bimbo ucciso con la scopa a napoli

«Sono trent’anni che faccio questo mestiere ma non mi ero mai trovato di fronte a una situazione così raccapricciante»: Vincenzo Tipo, il primario del Pronto soccorso del Santobono di Napoli, descrive così la scena a cui ha assistito ieri quando la sorellina del bambino di sette anni ucciso a Cardito a colpi di scopa è arrivata in ospedale. Per l’omicidio è stato fermato il compagno della madre dei due bambini. Tony, nato in Italia 24 anni fa, genitori tunisini che vivono a Crispano, comune non lontano da Cardito, non picchiava solo i figli della compagna ma anche la compagna stessa: prima di questo episodio aveva precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Prima venditore ambulante senza licenza, poi arrestato e denunciato diverse volte per scippi e furti, ora è accusato di omicidio.

quando si dice: sara' anche naturalizzato,ma il dna non si cambia......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora