Crociata anti Netflix, il ministro firma un decreto: "I film prima al cinema"

Il ministro dei Beni culturali sta preparando un decreto per stabilire che i film italiani escano prima al cinema e poi sulle altre piattaforme, il riferimento chiaro è a Netflix che ha distribuito il film da loro prodotto, sul caso Cucchi, in contemporanea al cinema e in streaming.
Ora si muovono i politici per regolare e costringere chi produce un prodotto a distribuirlo come e quando dicono loro, qualcosa di assurdo... andrà a finire che Netflix manderà tutto e solo in streaming in Italia, con buona pace di chi vive in posti dove i cinema non ci sono... e chi vorrà vedere i film prodotti da Netflix sarò costretto ad abbonarsi, così il cinema che si vuole proteggere perderà ancora più pubblico...

https://www.ilfoglio.it/cinema/2018/11/14/video/prima-in-sala-e-poi-in-streaming-come-andra-a-finire-la-crociata-anti-netflix-di-bonisoli-224514/

Risultati immagini per bonisoli

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Non so quanto una norma del genere possa essere costituzionale, è un poco come se  (faccio ovviamente un paradosso)si dicesse che le notizie prima di essere pubblicate su internet devono prima essere stampate su carta da qualche giornale cartaceo… evidentemente si confonde l'informazione scritta o visiva con il mezzo attraverso il quale questa informazione, messaggio o spettacolo viene veicolato e viaggia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963