Referendum sui voucher il 28 maggio... ce n'era davvero bisogno?

Il CDM ha definito la data per lo svolgimento dei referendum sull’abolizione dei voucher e sulla responsabilità solidale negli appalti, promossi dalla Cgil e dichiarati ammissibili dalla Consulta: ebbene, si terranno entrambi domenica 28 maggio.

Più di un esponente politico - ivi inclusa la leader Cgil Susanna Camusso - ha immediatamente sugggerito ((leggi sollecitato, anche perché sarebbe un paradosso se ciò non avvenisse) che lastessa data venga dichiarata election day, ovvero giorno nel quale lasciare che si svolgano anche le altre consultazioni (quali??? Le elezioni amministrative, la cui finestra va dal 15 aprile al 15 giugno: al voto – tra le altre città – andranno Genova, Padova, Palermo, Parma, Taranto e Verona).

Va ovviamente ricordato che le consultazioni che intendono abrogare leggi o parti di legge - ed è esattamente questo il caso - hanno bisogno del quorum di partecipazione al 50 per cento: anche questo il motivo per il quale in più di uno spinge per l'election day (che, peraltro, garantirebbe di risparmiare un sacco di quattrini).

Il quesito più delicato è proprio quello che riguarda i buoni lavoro da 10 euro diventati la “nuova frontiera del precariato“.

Sui vaucher, la Camusso ha recentemente ribadito: “Il voto è il prossimo appuntamento essendo Parlamento e governo assolutamente lontani dall’affrontare i temi di merito posti dai referendum, non in grado di dare soluzioni”.

Ma secondo voi, mi chiedo, è possibile che occora un referendum per stabilire se e in che modo lo strumento dei vaucher sia o meno legittimo? ovvero, se il suo utilizzo vada regolamentato oppure no?

Il cittadino voterà affinché il vaucher quale forma di pagamento venga conservata o abolita. STOP. O RESTERA' O SPARIRA'.

PERCHE' PRECLUDERSI L'UTILIZZO RAGIONEVOLE (NON CERTO QUELLO ATTUALE, BENINTESO) DI UNO STRUMENTO CHE UO' ESSERE UTILE A UNA CATEGORIA DI LAVORATORI E DI IMPRENDITORI??? A ME PARE ASSURDO CHE LA POLITICA NON SAPPIA DECLINARE IN POSITIVO LE POTENZIALITA' DEI VAUCHER!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

è assurdo utilizzare in maniera sconsiderata il referendum

se ci va il 20 per cento è un successo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche secondo me, tra l'altro continuano a interpellare i cittadini su questioni "tecniche" ... sembrano i giudici di un talent che nell'indecisione si deresponsabilizzano e fanno scattare il tilt così a decidere sarà il pubblico da casa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Referendum inutile e direi anche ridicolo, il quorum non verrà raggiunto e butteremo solo soldi per l'ennesima volta. Il passo indietro del governo sull'*** dei voucher è un buon compromesso, ma la loro eliminazione totale è un favore al lavoro nero... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per me questo è il sintomo di una totale incapacità della classe politica di legiferare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sono sempre tutti presenti solo quando possono lucrare! vergogna!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

speriamo non facciano ***, mia moglie è pagata con i vaucher :S

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

In TV parlavano di limitarne l'uso ai soli privati e probabilm s'intenderanno piccoli lavori domestici tipo le ore x far stirare le camicie, pulire i vetri, aiutare in giardino o la baby sitter ed i cervelloni politico-sindacali potevano arrivarci senza referendum...

Modificato da uvabianca111

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963