I peccati dei padri

"Una persona che ebbe una nitida comprensione sia del genocidio armeno, sia della mitologia turca, fu Adolf Hitler, con la celebre domanda: “Chi parla ancora oggi dello sterminio degli armeni?”. Siobhan Nash-Marshall, americana, docente di Filosofia teoretica, affronta il tema del negazionismo turco con un approccio originale, non solo strettamente storico. “Sempre più si radica in me la convinzione che le mani della filosofia siano figurativamente sporche di sangue – scrive nella prefazione. Non è un caso che il genocidio armeno sia stato replicato così presto e tanto meticolosamente dai nazisti. (…) Se era stato permesso ai turchi, perché non ai tedeschi?”.
Il negazionismo, spiega Nash-Marshall, fa parte degli intenti originari dei Giovani Turchi. Non solo il genocidio è stato accuratamente pianificato, ma anche la sua negazione, fin dall’inizio, prima che iniziassero le deportazioni e i massacri. Un negazionismo dunque “infra-genocidario”, e non solo post genocidario."
Scrive Alessandro Litta Modignani nella sua recensione che trovate qui
https://www.ilfoglio.it/una-fogliata-di-libri/2018/12/12/news/i-peccati-dei-padri-siobhan-nash-marshall-una-fogliata-di-libri-228805/

Un libro che spiega le origini e i motivi del negazionismo a partire da quello che riguarda il genocidio degli Armeni, molto bello e interessante per capire la storia anche più recente
1544562220307.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963