UN MENTORE DEI GRILLI...OPS NO

2 messaggi in questa discussione


In  merito a  questo e  alle  dichiarazioni  del  grillopregiudicato  dove   sta la  differenza   tra  il  palazzinaro  di  prima  e  il  costruttore  ipotetico  di  oggi  ??  Tra  la  location   di  ieri  e  quella   di oggi  grillo  ha  dichiarato se   si fa non  si fa   a  Tor   di Valle...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

VIRGINY NON DEVE MORIRE

L'avrete notato tutti: mentre il PD è costretto ad affrontare pericoli esterni e interni, magicamente è svanita qualsiasi notizia su Virginia Raggi e le sue ambasce esterne e interne al m5s.
Gli avvisi di garanzia della sindaca sono apparentemente dimenticati, le polizze cancellate con un colpo di spugna, gli sgarbi a Israele e alla comunità ebraica soffocati, i veleni fra lei e la parte "ortodossa" del movimento occultati sapientemente.
Mentre si celebra il solito processo mediatico a Matteo Renzi, a suo padre, al suo medico curante e al callista della sua maestra d'asilo; mentre si analizzano con la datazione radiometrica e il contatore geiger liste della spesa, scontrini, carte di caramella recuperati nelle discariche; mentre si sottopongono all'esame dei DNA stuzzicadenti rotti e granelli di sale trovati sotto i tavoli dei ristoranti; mentre - insomma - la "giuria popolare" ha già proceduto a giustiziare e a seppellire in terreno sconsacrato il ministro Lotti e Tiziano Renzi e tutto il cucuzzaro, ecco che i guai di Virginia Raggi scompaiono miracolosamente dalle discussioni dell'opinione pubblica. 
La faida che opponeva la Raggi e i suoi seguaci alla stragrande maggioranza della "base" grillina riguardo allo stadio della Roma - che l'accordo non ha certo sopito, anzi - è stata messa sotto silenzio per volere dei vertici pentastellati, secondo una logica ben precisa.
Qualunque cosa succeda, la Raggi non si tocca, a costo di sacrificare attivisti solerti, tavoli di lavoro, regole sbandierate ad nauseam fino al giorno prima.
Costi quello che costi, il diktat di Grillo è che "Virginy" non deve morire. E poco importa se, per tenere in vita lei, Roma muore ogni giorno di più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora