Renzusconi enhanced: le prove tecniche?

Poco dopo la convergenza trasversale di Pd, FI e Lega contro il M5s per il "salvataggio" di alcuni parlamentari inquisiti, la medesima convergenza si è rimaterializzata sul Sì al TAV nella recente manifestazione di Torino e sull'eventuale (e demenziale) referendum nel caso in cui il responso dei tecnici fosse sfavorevole all'opera. Non c'è due senza tre e l'occasione è puntualmente arrivata l'altro ieri sera con una esclusiva e costosa (600 euro a coperto) nonché trasversale cena romana da ancien regime (così l'ha definita il Dibba). Tra gli invitati presenti sotto la suggestiva Lanterna di Fuksas, c'era Maria Etruria Boschi con una rappresentanza di pidini e il simpatizzante Malagò, presidente del CONI un po' intristito perché la Raggi gli ha tolto le olimpiadi e il governo gli ha tagliato i fondi, o meglio il controllo diretto degli stessi. Poi una rappresentanza forzitaliota capeggiata dall'immancabile Letta (zio Gianni); e il vicepremier nonché ministro dell'Interno Salvini, per una volta non protagonista  ma nel ruolo di guest star, con un codazzo di leghisti al seguito. In effetti, stando alle cronache, il "capitano" (dei miei stivali) se ne sarebbe stato un po' in disparte, ben sapendo che la sua presenza alla cena era quasi un affronto all'alleato di governo. Anche se non sarebbe mancato uno scambio di baci a doppia guancia, solo di circostanza per carità, con miss Etruria. Presenti inoltre alcuni grossi imprenditori (o prenditori come li chiama Travaglio): da Briatore a Tronchetti, da Cairo a Montezemolo; il presidente di Confindustria, vari boiardi di Stato (qualche grossa azienda pubblica ha speso 6000 euro dei nostri soldi per prenotare un intero tavolo), lobbysti, faccendieri, pochi e selezionati giornalisti, etc. Ovviamente non poteva mancare un rappresentante della grande potenza che ci tiene sotto il tacco da 75 anni, nella persona di Edward Luttwak. Purtroppo erano presenti alla cena anche alcuni magistrati, anche noti e valorosi come il procuratore capo di Palermo Lovoi (che sedeva allo stesso tavolo del suo ex indagato Salvini) e il pm di Catanzaro Gratteri. Dico purtroppo perché un evento così esclusivo, costoso e politicamente controverso, sia pure ufficialmente dedicato alla giustizia, difficilmente si conforma ai criteri di sobrietà e terzietà cui dovrebbero attenersi le toghe nelle loro uscite pubbliche, ma soprattutto perché tra i presenti c'erano, secondo Travaglio, anche alcuni noti indagati e imputati. Tornando al discorso politico, alla cena trasversale sulla giustizia non c'era nessun rappresentante del M5s, come è ovvio trattandosi un movimento antisistema. Nessuno di loro è stato invitato, nemmeno il ministro della Giustizia Bonafede. Questo, a mio avviso, fa solo onore al Movimento. Resta da capire se questi strani contatti, queste strane convergenze, queste strane cene, tutto in un così breve lasso di tempo, siano semplici coincidenze o se stiamo assistendo alle prove tecniche di quello che io chiamo il Renzusconi enhanced, ovvero il governo implicitamente disegnato con il Rosatellum (ma sonoramente bocciato dagli italiani il 4 marzo) rinforzato dalla Lega. Insomma, il super-inciucio, il trionfo della  partitocrazia e del gattopardismo, la presa per il kulo definitiva degli elettori, la morte della nostra democrazia rappresentativa. Certo in politica nulla accade per caso. Anche Travaglio sente puzza di inciucio e lo chiama "il Governo del Cambianiente". In effetti è opportuno ricordare che queste tre forze cominciarono a convergere e a coalizzarsi contro il M5s proprio in occasione delle votazioni in parlamento per la legge elettorale (poi rivelatasi, come il sottoscritto modestamente aveva previsto, manna dal cielo per la Lega, provvidenziale salvagente per Forza Italia e boomerang doloroso per il Pd). Se cadesse l'attuale governo (per es. sul TAV) e se Mattarella si opponesse, come il suo predecessore Napolitano, alle elezioni anticipate, il Renzusconi enhanced avrebbe i numeri in parlamento. In ogni caso non sarebbe difficile rinforzarlo ulteriormente con qualche "responsabile" senza vincolo di mandato (o senza dignità se preferite). Fantapolitica? Staremo a vedere. Intanto godiamoci questo magnifico editoriale di Marco, magistrale mix di arguzia, satira e analisi politica.

https://infosannio.wordpress.com/2019/01/17/giustizia-smart-casual/

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

8 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Poco dopo la convergenza trasversale di Pd, FI e Lega contro il M5s per il "salvataggio" di alcuni parlamentari inquisiti, la medesima convergenza si è rimaterializzata sul Sì al TAV nella recente manifestazione di Torino e sull'eventuale (e demenziale) referendum nel caso in cui il responso dei tecnici fosse sfavorevole all'opera. Non c'è due senza tre e l'occasione è puntualmente arrivata l'altro ieri sera con una esclusiva e costosa (600 euro a coperto) nonché trasversale cena romana da ancien regime (così l'ha definita il Dibba). Tra gli invitati presenti sotto la suggestiva Lanterna di Fuksas, c'era Maria Etruria Boschi con una rappresentanza di pidini e il simpatizzante Malagò, presidente del CONI un po' intristito perché la Raggi gli ha tolto le olimpiadi e il governo gli ha tagliato i fondi, o meglio il controllo diretto degli stessi. Poi una rappresentanza forzitaliota capeggiata dall'immancabile Letta (zio Gianni); e il vicepremier nonché ministro dell'Interno Salvini, per una volta non protagonista  ma nel ruolo di guest star, con un codazzo di leghisti al seguito. In effetti, stando alle cronache, il "capitano" (dei miei stivali) se ne sarebbe stato un po' in disparte, ben sapendo che la sua presenza alla cena era quasi un affronto all'alleato di governo. Anche se non sarebbe mancato uno scambio di baci a doppia guancia, solo di circostanza per carità, con miss Etruria. Presenti inoltre alcuni grossi imprenditori (o prenditori come li chiama Travaglio): da Briatore a Tronchetti, da Cairo a Montezemolo; il presidente di Confindustria, vari boiardi di Stato (qualche grossa azienda pubblica ha speso 6000 euro dei nostri soldi per prenotare un intero tavolo), lobbysti, faccendieri, pochi e selezionati giornalisti, etc. Ovviamente non poteva mancare un rappresentante della grande potenza che ci tiene sotto il tacco da 75 anni, nella persona di Edward Luttwak. Purtroppo erano presenti alla cena anche alcuni magistrati, anche noti e valorosi come il procuratore capo di Palermo Lovoi (che sedeva allo stesso tavolo del suo ex indagato Salvini) e il pm di Catanzaro Gratteri. Dico purtroppo perché un evento così esclusivo, costoso e politicamente controverso, sia pure ufficialmente dedicato alla giustizia, difficilmente si conforma ai criteri di sobrietà e terzietà cui dovrebbero attenersi le toghe nelle loro uscite pubbliche, ma soprattutto perché tra i presenti c'erano, secondo Travaglio, anche alcuni noti indagati e imputati. Tornando al discorso politico, alla cena trasversale sulla giustizia non c'era nessun rappresentante del M5s, come è ovvio trattandosi un movimento antisistema. Nessuno di loro è stato invitato, nemmeno il ministro della Giustizia Bonafede. Questo, a mio avviso, fa solo onore al Movimento. Resta da capire se questi strani contatti, queste strane convergenze, queste strane cene, tutto in un così breve lasso di tempo, siano semplici coincidenze o se stiamo assistendo alle prove tecniche di quello che io chiamo il Renzusconi enhanced, ovvero il governo implicitamente disegnato con il Rosatellum (ma sonoramente bocciato dagli italiani il 4 marzo) rinforzato dalla Lega. Insomma, il super-inciucio, il trionfo della  partitocrazia e del gattopardismo, la presa per il kulo definitiva degli elettori, la morte della nostra democrazia rappresentativa. Certo in politica nulla accade per caso. Anche Travaglio sente puzza di inciucio e lo chiama "il Governo del Cambianiente". In effetti è opportuno ricordare che queste tre forze cominciarono a convergere e a coalizzarsi contro il M5s proprio in occasione delle votazioni in parlamento per la legge elettorale (poi rivelatasi, come il sottoscritto modestamente aveva previsto, manna dal cielo per la Lega, provvidenziale salvagente per Forza Italia e boomerang doloroso per il Pd). Se cadesse l'attuale governo (per es. sul TAV) e se Mattarella si opponesse, come il suo predecessore Napolitano, alle elezioni anticipate, il Renzusconi enhanced avrebbe i numeri in parlamento. In ogni caso non sarebbe difficile rinforzarlo ulteriormente con qualche "responsabile" senza vincolo di mandato (o senza dignità se preferite). Fantapolitica? Staremo a vedere. Intanto godiamoci questo magnifico editoriale di Marco, magistrale mix di arguzia, satira e analisi politica.

https://infosannio.wordpress.com/2019/01/17/giustizia-smart-casual/

 

 

 

 

 

 

Ahahahahahaha, hai proprio deciso di non scendere dal podio degli idio ti ed a noi non rimane che prenderne atto . Ma te vedi che popo’ di teorema sto Cazzaro  mette in piedi , dopo aver letto insieme ad altri 2/3 mila ebe ti , l’articolo del fascistoide Marco (Calandrino Travaglio ). Per chi non lo sapesse era solo un incontro dibattito sul giustizialismo e niente aveva di politico. Non e’ vero un caz.z.o che i grillini non erano stati invitati ma e’ stata una loro scelta non partecipare. Ed hanno fatto bene essendo sta gentaglia incline al giustizialismo ( quando coinvolge gli altri perché quando riguarda qualcuno di loro diventano agnellini comprensivi). Se dovessi usare lo stesso metro di giudizio del Cazzaro di Napoli , dovrei affermare con forza che i giudici Gratteri e Lo Voi , sono parte integrante del fantasioso teorema che il Bufalaro Partenopeo adombra e che una volta andato in scena uno diventerà il prossimo Ministro della Giustizia e l’altro il Vicepresidente del CSM. Ovvio che non lo faccio per rispetto a coloro che leggono , ma ciò che il Cazzaro di Napoli scrive da la stura dell’imbecillita’ che lo anima , che lo sostiene . Povero Cazzaro , e’ inutile che tu incolpi i PD di questa legge elettorale !! Lo sai bene che non era quella che voleva il PD . Quella che voleva il PD era quella che aveva trovato una sua maggioranza per approvarla insieme al M5S prima che questi ultimi , dopo averla votata in un ramo del Parlamento hanno fatto una vergognosa marcia indietro all’altro ramo. E te , formidabile co@lione , invece di criticare gli scappati da casa , non trovi altro che incolpare il PD . Certo che sei un idio ta . In più , lo sei in modo superlativo perché sei provvisto di una disonesta morale ed intellettuale inarrivabile ed impareggiabile . Dopodiché , infinito Cazzaro , ti diletti pure a pronosticare quel che farà Mattarella in caso di dimissioni del governo ed infine , con la strompiaggine e la becera presunzione che ti anima , ti arroghi di un merito che non hai, di aver previsto tutto , facendo precedere la previsione con un significativo “modestamente” che altro non e’ che il ribadire di quanto credi di essere . Ed invece sei il solito idio ta , perché se la Lega e’ al governo lo si deve solo al M5S che ce l’ha portata dopo aver giurato e spergiurato che mai si sarebbe alleato con chicchessia e che se ciò non fosse stato possibile bisognava andare immediatamente a nuove elezioni ( cosa del resto da te scritta ed approvata decine di volte ).  Ed invece lo ha fatto dopo essersi messo in ginocchio e prono alla Lega quando vide che Mattarella aveva convocato Cottarelli al Quirinale per conferirgli il mandato di formare il nuovo Governo . E te , inarrivabile Cazzaro di Napoli , ora , ti arroghi pure il diritto di teorizzare scenari futuri che definire fantasiosi e’ puro esercizio di enfasi bonaria verso di te che meriteresti solo sputi in pieno volto . Te l’ho già detto e te lo ripeto : nonostante che tu sprechi energia per sottrarti dalla morsa del gradimento di questo governo schierandoti dalla parte grillina e tentando di sottrarti “ furbescamente “ da quella razzista di Salvini , sei un chiaro esempio di collaborazionista . E come tale sarai “appeso a testa in giù “ ( il virgolettato significa in senso figurato , ovviamente )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora