Questo è un magistrato!!

Fino a che punto lo Stato ha diritto di punire il cittadino che reagisce ad un reato che lo Stato stesso non è stato in grado di prevenire? È ciò che si chiede il pm di Venezia Carlo Nordio, ribaltando il tema sul diritto alla legittima difesa, dopo il recente caso di Vaprio d’Adda. Intervistato dal Corriere del Veneto, il magistrato spiega che chi si difende da un reato non merita di essere indagato. E suggerisce di cambiare le norme in materia.

In sostanza la teoria di Nordio è che uno che spara a un bandito per difendersi non dovrebbe essere indagato per omicidio: così come se una persona viene invitata a casa di un amico nessuno la incriminerà per violazione di domicilio, e allo stesso modo non viene chiesto a nessuno di dimostrare che la sua partner è consenziente ogni volta che ha un rapporto sessuale per evitare l’accusa di violenza. Il magistrato quindi riprende la “prospettiva liberale” che era elemento cardine della commissione di riforma del codice da lui guidata su incarico del governo Berlusconi (poi mai messa in pratica).in sintesi:la difesa è sempre legittima!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963