NAPOLI CITTA' DEBERLUSCONIZZATA, DERENZIZZATA, DESALVINIZZATA

Napoli città deberlusconizzata, derenzizzata e ora anche desalvinizzata.

Lo dico con orgoglio: noi napoletani, pur con tutti i nostri difetti e le nostre mele marce (la camorra, i vari Romeo...), siamo un popolo serio, un popolo nobile, un popolo pulito. I populisti, i tappetari, i falsari, i politicanti che riducono la politica a mera comunicazione, annuncio e televendita, e poi nel privato si fanno i loro sporchi affari, noi li riconosciamo a km di distanza e qui a Napoli non li vogliamo. Ci hanno ingannato, ci hanno depredato, ci hanno insultato. Ora basta! Abbiamo sviluppato gli anticorpi contro questa gentaglia, contro questi parassiti. Vadano dai loro servi, vadano a Porta a Porta, vadano da Fazio, vadano da chi li intervista in ginocchio. Vadano a produrre tv spazzatura a Canale5 dalla D'Urso, vadano a Pontida, vadano al Lingotto a friggere l'aria per i decerebrati che ancora si bevono le loro spettacolari chiacchiere e le loro sesquipedali balle, il loro storytelling come si dice oggi, cioè il loro assoluto vuoto ideale e culturale riempito solo di parole, solo di slogan, solo di retorica e di scenografia. 

Noi siamo un popolo pragmatico e idealista. Qui, a Napoli nel 1647, gli italiani si ribellarono per la prima volta al dominatore straniero. Qui, a Napoli, con G.B. Vico, A. Genovesi e G. Filangieri l'Italia conobbe l'Illuminismo. Qui, a Napoli con la Repubblica Napoletana del 1799, gli italiani per la prima volta lottarono e morirono per non essere sudditi ma liberi e moderni cittadini. Qui a Napoli, con il Monitore Napoletano di Eleonora Pimentel Fonseca e con Luisa Sanfelice, eroine e martiri della Rivoluzione Partenopea, nacque in Italia la libera stampa e le donne italiane si sentirono e furono per la prima volta libere, per la prima volta protagoniste della politica. Qui, a Napoli con la fondazione della Carboneria e con i moti del 1820-21, nacque il Risorgimento. Qui, a Napoli, nel settembre 1943 con le eroiche Quattro Giornate, nacque la Resistenza al nazifascismo.

E ora qui a Napoli vorrebbero calare dal centronord i vari Berlusconi, Renzi, Salvini, furbetti ignoranti, guitti ridicoli, cabarettisti e venditori di pentole prestati alla politica, a raccontarci le loro balle, a raccontarci come vorrebbero cambiare la nostra economia, la nostra storia. Poveracci, risparmiatevi la fatica, statevene a casa, o venite qui da privati cittadini a imparare la nostra storia e ad ammirare in religioso silenzio le nostre bellezze. A noi non ce la date a bere. Qui a Napoli, a piazza San Gaetano che era l'agorà dell'antica Neapolis, la Città Nuova fondata dai Greci, noi discutevamo di politica e di filosofia mentre i vostri antenati pendevano ancora dagli alberi, e vi pendevano per le code! Al centronord oggi ci sono milioni di italiani seri, intelligenti, colti, ma voi populisti e tappetari dei miei stivali rappresentate la feccia del centronord, siete tre facce della stessa identica medaglia, rappresentate l'Italia più vecchia e stantia, non avete nulla di serio da dire, nulla di serio da comunicare, siete meno credibili di Wanna Marchi, siete la menzogna personificata, siete la feccia della feccia dell'Italia.

Qui a Napoli, cari Berlusconi, Renzi e Salvini,  politicamente e culturalmente noi non siamo secoli davanti a voi, siamo millenni davanti a voi.

Qui, da Napoli, parte dal basso, parte dal popolo la riscossa che libererà il Paese da questa feccia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

19 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Napoli città deberlusconizzata, derenzizzata e ora anche desalvinizzata.

Lo dico con orgoglio: noi napoletani, pur con tutti i nostri difetti e le nostre mele marce (la camorra, i vari Romeo...), siamo un popolo serio, un popolo nobile, un popolo pulito. I populisti, i tappetari, i falsari, i politicanti che riducono la politica a mera comunicazione, annuncio e televendita, e poi nel privato si fanno i loro sporchi affari, noi li riconosciamo a km di distanza e qui a Napoli non li vogliamo. Ci hanno ingannato, ci hanno depredato, ci hanno insultato. Ora basta! Abbiamo sviluppato gli anticorpi contro questa gentaglia, contro questi parassiti. Vadano dai loro servi, vadano a Porta a Porta, vadano da Fazio, vadano da chi li intervista in ginocchio. Vadano a produrre tv spazzatura a Canale5 dalla D'Urso, vadano a Pontida, vadano al Lingotto a friggere l'aria per i decerebrati che ancora si bevono le loro spettacolari chiacchiere e le loro sesquipedali balle, il loro storytelling come si dice oggi, cioè il loro assoluto vuoto ideale e culturale riempito solo di parole, solo di slogan, solo di retorica e di scenografia. 

Noi siamo un popolo pragmatico e idealista. Qui, a Napoli nel 1647, gli italiani si ribellarono per la prima volta al dominatore straniero. Qui, a Napoli, con G.B. Vico, A. Genovesi e G. Filangieri l'Italia conobbe l'Illuminismo. Qui, a Napoli con la Repubblica Napoletana del 1799, gli italiani per la prima volta lottarono e morirono per non essere sudditi ma liberi e moderni cittadini. Qui a Napoli, con il Monitore Napoletano di Eleonora Pimentel Fonseca e con Luisa Sanfelice, eroine e martiri della Rivoluzione Partenopea, nacque in Italia la libera stampa e le donne italiane si sentirono e furono per la prima volta libere, per la prima volta protagoniste della politica. Qui, a Napoli con la fondazione della Carboneria e con i moti del 1820-21, nacque il Risorgimento. Qui, a Napoli, nel settembre 1943 con le eroiche Quattro Giornate, nacque la Resistenza al nazifascismo.

E ora qui a Napoli vorrebbero calare dal centronord i vari Berlusconi, Renzi, Salvini, furbetti ignoranti, guitti ridicoli, cabarettisti e venditori di pentole prestati alla politica, a raccontarci le loro balle, a raccontarci come vorrebbero cambiare la nostra economia, la nostra storia. Poveracci, risparmiatevi la fatica, statevene a casa, o venite qui da privati cittadini a imparare la nostra storia e ad ammirare in religioso silenzio le nostre bellezze. A noi non ce la date a bere. Qui a Napoli, a piazza San Gaetano che era l'agorà dell'antica Neapolis, la Città Nuova fondata dai Greci, noi discutevamo di politica e di filosofia mentre i vostri antenati pendevano ancora dagli alberi, e vi pendevano per le code! Al centronord oggi ci sono milioni di italiani seri, intelligenti, colti, ma voi populisti e tappetari dei miei stivali rappresentate la feccia del centronord, siete tre facce della stessa identica medaglia, rappresentate l'Italia più vecchia e stantia, non avete nulla di serio da dire, nulla di serio da comunicare, siete meno credibili di Wanna Marchi, siete la menzogna personificata, siete la feccia della feccia dell'Italia.

Qui a Napoli, cari Berlusconi, Renzi e Salvini,  politicamente e culturalmente noi non siamo secoli davanti a voi, siamo millenni davanti a voi.

Qui, da Napoli, parte dal basso, parte dal popolo la riscossa che libererà il Paese da questa feccia.

Meno male che i napoletani sono addirittura molto migliori di quel che li rappresenti . Meno male che la stragrande maggioranza dei napoletani non si ritrovano nel tuo manifesto da coma etilico " Napolitans Uber Alles". Meno male che i Napoletani non si lasciano e non si lasceranno coinvolgere in quello che sembra , anzi lo e' , in un ciclostilato in proprio dalla sede del Partito Comunista Rivoluzionario di Ferrando sezione di Soccavo. Peccato che i Napoletani seri siano migliori di quel che li rappresenti e che quando e' venuto Renzi ad illustrare ed a definire i proventi delle somme stanziate per i progetti di Napoli e della Campania , erano solo in 150 a contestare su una popolazione di oltre un milione di abitanti . Peccato che Masaniello De Magistris , noto esponente e fautore delle rivolte di piazza , quel giorno era presente e la sala comunale  al cazzaro gliela concesse volentieri . Mi auguro che oggi non succeda niente di quel che ti auguri te noto esponente della movida rivoluzionaria partenopea che , credo , oggi , sarai sulle barricate a difendere la città dall'invasore padano e dalle sue truppe che saranno , più o meno , ....40 camice verdi . Meno male che i Napoletani sono migliori di come li rappresenti e probabilmente reagiranno alla provocazione del razzista nel modo con cui sono famosi nel mondo : con l'ironia , con qualche canzonciella satirica , con qualche battuta indigena . In caso contrario solo gli esaltati come te ed il tuo Sindaco saranno i responsabili di quel che nessuno vuole che accada . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Che Salvini sia un ignobile razzista e xenofobo e' noto e non servono le tue parole per ricordarcelo. Chi sia Berlusconi e quello che ha fatto nell'ultimo ventennio e' altrettanto arcinoto . Quello che è veramente vergognoso e vomitevole e' l'accostamento che fai ai 2 personaggi sopracitati di Renzi . Solo al pensarlo sei un farabu.tto della peggior specie . Un individuo squallido privo di qualsiasi remora morale ed intellettuale . Te saresti quello che ha difeso la Costituzione antifascista ?? Te sei un fascis.ta !! Ed infatti hai difeso la Costituzione Antifascista con i voti dei fascisti di Casa Pound, l'hai difesa con i voti anche di Salvini e di Berlusconi  che hanno votato nel tuo identico modo ed ora ti vanti di aver desalvinizzato e deberlusconizzato Napoli. E la Costituzione Antifascista che ti vanti di aver salvato dal Caudillo dice che ognuno può esprimere le sue idee .  Anche quelle contrarie alle tue . Non ti permettere più , fascista del caxxo, di esprimerti come ti sei espresso nei confronti di chi è stato il segretario del maggior partito della sinistra europea e che presto tornerà ad esserlo. Perché è molto facile fare l'eroe da tastiera , mi piacerebbe  vederti esprimere così di fronte ad una platea di militanti e compagni del PD. Ed ora vai pure , oggi e' sabato , e se non mi sbaglio oggi tocca a te pulire i cessi di casa tua mentre le tue donne sono a fare shopping . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Perchè non viene messo anche grillo?.....alle ultime votazioni sembrava essere una città già in mano ai grillini......vedendo Roma possono anche dire pericolo scampato.....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, mark525 ha scritto:

Non ti permettere più , fascista del caxxo, di esprimerti come ti sei espresso nei confronti di chi è stato il segretario del maggior partito della sinistra europea e che presto tornerà ad esserlo. Perché è molto facile fare l'eroe da tastiera , mi piacerebbe  vederti esprimere così di fronte ad una platea di militanti e compagni del PD. Ed ora vai pure , oggi e' sabato , e se non mi sbaglio oggi tocca a te pulire i cessi di casa tua mentre le tue donne sono a fare shopping . 

Forse non mi ero spiegato bene, allora te lo scrivo per la seconda e ultima volta. Me mi puoi attaccare e insultare personalmente e volgarmente quando vuoi e quanto vuoi. Del resto nei tuoi post degli ultimi mesi c'è poco altro e gli attacchi personali e deliranti di un fazioso in confusione mi fanno un baffo. Però, se vuoi continuare a discutere con me, tu le mie donne non le devi neppure lontanamente tirare in ballo, non devi neppure pensare a loro, per nessun motivo, fai conto che non esistano. Non ti permettere mai più. Chiaro?   

Per parte mio rivendico il diritto di esprimere le mie critiche politiche, sempre motivate, i miei giudizi e le mie personali opinioni, sempre consequenziali ai fatti, sul caudillo maleducato, incapace, bugiardo, nonché traditore della sinistra e degli elettori del Pd (nessuno di questi 5 attributi è un mio copyright), che ha "abusivamente" occupato le istituzioni per tre anni producendo i disastri che sono sotto gli occhi di tutti (eccetto gli accecati dalla faziosità come te) e che ho innumerevoli volte discusso nel dettaglio. Rivendico inoltre il diritto del popolo napoletano a opporsi in tutti i modi non violenti, inclusa l'occupazione pacifica di luoghi pubblici, alla presenza di uno squallido personaggio che ha insultato pubblicamente una città e un popolo, e che guida una partito la cui denominazione uff.iciale (come da sito web) è Lega Nord per l'Indipendenza della Padania e che si prefigge come finalità politica la secessione della cosiddetta padania dall'Italia (come da statuto, all'art.1).

P.S. : Noi napoletani siamo animali sociali. Non a caso discendiamo dai greci antichi. A differenza dei milanesi, quando ci troviamo in luoghi affollati noi non ci ignoriamo a vicenda ma comunichiamo, parliamo liberamente tra noi, e a voce alta se si tratta di argomenti di comune interesse, affinché tutti possano democraticamente ascoltare e intervenire. Anch'io spesso lo faccio e parlo di tante cose, dalla politica alla cultura, dalla salute allo sport. Per esempio da un paio d'anni io parlo male, malissimo, di Renzi e del Pd renziano (come in precedenza facevo di Berlusconi), e lo faccio dappertutto: al bar, al mercato rionale, dal barbiere, quando sono in coda all'ufficio postale, all'ufficio comunale o alla cassa del supermercato, in autobus o in metropolitana, in spiaggia, allo stadio, perfino nelle pause di un concerto o della proiezione di un film. Per lo più trovo consensi, spesso entusiastici, o tutt'al più qualche qualunquista che lo difende assimilandolo agli altri politici: "Renzi è come tutti, sono tutti uguali". Mai, eccetto i primi mesi del suo governo e delle sue favole programmatiche, ho trovato qualcuno che lo difendesse politicamente nel merito delle sue scelte, mai ho trovato un militante del Pd mi invitasse ad abbassare i toni sul premier-segretario. Eppure, stando ai dati dell'ultimo tesseramento, i militanti del Pd a Napoli dovrebbero essere decine di migliaia. Vorrei invece vedere te (o chiunque altro) darmi del "fascista del caxxo" a quattr'occhi. Per fortuna a Napoli, oltre ai tesserati del Pd, non scarseggiano neppure gli ospedali e i pronto soccorso.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Forse non mi ero spiegato bene, allora te lo scrivo per la seconda e ultima volta. Me mi puoi attaccare e insultare personalmente e volgarmente quando vuoi e quanto vuoi. Del resto nei tuoi post degli ultimi mesi c'è poco altro e gli attacchi personali e deliranti di un fazioso in confusione mi fanno un baffo. Però, se vuoi continuare a discutere con me, tu le mie donne non le devi neppure lontanamente tirare in ballo, non devi neppure pensare a loro, per nessun motivo, fai conto che non esistano. Non ti permettere mai più. Chiaro?   

Per parte mio rivendico il diritto di esprimere le mie critiche politiche, sempre motivate, i miei giudizi e le mie personali opinioni, sempre consequenziali ai fatti, sul caudillo maleducato, incapace, bugiardo, nonché traditore della sinistra e degli elettori del Pd (nessuno di questi 5 attributi è un mio copyright), che ha "abusivamente" occupato le istituzioni per tre anni producendo i disastri che sono sotto gli occhi di tutti (eccetto gli accecati dalla faziosità come te) e che ho innumerevoli volte discusso nel dettaglio. Rivendico inoltre il diritto del popolo napoletano a opporsi in tutti i modi non violenti, inclusa l'occupazione pacifica di luoghi pubblici, alla presenza di uno squallido personaggio che ha insultato pubblicamente una città e un popolo, e che guida una partito la cui denominazione uff.iciale (come da sito web) è Lega Nord per l'Indipendenza della Padania e che si prefigge come finalità politica la secessione della cosiddetta padania dall'Italia (come da statuto, all'art.1).

P.S. : Noi napoletani siamo animali sociali. Non a caso discendiamo dai greci antichi. A differenza dei milanesi, quando ci troviamo in luoghi affollati noi non ci ignoriamo a vicenda ma comunichiamo, parliamo liberamente tra noi, e a voce alta se si tratta di argomenti di comune interesse, affinché tutti possano democraticamente ascoltare e intervenire. Anch'io spesso lo faccio e parlo di tante cose, dalla politica alla cultura, dalla salute allo sport. Per esempio da un paio d'anni io parlo male, malissimo, di Renzi e del Pd renziano (come in precedenza facevo di Berlusconi), e lo faccio dappertutto: al bar, al mercato rionale, dal barbiere, quando sono in coda all'ufficio postale, all'ufficio comunale o alla cassa del supermercato, in autobus o in metropolitana, in spiaggia, allo stadio, perfino nelle pause di un concerto o della proiezione di un film. Per lo più trovo consensi, spesso entusiastici, o tutt'al più qualche qualunquista che lo difende assimilandolo agli altri politici: "Renzi è come tutti, sono tutti uguali". Mai, eccetto i primi mesi del suo governo e delle sue favole programmatiche, ho trovato qualcuno che lo difendesse politicamente nel merito delle sue scelte, mai ho trovato un militante del Pd mi invitasse ad abbassare i toni sul premier-segretario. Eppure, stando ai dati dell'ultimo tesseramento, i militanti del Pd a Napoli dovrebbero essere decine di migliaia. Vorrei invece vedere te (o chiunque altro) darmi del "fascista del caxxo" a quattr'occhi. Per fortuna a Napoli, oltre ai tesserati del Pd, non scarseggiano neppure gli ospedali e i pronto soccorso.

Detto che si esprime come te nei confronti del segretario del maggior partita della sx e' un fascista del caxxo e non avrei nessuna difficoltà a ripetertelo anche a quattr'occhi confidando soprattutto per te che Napoli , episodi purtroppo frequenti di malasanità a parte , conta numerosi pronto soccorso , affermo e rivendico il mio diritto di pensare tutto il male possibile verso Salvini . Detto ciò penso che il masaniello governa Napoli grazie con circa il 20% con 178.000 voti al primo turno e qualche migliaia di più al ballottaggio (cifre significative del dato che non ha alcuna presa oltre ai suoi). Fatte le premesse,sarebbe normale che una volta eletto, anche da una minoranza, il sindaco dovrebbe essere il sindaco di tutti ed  è all'evidenza dei fatti che tra i tutti si annoverano anche, pochi o molti che siano, coloro che hanno simpatie per Salvini . Chi è De Magistris per vietare loro una manifestazione? Oltre tutto un ex Magustrato che avrebbe pure l'obbligo di far rispettare la legge oltre che a non avere atteggiamenti, comportamenti e compiere atti di puro stampo fascista. Napoli, nella sua plurimillenaria storia, ha veduto sorgere e scomparire numerose civiltà, creando una socialità avulsa dal razzismo e aperta a ogni confronto sia sociale sia culturale. A Napoli il problema è l'assoluta mancanza della cultura politica, della sua capacità di mediazione e di circoscrizione dei fenomeni sociali. Salvini vuol parlare a Napoli? Lo si faccia parlare. Napoli non ha avuto paura dei nazisti figuriamoci dei leghisti. Mi sono chiesto del perché Voltaire è stato gettato nella spazzatura e Demagistris ha inscenato questa sceneggiata degna del miglior Merola . Considerando che non è un politico, e neanche un magistrato, resta solo l'ipotesi che è solo un fanatico in cerca di gloria a qualsiasi costo. E' riuscito a riempire le prime pagine anche facendo fare una figura di mer.da a tutti napoletani e non solo a quei 2/3 mila esaltati fuori del tempo come Fosforo . Detto ciò confermo : Tutte le volte che ti azzarderai ad accostare Renzi , od un qualsiasi esponente del PD , ad elementi come Salvini e Berlusconi ti farò rimangiare quelle indegne e vergognose parole che andrai a profferire . Chiaroooo ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

P.S.  Non mi sembra affatto di aver offeso le tue donne ma mi sono limitato solo a riproporre episodi di quotidianità che te stesso hai portato alla ribalta su questo forum . Se ritieni che l'aver detto che andare a fare shopping il sabato sia un'offesa , mi scuso con le tue donne e pure con te che ci hai notiziato che mentre loro vanno in giro per negozi tu pulisci il bagno di casa tua che , sinceramente , ritengo sia una nobile attività per chi parla come parli te . Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, pm610, filmato sempre utile per chi ha la memoria corta e per chi vuole sdoganare il partito nordista, razzista e secessionista sperando che porti via un po' di voti al Centrosud ai 5Stelle.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora