Puffete : Il Fatterello Quotidiano si e' sgonfiato ...!!

E fa rimanere senza armi i bufalari di professione . Dalle prima pagina , in 7 giorni siamo passati a pag. 8 ma i bufalari non possono  resistere molto di più ed oggi La prima pagina del Fatto è assai utile per riflettere sull’idea di informazione (e di libertà di informazione) che circola da quelle parti.

Il caso Consip, frutto dello sforzo congiunto di Henry John Woodcock e di Marco , Calandrino , Travaglio, si è rapidamente sgonfiato dopo il passaggio dell’inchiesta da Napoli a Roma, come del resto ampiamente prevedibile e previsto: è rimasto soltanto un po’ di fango, come al solito, e ad occuparsene è rimasto soltanto il Fatterello ( e  forse anche la Verità, che è poi la stessa cosa).

Così, in assenza di notizie e di argomentazioni, il Direttoretto Calandrino apre il suo giornalino dando addosso a Luca Lotti: “Nessuno li può giudicare” è il titolo canterino a tutta pagina, irrobustito da un occhiello ipergarantista: “Renzusconi. Al Lingotto processione di Dem per omaggiare l’indagato Lotti”. Molto divertente !!

Travaglietto sa benissimo che c’è una sola persona al mondo autorizzata a “giudicare” Lotti o chiunque altro: un giudice, appunto. Non lui, non i suoi volenterosi arrampicatori sugli specchi, e nemmeno i pubblici ministeri: qui da noi in Occidente le sentenze le emettono i giudici. O , no ?? Allo scopo bisognerebbe chiedere pareri equilibrati al forumista Fosforo ...!! 

Ci rendiamo conto che, per Travaglietto questa banale constatazione suona come una bestemmia, ma purtroppo per lui , e fortunatamente per la civiltà occidentale ,  è così che funziona.

Sempre in prima pagina, il secondo titolo più importante è dedicato alla “trappola censura” che starebbe scattando su Facebook, dove “il confine tra controllo legittimo e violazione della libertà di parola è diventato molto labile”.

Battaglia sacrosanta, quella per la libertà di informazione: peccato che nella pagine interne tutto si riduca alla piagnucolosa difesa di una vignetta di Natangelo che prende in giro pesantemente le vittime della valanga di Rigopiano nel tentativo, davvero originale! – di dare addosso a Matteo Renzi anche in questa circostanza.

Niente di male, per carità: la satira è al di sopra di tutto e il Fatterello ( meno copie del Messaggero Veneto , nda) è convintamente al fianco del Fatto nella difesa di Natangelo. Ma anche le opinioni altrui dovrebbero essere rispettate, altrimenti può sorgere il dubbio che la libertà invocata da Calandrino sia soltanto a senso unico.  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora