Il padre di Gesù era un soldato romano, scoperte archeologiche per ricostruire la storia

Un’antica tradizione, avvalorata da alcune scoperte archeologiche, darebbe un nome e un cognome al padre del Salvatore, riscrivendo tutta la storia della cristianità a partire dalle origini, se ne hanno testimonianze in Celso, che nel suo Discorso Veritiero, volto a screditare la nuova religione cristiana, tira fuori questa vecchia storia: “Di essere nato da una vergine te lo sei inventato tu, Gesù”, spiega. “In realtà sei nato in un villaggio della Giudea, da una donna del luogo, una povera filatrice a giornata. Fu scacciata dal marito, un carpentiere, per comprovato adulterio. Dopo il ripudio, fu ridotta a vagabondare per il Paese e, in gran segreto, ti partorì”. Versione molto diversa da quella del presepio. Ma non è finita. “A causa della tua povertà, hai lavorato come salariato in Egitto, dove sei diventato esperto di alcuni poteri, di cui vanno fieri gli egiziani. Poi sei tornato e, reso superbo proprio da questi poteri, ti sei proclamato figlio di Dio”. Ricapitolando, “Tua madre, fu scacciata dal falegname, che l’aveva chiesta in moglie, perché colpevole di adulterio e fu resa incinta da un soldato di nome Pantera”.
Non c’è solo Celso a dirlo. Altre tracce di questa tradizione si trovano nel Talmud (dove però ha un altro nome, Stadha) e, in un certo senso, anche nell’archeologia. Il ritrovamento a Bingen, in Germania, di una lapide romana intitolata a Tiberio Giulio Abdes Pantera, nato a Sidone (attuale Libano) e morto a 62 anni nel 40 d.C., dopo 40 anni di onorato servizio come vessillifero tra gli arcieri romani, sembra una conferma. Non di tutta la storia, certo. Ma almeno del fatto che, in quell’epoca e in quella zona, c’era almeno un soldato romano che si chiamava Pantera.  Nel 4 d.C. la città di Zippori, a sei chilometri da Nazareth, venne distrutta dalle truppe romane guidate da Publio Quintilio Varo come punizione per una ribellione. Lo stesso Publio Quintilio Varo morirà, pochi anni dopo, nella battaglia di Teutoburgo, in Germania. È possibile immaginare che uno dei suoi uomini, durante la conquista di Zippori, avesse messo incinta una donna della zona, cioè Maria (la tradizione cristiana vedrebbe Gioacchino, Anna e Maria originari di quella città) e sia ripartito con il suo comandante verso il centroeuropa, dove sarebbe morto (e la lapide lo testimonierebbe).

Il fatto che si conosca il nome del soldato, Pantera appunto, viene spiegato così: in almeno una occasione – è dato immaginare – l’uomo avrebbe cercato di fare una proposta di matrimonio a Maria, anche per riparare al disonore della gravidanza. O, visto che per i legionari romani non era possibile prendere moglie prima del congedo, si sarebbe limitato a garantire protezione e denaro alla donna per tutto il tempo della sua permanenza nell’area. Del resto, sulla base delle datazioni, sarebbe stato in Palestina per almeno 15-16 anni, a partire dal 10 a.C. Proprio nel periodo in cui sarebbe nato Gesù. In ogni caso si sarebbe reso noto alla gente del villaggio, che avrebbe appreso e tramandato il suo nome. Dopo la partenza (e non è chiaro se il figlio fosse già nato o no) il vecchio Giuseppe si sarebbe offerto, per evitare eventuali disonori, di sposare la donna.

Possibile? Vero? Chi lo sa
A me sembra una storia credibile, certo più di quella sulla verginità della Madonna, gli angeli ecc...

https://www.linkiesta.it/it/article/2018/12/22/il-padre-di-gesu-si-chiamava-pantera-ed-era-un-soldato-romano/40514/

Immagine correlata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

54 minuti fa, frittomesto ha scritto:

A me sembra una storia credibile, certo più di quella sulla verginità della Madonna, gli angeli ecc...

Ogni tanto c'è qualcuno che dice che gli asini volano è c'è chi ci crede     poi c'erano una volta gli atei, certi atei, che non credevano alla verginità della Madonna, tutti sappiamo che per fare nascere un bambino ci vogliono un uomo e una donna...dicevano; poi le conoscenze umane sono andate avanti ,hanno scoperto tecniche come clonazione, ingegneria genetica e cose simili… impossibile a Dio quello che è quasi possibile per gli uomini? non credevano nemmeno agli angeli, poi gli uomini  hanno scoperto cose strane sulla materia, sulla meccanica quantistica, sul tempo, ci sono atei che evidentemente  sono rimasti dal punto di vista culturale tecnico e scientifico  ai primi anni del 1800....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... ogni tanto, x nutrire la fantasia di qualke annoiato, il profeta di turno se ne esce con notizie, magari pure messe nero su bianco, sensazionali su Nostro Signore Gesù Cristo tipo la sua strabiliante nascita, mammà e paparino, parentado vario e così via...  i filone fantascienza é presente in libreria da vari anni xtanto uno +, uno meno, lascerà tutti indifferenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi perdoni Sig etrusco, immagino che lei conosca bene la bibbia ed è per questo che crede, anche lei, che gli asini volano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi perdoni Sig etrusco, immagino che lei conosca bene la bibbia ed è per questo che crede, anche lei, che gli asini volano.

La conosco come la conoscono tutti, visto che la laure in teologia è una laurea con decine di esami e non è certo facile e semplice  averla;  per quanto riguarda gli asini che volano mi vengono in mente certe tesi degli  atei  dell'inizio del secolo scorso ai quali era stato insegnato che le cose si erano fatte da sole, qualcuno aveva fatto credere loro che gli asini volano e loro ci credevano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma carto che gli asini volano, come tutti gli altri, chi in turistica chi *** bussines...9_9

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma carto che gli asini volano, come tutti gli altri, chi in turistica chi *** bussines...9_9

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, refusi ha scritto:

Ma carto che gli asini volano, come tutti gli altri, chi in turistica chi *** bussines...9_9

guarda che c'è anche chi non vola e resta con i piedi per terra  e sa distinguere le frottole dalle cose serie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

guarda che c'è anche chi non vola e resta con i piedi per terra  e sa distinguere le frottole dalle cose serie

La mia era solo una battuta, poi si può sempre disquisire su cosa siano le cose serie, Non entro nel merito della discussione considerando che il credere in un dio è un atto di fede e la fede non necessita di certezze ma di dogmi e i  dogmi non ncessitano di spiegazioni.  Credere o non credere è una fatto o se preferisci una decisione personale, discuterne non porterebbe da nessuna parte e ognuno rsterebbe con le proprie convinzioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

La conosco come la conoscono tutti, visto che la laure in teologia è una laurea con decine di esami e non è certo facile e semplice  averla;  per quanto riguarda gli asini che volano mi vengono in mente certe tesi degli  atei  dell'inizio del secolo scorso ai quali era stato insegnato che le cose si erano fatte da sole, qualcuno aveva fatto credere loro che gli asini volano e loro ci credevano.

Mi perdoni signor etrusco, per logica, lei non la conosce come la conoscono tutti, però se la leggesse un pò di più scoprirebbe che la bibbia è piena di asini che volano.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ogni giorno c'è ne per tutti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

però se la leggesse un pò di più scoprirebbe che la bibbia è piena di asini che volano.

tuo diritto pensarlo, peccato per te  che sul pianeta terra ci siano miliardi di persone, dagli Ebrei alle varie confessioni cristiane che leggono la Bibbia e che  non la pensano come te; una volta eri in compagnia di alcuni atei Russi, adesso che anche  in Russia è tornato il cristianesimo non hai più compagni nemmeno li ; non è per caso che sei rimasto agli inizi del 1900? perché queste cose le dicevano  gli atei di  quel tempo, pensavano che la scienza aveva scoperto tutto  e grazie alla scienza si sapeva tutto, salvo poi accorgersi  di non sapere  nemmeno  se un elettrone è un'onda o una particella o entrambe le cose.. non è per caso che la bibbia l'hai letta da solo  interpretandola a modo tuo senza fartela spiegare? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora