe_image.php?d=AQA0eScdqLWWiX8F&w=540&
QUOTIDIANO.NET
 
Una ricerca per conto dell'Ue che mette in evidenza i vantaggi. Opposizioni all'attacco, ma il capo della Commissione ministeriale difende il suo lavoro: "Due analisi con scopi diversi. Non sono schiavo di Toninelli"
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scrive IlSole24 ore che secondo l'Avvocatura dello Stato la rinuncia, o il rinvio, alla TAV configurerebbe anche il danno erariale, che si aggiungerebbe alla revoca dei contributi UE.

In vita mia non ricordo una così grande manifestazione di incompetenza e sciatteria da parte di un governo.

Ricapitolando brevemente:

1. Analisi costi benefici annunciata a luglio e arrivata a febbraio
2. Obiettivo dichiarato della ACB screditare l'opera
3. ACB sbagliata e con metodologia a dir poco opinabile
4. Toninelli dichiara ACB ineccepibile
5. Nuova versione della ACB (che era ineccepibile) con risultati dimezzati
6. Scadenza prossima dei bandi Telt senza una decisione
7. Proposta ai francesi di minitav
8. Proposta di usare i soldi TAV per la metropolitana di Torino
9. Proposta di sostituire la TAV con il potenziamento del Frejus
10. Vertice Conte-Di Maio--Salvini infruttuoso
11. Rischio perdita 800 milioni di finanziamento UE
12. Rischio accusa di danno erariale
13. Rischio pagamento penali a Francia e UE
14. Danno reputazionale (chi vorrà mai fare accordi con noi?)

Promessa mantenuta!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, questa qui mi ha convinto sul serio:

"Fatela finita con questa tragica pagliacciata. La linea TAV è obsoleta, inutile e dannosa. Una ABERRAZIONE sotto tutti i punti di vista".

No, queste parole forti, chiare, definitive, indirizzate al governo francese e a quello italiano, non vengono da una grillina sfegatata né da un'attivista della Val di Susa. Vengono da una europarlamentare francese, e non un'europarlamentare qualsiasi: è una che ha studiato a fondo la questione, è la presidente della Commissione Trasporti del Parlamento Europeo. E scusate se è poco. Ma sui media di regime questo autorevole j'accuse non ha trovato spazio. Erano tutti presi a dar voce ai vari Chiamparino e madamine di scorta. 

http://www.libreidee.org/2018/01/delli-strasburgo-addio-al-tav-torino-lione-e-aberrante/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

"Mi scusi, ma secondo lei quella è una soluzione? Per me ci dovrebbe essere un limite all'ambiguità". Giovanni Maria Flick ne ha viste tante, da giurista e da ministro, ma non nasconde la sua preoccupazione per la gestione del Governo su alcuni dossier fondamentali, come la Tav Torino-Lione. "Ma vogliamo dire che nella gran confusione delle lingue, ieri non è cambiato nulla? Non sono bandi, ma avis de marchés, le clausole di dissolvenza c'erano, i sei mesi di tempo ai Governi per recedere c'erano, era tutto previsto dalla normativa francese sugli appalti. Si sapeva già tutto; volerlo presentare come una soluzione nuova per risolvere la Tav può avere senso per fini politici, ma mi lascia molto più perplesso sul piano generale".

Dopo la lettera di Giuseppe Conte alla Telt, però, sono tutti contenti.

Io discuto la filosofia alla base di un modo di governare. Vede, le regole e i procedimenti devono servire per arrivare a un risultato, qui sono serviti per non decidere. Ma c'è un limite all'ambiguità per evitare scontri o divisioni, perché in questo modo si disorienta la gente, non è questo il modo per informare l'opinione pubblica, tanto più quando si pensa anche alla soluzione di un referendum.

D'altro canto Giuseppe Conte è un legale, l'Italia è il Paese degli avvocati e delle cause infinite.

Sì, lo abbiamo pensato in molti. A differenza delle cause, però, dove dum pendet rendet (Finchè il processo è pendente, rende), qui finché la causa dura, peggiora la situazione. Oltre a non esserci la prescrizione, non c'è la soluzione. Come le dicevo, qui il metodo ha bloccato il merito: la Tav si fa o non si fa? Perché non abbiamo preso prima una decisione? Cosa può pensare un elettore davanti a questa situazione, come può accettare che abbiano vinto tutti? Forse ciascuno ha perso un po'.

E la soluzione sulla Tav, infatti, è solo rimandata.

La dichiarata ambiguità della lettera del presidente del Consiglio alla Telt è dovuta alla volontà di evitare che si cristallizzi lo scontro e al tentativo di dare a ciascuno nella maggioranza quello che si vuole sentire dire. Resta un pretesto tecnico per perdere tempo e fra sei mesi Dio vede e provvede. Nel frattempo ci sono le elezioni europee e regionali in Piemonte.

Si prospetta un referendum popolare sulla Tav. Come dovrebbe funzionare?

Non ho le idee chiare, come molti altri. Devono essere sentiti i piemontesi che sono i primi a godere, o a soffrire, dell'opera, oppure tutti gli italiani che pagano per la realizzazione del tunnel? Ma a mio avviso c'è un problema più grande, che riguarda anche la riforma che si vuole introdurre sul referendum propositivo: servono condizioni di particolare chiarezza e trasparenza, altrimenti si arriva a risposte falsate. Guardiamo cosa è avvenuto per la Brexit, che oltretutto era un referendum consultivo: il giorno dopo una votazione in cui ha prevalso la via dell'istinto e dell'emozione, si è detto che forse abbiamo sbagliato. Ma pensiamo anche alla consultazione interna ai 5 stelle sul caso Diciotti, quando si votava Sì per fare No e viceversa. Chiarezza e trasparenza sono fondamentali: sono il segreto della nostra Costituzione, che si regge ancora nonostante contenga profili di compromesso, per l'estrema semplicità del linguaggio che consente a tutti di capirla e di seguirla o di rifiutarla.

Nove mesi fa si era fatto anche il suo nome come possibile premier del Governo gialloverde. Con il senno di poi, lo farebbe?

Per carità, io le posso confermare che per governare non mi piacciono i contratti, che sono strumenti tipicamente privatistici. Facilitano il do ut des fra interessi contrapposti, ma non sono il modo per affrontare temi di Governo e risolverli per l'interesse generale. E poi non si può essere l'avvocato del popolo italiano, perché si è sempre avvocato di una delle parti in causa; fra l'altro non credo che nel caso della Tav l'interesse del popolo italiano sia quello di continuare a non decidere e prima ancora di non capire.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahah   serio     ma   facci  ridire ....  Infatti  i cosidetti  bandi li fanno  come   li  avrebbero  fatti senza  la  sua lettera  cioè quella   del  burattino in  mano alla casaleggio  & co . che  presa  per  c..o  agli   italiani...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Molto, molto interessanti anche le opinioni dei follower di Salvini sul TAV.  25 pagine di commenti a questo tweet del fantasioso ministro dell'Interno:

#Tav infrastruttura voluta dalla maggior parte degli italiani

Davvero? Leggete i commenti. 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/08/salvini-i-suoi-follower-lo-criticano-sul-tav-non-ce-ne-frega-niente-serve-altro-se-fai-cadere-il-governo-non-ti-voto-piu/5022793/4

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Molto, molto interessanti anche le opinioni dei follower di Salvini sul TAV.  25 pagine di commenti a questo tweet del fantasioso ministro dell'Interno:

#Tav infrastruttura voluta dalla maggior parte degli italiani

Davvero? Leggete i commenti. 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/08/salvini-i-suoi-follower-lo-criticano-sul-tav-non-ce-ne-frega-niente-serve-altro-se-fai-cadere-il-governo-non-ti-voto-piu/5022793/4

I giallo verdi Sono  ciarlatani , caxxari, incoerenti, bugiardi  voltagabbana peggio  di  quello da  Rignano  Questo  è.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

52940812_321908838464235_6432404895235571712_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=52b275905d45c4465e8a9502161d084c&oe=5D236931

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, pm610 ha scritto:

Ahahahah   serio     ma   facci  ridire ....  Infatti  i cosidetti  bandi li fanno  come   li  avrebbero  fatti senza  la  sua lettera  cioè quella   del  burattino in  mano alla casaleggio  & co . che  presa  per  c..o  agli   italiani...

 

Certo  è  pagato dal  Piddi  sia  mai...comunque   è  o era  uno  dei  loro  come  tanti  epurati  come  il  sindaco  di  Parma

https://www.michelesantoro.it/2019/03/nicola-biondo-casaleggio-m5s/?fbclid=IwAR24TrSiOZ8YG6FvHwzKcSQXq_yt3VVb1k8_OkdYCPeA5BNJma4pLJ49E0E

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esemplare  caxxaro cialtrone 

https://www.facebook.com/micheleanzaldiufficiale/videos/298182144184848/

Fuga Di Maio da stampa ripresa dalla cronista di Repubblica Annalisa Cuzzocrea sbugiarda meglio di 100 articoli la sceneggiata sulla Tav: Di Maio scappa per non rispondere della supercazzola firmata Conte-Casalino che ha danneggiato l'Italia. 
Ma un ministro può permettersi di scappare dalle domande?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora