vuolle tornare in italia.in siria la prigione è troppo dura

Marocchino nato in Italia. Samir Bougana, 24 anni, è il futuro se non abroghiamo i ricongiungimenti familiari e non torniamo allo ius sanguinis.

 

E’ uno dei 130 foreign fighters (immigrati o figli di immigrati andati a combattere con ISIS) arruolati dal Califfato in Italia.

E ora il terrorista vorrebbe tornare in Italia: è stato arrestato e che ha scoperto che la vita nelle carceri siriane è «dura».

«Io sono cresciuto in Italia, per i prigionieri siriani e arabi è normale stare lì dentro, il cibo non è il massimo, le stanze sono piccole, la luce non c’è. Spero di uscire da qui, anche se andrò in prigione in Italia è sicuramente meglio», spiega adesso, dicendosi «pentito» di essere partito per unirsi all’Isis e di essere pronto a pagare «se devo pagare per quello che ho fatto». La sua speranza, però, è «tornare e vivere libero».qualche frangia politica lo coccolerebbe uno cosi'....in tv,nei memoriali....nei palchi...che carriera spianata!!

In Marocco, non in Italia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963