se il M5S cala le braghe anche sulla TAV 2 sono le cose

1)  ormai anche loro sono attaccati alla poltrona quindi tempo qualche anno, forse meno, e scompariranno considerato che non hanno gli appoggi esterni che hanno a DX e SX :

2) hanno capito, prima della lega, che la situazione economica sta sfuggendo di mano quindi meglio lasciare il cerino in mano al CDX, viceversa alla prossima finanziaria sia loro che la lega scompariranno lasciando di nuovo il paese in mano a PD e FI (poveri noi dalla padella all'inferno).

Alla fine sia nel primo che nel secondo caso vincerà l'astensionismo come stiamo vedendo in tutte le amministrative e, molto probabilmente anche alle europee.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

Attaccati alla Tav. Pur di non perdere il treno del consenso, che ormai vedono sfilare via veloce come un Frecciarossa, i Cinquestelle cavalcano la tigre della Torino-Lione. Oggi, tramite quella Gazzetta *** del governo che è diventato il Fatto Quotidiano, abbiamo tutti potuto capire quale truffa sia il fantomatico dossier costi/benefici sulla Tav. Già il fatto che sia stato curato dal Prof. Ponti, storico antagonista della Torino- Lione, la dice lunga. E basta leggere questo passaggio, vergato dall'esimio militante No-Tav, per comprendere la portata bufalara dell'analisi. Scrive Ponti: "il beneficio economico conseguente alla possibilità di instradare treni lunghi e pesanti, reso possibile dall'opera in esame, sommato alla riduzione delle esternalità negative, risulta minore della perdita di accise e di pedaggi". Vale a dire che stiamo barattando la valenza dell'impatto ambientale odierno e futuro della Tav con la perdita economica attuale del costo della benzina dei Tir e dei pedaggi che i camion non pagheranno più ai concessionari autostradali. Tutto chiaro? La visione finto ambientalista dei grillini si è schiantata sull'incasso della benzina! Ma non ci stupiamo più di tanto, dopo il condono della case abusive di Ischia. C'è però altro, perché oltre ad aver computato come negatività il mancato incasso del carburante e dei pedaggi, hanno anche mentito sui veri costi dell'opera: viene indicato un costo complessivo di 12 miliardi ma è un dato falso, gonfiato di 1,2 miliardi. Il costo della Tav che compete all'Italia viene dichiarato di 5,5 miliardi quando e' in realtà di 3.: hanno volutamente omesso il 40% del contributo UE. Sono disonesti e lo sanno: hanno dichiarato che la Tav è un'opera strettamente regionale, come se all'Europea interessasse il trasporto dei prodotti tipici piemontesi e non alimentare un traffico merci con l'Italia. Adesso basta, vi diamo noi i veri dati per l'interruzione dell'opera: 75 milioni di euro per il blocco dei lavori, 3,4 miliardi di risorse europee bruciate e 2 miliardi in mancati risarcimenti e rimborsi. La verità, vi prego, sulla Tav!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ok! Allora quali sono i conti giusti?

 

sicuramente quelle di PM71 lui è un tuttofare politico, matematico, economista insomma sa di tutto e fare tutto come il suo amico marketta se non sbaglio hanno almeno una decina di lauro ops lauree il lauro serve x togliere il mal di pancia quello che mi fanno venire quando leggo i loro tagli&cuci ops incolla.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, monello.07 ha scritto:

sicuramente quelle di PM71 lui è un tuttofare politico, matematico, economista insomma sa di tutto e fare tutto come il suo amico marketta se non sbaglio hanno almeno una decina di lauro ops lauree il lauro serve x togliere il mal di pancia quello che mi fanno venire quando leggo i loro tagli&cuci ops incolla.

Ma che dici , Monellebete !! Mi sun un collega di Ahaha.ha . Mi sun un poareto contadino. Ostreghéta !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, no signor monello non badi a quel che dice il sig mark, il contadino sono io, lui è l'agricoltore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

No, no signor monello non badi a quel che dice il sig mark, il contadino sono io, lui è l'agricoltore.

lui cos'è un coglicoltore ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda Monello che sul Tav si sono calati le braghe da tempo tutti gli altri, cioè i Sì TAV, quelli che sostengono da anni un progetto che, come sanno perfettamente, come tutti hanno SEMPRE saputo, è una inutile, colossale, costosissima ca.gata. Lo sapeva perfino Renzi, e fin dal 2013 quando scrisse che era un'opera "inutile", "un investimento fuori scala e fuori tempo". All'epoca sembrava un promettente uomo nuovo, un pragmatico rottamatore pronto a rottamare il TAV insieme alle cariatidi della politica (e pure gli F-35), poi da premier si calò le braghe come tutti gli altri, anteponendo gli interessi degli affaristi a quelli del paese. Se il bilancio costi/benefici si giocasse sul filo di poche centinaia di milioni ci sarebbe forse spazio per qualche opinione contraria, per qualche dissenso in buona fede. Ma qui c'è uno squilibrio di 7/8 miliardi e allora: o si producono cifre, tabelle, grafici, analisi serie e approfondite in grado di smentire NEL MERITO la relazione dei tecnici (ma NESSUNO lo fa) oppure si è in TOTALE MALAFEDE. Per molti è una forma di prostituzione intellettuale prima che politica. Se il dittatore coreano Kim decidesse di scavare un buco inutile, i suoi cortigiani applaudirebbero ed esalterebbero l'opera esattamente come questi esseri inutili nostrani fanno per il TAV. Perché un'opera inutile può essere sostenuta solo dagli inutili. Gli italiani dovrebbero ricordarsene in cabina  elettorale. Ma intanto dovrebbe intervenire la Corte dei Conti per individuare le responsabilità in relazione alle somme già spese per quello che è SEMPRE stato uno spreco colossale e palese. Ma quali sono le esatte motivazioni dei cortigiani del TAV? Le spiega molto meglio di me il torinese Travaglio, uno che la faccenda la studia a fondo da decenni, in questo splendido, illuminante, godibilissimo articolo. 

https://infosannio.wordpress.com/2019/02/13/i-vedovi/

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Guarda Monello che sul Tav si sono calati le braghe da tempo tutti gli altri, cioè i Sì TAV, quelli che sostengono da anni un progetto che, come sanno perfettamente, come tutti hanno SEMPRE saputo, è una inutile, colossale, costosissima ca.gata. Lo sapeva perfino Renzi, e fin dal 2013 quando scrisse che era un'opera "inutile", "un investimento fuori scala e fuori tempo". All'epoca sembrava un promettente uomo nuovo, un pragmatico rottamatore pronto a rottamare il TAV insieme alle cariatidi della politica (e pure gli F-35), poi da premier si calò le braghe come tutti gli altri, anteponendo gli interessi degli affaristi a quelli del paese. Se il bilancio costi/benefici si giocasse sul filo di poche centinaia di milioni ci sarebbe forse spazio per qualche opinione contraria, per qualche dissenso in buona fede. Ma qui c'è uno squilibrio di 7/8 miliardi e allora: o si producono cifre, tabelle, grafici, analisi serie e approfondite in grado di smentire NEL MERITO la relazione dei tecnici (ma NESSUNO lo fa) oppure si è in TOTALE MALAFEDE. Per molti è una forma di prostituzione intellettuale prima che politica. Se il dittatore coreano Kim decidesse di scavare un buco inutile, i suoi cortigiani applaudirebbero ed esalterebbero l'opera esattamente come questi esseri inutili nostrani fanno per il TAV. Perché un'opera inutile può essere sostenuta solo dagli inutili. Gli italiani dovrebbero ricordarsene in cabina  elettorale. Ma intanto dovrebbe intervenire la Corte dei Conti per individuare le responsabilità in relazione alle somme già spese per quello che è SEMPRE stato uno spreco colossale e palese. Ma quali sono le esatte motivazioni dei cortigiani del TAV? Le spiega molto meglio di me il torinese Travaglio, uno che la faccenda la studia a fondo da decenni, in questo splendido, illuminante, godibilissimo articolo. 

https://infosannio.wordpress.com/2019/02/13/i-vedovi/

Caro Monellebete , sulla Tav si sono calati le braghe tutti . Compresi i No Tav che sanno perfettamente che e’ un’opera utile , finanziata per oltre la metà dalla Cee e per oltre la rimanente metà pagata dai Francesi . Non credere a quei cazzari che ti dicono che anche Renzi era contrario . Non e’ vero !! Ora ti pubblico quel che testualmente disse Renzi in relazione alla Tav . Disse :” Se ci fossero state delle alternative forse sarebbero state più economiche , ma giunti a questo punto e non essendoci alternative , non si può perdere la faccia e sperperare le risorse finora investite “. Questo disse e ti prego di non credere a quel che dicono i cialtroni da qualsiasi regione provengono . Se vengono da Napoli considerala una aggravante . Quindi non credere che Renzi si sia calato le braghe . Quelli che se le sono calate sono  quelli che contrari agli F35 al punto da voler rimandare al mittente quelli già acquistati , ora ne acquistano in numero maggiore , sono quelli che non volevano le perforazioni marittime ed ora elargiscono licenze alle società estrattrici, sono quelli contrari ai condoni ed in meno di 5 mesi ne hanno già fatti 2, sono quelli del No tip da bloccare in 48 ore ed ora ferventi sostenitori . Sulla Tav e’ tutto chiaro !! Senza uno straccio di concorso pubblico , un Ministro contrario alla Tav nomina una commisdione di 5 su 6 commissari anch’essi No Tav perché elabori un bilancio sul rapporto costi / benefici . Sono convinto che anche te , e ribadisco l’anche , hai la capacità di capire che forse l’esito sarebbe stato scontato così come lo e’ stato . E guarda non credere che tabelle ed argomenti seri da contrapporre alle tabelle farlocche non ci siano. Ci sono in abbondanza e basterebbe guardarsi intorno. Voglio poi dirti che persino il Capo di questa Commisdione ha detto che queste conclusioni sono addirittura ...”manovrabili “. Pensa te : da uno squilibrio in deficit di 7/8 miliardi , si passa ad un utile di 400 milioni con l’opera conclusa . Non voglio parlare di TOTALE MALAFEDE della Commissione , ma bisognerebbe che intervenisse la Corte dei le Conti e stabilisse se ci sono reati di Falso in atto pubblico . Per capire meglio le ragioni del Si Tav , dovresti leggere le spiegazioni del Torinese Calandrino Travaglio noto personaggio indipendente e non abituato a prendere posizioni pregiudiziali nei confronti di chicchessia . Uno che la materia la conosce benissimo e che , laureato in filosofia (90/110 in 10 anni di studio , nda), poteva far pure parte della Commissione . Ti accorgerai che splendido, illuminante e godibilissimo articolo e’ stato capace di scrivere . Aspetta che ti mando il link : https/:InfoSannio.wordpress.com/2019/02/13/i-vedovi/

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark222220 ha scritto:

Caro Monellebete , sulla Tav si sono calati le braghe tutti . Compresi i No Tav che sanno perfettamente che e’ un’opera utile , finanziata per oltre la metà dalla Cee e per oltre la rimanente metà pagata dai Francesi . Non credere a quei cazzari che ti dicono che anche Renzi era contrario . Non e’ vero !! Ora ti pubblico quel che testualmente disse Renzi in relazione alla Tav . Disse :” Se ci fossero state delle alternative forse sarebbero state più economiche , ma giunti a questo punto e non essendoci alternative , non si può perdere la faccia e sperperare le risorse finora investite “. Questo disse e ti prego di non credere a quel che dicono i cialtroni da qualsiasi regione provengono . Se vengono da Napoli considerala una aggravante . Quindi non credere che Renzi si sia calato le braghe . Quelli che se le sono calate sono  quelli che contrari agli F35 al punto da voler rimandare al mittente quelli già acquistati , ora ne acquistano in numero maggiore , sono quelli che non volevano le perforazioni marittime ed ora elargiscono licenze alle società estrattrici, sono quelli contrari ai condoni ed in meno di 5 mesi ne hanno già fatti 2, sono quelli del No tip da bloccare in 48 ore ed ora ferventi sostenitori . Sulla Tav e’ tutto chiaro !! Senza uno straccio di concorso pubblico , un Ministro contrario alla Tav nomina una commisdione di 5 su 6 commissari anch’essi No Tav perché elabori un bilancio sul rapporto costi / benefici . Sono convinto che anche te , e ribadisco l’anche , hai la capacità di capire che forse l’esito sarebbe stato scontato così come lo e’ stato . E guarda non credere che tabelle ed argomenti seri da contrapporre alle tabelle farlocche non ci siano. Ci sono in abbondanza e basterebbe guardarsi intorno. Voglio poi dirti che persino il Capo di questa Commisdione ha detto che queste conclusioni sono addirittura ...”manovrabili “. Pensa te : da uno squilibrio in deficit di 7/8 miliardi , si passa ad un utile di 400 milioni con l’opera conclusa . Non voglio parlare di TOTALE MALAFEDE della Commissione , ma bisognerebbe che intervenisse la Corte dei le Conti e stabilisse se ci sono reati di Falso in atto pubblico . Per capire meglio le ragioni del Si Tav , dovresti leggere le spiegazioni del Torinese Calandrino Travaglio noto personaggio indipendente e non abituato a prendere posizioni pregiudiziali nei confronti di chicchessia . Uno che la materia la conosce benissimo e che , laureato in filosofia (90/110 in 10 anni di studio , nda), poteva far pure parte della Commissione . Ti accorgerai che splendido, illuminante e godibilissimo articolo e’ stato capace di scrivere . Aspetta che ti mando il link : https/:InfoSannio.wordpress.com/2019/02/13/i-vedovi/

ora dimmi egregio marketta detto a fighett sei laureato in queste cose o ti fai suggerire per scrivere ste kakate ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi tocca nuovamente abbassarmi a smentire le bufale del noto e indefettibile (nella sua faccia di bronzo) FALSARIO del forum. Lo faccio solo perché si parla di TAV, argomento caldo (anche per le sorti del governo), e si continua a offendere gratuitamente uno dei più bravi, seri e indipendenti giornalisti italiani, tra l'altro profondo conoscitore della materia. Per un altro mio recente intervento sul TAV rimando a questa discussione di Monello:

Il FALSARIO del forum si avvale di uno dei tipici metodi dei falsari e prova a negare quel che pensava Matteo Renzi del TAlV nel 2013 citando una intervista del dicembre 2014 (quando era premier da 10 mesi):

http://lospiffero.com/ls_article.php?id=19334

Come è noto, all'epoca il SEDICENTE ROTTAMATORE (del TAV e di molto altro) si era già calato le braghe (sul TAV e su molto altro).

Ma ecco invece quello che SCRIVEVA Matteo Renzi nel suo libro OLTRE LA ROTTAMAZIONE pubblicato nel maggio del 2013. Faceva incavolare Chiamparino sul TAV e scriveva proprio quel che dicevo io nel mio precedente post, e precisamente che la TAV "non è dannosa, rischia  semplicemente di essere un investimento fuori scala e fuori tempo". Aggiungeva poi di "non credere a quei movimenti di protesta che considerano dannose iniziative come la Torino-Lione. Per me è quasi peggio (sic, nda). Non sono dannose, sono INUTILI. SONO SOLDI IMPIEGATI MALE". 

https://www.lastampa.it/2013/05/21/cronaca/renzi-rottama-la-tav-non-e-dannosa-e-inutile-g43jcuXwORq75b6u7uSVCK/pagina.html

Chiaro, falsario? Renzi per una volta l'aveva vista giusta e l'aveva pensata giusta (rottamare il TAV come da titolo del libro), poi cambiò idea. Ed è tipico dei cortigiani e dei servi adusi a lingere culum (Gaio Valerio Catullo) cambiare idea insieme al loro padrone. 

A differenza di quanto scrive il FALSARIO, Marco Travaglio non è laureato in Filosofia bensì in Storia Contemporanea. A 22 anni iniziò a fare il giornalista professionista, un anno dopo fu assunto al Giornale del grande Montanelli (al quale aveva inviato alcuni suoi articoli).  Si laureò a 32 anni quando, come afferma lui stesso, chiuse La Voce (il quotidiano fondato da Montanelli dopo la rottura con Berlusconi) e rimase disoccupato. Insomma, una laurea presa nei ritagli di tempo lasciati dal lavoro. Peraltro una laurea molto utile per un giornalista. Travaglio conosce bene la storia e nei suoi articoli e libri lo si nota. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Mi tocca nuovamente abbassarmi a smentire le bufale del noto e indefettibile (nella sua faccia di bronzo) FALSARIO del forum. Lo faccio solo perché si parla di TAV, argomento caldo (anche per le sorti del governo), e si continua a offendere gratuitamente uno dei più bravi, seri e indipendenti giornalisti italiani, tra l'altro profondo conoscitore della materia. Per un altro mio recente intervento sul TAV rimando a questa discussione di Monello:

Il FALSARIO del forum si avvale di uno dei tipici metodi dei falsari e prova a negare quel che pensava Matteo Renzi del TAlV nel 2013 citando una intervista del dicembre 2014 (quando era premier da 10 mesi):

http://lospiffero.com/ls_article.php?id=19334

Come è noto, all'epoca il SEDICENTE ROTTAMATORE (del TAV e di molto altro) si era già calato le braghe (sul TAV e su molto altro).

Ma ecco invece quello che SCRIVEVA Matteo Renzi nel suo libro OLTRE LA ROTTAMAZIONE pubblicato nel maggio del 2013. Faceva incavolare Chiamparino sul TAV e scriveva proprio quel che dicevo io nel mio precedente post, e precisamente che la TAV "non è dannosa, rischia  semplicemente di essere un investimento fuori scala e fuori tempo". Aggiungeva poi di "non credere a quei movimenti di protesta che considerano dannose iniziative come la Torino-Lione. Per me è quasi peggio (sic, nda). Non sono dannose, sono INUTILI. SONO SOLDI IMPIEGATI MALE". 

https://www.lastampa.it/2013/05/21/cronaca/renzi-rottama-la-tav-non-e-dannosa-e-inutile-g43jcuXwORq75b6u7uSVCK/pagina.html

Chiaro, falsario? Renzi per una volta l'aveva vista giusta e l'aveva pensata giusta (rottamare il TAV come da titolo del libro), poi cambiò idea. Ed è tipico dei cortigiani e dei servi adusi a lingere culum (Gaio Valerio Catullo) cambiare idea insieme al loro padrone. 

A differenza di quanto scrive il FALSARIO, Marco Travaglio non è laureato in Filosofia bensì in Storia Contemporanea. A 22 anni iniziò a fare il giornalista professionista, un anno dopo fu assunto al Giornale del grande Montanelli (al quale aveva inviato alcuni suoi articoli).  Si laureò a 32 anni quando, come afferma lui stesso, chiuse La Voce (il quotidiano fondato da Montanelli dopo la rottura con Berlusconi) e rimase disoccupato. Insomma, una laurea presa nei ritagli di tempo lasciati dal lavoro. Peraltro una laurea molto utile per un giornalista. Travaglio conosce bene la storia e nei suoi articoli e libri lo si nota. 

 

 

Ah si Cazzaro ?? Ecco qua le testuali parole pronunciate alla 7 il 3/12/2014.  Smetti di fare l’impostore e di estrapolare le frasi che ti fanno comodo . Tanto lo hanno capito tutti come sei !! 

 

Renzi, avanti tutta sulla Tav“Anche se non l’avrei fatta”

08:02 Giovedì 04 Dicembre 20146

Il premier conferma le perplessità iniziali sulla Torino-Lione: "Forse c'erano alternative più economiche". Ma a questo punto si deve procedere "per serietà" incalzando i francesi. E riconosce il "grande lavoro" del senatore Esposito per contenere i costi

 

 

first_picture

 

 

«Sta andando avanti, oggi ci siamo, è un problema di serietà. Ma bisogna che vadano avanti anche i francesi». È improntata al sano pragmatismo la posizione di Matteo Renzi sulla Tav. Ieri sera, ospite di Enrico Mentana su La7, il premier non ha negato le sue “perplessità” sulla Torino-Lione, peraltro espresse chiaramente nel suo “Oltre la rottamazione”, libro-manifesto del nuovo corso del renzismo. « Se ci fossero state delle alternative - ha aggiunto - forse sarebbero state più economiche», ma giunti a questo punto non si può perdere la faccia e sperperare le risorse finora investite. E proprio sulla questione dei costi, il premier ha dato pubblicamente merito al lavoro svolto dal senatore Stefano Esposito che «andando nel dettaglio ha dimostrato come non si possano avere degli extracosti»

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahah, è vero che la faziosità rimbecillisce la gente, ma a questo lekkino del tappetaro ha addirittura spappolato il cervello. Peccato: so che molti nuovi forumisti non mi crederanno, ma vi assicuro che il soggetto, fino a 5 o 6 anni fa, prima cioè mettersi supinamente al seguito di un pifferaio e di dedicarsi anima e corpo all'antica pratica ben descritta da Catullo (lingere culum), era perfino in grado di produrre un pensiero sensato. Avevo scritto che Renzi, nel 2013, era un convinto fautore della rottamazione del TAV. Al che il decerebrato bovinamente replicava citando una intervista del dicembre 2014 in cui il non più sindaco di Firenze bensì presidente del Consiglio aveva già cambiato idea. E allora pazientemente gli cito il libro Oltre la rottamazione, pubblicato da Matteo Renzi nel maggio 2013, dal quale riporto frasi testuali, virgolettate e non estrapolate, in cui l'allora sindaco giudica l'opera non dannosa ma "inutile" (specificando: "per me è quasi peggio"), "un investimento fuori scala e fuori tempo" (cioè non commisurato ai benefici e superato dagli eventi per il crollo del traffico su gomma e su rotaia; le stesse conclusioni cui giungerà 6 anni dopo l'autorevole commissione tecnica che ha bocciato il TAV: complimenti Renzi, ci avevi azzeccato!), "soldi spesi male". Il libro shock del sedicente ROTTAMATORE viene presentato al Salone del Libro di Torino e fa incavolare Chiamparino (Pd), già all'epoca fanatico del TAV, che si dissocia pubblicamente: "Io la penso in modo diametralmente opposto". Capito FALSARIO che non sei altro? Nel 2O13 sul TAV Renzi e Chiamparino la pensavano in modo diametralmente opposto! Sai che significa? Conosci l'italiano? Il libro scandalizza anche La Stampa di Torino, giornale da sempre pro-Tav, che gli dedica l'articolo che avevo allegato al precedente post e che riallego, con il titolo eloquente: IL LIBRO DI RENZI ROTTAMA LA TAV. 

https://www.lastampa.it/2013/05/21/cronaca/renzi-rottama-la-tav-non-e-dannosa-e-inutile-g43jcuXwORq75b6u7uSVCK/pagina.html

Ma tutto questo non basta al falsario decerebrato che vaneggia di frasi estrapolate e che cita nuovamente la medesima intervista del dicembre 2014, nella quale il tappetaro aveva con tutta evidenza cambiato idea e cambiato programma: TAV non più da rottamare ma da fare al più presto: Avanti tutta sulla Tav! Errare humanum, sed in errore perseverare...

 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Ahahahah, è vero che la faziosità rimbecillisce la gente, ma a questo lekkino del tappetaro ha addirittura spappolato il cervello. Peccato: so che molti nuovi forumisti non mi crederanno, ma vi assicuro che il soggetto, fino a 5 o 6 anni fa, prima cioè mettersi supinamente al seguito di un pifferaio e di dedicarsi anima e corpo all'antica pratica ben descritta da Catullo (lingere culum), era perfino in grado di produrre un pensiero sensato. Avevo scritto che Renzi, nel 2013, era un convinto fautore della rottamazione del TAV. Al che il decerebrato bovinamente replicava citando una intervista del dicembre 2014 in cui il non più sindaco di Firenze bensì presidente del Consiglio aveva già cambiato idea. E allora pazientemente gli cito il libro Oltre la rottamazione, pubblicato da Matteo Renzi nel maggio 2013, dal quale riporto frasi testuali, virgolettate e non estrapolate, in cui l'allora sindaco giudica l'opera non dannosa ma "inutile" (specificando: "per me è quasi peggio"), "un investimento fuori scala e fuori tempo" (cioè non commisurato ai benefici e superato dagli eventi per il crollo del traffico su gomma e su rotaia; le stesse conclusioni cui giungerà 6 anni dopo l'autorevole commissione tecnica che ha bocciato il TAV: complimenti Renzi, ci avevi azzeccato!), "soldi spesi male". Il libro shock del sedicente ROTTAMATORE viene presentato al Salone del Libro di Torino e fa incavolare Chiamparino (Pd), già all'epoca fanatico del TAV, che si dissocia pubblicamente: "Io la penso in modo diametralmente opposto". Capito FALSARIO che non sei altro? Nel 2O13 sul TAV Renzi e Chiamparino la pensavano in modo diametralmente opposto! Sai che significa? Conosci l'italiano? Il libro scandalizza anche La Stampa di Torino, giornale da sempre pro-Tav, che gli dedica l'articolo che avevo allegato al precedente post e che riallego, con il titolo eloquente: IL LIBRO DI RENZI ROTTAMA LA TAV. 

https://www.lastampa.it/2013/05/21/cronaca/renzi-rottama-la-tav-non-e-dannosa-e-inutile-g43jcuXwORq75b6u7uSVCK/pagina.html

Ma tutto questo non basta al falsario decerebrato che vaneggia di frasi estrapolate e che cita nuovamente la medesima intervista del dicembre 2014, nella quale il tappetaro aveva con tutta evidenza cambiato idea e cambiato programma: TAV non più da rottamare ma da fare al più presto: Avanti tutta sulla Tav! Errare humanum, sed in errore perseverare...

 

 

Poveraccio !! Te assicuri ?? Ahahahaha !! Ma che assicuri ?? Cosa contano le tue assicurazioni di fronte al fatto della pubblicazione delle testuali parole pronunciate da Renzi e che tutti possono verificare se hanno voglia di andare a vedere la registrazione della 7 del 4/12/2014. Puoi impegnarti graficamente , per darti un tono , quanto vuoi , ma un Cazzaro eri , sei e sarai . Buono solo ad intortare il tuo pizzaiolo ed il tuo parrucchiere . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, cari forumisti seri, ma voi come lo definite uno che si ostina a smentire le parole chiare e inequivocabili scritte in un libro uscito nel maggio 2013 appellandosi a una intervista del dicembre 2014? Per me delle due l'una. O il soggetto ha fumato qualcosa di molto, molto forte e ha perso la cognizione del tempo; oppure ha freudianamente rimosso dalla propria mente (cioè da quel poco che ne resta) la giravolta a 180 gradi del suo pifferaio sul TAV. Ovvero dal rottamiamo la TAV del 2013 all'avanti tutta con la TAV del 2014. Nel 2013 diceva che la TAV era "inutile", "soldi spesi male"; nel 2019 dice che "chi ferma la TAV ferma la crescita".  Purtroppo per il decerebrato, quel libro che ha rimosso esiste, eccolo qua:

https://caffetteriadellemore.forumcommunity.net/m/?t=54412141

E le parole del pifferaio sul TAV eccole qua:

https://www.silenziefalsita.it/2019/01/14/m5s-renzi-in-confusione-da-no-tav-a-si-tav/

Naturalmente non pretendo di convincere uno che si è fumato il cervello: in questi casi c'è ben poco da fare. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora