Femminicidi, uxoricidi, violenza sulle donne: uomini senza vergogna né dignità!

Ormai alle donne, in quest'ultimo periodo, sta succedendo di tutto

fidanzati, mariti, ex, figli, padri eccc...

vittime, a volte ingenue e inconsapevoli e a volte martoriate

ma gli uomini, e questo è uno sfogo, non hanno più né vergogna né dignità? è il periodo storico, è la crisi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

la forza morale delle donne li sta distruggendo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusate eh, io dovrei essere indignata i quanto donna, ma gli omicidi femmiili (la parola femminicidi è un orrore) sono in calo da ben 13 anni!

è vero, non è sufficiente, ma bisogna smetterla di dare false ***!

Scopriamo infatti innanzitutto che sono in calo, nel 2014 sono state uccise 0,47 donne ogni 100mila abitanti, una proporzione che non solo è quasi un terzo di quella degli uomini, 1,11, ma è anche inferiore a quella dei primi anni 2000, per esempio allo 0,65 del 2003.  (da fonti istat)

http://www.truenumbers.it/dati-femminicidi/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

fa nulla

quello che conta mica è la verità...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

tra l'altro sono d'accordo con la giornalista dell'huffington post (italiana) che a giugno dello scorso anni scriveva che chi gonfia i dati sulle violenze verso le donne in realtà le alimenta.

http://www.huffingtonpost.it/paola-tavella/dati-femminicidio_b_10416368.html

 

amelia sono d'accordo con te che a dire le mezze verità si fa solo del danno, ma oltre al dato che riporti tu ce n'è un altro dell'Organizzazione Mondiale della Salute che dovrebbe farci riflettere sulle dimensioni del fenomeno anche se l'Istat parla di un calo delle violenze in Italia

cito: «Un problema sanitario di dimensioni epidemiche», lo ha definito ieri il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Margaret Chan, presentando il più grande studio mai fatto sugli abusi fisici e sessuali subiti dalle donne in tutte le regioni del pianeta. Questi i dati più impressionanti emersi dall’analisi di 141 ricerche effettuate in 81 Paesi. Il 35% delle donne subisce nel corso della vita qualche forma di violenza.

Ecco finché il fenomeno non viene affrontato come tale «un problema sanitario di dimensioni epidemiche», le violenze potranno anche diminuire ma le atrocità dei fatti no

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, aljadida5 ha scritto:

amelia sono d'accordo con te che a dire le mezze verità si fa solo del danno, ma oltre al dato che riporti tu ce n'è un altro dell'Organizzazione Mondiale della Salute che dovrebbe farci riflettere sulle dimensioni del fenomeno anche se l'Istat parla di un calo delle violenze in Italia

cito: «Un problema sanitario di dimensioni epidemiche», lo ha definito ieri il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Margaret Chan, presentando il più grande studio mai fatto sugli abusi fisici e sessuali subiti dalle donne in tutte le regioni del pianeta. Questi i dati più impressionanti emersi dall’analisi di 141 ricerche effettuate in 81 Paesi. Il 35% delle donne subisce nel corso della vita qualche forma di violenza.

Ecco finché il fenomeno non viene affrontato come tale «un problema sanitario di dimensioni epidemiche», le violenze potranno anche diminuire ma le atrocità dei fatti no

dida, che non basta e che è una tragedia, l'ho scritto io per prima, forse avresti dovuto leggere gli altri miei interventi. però sono anche contenta che finalmente si vada dalla parte giusta. c'è tanta, troppo strada da fare, ma un inizio è sempre un inizio, o no?

e, oltre tutto, non sono l'unica a pensarla i questo modo, per quanto ne so.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

dida, che non basta e che è una tragedia, l'ho scritto io per prima, forse avresti dovuto leggere gli altri miei interventi. però sono anche contenta che finalmente si vada dalla parte giusta. c'è tanta, troppo strada da fare, ma un inizio è sempre un inizio, o no?

e, oltre tutto, non sono l'unica a pensarla i questo modo, per quanto ne so.

si va nella direzione giusta perché le donne hanno iniziato a rimboccarsi le maniche, perché se n'è iniziato a parlare e chi ha subito violenza ha iniziato a vivere la propria condizione come colpevole ma come vittima

eppure se leggi qua ti accorgerai che no, non si sta andando nella direzione giusta perché i fondi per ai centri antiviolenza non sono mai l'anno scorso non sono arrivati

http://27esimaora.corriere.it/articolo/i-fondi-mai-dati-ai-350-centri-antifemminicidio/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli uomini stanno attraversando una crisi di identità e nell'indecisione tra maschio alfa e bete scelgono di far ricorso a quello che li ha contraddistinti  per  secoli la forza bruta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dida, stiam parlando di 2 cose diverse.

io sto dicendo ce i giornalisti fanno falsa informazione lo stesso vale per gli altri reati,non solo per quelli cheriguardano le donne.

il problema, perchè un problema esiste, andrebbe affrontato in maniera diversa. è inutile che ocntinui a riportarmi dati che conosco e che, in  alcuni cas iho postato già io senza che nessuno li leggesse.

ioho solo scritto che i giornalisti MENTONO e alimentano un clima di terrore e di violenza da parte degli uomi (tanto lo fan tutti, figurati se beccano proprio me!)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ameliadespell ha scritto:

dida, stiam parlando di 2 cose diverse.

io sto dicendo ce i giornalisti fanno falsa informazione lo stesso vale per gli altri reati,non solo per quelli cheriguardano le donne.

il problema, perchè un problema esiste, andrebbe affrontato in maniera diversa. è inutile che ocntinui a riportarmi dati che conosco e che, in  alcuni cas iho postato già io senza che nessuno li leggesse.

ioho solo scritto che i giornalisti MENTONO e alimentano un clima di terrore e di violenza da parte degli uomi (tanto lo fan tutti, figurati se beccano proprio me!)

io dico per fortuna che ne parlano, anche se potebbero farlo meglio, perché così tengono viva l'attenzione su un problema più grande di noi

ovvio nel giornalismo, come in ogni altro settore ci sono i cani ma anche chi mantiene una certa professionalità

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, aljadida5 ha scritto:

io dico per fortuna che ne parlano, anche se potebbero farlo meglio, perché così tengono viva l'attenzione su un problema più grande di noi

ovvio nel giornalismo, come in ogni altro settore ci sono i cani ma anche chi mantiene una certa professionalità

io preferirei  ne parlassero in maniera reale, dando lo stesso risalto alle notizie cattive come a quelle buone, altrimenti si rischia di creare false ***, odi immotivati e fare più danni di quantisi tenti di risolverne.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ameliadespell ha scritto:

io preferirei  ne parlassero in maniera reale, dando lo stesso risalto alle notizie cattive come a quelle buone, altrimenti si rischia di creare false ***, odi immotivati e fare più danni di quantisi tenti di risolverne.

questo in generale, non solo per quel che riguarda la violenza sulle donne

però facci caso le notizie brutte attirano più di quelle belle, questo è un dato di fatto e i primi complici di questo meccanismo perverso siamo noi lettori

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, aljadida5 ha scritto:

questo in generale, non solo per quel che riguarda la violenza sulle donne

però facci caso le notizie brutte attirano più di quelle belle, questo è un dato di fatto e i primi complici di questo meccanismo perverso siamo noi lettori

esattamente dove volevo arrivare io.

poi sono d'accordo con te che una piccola buona notizia non voglia dire aver risolto il problema, tanto ancora ci sarebbe da fare. tra cui politiche serie contro le violenze, leggi più restrittive, sensibilizzazione dell'opinione pubblica (soprattutto femminile).

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lala-mustan1 ha scritto:

Gli uomini stanno attraversando una crisi di identità e nell'indecisione tra maschio alfa e bete scelgono di far ricorso a quello che li ha contraddistinti  per  secoli la forza bruta

Questo devo dire che lo condivido interamente

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

fosse x me, sti mezzi uomini, una volta presi e constatata la loro colpevolezza, siccome la legge gli fa fresco, li manderei alla vivisezione.

si salvano animali innocenti;  la ricerca ha finalmente risposte mirate, precise;  la società si toglie dalle scatole degli scarafaggi inutili, gente ke nn serve a nessuno.

Modificato da uvabianca111

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963