In Italia culle sempre più vuote, perché non si fanno figli?

L’Italia fa sempre meno figli e nel 2016 le nascite toccano un nuovo minimo storico mentre la popolazione invecchia e quasi un quarto degli abitanti ha più di 65 anni. È la fotografia scattata dall'Istat nel report sugli indicatori demografici.    

Nel 2016 le nascite sono state 474.000, circa 12.000 in meno rispetto all’anno precedente (-2,4%). Il calo interessa tutto il territorio nazionale, con la sola eccezione della Provincia di Bolzano che registra invece un incremento del 3,2%.

Che cavolo sta succedendo? Basta la crisi economica a veicolare questo dato? o è lo stress dei milanesi che s'è impossessata dell'animo dei ***? donne manager? uomini asessuati? p.orno libero? Che dite?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

direi uomini asessuati e svogliati

e mutande troppo stressate

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dico che un Paese di opportunisti come il nostro bisogna essere follemente coraggiosi per mettere al mondo un figlio, magari fai un figlio e poi quando è ora di tornare in ufficio dopo la maternità ti dicono" guardi lei può anche continuare a starsene a casa" come è capitato a una mia amica!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi tutte le donne incinta che vedo intorno a me, non sono sufficienti per incrementare il numero.

ma questo dato, tiene in considerazione gl'immigrati?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vero, da un lato l'Italia raccoglie quel che ha seminato, precariato e voucher di massa significa anche spingere i giovani ad abbandonare il Paese e a non credere nel futuro, dall'altra un figlio comporta rinunce e responsabilità che non tutti sono disposti a fare e ad assumersi... 

Io per prima 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

verissimi quello che dite, però io ho visto anche tante mie amiche e conoscenti che magari lo volevano anche ma non riuscivano a rimanere incinte, anche questo è un problema di cui si parla molto poco, specialmente tra le donne

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le generazioni che oggi è chiamata a "figliare" è la generazione Y, la generazione cavia per eccellenza, (riforme universitarie, del lavoro etc) e cosa ci si aspetta adesso? Che dopo averli cresciuti a pane e schifezze ridiano indietro un mazzo di fiori e bambini  mentre continui a circondarli di merd... ??? No, grazie

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...i bambini sono una delle cose + belle esistenti al mondo ma nn vivono d'aria e finké ci sarà poco lavoro e quel poco nn é sicuro come poteva esserlo una volta, sarebbe da incoscienti metter al mondo una prole numerosa.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

nn é l'essere umano ke nn ha voglia di impegnarsi ma le condizioni economike ke sto paese sta attraversando:

le industrie ke producono contraccettivi, ringraziano la perdurante crisi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bella domanda, la risposta non è semplice. E' chiaro che per i giovani il lavoro oggi scarseggia, specie quello stabile, e gli affitti sono salati, non ne parliamo i prezzi delle case. Ma è anche vero che i giovani d'oggi spesso sono viziati, vengono da famiglie poco numerose (mio padre era l'ultimo di 9 figli che all'epoca non erano nulla di eccezionale) e sono poco propensi a dividere il pane con una nuova bocca, ma soprattutto a rinunciare ai tanti effimeri piaceri cui un neonato o un bimbo piccolo ti obbliga a rinunciare, spesso senza sapere che i bambini sono la gioia più grande della vita. Ti garantisco che se sei cresciuto vedendo nascere fratellini e sorelline, con i quali hai giocato e diviso tutto, poi da adulto non puoi non desiderare di mettere al mondo un buon numero di figli. Io ho solo due figlie (solo? direbbe qualcuno) per un problema che non sto qui a divulgare, ma avrei voluto averne 6, tutte femmine, come un mio amico fortunato e beato tra le donne.  Nel calo, o meglio nel crollo delle nascite c'è una causa economica ma anche una forte componente socio-culturale. Altrimenti non si spiegherebbe come in Italia il tasso di fecondità (numero medio di figli per donna) sia 1,3 (ben al di sotto di quel 2,0 che garantisce il ricambio generazionale) mentre in paesi poverissimi come il Niger e la Somalia sia superiore a 6. Ai giovani dico, non abbiate paura di mettere al mondo bambini, anche se non avete la sicurezza economica, anche se le prospettive al momento non sono buone. In Italia grazie a Dio nessuno muore di fame, e vi garantisco che non c'è nulla più di un neonato che possa stimolare una coppia a rimboccarsi le maniche, ad affrontare e risolvere con coraggio e pragmatismo i problemi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ci pensano i vari mohamed & fatime varie...e come s e non bastasse,le zingare,visto che quando le prendono in flagranza di reato,sono tutte minorenni ed incinta!!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me risulta che in AFRICA  ne facciano anche  TROPPI di Figli.

Ma qualcuno anni fa gli ha detto di NON  usare ANTICONCEZZIONALI.

Ora io credo che in  quel picolissimo Stato dovrebbero rivedere un po tante cose, che in parte stanno facendo.

Perche'  solo pregando non si risolve nulla.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963