tagliati ifondi.la chiesa prende provvedimenti

Bastava tagliare i soldi per l’accoglienza, per dare il via ad un fuggi fuggi generale.

I cosiddetti profughi fanno le valigie e se ne vanno da Casazza e anche da San Paolo d’Argon, nella Bergamasca.

La cooperativa Ruah, legata alla diocesi di Bergamo, ha infatti deciso di smobilitare i siti occupati per 5 anni.

Dal 2014 i locali parrocchiali di San Paolo d’Argon e la casa di riposo delle Angeline erano stati infatti occupati dai profughi arrivati in massa in valle Cavallina, perché la loro presenza rendeva, eccome se rendeva. Ora non rende più, e allora si potrà tornare ad ospitare gli anziani.

viene da chiedersi:perchè non l'hanno fatto quelli di prima?????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963