sommossa ad udine: 150 nullafacenti non avevano altro da fare

L’altra notte, intorno alle 23, una vera e propria sommossa all’interno della caserma Cavarzerani, dove gozzovigliano da anni centinaia di sedicenti profughi africani e pakistani.


Oltre 150 migranti, quasi tutti pakistani, hanno assediato il centro direzionale della struttura per protestare, con violenza, contro la notizia girata sui social, che ai richiedenti asilo venisse servito “cibo avariato”.

La notizia del cibo avariato era però ovviamente falsa. I profughi passano troppo tempo sui social con i telefonini comprati con i soldi degli italiani e il wifi gratuito.

La rivolta, violenta, è stata sedata solo con l’intervento in forze della Polizia. I cittadini che abitano nei pressi della caserma hanno dichiarato di essere rimasti terrorizzati dalle urla animalesche che provenivano dall’interno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora