IL VENTO E' CAMBIATO AHAHAHAH

6 messaggi in questa discussione

La scolaretta comunque è sempre sorridente....Roma può bruciare o essere sommersa dai rifiuti che lei sorride...adesso gli manca solo che al prossimo incendio si metta a suonare la cetra e siamo completo....nel'ultimo pensiero c'è il ricordo della polvere fotografata alla festicciola romana.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sembra che anche Nerone sorridesse mentre Roma bruciava. Ma poi l'ha ricostruita meglio di prima.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Sembra che anche Nerone sorridesse mentre Roma bruciava. Ma poi l'ha ricostruita meglio di prima.

Nerone  non  ha  ricostruito  proprio niente   come  niente   è la  sindoca ..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dunque, quali possono essere le conseguenze positive di un disastro di tale portata e tragicità?
Come già accennato all’inizio, la città eterna fino al 64 d.C. era stata costruita senza piani regolatori, senza criteri costruttivi se non quello di sfruttare tutti gli spazi a disposizione anche i più angusti. Per ordine dello stesso Nerone, invece, la ricostruzione avvenne in base a poche ma significative direttive generali.
Innanzitutto vennero tracciati i percorsi delle strade principali stabilendone le dimensioni.
Quindi venne imposto che domus o insulae adiacenti non avessero muri in comune, per evitare che fuoco e crolli potessero ripercuotersi direttamente sulle costruzioni confinanti. Fu imposto anche che gli edifici dovessero essere realizzati con meno legno possibile sfruttando pietre come quelle estratte dalle cave di Gabio e di Alba per gli architravi sopra finestre e porte o i pilastri. Venne istituito un servizio di sorveglianza al fine di garantire a tutti i luoghi della città l’arrivo di un quantitativo adeguato d’acqua.
Poste queste condizioni, Nerone incentivò la ricostruzione – almeno per quanto riguarda la maggior parte delle abitazioni – concedendo significativi rimborsi se i lavori fossero stati ultimati entro un anno dalla catastrofe.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

RESTA  IL FATTO  CHE  IL VENTO  è CAMBIATO  IN PEGGIO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963