LA DEMOCRAZIA È IN PERICOLO

Lunedì prossimo ore 21.20 Raidue...

Fermi tutti, nessuno si muova: la democrazia è in pericolo, il golpe è in agguato. Non quello in Venezuela, che piace un sacco ai sinceri democratici. No, quello di Carlo Freccero, che domani sera manderà in onda su Rai2 un terribile montaggio di vecchi spezzoni di Beppe Grillo quando faceva solo il comico. Consci della minaccia incombente sulle nostre istituzioni, il Pd e dunque Repubblica (o viceversa) lanciano l’allarme e invitano le forze del progresso a mobilitarsi contro la reazione in agguato. Lo sforzo richiesto è superiore a quello, pur possente, dispiegato contro la famigerata epurazione di Luca e Paolo per conto di Toninelli, poi scemato quando s’è scoperto che i due bravi comici continuano a perculare l’intero governo gialloverde ogni domenica a Quelli che il calcio. Stavolta nessuno dovrà restare indifferente, perchè il pericolo è duplice. Non bastando Grillo, c’è pure Povera patria con Bruchi, Giuli e Cazzullo (tre sovranisti della più bell’acqua), che l’altra sera ha trasmesso addirittura un servizio sul signoraggio bancario, scatenando le ire di economisti e banchieri. Noi ce lo siamo perso volentieri e ci fidiamo del sito di Repubblica che ieri apriva con la “rivolta social” contro “errori e imprecisioni” del reportage. Ma dubitiamo che fosse peggio delle migliaia di boiate propagandistiche diffuse a reti unificate dalla Rai berlusconiana e poi renziana dell’ultimo ventennio, senza mai l’onore di un’apertura di sito.

Il caso Grillo è, se possibile, ancor più inquietante: Freccero gli dedica lo speciale antologico del lunedì, dopo quelli su Celentano (15% di share su una rete data per morta), De André, Bertolucci, Freddy Mercury e prima di quelli su Boncompagni, Funari, Luttazzi, Benigni e tanti altri big della Rai quando era la Rai. La cosa indigna ovviamente tutti, anche il celebre cameriere renziano Andrea Romano che, non contento del contributo fondamentale fornito alla chiusura dell’Unità, accusa Freccero di aver “ottenuto l’ambita poltrona da M5S, per il quale (sic, ndr) ha combattuto cento battaglie (quali?, ndr). Oggi si sdebita con i padroni, regalando un programma al capo partito (il montaggio di vecchi spezzoni, ndr). Ovviamente con i soldi degli italiani che pagano il canone (e che non spendono un euro, visto che è tutto materiale Rai gratuito, ndr). #Servitú (la firma di Romano, ndr)”. Prontamente Repubblica si allinea, accusando Freccero di fare da “megafono principe al populismo” in “stile tv centrale coreana”. E rilancia la mesta campagna Twitter di un gruppo di webeti che incitano al “boicottaggio” di Rai2 e dei suoi sponsor.

Il tutto per “impedire che il servizio pubblico viri al sovranismo” (qualunque cosa significhi, applicato ai suddetti artisti) con “una rete ormai lottizzata da Grillo e i suoi fratelli”, anzi dal “fascista Grillo” che notoriamente ha riempito di parenti, pentastellati e camicie nere l’intero palinsesto. E il bello è che a dargli del fascista è chi vorrebbe censurarlo, anzi ricensurarlo (come se non fossero bastati Craxi & C.), terrorizzato dai suoi sketch di 30-40 anni fa a Fantastico, Sanremo, Te la do io l’America e Te lo do io il Brasile.

Noi, pur consci della minaccia che sta per abbattersi su quel poco che resta della libertà e della democrazia, segnaliamo un caso senz’altro più veniale, scoperto da Thomas Mackinson sul sito del Fatto. L’altro giorno il Corriere della sera spara in prima pagina: “Reddito di cittadinanza, corsa all’anagrafe per rientrare nei requisiti. La tentazione dei cambi di residenza per ottenere l’assegno, rispettando i requisiti Isee con trucchi come finti divorzi. I controlli della Guardia di finanza sui furbetti”. Hai capito i divanisti fannulloni cari al M5S? La prova è che a Savona, nell’ultimo anno, si sarebbe registrata un’ “anomala” corsa al cambio di residenza: ben 1.839 trasferimenti nella stessa città, tutti ovviamente fittizi per far figurare nuclei familiari autonomi (finti divorzi e figli che vanno a vivere da soli), scendere sotto la soglia di povertà Isee e arraffare indebitamente il sussidio. La tipica truffa dell’“Italietta che si arrangia”. La “notizia” fa il giro dei giornaloni e naturalmente dei social, grazie anche a Massimo Gramellini, vicedirettore del Corriere, che la riprende nella sua popolare rubrica quotidiana ( “I furbetti del redditino”). E dà tutto per scontato: “Come era prevedibile, è cominciata la caccia al reddito da parte dei cittadini che non ne hanno diritto”. Peccato che sia tutto falso. Il nostro giornalista l’ha scoperto facendo quel che avrebbe dovuto fare il Corriere: ha chiamato l’Anagrafe di Savona e ne ha ottenuto i dati degli ultimi anni, da cui risulta che i 1.839 cambi del 2018 sono tutt’altro che “anomali”. Nel 2016 e nel 2017, quando governavano Renzi e Gentiloni e nessuno poteva prevedere la vittoria dei 5Stelle nel 2018 e il reddito di cittadinanza nel 2019, i cambi di residenza furono rispettivamente 1.985 e 1.845: cioé più di quelli del 2018 che il Corriere definisce “anomali” e collega al reddito di cittadinanza (che, se c’entrasse qualcosa, avrebbe addirittura fatto diminuire le presunte truffe all’Anagrafe). Osserva Mackinson: “Si scopre così, con due telefonate, il secondo caso di utilizzo di dati farlocchi da parte del Corriere a distanza ravvicinata, dopo quello sull’allarme dei marchi delle auto di lusso che avrebbero subìto effetti ‘devastanti’ dall’ecotassa, come se chi può permettersi supercar da 100mila euro vi rinunciasse per 2mila di sovrattassa”. E dopo quello della procedura d’infrazione mai decisa dall’Europa, ma data per certa dal vicedirettore Federico Fubini, che ha scatenato le proteste dell’inviato a Bruxelles Ivo Caizzi. Ma queste son quisquilie al confronto del golpe in atto: vuoi mettere con Grillo e il signoraggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Con i fasci al Gov., grillo compreso, non ci sarebbe niente di strano....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

Con i fasci al Gov., grillo compreso, non ci sarebbe niente di strano....

Siamo alle solite. Si rosica senza soluzione di continuità.

Meglio così.

BrS

Buon rosicamento Somari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, shinycage ha scritto:

continuità

La continuità la portate avanti voi, sempre alla stessa maniera....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, sempre135 ha scritto:

La continuità la portate avanti voi, sempre alla stessa maniera....

Non disperare, esistono sempre le possibilità di riscatto, per se stessi e per i propri padroni.

Basta saper aspettare.

Aspetta e spera, cambiando lettura e seduta.

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

BrS

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, shinycage ha scritto:

per i propri padroni

Più dei vostri non ne esistono...il vostro ex capo si è fatto delle leggi apposta ed anche il vostro nuovo leader non è digiuno di certe cose....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Più dei vostri non ne esistono...il vostro ex capo si è fatto delle leggi apposta ed anche il vostro nuovo leader non è digiuno di certe cose....xD

Blaterando senza  riferimenti, si può dire tutto e il contrario di tutto, applicando distintivi ed etichette  a destra e manca.

Una pratica molto in uso tra i perdenti del 4 Marzo.

Rimane solida e incontrovertibile la ragione  per cui il povero Sempresomaro135 raglia disperatamente il suo dolore, inconsapevole che tale raglio non andrà oltre le proprie e poderose orecchie.

BrS

Buon rosicamento Somaro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, shinycage ha scritto:

Blaterando senza  riferimenti, si può dire tutto e il contrario di tutto, applicando distintivi ed etichette  a destra e manca.

Degna logica della tua cervice....testa non utero....per i riferimenti basta guardare al vostro passato....cosa che sicuramente avverrà anche in futuro...purtroppo per l'Italia...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La democrazia è in pericolo tutte le volte che la partigianeria di gente di destra o di sinistra cerca di stravolgere la verità e cancellare verità storiche solo per fini ideologici di parte, pensiamo al NEGAZIONISMO,  ci sono persone *** che cercano di negare le tragedie che avvennero durate la seconda guerra mondiale i milioni di vittime , i campi di concentramento , oppure si cerca di addossare alla controparte politica le  responsabilità di quello che avvenne  come hanno cercato di fare in questo caso https://www.interris.it/italia/foibe--un-invenzione--bufera-sull-anpi-rovigo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

La democrazia è in pericolo tutte le volte che la partigianeria di gente di destra o di sinistra cerca di stravolgere la verità e cancellare verità storiche solo per fini ideologici di parte, pensiamo al NEGAZIONISMO,  ci sono persone *** che cercano di negare le tragedie che avvennero durate la seconda guerra mondiale i milioni di vittime , i campi di concentramento , oppure si cerca di addossare alla controparte politica le  responsabilità di quello che avvenne  come hanno cercato di fare in questo caso https://www.interris.it/italia/foibe--un-invenzione--bufera-sull-anpi-rovigo

56 milioni di morti nel mondo ricadono interamente sui  governi e sui popoli che scatenarono la guerra:  tedesco, giapponese e italiano. Compresi i 20.000 infoibati da Tito, che sarebbero lo 0,036% del totale.

Comunque ne hanno arrostito di più gli americani a Hiroshima, in un colpo solo.

Soltanto che i giapponesi seppero recitare il "mea  culpa", contrariamente ai neofascisti nostrani.

251px-Nagasakibomb.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963