cronache penitenziarie toscane

FIRENZE, 13 GEN – Il tribunale di Firenze ha condannato l‘amministrazione penitenziaria a risarcire con 675mila euro i familiari di una detenuta morta nel 2014 per overdose nel carcere fiorentino di Sollicciano, quindi mentre era sotto custodia dello Stato. Ne dà notizia oggi la cronaca fiorentina de La Repubblica.

Pur riconoscendo “il comportamento colposo della vittima per aver volontariamente assunto la sostanza stupefacente – scrive nella sentenza il giudice  – può ritenersi accertato come vi sia stata una condotta di tipo omissivo” di Sollicciano per non aver controllato lo spaccio nel penitenziario.
 

Per il giudice, era nota all’amministrazione dell’istituto “la capillare e diffusa circolazione di sostanze stupefacenti all’interno del carcere”. E a seguito di “plurime ***” e “segnali d’allarme” i vertici dell’istituto avevano adottato provvedimenti che per il tribunale sono stati però “del tutto inadeguati” e interventi risolutivi sono stati messi in atto solo dopo la morte della donna. ANSA

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963