aggiornamenti sardegnoli

Ad ennesima dimostrazione che l’immigrazione non è una risorsa, e che l’arrivo di immigrati in Italia non dipende dai bisogni dell’economia, il caso scuola della Sardegna.

In una regione dalla quale i giovani locali sono costretti ad emigrare, dove c’è una disoccupazione che oscilla tra il 15 e il 20 per cento, anche nell’ultimo anno sono aumentati gli immigrati. Ora. Se in una zona i giovani se ne vanno perché non c’è lavoro, perché arrivano gli immigrati, se non a farsi mantenere o delinquere? E attenzione: la loro presenza degrada ancora di più il mondo del lavoro, aumentando l’emigrazione autoctona: è un circolo vizioso. Che vediamo all’opera in tutta Italia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963