un merito che non tolgo a salvini...

11 messaggi in questa discussione

1 ora fa, pm610 ha scritto:

L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali e testo

Guarda che questo signore non è stato nominato senatore a vita per volere del presidente della repubblica. è stato liberamente eletto da cittadini che l'hanno votato, questa si chiama democrazia, d'altronde non è la prima volta che vanno in parlamento persone dal passato burrascoso, vai su Google e cerca Moranino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se    sai   chi   lo  ha   messo    nella  lista  bloccata   sei  pregato  di  dirlo... io  so  che  ce  lo ha  messo  il  salvini... e  a  suo  tempo se  ne  era  pure  vantato  ... Ora  vedi  un  po  tu.   Certo  hanno  votato   anche  il  di  mejo   che  è tutto   dire... ops   c'era  di  meglio  il  tontinelli e    la  castelli.  Sai     cosa  penso   che  questi   avessero  messo  il  nome  di  un  cavallo  il  voto lo davano  comunque   ..... tanta  è  l'informazione  politica....

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/12/2018 in 14:45 , etrusco1900 ha scritto:

Guarda che questo signore non è stato nominato senatore a vita per volere del presidente della repubblica. è stato liberamente eletto da cittadini che l'hanno votato, questa si chiama democrazia, d'altronde non è la prima volta che vanno in parlamento persone dal passato burrascoso, vai su Google e cerca Moranino

La democrazia esiste quando i cittadini possono scegliere con il voto di preferenza. Lei sa benissimo che le candidature sono bloccate e monopolio dei segretari di partito. Quindi destra e sinistra d'accordo, la democrazia italiana è stata azzoppata. Poi certo, in passato anche Cicci.olina venne eletta in Parlamento. Ma almeno Lei era devota a San Francesco.......

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Ma almeno Lei era devota a

Nella sua devozione chissà quante volte si è inginocchiata.....:o

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

La democrazia esiste quando i cittadini possono scegliere con il voto di preferenza. Lei sa benissimo che le candidature sono bloccate e monopolio dei segretari di partito. Quindi destra e sinistra d'accordo, la democrazia italiana è stata azzoppata. Poi certo, in passato anche Cicci.olina venne eletta in Parlamento. Ma almeno Lei era devota a San Francesco.......

Giusta considerazione; a questo punto però bisogna fare alcune osservazioni, la prima riguarda il voto segreto in parlamento, io do il voto a un deputato o senatore, poi guardo quello che fa, come si comporta, se penso che a mio parere abbia agito bene, alle elezioni successive lo rivoto, altrimenti voto un altro, ma se esiste il voto segreto  come faccio a sapere se il deputato o senatore da me votato ha fatto quello che volevo? poi c'è il problema dei cambi di casacca, se un deputato o senatore non è più d'accordo con il suo partito o gruppo  si deve dimettere in rispetto per coloro che lo hanno votato, non può passare a un altro schieramento  altrimenti a cosa serve votare? poi per quanto riguarda il voto di preferenza è una cosa bella, però è pericoloso, nel dare il voto di preferenza è possibile fare  sulla scheda elettorale delle combinazioni matematiche in grado di rendere riconoscibile il voto e in certe aree geografiche del paese vendere il proprio voto ..purtroppo è una cosa già avvenuta in passato;  si può scrivere un nome del prescelto tutto maiuscolo, con solo la prima lettera maiuscola, con la seconda e la terza lettera maiuscola  e così via con tutte le possibili combinazioni matematiche, stesso discorso se si usano dei numeri per indicare il prescelto;  questo spiega perché quando ci sono gli scrutini da certe aree geografiche del paese i risultati arrivano subito e in altre arrivano con notevole ritardo, ci sono evidentemente sezioni dove ogni scheda deve essere  "osservata dagli scrutatori".. se si può usare questo termine, poi c'era la vecchia pratica della sostituzione della scheda che recentemente per fortuna è stato superato  consegnando all'elettore schede con numero di serie in modo da essere certi che l'elettore riconsegni la  stessa scheda che gli era stata data , numero che viene tolto prima che la scheda venga introdotta nell'urna.  Per quanto riguarda Cicci.olina il problema è del partito che la presentò e degli elettori che liberamente la votarono, non so a quale santo fosse devota, so solo che il partito che la presentò si vantava di cose come l'aborto  (se milioni di bambini uccisi dall'approvazione della legge)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Giusta considerazione; a questo punto però bisogna fare alcune osservazioni, la prima riguarda il voto segreto in parlamento, io do il voto a un deputato o senatore, poi guardo quello che fa, come si comporta, se penso che a mio parere abbia agito bene, alle elezioni successive lo rivoto, altrimenti voto un altro, ma se esiste il voto segreto  come faccio a sapere se il deputato o senatore da me votato ha fatto quello che volevo? poi c'è il problema dei cambi di casacca, se un deputato o senatore non è più d'accordo con il suo partito o gruppo  si deve dimettere in rispetto per coloro che lo hanno votato, non può passare a un altro schieramento  altrimenti a cosa serve votare? poi per quanto riguarda il voto di preferenza è una cosa bella, però è pericoloso, nel dare il voto di preferenza è possibile fare  sulla scheda elettorale delle combinazioni matematiche in grado di rendere riconoscibile il voto e in certe aree geografiche del paese vendere il proprio voto ..purtroppo è una cosa già avvenuta in passato;  si può scrivere un nome del prescelto tutto maiuscolo, con solo la prima lettera maiuscola, con la seconda e la terza lettera maiuscola  e così via con tutte le possibili combinazioni matematiche, stesso discorso se si usano dei numeri per indicare il prescelto;  questo spiega perché quando ci sono gli scrutini da certe aree geografiche del paese i risultati arrivano subito e in altre arrivano con notevole ritardo, ci sono evidentemente sezioni dove ogni scheda deve essere  "osservata dagli scrutatori".. se si può usare questo termine, poi c'era la vecchia pratica della sostituzione della scheda che recentemente per fortuna è stato superato  consegnando all'elettore schede con numero di serie in modo da essere certi che l'elettore riconsegni la  stessa scheda che gli era stata data , numero che viene tolto prima che la scheda venga introdotta nell'urna.  Per quanto riguarda Cicci.olina il problema è del partito che la presentò e degli elettori che liberamente la votarono, non so a quale santo fosse devota, so solo che il partito che la presentò si vantava di cose come l'aborto  (se milioni di bambini uccisi dall'approvazione della legge)

Tutto bello e interessante. Tutto un girotondo su tutto, partendo da Adamo ed Eva fino ad arrivare a *** per sviare, guardare e passare fischiettando al solo scopo di scansare la verità sacrosanta, ovvero che siamo davanti ad un caso emblematico di "candidatura di scambio". 

Si, mancano solo le teorie sulle scie chimiche, sulla superiorità del tifoso juventino rispetto a quello interista o napoletano o magari empolese, sulla dimostrazione più o meno scientifica se Ruby fosse o meno la nipote di Mubarak o più semplicemente cittadina lontanamente egiziana e basta e tante altre cose ancora pur di non soffermarsi sull'unica realtà ormai acclarata e cioè che, oltre al voto di scambio, esiste sicuramente anche quello precedentemente menzionato, giustappunto la candidatura di scambio.

La candidatura di Umby se la sono contesa fino all'ultimo Papy e il Capitano poi l'ha spuntata Il capitano non si sa bene se per una questione di vicinato o per una questione di gradi.

Il problema vero però é un altro e qui si dimostra senza ombra di dubbio che la candidatura di *** eraben altra cosa e assai più dignitosa della manfrina sulla candidatura o meno di Umberto Bossi.

Per la precisione, la candidatura di Ilona Staller fu una provocazione quasi profetica contro i bacchettoni del family Day tutti Chiesa e paradiso a parte qualche piccola sbavatura riguardante amanti e via discorrendo ( son ragazzi però.....) o magari qualche piccola precisazione sull'aborto che già esisteva, veniva praticato dalle mammane invece che dai medici ma che, siccome nessuno lo vedeva...era invisibile, chissà se era più bello o più brutto e se poi c'era qualche errore della mammana pazienza, non si può avere tutto dalla vita.

ATTENZIONE ATTENZIONE, PRECISAZIONE NECESSITA: nessuno ha mai detto, neanche Emma Bonino o Pannella che era lecito ammazzare più neonati possibili ma semplicemente ed esclusivamente che ERA NECESSARIO REGOLAMENTARE L'ABORTO anche e solo per il semplice fatto che nessuna donna se non costretta (IES, ho detto proprio così, COSTRETTA) lo ha mai praticato e lo praticherà a cuore leggero, tanto per divertirsi un po' e vedere l'effetto che fa. O forse qualcuno ha l'ardire di affermare che prima non si praticava l'aborto? 

Ma torniamo a noi. Siamo sicuri che il più colpevole di tutti sia il buon Umberto? O non sarà magari il caso di aspettare un pochino gli eventi e capire magari meglio se era più meritevole di candidatura l'Umby o qualche altro?

Il tesoriere della lega (quello che poi ha pagato per tutti) e non solo lui (segretaria di allora compresa) affermano di aver lasciato nelle casse della lega almeno 40 dobloni o fiches che dir si vogliono, giusto così per poter partire con un misero cip e che di come si è svolta successivamente la partita al tavolo di poker non sono a perfetta conoscenza perché i giocatori sono diventati altri.

Con queste doverose premesse di carattere metodologico è proprio da scartare a priori la "buona e plendida" teoria della mano che lava l'altra e di quella che i panni sporchi si lavano in famiglia?

E chi lo sa?

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si  digerisce  il color  nutella a  gogo da  parte  dei gialloverdi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Giusta considerazione; a questo punto però bisogna fare alcune osservazioni, la prima riguarda il voto segreto in parlamento, io do il voto a un deputato o senatore, poi guardo quello che fa, come si comporta, se penso che a mio parere abbia agito bene, alle elezioni successive lo rivoto, altrimenti voto un altro, ma se esiste il voto segreto  come faccio a sapere se il deputato o senatore da me votato ha fatto quello che volevo? poi c'è il problema dei cambi di casacca, se un deputato o senatore non è più d'accordo con il suo partito o gruppo  si deve dimettere in rispetto per coloro che lo hanno votato, non può passare a un altro schieramento  altrimenti a cosa serve votare? poi per quanto riguarda il voto di preferenza è una cosa bella, però è pericoloso, nel dare il voto di preferenza è possibile fare  sulla scheda elettorale delle combinazioni matematiche in grado di rendere riconoscibile il voto e in certe aree geografiche del paese vendere il proprio voto ..purtroppo è una cosa già avvenuta in passato;  si può scrivere un nome del prescelto tutto maiuscolo, con solo la prima lettera maiuscola, con la seconda e la terza lettera maiuscola  e così via con tutte le possibili combinazioni matematiche, stesso discorso se si usano dei numeri per indicare il prescelto;  questo spiega perché quando ci sono gli scrutini da certe aree geografiche del paese i risultati arrivano subito e in altre arrivano con notevole ritardo, ci sono evidentemente sezioni dove ogni scheda deve essere  "osservata dagli scrutatori".. se si può usare questo termine, poi c'era la vecchia pratica della sostituzione della scheda che recentemente per fortuna è stato superato  consegnando all'elettore schede con numero di serie in modo da essere certi che l'elettore riconsegni la  stessa scheda che gli era stata data , numero che viene tolto prima che la scheda venga introdotta nell'urna.  Per quanto riguarda Cicci.olina il problema è del partito che la presentò e degli elettori che liberamente la votarono, non so a quale santo fosse devota, so solo che il partito che la presentò si vantava di cose come l'aborto  (se milioni di bambini uccisi dall'approvazione della legge)

Innumerevoli belinate etrusche. Per rendere il voto di preferenza pulito, basta la preferenza unica da esprimere con il solo numero.

Quanto al cambio di casacca, è un rischio da correre: agli elettori al prossimo giro tocca il giudizio, e a nessun altro.

Ilona Staller era devotissima di San Francesco in quanto anche lei predicava agli uccellini, ma lo faceva un pochino troppo da vicino.....Le posso assicurare che tale prassi non determina aborti, al massimo bruciori di stomaco.

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, ildi_vino ha scritto:

nessuno ha mai detto, neanche Emma Bonino o Pannella che era lecito ammazzare più neonati possibili

Evidentemente non ricordi quando la signora Bonino durante i dibattiti televisivi per il referendum diceva: " il parto non è un reato, l'aborto non è un reato", metteva cioè sullo stesso pian una cosa naturale come il parto con una cosa completamente diversa come l'aborto; diciamo che si voleva far passare l'idea che l'aborto era una forma di contraccezione come le altre e la battaglia di questi ultimi anni  per mettere in libera vendita la pillola abortiva del giorno dopo va in questa direzione; per quanto poi riguarda il finanziamento dei partiti forse bisognerebbe ricordarsi del detto " chi è senza peccato scagli la prima pietra"  diciamo che ci sono partiti più furbi che sanno fare le cose bene e partiti meno furbi che si fanno scoprire; sarebbe interessante indagare a fondo sulle fondazioni ,sui bilanci delle fondazioni, sulle provenienza dei fondi e sull'uso di questi fondi; la gente aveva votato in un referendum per la fine del finanziamento pubblico dei partiti e i partiti hanno semplicemente  cambiato nome al finanziamento , lo hanno chiamato rimborsi elettorali e hanno continuato a fare quello che facevano prima, alcuni partiti in modo più furbo e sofisticato  e altri  in modo più ingenuo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Resta  il fatto  che  il  Bossi  è stato  messo  nel listone  bloccato  proprio da  salvini  poi  il  voto  si sa   ha  dato   anche  vincente  un  di  mejo   che  dai  click ha  ricevuto  meno della  taverna   che  è tutto  dire...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963