Floris, ci sei o ci fai?

Inviata (modificato)

Scrivo dopo l'intervista fiume di Floris a Salvini (circa 3/4 d'ora). Mi sono perso qualche secondo all'inizio per il rito del caffè (che a casa mia dopo cena e dopo pranzo si sorseggia a TV spenta) e qualche minuto qua e là per la noia. Dunque, se mi sono perso la domanda cruciale che qualsiasi giornalista serio oggi avrebbe fatto a Salvini, chiedo scusa a Floris. Premesso ciò gli chiedo: ma che razza di giornalista sei se oggi non chiedi a Salvini:

Ministro, sull'autorizzazione a procedere lei ha cambato idea. Diceva: processatemi, ora dice: non processatemi. Perché? Ha paura di una condanna? Non vuole difendersi nel processo ma dal processo e si rifugia nel privilegio dell'immunità?

Non c'è stata solo l'eventuale omissione di questa domanda, senza dubbio scomoda per Salvini e per i suoi sondaggisti. Come ha osservato subito Gino Strada presente in studio, più che un'intervista è stata un comizio. Ben diverso il Floris duro e incalzante che intervista Di Maio dal Floris sorridente e quasi accomodante che intervista Salvini. La cosa più irritante sono stati gli applausi continui, scroscianti, puntuali del pubblico alla fine di ogni risposta di Salvini. Ma dove li pesca Floris gli spettatori in studio per il suo talk show? Nel prato di Pontida o nella curva degli ultras del Milan?  

Questo dietro front di Salvini è gravissimo, ma è stato silenziato dai media. Come già avvenne per il dietro front di Renzi sul promesso abbandono della politica. Immaginiamoci se una giravolta del genere l'avesse fatta Di Maio. Floris e gli altri servi sciocchi del regime del Gattopardo l'avrebbero messo in croce. 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

23 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Scrivo dopo l'intervista fiume di Floris a Salvini (circa 3/4 d'ora). Mi sono perso qualche secondo all'inizio per il rito del caffè (che a casa mia dopo cena e dopo pranzo si sorseggia a TV spenta) e qualche minuto qua e là per la noia. Dunque, se mi sono perso la domanda cruciale che qualsiasi giornalista serio oggi avrebbe fatto a Salvini, chiedo scusa a Floris. Premesso ciò gli chiedo: ma che razza di giornalista sei se oggi non chiedi a Salvini:

Ministro, sull'autorizzazione a procedere lei ha cambato idea. Diceva: processatemi, ora dice: non processatemi. Perché? Ha paura di una condanna? Non vuole difendersi nel processo ma dal processo e si rifugia nel privilegio dell'immunità?

Non c'è stata solo l'eventuale omissione di questa domanda, senza dubbio scomoda per Salvini e per i suoi sondaggisti. Come ha osservato subito Gino Strada presente in studio, più che un'intervista è stata un comizio. Ben diverso il Floris duro e incalzante che intervista Di Maio dal Floris sorridente e quasi accomodante che intervista Salvini. La cosa più irritante sono stati gli applausi continui, scroscianti, puntuali del pubblico alla fine di ogni risposta di Salvini. Ma dove li pesca Floris gli spettatori in studio per il suo talk show? Nel prato di Pontida o nella curva degli ultras del Milan?  

Questo dietro front di Salvini è gravissimo, ma è stato silenziato dai media. Come già avvenne per il dietro front di Renzi sul promesso abbandono della politica. Immaginiamoci se una giravolta del genere l'avesse fatta Di Maio. Floris e gli altri servi sciocchi del regime del Gattopardo l'avrebbero messo in croce. 

 

Ipotesi: il M5S voterà si in commissione poi però ci sarà il voto segreto e il voto segreto.,.... è segreto.

Se sarà così (dubitativo d'obbligo) i difensori riusciranno sicuramente a salvare la porta  e a mandare la palla fuori dall'area. Di che cosa faranno poi i tifosi però non è dato sapere.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

28 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Ipotesi: il M5S voterà si in commissione poi però ci sarà il voto segreto e il voto segreto.,.... è segreto.

Se sarà così (dubitativo d'obbligo) i difensori riusciranno sicuramente a salvare la porta  e a mandare la palla fuori dall'area. Di che cosa faranno poi i tifosi però non è dato sapere.

 

 

 

Il voto segreto varrà anche per quelli del Pd. Hanno già salvato Minzolini e altri ladri, figuriamoci se non salveranno Salvini qualora questi avesse bisogno dei loro voti. 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Il voto segreto varrà anche per quelli del Pd. Hanno già salvato Minzolini e altri ladri, figuriamoci se non salveranno Salvini qualora questi abbia bisogno dei loro voti. 

La logica però direbbe di no. Perché dovrebbero salvarlo? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ildi_vino ha scritto:

La logica però direbbe di no. Perché dovrebbero salvarlo? 

Per un modesto cultore di logica (matematica) come il sottoscritto è desolante constatare l'illogicità della politica. Un esempio eclatante è questa illogica, irrazionale, incredibile alleanza tra il M5s e la Lega. Almeno così l'avrebbe definita ogni italiano razionale fino a 11 mesi fa. Ma io lo penso tuttora. Per es. i grillini dicono che fare il TAV ci costerebbe più di 20 miliardi e che sarebbero soldi buttati via, mentre i leghisti dicono che non fare il TAV ci farebbe buttare via più di 20 miliardi. Eppure sono alleati (e il sommo Aristotele si rivolta nella tomba). In realtà anche la peggiore politica ha una sua "logica". Ma non è una logica limpida, matematica, universale, bensì una "logica" opaca, per non dire sporca, utilitaristica, legata al contesto. Chi avrebbe mai immaginato che il Pd silurasse Prodi e rieleggesse Napolitano con i voti di Berlusconi? Chi avrebbe mai immaginato il governo Letta appoggiato da FI, e il patto del Nazareno tra il segretario del Pd e Berlusconi proprio nel momento in cui questi era più debole (pregiudicato ed espulso dal Senato)? Perché mai il Pd dovrebbe salvare Salvini se (e solo se) questi fosse abbandonato dall'alleato? Semplice: per evitare la caduta del governo (caduta che, secondo la logica limpida, è l'obbiettivo di ogni forza di opposizione) e per evitare il ritorno alle urne. Se il M5s votasse contro Salvini, questi rischierebbe una dura condanna ma il primo effetto, senza il salvagente pidino, sarebbe la crisi di governo seguita dalle elezioni anticipate. Che sarebbero in sostanza una partita a due tra Di Battista (osso ben più duro di Di Maio) e Salvini. Con il Pd e FI a dividersi le briciole.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Per un modesto cultore di logica (matematica) come il sottoscritto è desolante constatare l'illogicità della politica. Un esempio eclatante è questa illogica, irrazionale, incredibile alleanza tra il M5s e la Lega. Almeno così l'avrebbe definita ogni italiano razionale fino a 11 mesi fa. Ma io lo penso tuttora. Per es. i grillini dicono che fare il TAV ci costerebbe più di 20 miliardi e che sarebbero soldi buttati via, mentre i leghisti dicono che non fare il TAV ci farebbe buttare via più di 20 miliardi. Eppure sono alleati (e il sommo Aristotele si rivolta nella tomba). In realtà anche la peggiore politica ha una sua "logica". Ma non è una logica limpida, matematica, universale, bensì una "logica" opaca, per non dire sporca, utilitaristica, legata al contesto. Chi avrebbe mai immaginato che il Pd silurasse Prodi e rieleggesse Napolitano con i voti di Berlusconi? Chi avrebbe mai immaginato il governo Letta appoggiato da FI, e il patto del Nazareno tra il segretario del Pd e Berlusconi proprio nel momento in cui questi era più debole (pregiudicato ed espulso dal Senato)? Perché mai il Pd dovrebbe salvare Salvini se (e solo se) questi fosse abbandonato dall'alleato? Semplice: per evitare la caduta del governo (caduta che, secondo la logica limpida, è l'obbiettivo di ogni forza di opposizione) e per evitare il ritorno alle urne. Se il M5s votasse contro Salvini, questi rischierebbe una dura condanna ma il primo effetto, senza il salvagente pidino, sarebbe la crisi di governo seguita dalle elezioni anticipate. Che sarebbero in sostanza una partita a due tra Di Battista (osso ben più duro di Di Maio) e Salvini. Con il Pd e FI a dividersi le briciole.

Saluti

Alle volte proprio non si può non essere concorde con te.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In una cosa non concordo con il Sig fosforo: il signor Salvini non subirebbe alcuna condanna e verrebbe assolto.

Meglio non avvenga il processo, potrebbe risultare, agli occhi degli italiani, non un eroe, come è ora, ma un supereroe.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

In una cosa non concordo con il Sig fosforo: il signor Salvini non subirebbe alcuna condanna e verrebbe assolto.

Meglio non avvenga il processo, potrebbe risultare, agli occhi degli italiani, non un eroe, come è ora, ma un supereroe.

Santa numi! Da fascista, razzista e ducetto prepotente, Si rischia di ribaltare il concetto e vestirlo, in un sol colpo, da supereroe.

Qualcosa mi dice che una parte dell’opposizione, marcatamente isterica e Pateticamente Demente, sta giocando alla roulette russa con il caricatore pieno.

👍👌

BrS

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

In una cosa non concordo con il Sig fosforo: il signor Salvini non subirebbe alcuna condanna e verrebbe assolto.

Meglio non avvenga il processo, potrebbe risultare, agli occhi degli italiani, non un eroe, come è ora, ma un supereroe.

Intanto tristemente constato di averci azzeccato sulla sordina mediatica. Non solo Floris ma sulla prima pagina di oggi di ciascuno dei tre giornaloni, Corriere, Repubblica e Stampa, nessun titolo mette in evidenza l'indecorosa e vile giravolta di Salvini. Eppure era un'occasione d'oro per sputtanare il vicepremier nel suo punto forte, quella spavalderia che gli attira il consenso istintivo di milioni di italiani che ragionano con la pancia: "Voti amici per sfangarla? No! Andrò davanti ai giudici a spiegare che non sono un sequestratore". Spavalderia che si è trasformata in italica pecoraggine: "Il Parlamento deve giudicare le mie azioni da ministro e negare l'autorizzazione a procedere". Naturalmente questa plateale quanto miserevole contraddizione è enfatizzata sulla prima pagina dell'unico giornale italiano forse oggi degno di questo nome, il Fatto Quotidiano, che mette sul faccione di bronzo stampato a tutta pagina del coniglio leghista le due dichiarazioni testuali suddette a incorniciare un titolo a caratteri cubitali: NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE. Poi gli ingenui vanno in edicola, comprano Corriere, Repubblica o Stampa e pensano di acquistare giornali antigovernativi. Mentre acquistano solo giornalacci conservatori e dunque anti-5s. Ovviamente la grande maggioranza del lettori di Corriere, Repubblica e Stampa non sono ingenui, sono per lo più conservatori e pagnottisti. 

Ma veniamo alla tua legittima osservazione. Io credo che questa di Salvini sia stata la sua mossa più sofferta e più debole da quando è al governo. Deve averci pensato bene, prima di cambiare idea, e chiesto il parere degli esperti (avvocati e sondaggisti). E se ha deciso di non farsi processare (decisione ovviamente possibile nei regimi autoritari, nel paese di Pulcinella e in pochi altri) avrà avuto delle valide e forti ragioni. Così come devono averle gli esperti (i magistrati del Tribunale dei ministri) che chiedono il rinvio a giudizio del vicepremier. Se fosse stato assolutamente sicuro di venire assolto, e di poter usare mediaticamente il processo a suo vantaggio, perché avrebbe dovuto cambiare idea? Io non sono esperto di codici, ma quello di un ministro dell'Interno che vieta lo sbarco in un porto italiano dei passeggeri, per giunta naufraghi, e dell'equipaggio di una nave italiana, per giunta una nave della Marina Militare, non mi pare un comportamento lineare. Tutt'altro. Ora Conte dice che fu una decisione collegiale, ma la responsabilità penale è individuale. E se all'apice della catena di comando da cui partì l'ordine c'era Salvini (così come pare risulti dalle indagini), allora deve essere lui il primo imputato. Anch'io penso che molto probabilmente verrebbe assolto ma non ne sono certo. Inoltre nel corso del dibattimento potrebbero venir fuori verità e testimonianze scomode per il ministro. Faccio una banale ipotesi, che è solo un'ipotesi: il ministro, tramite il suo staff, potrebbe avere contattato qualcuno della catena di comando e promesso promozioni. In ogni caso resta il fatto che non tutti gli italiani sono faziosi e/o ingenui, non tutti ragionano di pancia. Per gli italiani seri e razionali un ministro imputato di un grave reato non deve difendersi dal processo bensì nel processo. Inoltre l'immunità dei politici è un privilegio impopolare, risulta generalmente indigesta perfino a chi ragiona di pancia. Deve essere costato uno sforzo notevole a un populista come Salvini invocarla in modo quasi esplicito. Evidentemente conta molto sulla collaborazione e sull'effetto sordina dei media. Alla fine la sua giravolta, mascherata e minimizzata sapientemente dai giornaloni, potrebbe mettere in imbarazzo e danneggiare più i 5 stelle che la Lega. Se Di Maio optasse per il no all'autorizzazione a procedere, salverebbe l'alleanza di governo ma diventerebbe di colpo lui l'incoerente da mettere al muro.

Saluti

 

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intanto Giarrusso, M5S facente parte della Commissione, prospetta la possibilità concreta che il M5S voti no addirittura in Commissione.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Intanto tristemente constato di averci azzeccato sulla sordina mediatica. Non solo Floris ma sulla prima pagina di oggi di ciascuno dei tre giornaloni, Corriere, Repubblica e Stampa, nessun titolo mette in evidenza l'indecorosa e vile giravolta di Salvini. Eppure era un'occasione d'oro per sputtanare il vicepremier nel suo punto forte, quella spavalderia che gli attira il consenso istintivo di milioni di italiani che ragionano con la pancia: "Voti amici per sfangarla? No! Andrò davanti ai giudici a spiegare che non sono un sequestratore". Spavalderia che si è trasformata in italica pecoraggine: "Il Parlamento deve giudicare le mie azioni da ministro e negare l'autorizzazione a procedere". Naturalmente questa plateale quanto miserevole contraddizione è enfatizzata sulla prima pagina dell'unico giornale italiano forse oggi degno di questo nome, il Fatto Quotidiano, che mette sul faccione di bronzo stampato a tutta pagina del coniglio leghista le due dichiarazioni testuali suddette a incorniciare un titolo a caratteri cubitali: NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE. Poi gli ingenui vanno in edicola, comprano Corriere, Repubblica o Stampa e pensano di acquistare giornali antigovernativi. Mentre acquistano solo giornalacci conservatori e dunque anti-5s. Ovviamente la grande maggioranza del lettori di Corriere, Repubblica e Stampa non sono ingenui, sono per lo più conservatori e pagnottisti. 

Ma veniamo alla tua legittima osservazione. Io credo che questa di Salvini sia stata la sua mossa più sofferta e più debole da quando è al governo. Deve averci pensato bene, prima di cambiare idea, e chiesto il parere degli esperti (avvocati e sondaggisti). E se ha deciso di non farsi processare (decisione ovviamente possibile nei regimi autoritari, nel paese di Pulcinella e in pochi altri) avrà avuto delle valide e forti ragioni. Così come devono averle gli esperti (i magistrati del Tribunale dei ministri) che chiedono il rinvio a giudizio del vicepremier. Se fosse stato assolutamente sicuro di venire assolto, e di poter usare mediaticamente il processo a suo vantaggio, perché avrebbe dovuto cambiare idea? Io non sono esperto di codici, ma quello di un ministro dell'Interno che vieta lo sbarco in un porto italiano dei passeggeri, per giunta naufraghi, e dell'equipaggio di una nave italiana, per giunta una nave della Marina Militare, non mi pare un comportamento lineare. Tutt'altro. Ora Conte dice che fu una decisione collegiale, ma la responsabilità penale è individuale. E se all'apice della catena di comando da cui partì l'ordine c'era Salvini (così come pare risulti dalle indagini), allora deve essere lui il primo imputato. Anch'io penso che molto probabilmente verrebbe assolto ma non ne sono certo. Inoltre nel corso del dibattimento potrebbero venir fuori verità e testimonianze scomode per il ministro. Faccio una banale ipotesi, che è solo un'ipotesi: il ministro, tramite il suo staff, potrebbe avere contattato qualcuno della catena di comando e promesso promozioni. In ogni caso resta il fatto che non tutti gli italiani sono faziosi e/o ingenui, non tutti ragionano di pancia. Per gli italiani seri e razionali un ministro imputato di un grave reato non deve difendersi dal processo bensì nel processo. Inoltre l'immunità dei politici è un privilegio impopolare, risulta generalmente indigesta perfino a chi ragiona di pancia. Deve essere costato uno sforzo notevole a un populista come Salvini invocarla in modo quasi esplicito. Evidentemente conta molto sulla collaborazione e sull'effetto sordina dei media. Alla fine la sua giravolta, mascherata e minimizzata sapientemente dai giornaloni, potrebbe mettere in imbarazzo e danneggiare più i 5 stelle che la Lega. Se Di Maio optasse per il no all'autorizzazione a procedere, salverebbe l'alleanza di governo ma diventerebbe di colpo lui l'incoerente da mettere al muro.

Saluti

 

 

Ahahahaha, senti senti il Cazzaro di Napoli !! Lui ci aveva azzeccato !! Ma dove ?? Ma quando ?? Quindi archiviamo pure Floris come nemico !! Andava bene solo quando intervistava Renzi ? Ma veniamo a noi : Il Cazzaro scopre Salvini !! Fiuuu che ...fiuto !! Naturalmente isola il fasciorazzista Padano e semplifica , assolvendo , chi questa ascesa non solo l’ha voluta pervicacemente , ma si e’ anche sottomesso a kuletto in su appiattendosi sulle stesse identiche posizioni subendo così una emorragia di consensi ( almeno dai sondaggi , nda) che a paragone quella del Caudillo Renzi e’ acqua fresca . Ma da cosa e’ determinato il lose-lose del Cazzaro di Napoli ?? Perché il lose-lose ( una specie di scacco matto in 5 mosse , nda) , metterebbe in difficoltà pure sto idio ta sul forum . Come potrebbe , in caso di No grillebete a far giudicare il Felpato, a fare i suoi lunghissimi post contro chi salvo’ Minzolini &C ? Come potrebbe mostrare la purezza grillebete contro la casta affamatrice di cui loro sono gli unici baluardi ?? Ahahahaha , Ed allora si “appoggia” a facciaakulo Calandrino e, dopo un po’ di pubblicità gratuita al giornaletto Falso (29.000 lettori, men del Corriere dell’Umbria, nda), novello Giudice che ha letto le carte , si lancia su un pronostico “a pelle” . Salvini sarà assolto ( ma non ne e’ sicuro , nda) . Ed allora io dico , per par condicio , che invece verrà condannato !! Se po fa ?? Seguono una serie di castronerie assolute tutte tese ad assolvere il movimento ed il suo ebe te leader . Quando invece dei bla bla bla , avrebbe la soluzione a portata di mano e che sarebbe la stessa che i Grillebeti manifestarono sin da subito appena il Felpato decise di farsi processare . Dissero , tutti compreso Dimma e Dibba , che il movimento avrebbe votato Si affinché il Felpato si presentasse davanti ai Magistrati . Poi il Coniglio Padano ci ha ripensato e patapumpete !! Loss-Loss al ...contrario con grandi e gravi ripercussioni sul governo . Chiudo reiterando un consiglio : I poc corn gli avete comprati come avevo anticipato ?? Nooo ?? Fatelo subito , ora inizia il divrtyimento. Quello vero !! Ahahahaha , mi vien da ridere solo al pensiero ...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che però certe volte succedono cose davvero inspiegabili.

Ricordiamo tutti che in occasione della Diciotti il Capitano gridava ai quattro venti che era tutto merito suo e che solo lui prendeva le decisioni e che nessun altro poteva neanche lontanamente sognarsi di intervenire.

Agendo in questo modo, ha fatto la figura del bullo di quartiere e si è pappato i voti della banda di entusiasti (un po' come quelli che, estasiati e attoniti, attorniano le forze dell'ordine per proteggere il capo), mettendo al tappeto proprio i 5s (vorrei fare presente, per esempio che, secondo i sondaggi, in Sardegna il M5s, che era primo con oltre il 42 per cento di consensi, ora è terzo con il 23 per cento e non è dato praticamente in corsa per la vittoria), oltre naturalmente a FI.

Ora che si nota poco poco di pu.pu', cosa si racconta nelle vicinanze? Che non era così ma che....invece ha agito tutto il Governo, pertanto merito o demerito di tutti.

Come dire insomma che, dopo la prima volta in cui si viene s.odomizzati, ci si fa l'abitudine e tutto sommato, la cosa diventa perfino piacevole. Insomma, a lui tutti meriti, quelli cioè che nel frattempo hanno portato i voti (alzi la mano chi, in quel periodo, sentiva qualche altro improbabile protagonista anche solo di passaggio, visto che "quel che decido tutto sono mi" fin che ha fatto comodo). Passata, la sbornia e arrivato lo Santo invece, soprattutto dopo che i buoi sono scappati e continueranno a scappare a gambe levate così facendo, toh....tutti sopra il carrozzone.

Comunque nessun problema. Non esiste alcuna legge di carattere ordinario o costituzionale che vieti la s.odomizzazione fra persone consenzienti. Trattasi di scelte che attengono strettamente alla sfera personale, ciascuno può decidere in merito come meglio credete e nessuno deve arrogarsi il diritto di sindacare (altrimenti si rischia di essere o.mofobi).

La cosa migliore però è senza dubbio un'altra: fare i f.roci col k.ulo degli altri. Al Capitano la cosa sta bene e non si capisce perché dovrebbe cambiare. Se poi sta bene anche agli altri, allora ok e figli maschi (se poi sono femminucce va bene lo stesso).

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

AGCOM  ha  richiamato  le  reti  nazionali , troppo  spazio   ai gialloverdi , ma  ieri si  è  battuto  il record  dei record  nemmeno  con  il pregiudicato  piduista  e  sulle   sue   reti  aveva  avuto   tutto  il tempo  avuto  dal  salvini ...  ma  tant'è  hanno  i media  contro... alla  faccia...

 GRILLINO TI VOGLIO DIRE...TU SOSTIENI UN PREGIUDICATO,CONDANNATO PIU' VOLTE.Monopolio delle reti nazionali...ma tanto noi leggiamo libri!! 📖🧠💪

 
L'immagine può contenere: 6 persone, persone che sorridono, testo
Alejandro Di Batista 

A breve anche su #Cartoonito, #K2 e su #DAZN durante l’intervallo delle partite! 
#toyourface

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora