il cattivo gusto della sx non si ferma neppure davanti alle disgrazie altrui

16 messaggi in questa discussione

Il cattivo gusto della sx....che razza di ipocriti....proprio la dx sostenitrice di pregiudicati tipo berlu, presto salvi.....quando offendeva la Montalcini...quando offende la Boldrini...quando offende senza mezzi termini chiunque si permetta di contestare.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Il cattivo gusto della sx....che razza di ipocriti....proprio la dx sostenitrice di pregiudicati tipo berlu, presto salvi.....quando offendeva la Montalcini...quando offende la Boldrini...quando offende senza mezzi termini chiunque si permetta di contestare.....

non mi risulta che le persone che menzioni erano in gravi malattie...se sono state offese,erano per altri ragioni-..non per malattie

che figura di m.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

non mi risulta che le persone che menzioni erano in gravi malattie...se sono state offese,erano per altri ragioni-..non per malattie

che figura di m. che mi tocca fare.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una delle più ridicole ipocrisie della nostra società è l'avere sdoganato (entro certi limiti) il sesso e trasformato la morte in un tabù. Sfido chiunque a trovare un manifesto funebre o un necrologio dove ci sia scritto, senza vani e ridicoli giri di parole, "è morto tal dei tali". E invece sono ambedue fenomeni assolutamente naturali di cui si potrebbe e dovrebbe parlare, come avveniva nelle società primitive, con assoluta naturalezza. Orbene, poiché la satira, per sua natura, è trasgressiva, cioè infrange i tabù, perché scandalizzarsi di una vignetta che parla della morte, in cui anzi la Morte è protagonista? La morte è un tabù perché definisce in modo inesorabile e impietoso il limite e la debolezza umana. É la "livella" di Totò che  pareggia teleologicamente la sorte e la dignità degli uomini, dal più miserabile al più ricco o potente. E in quanto tale la morte è da sempre uno dei temi più ricorrenti nella satira. Mi si dirà: ma il personaggio in questione (Bossi) non è ancora passato a miglior vita (cioè non è ancora morto), ma è ricoverato in ospedale, dunque è irrispettoso nonché di cattivo auspicio parlare della sua eventuale morte (che in ogni caso prima o poi arriverà). Già, ma proprio per questo la vignetta funziona e la satira raggiunge il suo scopo, che non è quello di offendere le persone ma di pungere, di stimolare con una punta di spillo la riflessione dello spettatore o del lettore. A mio modesto avviso questa del vignettista del FQ è una vignetta riuscitissima. 

Riuscita ed esilarante anche la freddura del giorno, sempre dal Fatto (e dal forum di spinoza.it): 

Berlusconi: "Torno per aprire gli occhi agli italiani".

Quindi, tenete strette le chiappe.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, director12 ha scritto:

Umberto Bossi, la furia del Trota contro Marco Travaglio: "Uno schifo". L'infamata contro il padre malato

Vignetta apparsa sul FATTO QUOTIDIANO, giornale che sostiene apertamente il M5S al governo con la Lega fondata dal Senatur Bossi.

Il che dimostra solo quanto sei crettino.

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Una delle più ridicole ipocrisie della nostra società è l'avere sdoganato (entro certi limiti) il sesso e trasformato la morte in un tabù. Sfido chiunque a trovare un manifesto funebre o un necrologio dove ci sia scritto, senza vani e ridicoli giri di parole, "è morto tal dei tali". E invece sono ambedue fenomeni assolutamente naturali di cui si potrebbe e dovrebbe parlare, come avveniva nelle società primitive, con assoluta naturalezza. Orbene, poiché la satira, per sua natura, è trasgressiva, cioè infrange i tabù, perché scandalizzarsi di una vignetta che parla della morte, in cui anzi la Morte è protagonista? La morte è un tabù perché definisce in modo inesorabile e impietoso il limite e la debolezza umana. É la "livella" di Totò che  pareggia teleologicamente la sorte e la dignità degli uomini, dal più miserabile al più ricco o potente. E in quanto tale la morte è da sempre uno dei temi più ricorrenti nella satira. Mi si dirà: ma il personaggio in questione (Bossi) non è ancora passato a miglior vita (cioè non è ancora morto), ma è ricoverato in ospedale, dunque è irrispettoso nonché di cattivo auspicio parlare della sua eventuale morte (che in ogni caso prima o poi arriverà). Già, ma proprio per questo la vignetta funziona e la satira raggiunge il suo scopo, che non è quello di offendere le persone ma di pungere, di stimolare con una punta di spillo la riflessione dello spettatore o del lettore. A mio modesto avviso questa del vignettista del FQ è una vignetta riuscitissima. 

Riuscita ed esilarante anche la freddura del giorno, sempre dal Fatto (e dal forum di spinoza.it): 

Berlusconi: "Torno per aprire gli occhi agli italiani".

Quindi, tenete strette le chiappe.

 

Questa volta il copia incolla ti e’ venuto bene . Infatti non hai aggiunto niente se non il solito elogio al Falso Quotidiano.  Vediamo se ritieni satira anche questa , sempre sul Falso,  e dello stesso vignettista . Su ?? Prova a darcene una spiegazione sociologica e teologica . Se anche questa e’ una vignetta riuscita ed esilarante , crettino !! 

7E8FCC58-7CB0-42A6-9E2C-578298F76F5D.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Questa volta il copia incolla ti e’ venuto bene . Infatti non hai aggiunto niente se non il solito elogio al Falso Quotidiano.  Vediamo se ritieni satira anche questa , sempre sul Falso,  e dello stesso vignettista . Su ?? Prova a darcene una spiegazione sociologica e teologica . Se anche questa e’ una vignetta riuscita ed esilarante , crettino !! 

7E8FCC58-7CB0-42A6-9E2C-578298F76F5D.jpeg

Ci sono vignette del FQ molto meglio riuscite, per esempio :

1549960650126.JPG--abruzzo__vauro_fa_massacrare_luigi_di_maio__la_vignetta_che_lo_inchioda_dopo_le_elezioni.jpeg

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Sfido il noto falsario e copiancollatore pisano a indicare una sola riga del mio precedente post che non sia farina del mio sacco, e a indicare da dove l'avrei copiata. Se la trova, io chiedo scusa e abbandono il forum. Se non la trova, faccia il favore lui di liberarci dalla sua inutile e fastidiosa presenza (da un maleducato non posso pretendere che chieda scusa). En passant, informo questo semianalfabeta che la teologia e la teleologia sono cose distinte e separate.

Ma, visto che in questa discussione si parla di SATIRA, voglio effettivamente copiaincollare un paio di link su un oggetto da tempo facilmente reperibile sulle bancarelle. Non solo qui a Napoli, ma a quanto pare un po' dovunque se fate una ricerca su Google/immagini. E su quel bisogno naturale e fisiologico, ancorché tuttora lievemente tabù, che accomuna tutti noi esseri umani e le specie animali, e che in quanto tale è un altro dei temi preferiti dalla satira (molto amato, per es. dal grande Daniele Luttazzi):

https://www.google.com/search?q=renzi+carta+igienica&client=tablet-android-datamatic&prmd=inv&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwitgqrN08LgAhUDmrQKHQAfAsIQ_AUoAXoECAwQAQ&biw=1280&bih=800#imgrc=htohfTHXZjDxQM

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/16/e-ora-matteo-renzi-querela-pure-la-satira-e-marco-travaglio-denuncia-per-un-rotolo-di-carta-igienica-con-la-sua-faccia/4976951/

Mi limito a dire che tristi, infelici (e poco democratici) sono quei paesi dove viene compresso il diritto alla satira e allo sberleffo. E che rendono la vita (e il lavoro) difficile a premi Nobel come Dario Fo, a comici geniali come Daniele Luttazzi, a grandi giornalisti e fustigatori del potere come Marco Travaglio. Il quale in innumerevoli dirette tv o web da casa sua era apparso avendo alle spalle un soprammobile a forma di pupazzo dalle sembianze di un noto politico di Arcore, senza mai ricevere querele. Ma non tutti hanno il senso dell'ironia, non tutti riescono a non prendersi sul serio, non tutti i palati tollerano quella spezia piccante chiamata satira che è un necessario ingrediente della democrazia. Certi politici poi, invece di sporgere querele, farebbero forse meglio a interrogarsi sugli errori che, dall'iniziale e quasi unanime coro di consensi, da sinistra al centro e a destra, li hanno ridotti a finire sulla carta igienica.

 

 

 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

non mi risulta che le persone che menzioni erano in gravi malattie...se sono state offese,erano per altri ragioni-..non per malattie

che figura di m.

 

Che fai....alle sudette persone furono prospettate ben altre offese..https://www.fanpage.it/gli-insulti-a-rita-levi-montalcini/

qualche offesa alle tante fatte alla Montalcini e non da giornaletti di satira ma dà persone in Parlamento...e faccia grazia delle altre...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ci sono dei limiti in cui la buona creanza dovrebbe impedire di abbassarsi a certe stupidaggini scritte o disegnate.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, uvabianca111 ha scritto:

ci sono dei limiti in cui la buona creanza dovrebbe impedire di abbassarsi a certe stupidaggini scritte o disegnate.

Toh, ci troviamo d'accordo....Ma il richiamo alla "buona creanza"  vale anche per le vignette offensive di Gesù e di Maometto ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Vignetta apparsa sul FATTO QUOTIDIANO, giornale che sostiene apertamente il M5S al governo con la Lega fondata dal Senatur Bossi.

Il che dimostra solo quanto sei crettino.

spiacente darti una delusione:il sottoscritto non guarda ceti giornali,,.se cosi' vogliamo chiamarli:

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13430924/umberto-bossi-furia--trota---marco-travaglio-vignetta-natangelo.html

quindi,guardati allo specchio,e dici 100 volte:sono uno stolto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Toh, ci troviamo d'accordo....Ma il richiamo alla "buona creanza"  vale anche per le vignette offensive di Gesù e di Maometto ??

la "buona creanza" é come la Divina Provvidenza: nn deve aver limiti.

tra i tanti proverbi, considerati la saggezza dei popoli, uno recitava così:  skerza coi fanti e lascia stare i santi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, director12 ha scritto:

spiacente darti una delusione:il sottoscritto non guarda ceti giornali,,.se cosi' vogliamo chiamarli:

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13430924/umberto-bossi-furia--trota---marco-travaglio-vignetta-natangelo.html

quindi,guardati allo specchio,e dici 100 volte:sono uno stolto...

L'originale apparve sul Fatto Quotidiano, il ciarpame da lei letto riportava la vignetta di seconda mano.

Stolto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

la "buona creanza" é come la Divina Provvidenza: nn deve aver limiti.

tra i tanti proverbi, considerati la saggezza dei popoli, uno recitava così:  skerza coi fanti e lascia stare i santi.

E due volte che ci troviamo in sintonia. Però quando scherza coi fanti, sia prudente.......i soldatini giovani hanno il testosterone alto !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/2/2019 in 23:54 , cortomaltese-*** ha scritto:

E due volte che ci troviamo in sintonia. Però quando scherza coi fanti, sia prudente.......i soldatini giovani hanno il testosterone alto !!!

apprezzabile il suo sforzo di voler essere spiritoso; peccato abbia aggiunto ironia a buon mercato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora