Voucher: spunta il decreto per far saltare il referendum. Siamo alle comiche

Eccoci, siamo alle comiche.

Appena dopo l'indizione della data per il referendum - il prossimo 28 maggio - spunta un decreto con cui il governo potrebbe di fatto superare il quesito e rendere inutile il referendum sui voucher.

Secondo fonti della maggioranza di governo è infatti "probabile" che il Consiglio dei ministri approvi nella riunione di venerdì un decreto "per superare" i quesiti referendari proposti dalla Cgil.

«Non è escluso che ci sia un decreto legge sui voucher», ha detto a Sky Tg24 Economia il ministro del Lavoro Poletti. «Se per avere tempi compatibili con la situazione che abbiamo di fronte - ha proseguito - fosse necessario, il governo potrebbe prendere i contenuti frutto del dibattito che è in corso alla Camera e farli diventare un decreto, è possibile ma non è detto che sia l'unica strada. In questi giorni la commissione lavoro della Camera concluderà la prima parte di attività e definirà un'ipotesi. Il governo, che ha dialogato con la commissione fino ad ora, prenderà a riferimento quella posizione, poi prenderà le sue decisionì».

Il premier Gentiloni: «Abbiamo la sfida di correggere nei prossimi giorni le norme che saranno oggetto del referendum che abbiamo convocato. Il capogruppo Rosato organizzerà anche i modi nei quali nel gruppo discuteremo di come affrontare la tematica».

Cioè: ora è addirittura possibile eliminare il voucher quale strumento operativo in due giorni mentre fino a oggi si è lasciato che i lavoratori fossero sfruttati e parte del mondo dell'imprenditoria traesse vantaggi cospicui da tale parssi di pagamento del lavoro effettuato?

Repetita iuvant, siamo alle comiche...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

siamo alle comiche sì, perché potevano pensarci prima che saltasse fuori questa cosa del referendum. In teoria i politici sono pagati apposta per risolvere problemi e fare leggi, ma, come dimostrato l'altro giorno con il biotestamento, se ne fregano fin quando non sono costretti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Martina noi vorremmo votare il decreto non ci serve!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il punto è uno, il referendum è un'iniziativa popolare, proposta con una raccolta di firme... quindi non c'entra nulla col governo. che poi questi non si accorgono del problema fino a che i cittadini, nella persona (giuridica) della cgil, non alzano la voce reclamando un referendum per abrogare i voucher (che nel caso delle promoter hanno migliorato di gran lunga il metodo contributivo, quindi se usati bene possono essere un ottimo strumento), è tutta un'altra storia.

spero sia ovvio che se passa il decreto il referendum non si farà.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la differenza, se non ho capito male, è che il referendum li vuole abolire, il decreto invece modificare mantenendoli, comunque, in vita. Se si sono svegliati proprio ora che c'è il rischio che vengano cancellati, vuol dire che c'è qualcuno che ha l'interesse di mantenerli in vita. Vorrei sapere chi???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma la cgil quando le ha raccolte tutte ste firme?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma veramente vogliono spendere dei soldi pubblici per fare il referendum su sta roba agghiacciante

così dai voucher passiamo al nero

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, aljadida5 ha scritto:

ma la cgil quando le ha raccolte tutte ste firme?

amici degli amici, feste di paese, sagre montane

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spero che si mettano daccordo prima! I voucher sono stati abusati, non da tutti ma da un'altissima percentuale di società italiane. Il vero problema è che prima non c'era chiarezza, poi in corso d'opera hanno iniziato a mettere dei paletti. Ecco alcune cose fanno fatte prima non dopo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963