Sabrina la cooperante che ha fatto condannare i suoi aguzzini in Sud Sudan

“Sarà un buon motivo per iniziare a stare meglio” così Sabrina commenta la notizia della condanna dei soldati governativi di Salva Kiir in Sud Sudan. La cooperante italiana, originaria de L’Aquila, è stata la protagonista chiave del processo che ha visto imputati 12 soldati per le violenze inferte ad un gruppo di cooperanti stranieri nel luglio del 2016, quando in Sud Sudan è scoppiata la guerra civile.
Ieri, il tribunale militare in Sud Sudan ha condannato 10 soldati per lo stupro dell’operatrice umanitaria italiana e di altre quattro colleghe straniere e l'omicidio di un giornalista locale durante gli scontri avvenuti a Juba nel luglio 2016. La cooperante italiana si è trovata al centro della guerra civile e oggi racconta per la prima volta le violenze subite, l'inefficienza delle Nazioni Unite e il coraggio di essere testimone chiave in processo che per la prima volta vede alla sbarra soldati governativi. Con il suo coraggio ha fatto condannare violentatori assassini, compresi quelli che la hanno torturtata.

Questa storia è sconosciuta ai più e spero non si ripeta per la volontaria rapita in Kenia

https://www.panorama.it/news/esteri/litaliana-che-ha-fatto-condannare-soldati-violenti-sud-sudan/

Risultati immagini per sabrina su sudan

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Il coraggio di una donna supera quello di un uomo...l'uomo ha bisogno d'essere in gruppo la donna il più combatte anche da sola.:x

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora