Centrodestra e centrosinistra hanno fallito. Ora basta!

Non passa giorno che non sentiamo o leggiamo: i 5 stelle sono inesperti, sono incapaci, sono impreparati ad amministrare e a governare. Verità o narrazione? A mio avviso né l'una né l'altra. In generale bisogna andarci cauti con le generalizzazioni. Per l'es. la sindaca di Torino non sembra impreparata né incapace, mentre quella di Roma sta pagando lo scotto dell'inesperienza. Ma nessuno nasce "imparato" e Roma è assai più grande e problematica di Torino. Centrosinistra e centrodestra nella capitale hanno fatto disastri, mentre il centrosinistra ha amministrato bene Torino. Era del tutto prevedibile che all'inizio la Raggi avrebbe avuto difficoltà maggiori della sua collega Appendino, ma lentamente (un po' troppo per la verità) anche Virginia sta imparando. In un Comune normale 8 mesi sarebbero sufficienti per un primo giudizio su sindaco e giunta, a Roma no. Dico solo che con la fermezza esibita, sia sulle Olimpiadi che sullo stadio, nei riguardi di poteri che in Italia non di rado mettono in soggezione la politica, la Raggi ha dimostrato per lo meno di non essere una sprovveduta e di meritarsi un altro po' di pazienza e di fiducia da parte dei romani. Al governo centrale i 5s non li abbiamo ancora visti, non saprei dire se purtroppo o per fortuna. Purtroppo abbiamo già visto governare il centrodestra e il centrosinistra, li abbiamo visti pure governare insieme, e abbiamo visto per lo più disastri inenarrabili, nonché anni e occasioni sprecate. Cosicché ci avviamo stancamente alla scadenza naturale di questa sciagurata legislatura (in qualsiasi paese democratico, ma serio, un parlamento eletto in violazione della Costituzione sarebbe rimasto in carica lo stretto tempo necessario a riscrivere la legge elettorale) con la prospettiva di crescere meno di tutti in Europa, con un debito record e i conti da correggere, e ancora con un grosso punto interrogativo sulla legge elettorale. Sul fronte economico e dei conti pubblici le colpe vanno equamente divise tra centrodestra e centrosinistra come pure sulla legge elettorale: tra Porcellum e Italicum è stata una bella gara a chi confezionava la porcata peggiore. Ma quando parlo di disastri inenarrabili io penso anche ad altro. Penso agli assurdi, intollerabili e inammissibili ritardi e inefficienze nell'azione legislativa e di governo. Penso, per esempio, a quei nostri sfortunati connazionali che vanno in Svizzera a morire e ad esercitare un diritto civile che qui gli viene negato (50 solo nel 2016); penso agli studenti e specializzandi in Medicina e Chirurgia costretti ad andare in Francia per esercitarsi su cadaveri che da noi scarseggiano perché non abbiamo una norma che ci consenta di donare post mortem il nostro corpo a un laboratorio universitario o di ricerca; penso al reato di tortura che l'Europa ci chiede di introdurre nel codice penale per distinguerci dai paesi incivili e per punire come meritano gli aguzzini di Stefano Cucchi e della caserma Bolzaneto; penso alla norma sulla prescrizione che ci chiede sempre l'Europa e che ci eviterebbe la vergogna di lasciare prescritti e impuniti miliardari che si buttano in politica e stupratori di bambine. E penso a queste due incredibili vergogne denunciate dal benemerito e puntuale Fatto Quotidiano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/28/finanziamento-ai-partiti-la-beffa-dei-decreti-attuativi-decade-il-tetto-di-100mila-euro-per-i-privati-niente-controlli/3420075/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/26/post-nucleare-a-doppia-velocita-inerzia-di-stato-nei-controlli-e-nelle-nomine-mentre-i-cittadini-pagano-di-piu-ogni-anno/3393790/

Sono passati tre anni da quando ci hanno raccontato che avevano abolito il finanziamento pubblico ai partiti (per la verità credevamo di averlo abolito noi, via referendum, ma per i nostri politicanti, con la lodevole eccezione dei 5stelle, serve altro che la volontà popolare per segargli una mangiatoia). Però mancano tuttora tre decreti attuativi: in tre anni la presidenza del Consiglio, affaccendata com'era nel confezionare riformacce, si è "dimenticata" di emetterli.

E sono passati ben 30 anni dal referendum che portò alla chiusura delle nostre centrali nucleari. Ma il FQ ci informa che il decommissioning delle nostre 4 piccole e vecchie centrali in pratica non è ancora partito, mentre è partito da decenni il salasso di noi contribuenti che dobbiamo finanziarlo. Un salasso inaspritosi negli ultimi anni, mentre il governo impegnato con le sue riformacce non riusciva neppure a nominare i vertici dell'Ispettorato per la sicurezza nucleare. La cosa tragicomica è che il governo Renzi pensava di affidare il controllo della sicurezza nucleare nazionale (robetta) non a un tecnico esperto della materia bensì a un indagato (!), a uno finito nel mirino della Ragioneria di Stato per gestione allegra di fondi pubblici. Roba da matti, meritocrazia in salsa renziana!

Cari forumisti, immaginate un poco che accadrebbe se tutte le cosette vergognose che ho descritto sopra le facessero i 5s qualora avessero la sventura di vincere le elezioni e di andare al governo. Magari farebbero di peggio, non posso escluderlo, ma una cosa è certa: al momento, alla luce dei fatti, possiamo e dobbiamo dire che sia il centrodestra che il centrosinistra hanno platealmente fallito, si sono dimostrati impreparati e incapaci nel governare l'Italia. L'Italia non ne può davvero più di questi incapaci e dei loro disastri, hanno messo in pericolo il futuro dei nostri figli. E allora è necessaria e urgente una svolta nel governo del paese: partiti nuovi, facce nuove, idee nuove. Basta centrodestra, basta centrosinistra, basta inciuci e larghe intese! Abbiamo il dovere di provare a cambiare!

Le alternative ci sono e sono tre: la destra che fa la destra, la sinistra che fa la sinistra e il M5s. La prima personalmente la escludo, mentre propenderei per la seconda se saprà ben distinguersi, anzi rompere definitivamente con quella sedicente "sinistra" che da almeno tre anni fa tutt'altro che la sinistra. Il M5s è un'alternativa plausibile, tuttora a mio avviso interessante, con dei pro e dei contro. Sono ragazzi giovani, si stanno facendo le ossa, l'organizzazione e la democrazia interna, ma soprattutto il sistema di selezione dei candidati lasciano ancora a desiderare. Però, fino a prova contraria,  i 5stelle sono onesti. E l'onestà - diceva Emanuele Kant - è migliore di ogni politica.   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

i  "centro" nn son né carne, né pesce;  mi sembrano il limbo dantesco, rifugio caro agli indecisi ke nn han il coraggio di una posizione precisa o venduti o ricattabili x una seggiola da posarci le terga o la sistemaz di prole o parentela.

Meglio una posizione netta e quando finalmente avremo la grazia di tornar a votare un governo ke rispekki la volontà del popolo ke dovrebbe esser sovrano,  ma finora solo a parole, vedremo quello ke accadrà...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Non passa giorno che non sentiamo o leggiamo: i 5 stelle sono inesperti, sono incapaci, sono impreparati ad amministrare e a governare. Verità o narrazione? A mio avviso né l'una né l'altra. In generale bisogna andarci cauti con le generalizzazioni. Per l'es. la sindaca di Torino non sembra impreparata né incapace, mentre quella di Roma sta pagando lo scotto dell'inesperienza. Ma nessuno nasce "imparato" e Roma è assai più grande e problematica di Torino. Centrosinistra e centrodestra nella capitale hanno fatto disastri, mentre il centrosinistra ha amministrato bene Torino. Era del tutto prevedibile che all'inizio la Raggi avrebbe avuto difficoltà maggiori della sua collega Appendino, ma lentamente (un po' troppo per la verità) anche Virginia sta imparando. In un Comune normale 8 mesi sarebbero sufficienti per un primo giudizio su sindaco e giunta, a Roma no. Dico solo che con la fermezza esibita, sia sulle Olimpiadi che sullo stadio, nei riguardi di poteri che in Italia non di rado mettono in soggezione la politica, la Raggi ha dimostrato per lo meno di non essere una sprovveduta e di meritarsi un altro po' di pazienza e di fiducia da parte dei romani. Al governo centrale i 5s non li abbiamo ancora visti, non saprei dire se purtroppo o per fortuna. Purtroppo abbiamo già visto governare il centrodestra e il centrosinistra, li abbiamo visti pure governare insieme, e abbiamo visto per lo più disastri inenarrabili, nonché anni e occasioni sprecate. Cosicché ci avviamo stancamente alla scadenza naturale di questa sciagurata legislatura (in qualsiasi paese democratico, ma serio, un parlamento eletto in violazione della Costituzione sarebbe rimasto in carica lo stretto tempo necessario a riscrivere la legge elettorale) con la prospettiva di crescere meno di tutti in Europa, con un debito record e i conti da correggere, e ancora con un grosso punto interrogativo sulla legge elettorale. Sul fronte economico e dei conti pubblici le colpe vanno equamente divise tra centrodestra e centrosinistra come pure sulla legge elettorale: tra Porcellum e Italicum è stata una bella gara a chi confezionava la porcata peggiore. Ma quando parlo di disastri inenarrabili io penso anche ad altro. Penso agli assurdi, intollerabili e inammissibili ritardi e inefficienze nell'azione legislativa e di governo. Penso, per esempio, a quei nostri sfortunati connazionali che vanno in Svizzera a morire e ad esercitare un diritto civile che qui gli viene negato (50 solo nel 2016); penso agli studenti e specializzandi in Medicina e Chirurgia costretti ad andare in Francia per esercitarsi su cadaveri che da noi scarseggiano perché non abbiamo una norma che ci consenta di donare post mortem il nostro corpo a un laboratorio universitario o di ricerca; penso al reato di tortura che l'Europa ci chiede di introdurre nel codice penale per distinguerci dai paesi incivili e per punire come meritano gli aguzzini di Stefano Cucchi e della caserma Bolzaneto; penso alla norma sulla prescrizione che ci chiede sempre l'Europa e che ci eviterebbe la vergogna di lasciare prescritti e impuniti miliardari che si buttano in politica e stupratori di bambine. E penso a queste due incredibili vergogne denunciate dal benemerito e puntuale Fatto Quotidiano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/28/finanziamento-ai-partiti-la-beffa-dei-decreti-attuativi-decade-il-tetto-di-100mila-euro-per-i-privati-niente-controlli/3420075/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/26/post-nucleare-a-doppia-velocita-inerzia-di-stato-nei-controlli-e-nelle-nomine-mentre-i-cittadini-pagano-di-piu-ogni-anno/3393790/

Sono passati tre anni da quando ci hanno raccontato che avevano abolito il finanziamento pubblico ai partiti (per la verità credevamo di averlo abolito noi, via referendum, ma per i nostri politicanti, con la lodevole eccezione dei 5stelle, serve altro che la volontà popolare per segargli una mangiatoia). Però mancano tuttora tre decreti attuativi: in tre anni la presidenza del Consiglio, affaccendata com'era nel confezionare riformacce, si è "dimenticata" di emetterli.

E sono passati ben 30 anni dal referendum che portò alla chiusura delle nostre centrali nucleari. Ma il FQ ci informa che il decommissioning delle nostre 4 piccole e vecchie centrali in pratica non è ancora partito, mentre è partito da decenni il salasso di noi contribuenti che dobbiamo finanziarlo. Un salasso inaspritosi negli ultimi anni, mentre il governo impegnato con le sue riformacce non riusciva neppure a nominare i vertici dell'Ispettorato per la sicurezza nucleare. La cosa tragicomica è che il governo Renzi pensava di affidare il controllo della sicurezza nucleare nazionale (robetta) non a un tecnico esperto della materia bensì a un indagato (!), a uno finito nel mirino della Ragioneria di Stato per gestione allegra di fondi pubblici. Roba da matti, meritocrazia in salsa renziana!

Cari forumisti, immaginate un poco che accadrebbe se tutte le cosette vergognose che ho descritto sopra le facessero i 5s qualora avessero la sventura di vincere le elezioni e di andare al governo. Magari farebbero di peggio, non posso escluderlo, ma una cosa è certa: al momento, alla luce dei fatti, possiamo e dobbiamo dire che sia il centrodestra che il centrosinistra hanno platealmente fallito, si sono dimostrati impreparati e incapaci nel governare l'Italia. L'Italia non ne può davvero più di questi incapaci e dei loro disastri, hanno messo in pericolo il futuro dei nostri figli. E allora è necessaria e urgente una svolta nel governo del paese: partiti nuovi, facce nuove, idee nuove. Basta centrodestra, basta centrosinistra, basta inciuci e larghe intese! Abbiamo il dovere di provare a cambiare!

Le alternative ci sono e sono tre: la destra che fa la destra, la sinistra che fa la sinistra e il M5s. La prima personalmente la escludo, mentre propenderei per la seconda se saprà ben distinguersi, anzi rompere definitivamente con quella sedicente "sinistra" che da almeno tre anni fa tutt'altro che la sinistra. Il M5s è un'alternativa plausibile, tuttora a mio avviso interessante, con dei pro e dei contro. Sono ragazzi giovani, si stanno facendo le ossa, l'organizzazione e la democrazia interna, ma soprattutto il sistema di selezione dei candidati lasciano ancora a desiderare. Però, fino a prova contraria,  i 5stelle sono onesti. E l'onestà - diceva Emanuele Kant - è migliore di ogni politica.   

Analisi, tutto sommato, corretta.

Un solo appunto. 

I ragazzi del M5S sono giovani e inesperti, volenterosi e con gran coraggio.

 Fatta qualche giusta eccezione (Di Battista) devono maturare correttamente con una onesta guida politica.

Il Grillo fa quello che può, ma è evidente che non basta.

Pesantissima l'eredità lasciata da Roberto Casaleggio.

Un vero peccato anche per Dario Fo.

Ma nulla è eterno e questo diventa il primo insegnamento.

Modificato da shinycage

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono le stesse cose che si dicevano quando arrivò il "movimento" della lega, o l'anti politichese del berlu....tutto uguale....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Non passa giorno che non sentiamo o leggiamo: i 5 stelle sono inesperti, sono incapaci, sono impreparati ad amministrare e a governare. Verità o narrazione? A mio avviso né l'una né l'altra. In generale bisogna andarci cauti con le generalizzazioni. Per l'es. la sindaca di Torino non sembra impreparata né incapace, mentre quella di Roma sta pagando lo scotto dell'inesperienza. Ma nessuno nasce "imparato" e Roma è assai più grande e problematica di Torino. Centrosinistra e centrodestra nella capitale hanno fatto disastri, mentre il centrosinistra ha amministrato bene Torino. Era del tutto prevedibile che all'inizio la Raggi avrebbe avuto difficoltà maggiori della sua collega Appendino, ma lentamente (un po' troppo per la verità) anche Virginia sta imparando. In un Comune normale 8 mesi sarebbero sufficienti per un primo giudizio su sindaco e giunta, a Roma no. Dico solo che con la fermezza esibita, sia sulle Olimpiadi che sullo stadio, nei riguardi di poteri che in Italia non di rado mettono in soggezione la politica, la Raggi ha dimostrato per lo meno di non essere una sprovveduta e di meritarsi un altro po' di pazienza e di fiducia da parte dei romani. Al governo centrale i 5s non li abbiamo ancora visti, non saprei dire se purtroppo o per fortuna. Purtroppo abbiamo già visto governare il centrodestra e il centrosinistra, li abbiamo visti pure governare insieme, e abbiamo visto per lo più disastri inenarrabili, nonché anni e occasioni sprecate. Cosicché ci avviamo stancamente alla scadenza naturale di questa sciagurata legislatura (in qualsiasi paese democratico, ma serio, un parlamento eletto in violazione della Costituzione sarebbe rimasto in carica lo stretto tempo necessario a riscrivere la legge elettorale) con la prospettiva di crescere meno di tutti in Europa, con un debito record e i conti da correggere, e ancora con un grosso punto interrogativo sulla legge elettorale. Sul fronte economico e dei conti pubblici le colpe vanno equamente divise tra centrodestra e centrosinistra come pure sulla legge elettorale: tra Porcellum e Italicum è stata una bella gara a chi confezionava la porcata peggiore. Ma quando parlo di disastri inenarrabili io penso anche ad altro. Penso agli assurdi, intollerabili e inammissibili ritardi e inefficienze nell'azione legislativa e di governo. Penso, per esempio, a quei nostri sfortunati connazionali che vanno in Svizzera a morire e ad esercitare un diritto civile che qui gli viene negato (50 solo nel 2016); penso agli studenti e specializzandi in Medicina e Chirurgia costretti ad andare in Francia per esercitarsi su cadaveri che da noi scarseggiano perché non abbiamo una norma che ci consenta di donare post mortem il nostro corpo a un laboratorio universitario o di ricerca; penso al reato di tortura che l'Europa ci chiede di introdurre nel codice penale per distinguerci dai paesi incivili e per punire come meritano gli aguzzini di Stefano Cucchi e della caserma Bolzaneto; penso alla norma sulla prescrizione che ci chiede sempre l'Europa e che ci eviterebbe la vergogna di lasciare prescritti e impuniti miliardari che si buttano in politica e stupratori di bambine. E penso a queste due incredibili vergogne denunciate dal benemerito e puntuale Fatto Quotidiano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/28/finanziamento-ai-partiti-la-beffa-dei-decreti-attuativi-decade-il-tetto-di-100mila-euro-per-i-privati-niente-controlli/3420075/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/26/post-nucleare-a-doppia-velocita-inerzia-di-stato-nei-controlli-e-nelle-nomine-mentre-i-cittadini-pagano-di-piu-ogni-anno/3393790/

Sono passati tre anni da quando ci hanno raccontato che avevano abolito il finanziamento pubblico ai partiti (per la verità credevamo di averlo abolito noi, via referendum, ma per i nostri politicanti, con la lodevole eccezione dei 5stelle, serve altro che la volontà popolare per segargli una mangiatoia). Però mancano tuttora tre decreti attuativi: in tre anni la presidenza del Consiglio, affaccendata com'era nel confezionare riformacce, si è "dimenticata" di emetterli.

E sono passati ben 30 anni dal referendum che portò alla chiusura delle nostre centrali nucleari. Ma il FQ ci informa che il decommissioning delle nostre 4 piccole e vecchie centrali in pratica non è ancora partito, mentre è partito da decenni il salasso di noi contribuenti che dobbiamo finanziarlo. Un salasso inaspritosi negli ultimi anni, mentre il governo impegnato con le sue riformacce non riusciva neppure a nominare i vertici dell'Ispettorato per la sicurezza nucleare. La cosa tragicomica è che il governo Renzi pensava di affidare il controllo della sicurezza nucleare nazionale (robetta) non a un tecnico esperto della materia bensì a un indagato (!), a uno finito nel mirino della Ragioneria di Stato per gestione allegra di fondi pubblici. Roba da matti, meritocrazia in salsa renziana!

Cari forumisti, immaginate un poco che accadrebbe se tutte le cosette vergognose che ho descritto sopra le facessero i 5s qualora avessero la sventura di vincere le elezioni e di andare al governo. Magari farebbero di peggio, non posso escluderlo, ma una cosa è certa: al momento, alla luce dei fatti, possiamo e dobbiamo dire che sia il centrodestra che il centrosinistra hanno platealmente fallito, si sono dimostrati impreparati e incapaci nel governare l'Italia. L'Italia non ne può davvero più di questi incapaci e dei loro disastri, hanno messo in pericolo il futuro dei nostri figli. E allora è necessaria e urgente una svolta nel governo del paese: partiti nuovi, facce nuove, idee nuove. Basta centrodestra, basta centrosinistra, basta inciuci e larghe intese! Abbiamo il dovere di provare a cambiare!

Le alternative ci sono e sono tre: la destra che fa la destra, la sinistra che fa la sinistra e il M5s. La prima personalmente la escludo, mentre propenderei per la seconda se saprà ben distinguersi, anzi rompere definitivamente con quella sedicente "sinistra" che da almeno tre anni fa tutt'altro che la sinistra. Il M5s è un'alternativa plausibile, tuttora a mio avviso interessante, con dei pro e dei contro. Sono ragazzi giovani, si stanno facendo le ossa, l'organizzazione e la democrazia interna, ma soprattutto il sistema di selezione dei candidati lasciano ancora a desiderare. Però, fino a prova contraria,  i 5stelle sono onesti. E l'onestà - diceva Emanuele Kant - è migliore di ogni politica.   

Povero Fosforo !! Spesso mi chiedo che fine ha fatto il vecchio forumista che pur avendo posizioni diametralmente opposte e che spesso faceva dure critiche verso Renzi ed il Pd era comunque piacevole e costruttivo confrontsrsi . Ne guadagnava e se ne arricchiva tutto il forum . Poi hanno preso il sopravvento l'odio , il livore ed i pregiudizi. Presi a prestito perfino gli insulti dal Fatterello Quotidiano e del suo Direttoretto Calandrino Travaglio e' iniziata una deriva intellettuale e morale di proporzioni gigantesche che hanno fatto si che un forumista intelligente e con il quale era piacevole confrontarsi e' diventato un soggetto di una banalità unica , un soggetto incapace di elaborare un ragionamento producente , un soggetto ai minimi termini culturali ed etici . Insomma , un soggetto che , al massimo , può trovare solo un un'applausino da Shinycaghetta e da qualche altro (pochissimi) forumista da dubbia qualità politica e culturale . Il risultato di tuttocio' si vede quando si leggono post come quello sopra . Un post five salta subito agli occhi la fine e la deriva che sta facendo e che io so già da un po' di tempo: appena Calandrino lo inviterà alle armi , l'ex forumista di qualità Fosforo , le imbraccerà ed andrà ad infoltire le schiere webeti così come le verrà ordinato dallo staff del Fatterello.  Ovviamente ne getta le basi in anticipo per farsi trovare pronto ed allora ecco che le "vergogne" di Roma e di chi la governa , diventano inesperienze e difficoltà a governare . Insomma , peccatucci veniali che niente hanno a che vedere con gli sconquassi che capitano in altre amministrazioni . Inverecondi spettacoli , avvisi di garanzia , arresti domiciliari e non , bugie e menzogne , commissariamenti da parte della Casaleggio & Associati diventano , per Fosforo , episodi dovuti e giustificabili con la scarsa esperienza nel governare . E nel dire ciò , copiando quanto dice lo stesso Fatterello , non si rende conto di quanto penoso sia diventato il suo cammino verso l'approdo che Calandrino già gli indichi . Un percorso costellato , necessariamente , da menzogne e da bufale che servono da apripista e funzionali al raggiungimento dell'obiettivo che già Fosforo indica quando dice che dx e sx hanno fallito e che ...sotto sotto ..,perché non provare con ?? Poi, bontà sua , dice che lui , oibo' alla dx non ci pensa nemmeno , anzi lui preferirebbe la sx ( quale ? nda), quella che romperebbe con quella "sedicente " ( ahahahaha, nda), insomma quella dei Rodota', Montanari ? , Landini ? , oppure quella dei D'Alema , Speranza , oppure quella dei Civatiani ?? Oppure quella dei Ferrero ? Quella di Vendola o di Fassina ? Quella di Rizzo e dei Ferrando ? Quella di Pisapia annacquata arancione ? Quella di Scotto o di Fratoianni ?? Vedi che bel ventaglio di " sinistre pure e non sedicenti che ti trovi !! Ti basterebbe sceglierne una !! Ma te oramai hai imboccato la strada indicata , quella del marxista Dibba , ed allora perché " non provare" . Fai pace con la tua coscienza , in realtà hai già scelto , chiunque leggendo il tuo penoso post l'ha già capito . Per l'ennesima volta , in  7/8 anni cambi " bandiera " . Sissignore quelle bandiere che sono più semplicemente " Banderuole" al vento che sventolano solo e soltanto in base ai venti ed alle direzioni . Che pena !!  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ancora una volta, Mark, rispondi a una mia analisi con attacchi personali e illazioni sul sottoscritto (del tutto campati in aria, ma questo è un dettaglio). Sarebbe troppo chiederti una risposta nel merito delle critiche da me mosse all'operato largamente fallimentare di centrodestra e centrosinistra negli anni in cui hanno governato (separatamente o insieme)? O forse pensi che il declino dell'Italia in questa Seconda Repubblica, prima morale e culturale e poi economico - le notizie di oggi non sono che un'ennesima conferma - sia colpa di Rizzo e di Ferrando?  Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Non passa giorno che il patto scellerato alla base dell'alleanza o dell'inciucio, o dell'alternanza di facciata tra centrodestra e centrosinistra, che è il connotato politico più rilevante di questa fallimentare Seconda Repubblica, non trova plateale conferma. Oggi il senatore Denis Verdini è stato condannato a 9 anni di carcere per bancarotta e truffa. L'ex forzista ed ex macellaio fiorentino fu il mediatore del famigerato patto del Nazareno e contribuì personalmente alla scrittura della riformaccia costituzionale non a caso spesso citata come riforma Renzi-Boschi-Verdini (ma non andrebbe omesso Berlusconi). Il patto del Nazareno, il sostegno di Verdini, di Alfano e degli altri transfughi di Forza Italia al governo Renzi, le riformacce pianificate dalla P2 e da Jp Morgan, sognate dal Piduista di Arcore e realizzate dal suo degno allievo di Rignano (ma poi spazzate via dagli italiani e dalla Consulta) sono solo le ultime tappe di un percorso che parte nel 1994, all'inizio della Seconda Repubblica, come spiegò perfettamente l'on. Luciano Violante in suo famoso, illuminante e ormai storico discorso.

Lo stesso Verdini oggi entra anche nell'inchiesta Consip quella che vede coinvolti i vertici della Consip e dell'Arma dei Carabinieri, il padre dell'ex premier Renzi, il ministro Lotti e un bel pezzo del cosiddetto Giglio magico (che sulla copertina del prossimo numero dell'Espresso apparirà come un giglio nero). L'ad di Consip Marroni dichiara agli inquirenti di avere subito pressioni e ricatti da Tiziano Renzi e dal senatore di Ala. Ancora lui, ancora Verdini, l'amico comune di Berlusconi e dei Renzi: tout se tient, oggi sappiamo che il patto del Nazareno andava ben al di là delle grandi riforme. Oggi il cerchio maledetto si chiude, toccherà ai magistrati spezzarlo, o in ultima istanza al popolo sovrano che a febbraio 2018 sarà chiamato a completare l'opera iniziata il 4 dicembre 2016, spazzando via una volta per sempre i vari Renzi, Berlusconi, Verdini, Alfano, nonché i resti del Pd e di Forza Italia. Centrodestra e centrosinistra hanno fallito, ora è necessaria e urgente una svolta epocale, una palingenesi morale e politica, una Terza Repubblica che sia un vero progresso rispetto alle due precedenti. Dobbiamo farlo per il nostro Paese, per dare un futuro ai nostri figli.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Non passa giorno che il patto scellerato alla base dell'alleanza o dell'inciucio, o dell'alternanza di facciata tra centrodestra e centrosinistra, che è il connotato politico più rilevante di questa fallimentare Seconda Repubblica, non trova plateale conferma. Oggi il senatore Denis Verdini è stato condannato a 9 anni di carcere per bancarotta e truffa. L'ex forzista ed ex macellaio fiorentino fu il mediatore del famigerato patto del Nazareno e contribuì personalmente alla scrittura della riformaccia costituzionale non a caso spesso citata come riforma Renzi-Boschi-Verdini (ma non andrebbe omesso Berlusconi). Il patto del Nazareno, il sostegno di Verdini, di Alfano e degli altri transfughi di Forza Italia al governo Renzi, le riformacce pianificate dalla P2 e da Jp Morgan, sognate dal Piduista di Arcore e realizzate dal suo degno allievo di Rignano (ma poi spazzate via dagli italiani e dalla Consulta) sono solo le ultime tappe di un percorso che parte nel 1994, all'inizio della Seconda Repubblica, come spiegò perfettamente l'on. Luciano Violante in suo famoso, illuminante e ormai storico discorso.

Lo stesso Verdini oggi entra anche nell'inchiesta Consip quella che vede coinvolti i vertici della Consip e dell'Arma dei Carabinieri, il padre dell'ex premier Renzi, il ministro Lotti e un bel pezzo del cosiddetto Giglio magico (che sulla copertina del prossimo numero dell'Espresso apparirà come un giglio nero). L'ad di Consip Marroni dichiara agli inquirenti di avere subito pressioni e ricatti da Tiziano Renzi e dal senatore di Ala. Ancora lui, ancora Verdini, l'amico comune di Berlusconi e dei Renzi: tout se tient, oggi sappiamo che il patto del Nazareno andava ben al di là delle grandi riforme. Oggi il cerchio maledetto si chiude, toccherà ai magistrati spezzarlo, o in ultima istanza al popolo sovrano che a febbraio 2018 sarà chiamato a completare l'opera iniziata il 4 dicembre 2016, spazzando via una volta per sempre i vari Renzi, Berlusconi, Verdini, Alfano, nonché i resti del Pd e di Forza Italia. Centrodestra e centrosinistra hanno fallito, ora è necessaria e urgente una svolta epocale, una palingenesi morale e politica, una Terza Repubblica che sia un vero progresso rispetto alle due precedenti. Dobbiamo farlo per il nostro Paese, per dare un futuro ai nostri figli.

Ahahahaha, una nuova puntata di faziosità e di odio politico di Fosforo entra a piedi uniti nella saga oramai tutta incentrata contro Renzi e di quel che di poco rimane del Pd ( ultimi sondaggi lo danno ancora intorno al 30% nonostante scissioni varie con un vantaggio di circa 4 punti percentuali verso il partito degli inesperti ma onorati ). Come si "muove " Fosforo per dimostrare la sua acuta analisi ?? Fosforo , irrompe sulla scena e, udite udite , legando il destino giudiziario di Verdini , recentemente condannato per crack di una banca che controllava , con sommo sprezzo del ridicolo , si avventura in una sorta di paradigma , e siccome ritiene Verdini amico di letto di Renzi , arriva ad una ( per lui, ndr) conclusione logica . Se e' colpevole Verdini , lo e' anche Renzi !! Naturalmente tenta anche di dimostrare il perché arriva a quella ( per lui, ndr) , logica interpretazione . Renzi e' di Firenze come Verdini , Verdini ha contribuito a scrivere quella riformaccia ( che poi tanto accia non deve essere stata se ben 14 milioni di italiani l'hanno votata, ndr ), Verdini negli ultimi tempi ha fatto da stampella al governo di Renzi ( per favore , indicare un provvedimento dove Ala e' stato necessario e fondamentale per la sopravvivenza del governo Renzi , ndr) .  Naturalmente , ed in soccorso di Fosforo , giunge pure una insperata notizia : Tra chi e' stato preso con le mani nella marmellata , c'è pureil massimo della gerarchia familiare : il di lui padre , Tiziano , ed il suo migliore amico , il ministro dello Sport , Luca Lotti. Ecco quindi che il teorema del rivoluzionario del golfo partenopeo giunge ad una solida e scontata conclusione : Verdini e' finito ed e' finito pure Renzi !! Ahahahahaha . Sono sicuro che mentre scriveva ciò , Fosforo , era pure pervaso da una nemmeno lieve soddisfazione interiore , una specie di *** in itinere che molto probabilmente lo sosterrà anche nei prossimi giorni , nelle prossime settimane , nei prossimi mesi . Non molti, però !! Perché il risveglio sarà diverso da come immagina il vice portaborse intellettuale del liberale di dx ( sissignore di dx , ndr) Calandrino Travaglio . Vediamo un po' come sarebbero coinvolti i figuri atti alla teoria colpevolistica fosforosa . Tiziano Renzi comparirebbe in un pizzino ricostruito dopo un recupero alla discarica , rimontato e dove viene evidenziata la voce : T. 30 m. Sembrerebbe che T voglia dire Tiziano ( ed allora perché non ...Travaglio , ndr) , e che 30 m sarebbe la cifra ( settimanale , mensile , annuale , ndr) di una dazione in danaro di Romeo da corrispondere a T. Faccio presente che se vi fossero le prove di ciò , Tiziano non sarebbe solo indagato per "influenze " ( oibo' , che reato e' ?, ndr), ma si sarebbe accomodato in carcere insieme a Romeo per corruzione . Un'altra prova " schiacciante " sarebbe quella che T. Avrebbe partecipato ad pranzo od a una cena ( non si sa bene se trattasi di pranzo o cena perché i racconti degli accusatori di T. , su questo aspetto divergono in maniera diametralmente opposta , ndr), a cui il T. Dichiara di non aver mai partecipato e che il proprietario della Bettola romana ed i rispettivi camerieri non ricordano sia mai avvenuta ( la cena od il pranzo , ndr). Lotti, invece , e' accusato di aver avvertito il presidente di Consip, Marroni, che all'interno del proprio ufficio vi erano ( come poi è stato accertato di essere vero, ndr)  installate delle microspie che avrebbero registrato i vari passaggi del malaffare . Qua vi sono dichiarazioni divergenti tra i 2. Lotti dice che mai e per nessun motivo avrebbe riferito ciò a Marroni , che conosceva per la comune appartenenza al PD , ma che nell'ultimo anno aveva visto una sola volta e per pochi minuti . Allora perché Marroni avrebbe dovuto inventarsi questa storia , si chiede il segugio del Fatto Quotidiano (30.000 copie giornaliere , nda), Marco Lillo. Naturalmente non se lo spiega ma appartenendo al giornalino di riferimenti dei webeti e' portato istintivamente e credere a Marroni e non a Lotti . Così fece , fa e farà il povero Fosforo , al quale do una notizia che nemmeno lui ed i cronisti del Fatterello sanno . L'esimio Marroni e' un pupillo del Governatore della Toscana Rossi . Sissignore !! Se Marroni e' presidente della Consip e' certo che è stato nominato da Renzi perché quella nomina spetta al PDC , ma detta nomina fu caldeggiata ed appoggiata da Rossi . Quel Rossi che doveva sfidare Renzi alle primarie e che invece , poi , si è scisso . Occhio alle date !! Marroni ha " cantato " con i Magistrati nello stesso identico momento che Rossi lancio' la propria candidatura contro Renzi . Vogliamo pensare male come fanno gli esponenti dell'accozzaglia e di cui Fosforo si onora di appartenere ?? Vogliamo fare le stesse congetture ed arrivare alle medesime conclusioni ?? No , di certo !! Io mi limito ad affermare che se sono questi in"  capi di accusa" andremo incontro ad un clamoroso flop , ed io godrò nel chiedere le scuse a chi in questo momento e' entusiasticamente lanciato su vette colpevoliste . Il mio grande godimento sarà il non riceverle immaginando le guancie  rosse dalla vergogna dei vari Fosforosi &C.  Dovranno necessariamente abbandonare l'aspetto giudiziario e buttarsi a capofitto in vacui discorsi " sull'opportunità politica " e bla bla bla  !! Ahahahaha , scommettiamo ??  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

I

7 ore fa, mark525 ha scritto:

Ahahahaha, una nuova puntata di faziosità e di odio politico di Fosforo entra a piedi uniti nella saga oramai tutta incentrata contro Renzi e di quel che di poco rimane del Pd ( ultimi sondaggi lo danno ancora intorno al 30% nonostante scissioni varie con un vantaggio di circa 4 punti percentuali verso il partito degli inesperti ma onorati ). Come si "muove " Fosforo per dimostrare la sua acuta analisi ?? Fosforo , irrompe sulla scena e, udite udite , legando il destino giudiziario di Verdini , recentemente condannato per crack di una banca che controllava , con sommo sprezzo del ridicolo , si avventura in una sorta di paradigma , e siccome ritiene Verdini amico di letto di Renzi , arriva ad una ( per lui, ndr) conclusione logica . Se e' colpevole Verdini , lo e' anche Renzi !! Naturalmente tenta anche di dimostrare il perché arriva a quella ( per lui, ndr) , logica interpretazione . Renzi e' di Firenze come Verdini , Verdini ha contribuito a scrivere quella riformaccia ( che poi tanto accia non deve essere stata se ben 14 milioni di italiani l'hanno votata, ndr ), Verdini negli ultimi tempi ha fatto da stampella al governo di Renzi ( per favore , indicare un provvedimento dove Ala e' stato necessario e fondamentale per la sopravvivenza del governo Renzi , ndr) .  Naturalmente , ed in soccorso di Fosforo , giunge pure una insperata notizia : Tra chi e' stato preso con le mani nella marmellata , c'è pureil massimo della gerarchia familiare : il di lui padre , Tiziano , ed il suo migliore amico , il ministro dello Sport , Luca Lotti. Ecco quindi che il teorema del rivoluzionario del golfo partenopeo giunge ad una solida e scontata conclusione : Verdini e' finito ed e' finito pure Renzi !! Ahahahahaha . Sono sicuro che mentre scriveva ciò , Fosforo , era pure pervaso da una nemmeno lieve soddisfazione interiore , una specie di *** in itinere che molto probabilmente lo sosterrà anche nei prossimi giorni , nelle prossime settimane , nei prossimi mesi . Non molti, però !! Perché il risveglio sarà diverso da come immagina il vice portaborse intellettuale del liberale di dx ( sissignore di dx , ndr) Calandrino Travaglio . Vediamo un po' come sarebbero coinvolti i figuri atti alla teoria colpevolistica fosforosa . Tiziano Renzi comparirebbe in un pizzino ricostruito dopo un recupero alla discarica , rimontato e dove viene evidenziata la voce : T. 30 m. Sembrerebbe che T voglia dire Tiziano ( ed allora perché non ...Travaglio , ndr) , e che 30 m sarebbe la cifra ( settimanale , mensile , annuale , ndr) di una dazione in danaro di Romeo da corrispondere a T. Faccio presente che se vi fossero le prove di ciò , Tiziano non sarebbe solo indagato per "influenze " ( oibo' , che reato e' ?, ndr), ma si sarebbe accomodato in carcere insieme a Romeo per corruzione . Un'altra prova " schiacciante " sarebbe quella che T. Avrebbe partecipato ad pranzo od a una cena ( non si sa bene se trattasi di pranzo o cena perché i racconti degli accusatori di T. , su questo aspetto divergono in maniera diametralmente opposta , ndr), a cui il T. Dichiara di non aver mai partecipato e che il proprietario della Bettola romana ed i rispettivi camerieri non ricordano sia mai avvenuta ( la cena od il pranzo , ndr). Lotti, invece , e' accusato di aver avvertito il presidente di Consip, Marroni, che all'interno del proprio ufficio vi erano ( come poi è stato accertato di essere vero, ndr)  installate delle microspie che avrebbero registrato i vari passaggi del malaffare . Qua vi sono dichiarazioni divergenti tra i 2. Lotti dice che mai e per nessun motivo avrebbe riferito ciò a Marroni , che conosceva per la comune appartenenza al PD , ma che nell'ultimo anno aveva visto una sola volta e per pochi minuti . Allora perché Marroni avrebbe dovuto inventarsi questa storia , si chiede il segugio del Fatto Quotidiano (30.000 copie giornaliere , nda), Marco Lillo. Naturalmente non se lo spiega ma appartenendo al giornalino di riferimenti dei webeti e' portato istintivamente e credere a Marroni e non a Lotti . Così fece , fa e farà il povero Fosforo , al quale do una notizia che nemmeno lui ed i cronisti del Fatterello sanno . L'esimio Marroni e' un pupillo del Governatore della Toscana Rossi . Sissignore !! Se Marroni e' presidente della Consip e' certo che è stato nominato da Renzi perché quella nomina spetta al PDC , ma detta nomina fu caldeggiata ed appoggiata da Rossi . Quel Rossi che doveva sfidare Renzi alle primarie e che invece , poi , si è scisso . Occhio alle date !! Marroni ha " cantato " con i Magistrati nello stesso identico momento che Rossi lancio' la propria candidatura contro Renzi . Vogliamo pensare male come fanno gli esponenti dell'accozzaglia e di cui Fosforo si onora di appartenere ?? Vogliamo fare le stesse congetture ed arrivare alle medesime conclusioni ?? No , di certo !! Io mi limito ad affermare che se sono questi in"  capi di accusa" andremo incontro ad un clamoroso flop , ed io godrò nel chiedere le scuse a chi in questo momento e' entusiasticamente lanciato su vette colpevoliste . Il mio grande godimento sarà il non riceverle immaginando le guancie  rosse dalla vergogna dei vari Fosforosi &C.  Dovranno necessariamente abbandonare l'aspetto giudiziario e buttarsi a capofitto in vacui discorsi " sull'opportunità politica " e bla bla bla  !! Ahahahaha , scommettiamo ??  Saluti 

Io facevo, o provavo a fare, un discorso di ampio respiro, parlavo di Seconda Repubblica, di Jp Morgan, dell'on. Violante e del suo storico e illuminante discorso (che evidentemente non illumina i faziosi), e Mark, come al solito a corto di argomenti seri e incapace di ragionare in modo serio e pacato (ancora i postumi della batosta referendaria?), la butta sul personale, si scaglia contro il sottoscritto, contro il solito Travaglio e il povero Marco Lillo (lodati invece per il loro magnifico scoop da un giornalista serio della concorrenza come Massimo Giannini). Addirittura il fazioso Mark525 tira in ballo il governatore della sua regione, un galantuomo che ha il torto di essere di sinistra e dunque di non essere renziano. Perché alla fine il "sugo" di questo ennesimo penoso post è il seguente: lo scandalo Consip non sarebbe altro che un complotto di palazzo ordito contro Renzi da uno dei più importanti manager del settore pubblico, l'ad di Consip, improvvisamente impazzito, oppure telecomandato da Enrico Rossi come quegli automi che si mandano a sminare i campi minati, fino al punto di muovere, con sprezzo del pericolo, pesantissime accuse al padre dell'ex presidente del Consiglio (cui deve il prestigioso posto che occupa), a un ministro in carica e al comandante in capo dell'Arma dei Carabinieri. Peraltro, se la ridicola tesi di Mark avesse un qualche fondamento, dovremmo logicamente concludere che quello in cui si è avventurato l'ad di Consip, in proprio o telecomandato da Rossi o da altri, non è un campo minato bensì il letamaio di una conigliera (gli escrementi di coniglio sono un ottimo concime, nda)  visto che nessuno dei tre accusati, che io sappia, ha avuto finora il coraggio di querelare per diffamazione il suo accusatore. Il Pd, Renzi e Telerenzi (ex Rai) hanno solo tentato (e per due mesi ci sono riusciti) di mettere la sordina sull'intera imbarazzante vicenda. La quale, non dimentichiamolo, ha origine da un appalto da 2,7 miliardi la cui fetta maggiore doveva andare a un noto imprenditore, uno dei più attivi nelle gare pubbliche ma anche uno dei maggiori finanziatori delle attività politiche di Renzi. Evidentemente non solo Mark ma nemmeno l''ex premier è stato "illuminato" dallo storico discorso di Violante sul conflitto d'interessi. Caro Mark, spero sinceramente che un giorno non debba essere tu a doverti scusare per le velenose illazioni contenute in questo tuo penoso post. Al livello cui ti sei ridotto non sono sicuro che avresti il coraggio di farlo.

Saluti

Ps: vuoi fare un cambio? Io mi prendo Rossi e ti cedo De Luca: contento tu e contento io.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

I

Io facevo, o provavo a fare, un discorso di ampio respiro, parlavo di Seconda Repubblica, di Jp Morgan, dell'on. Violante e del suo storico e illuminante discorso (che evidentemente non illumina i faziosi), e Mark, come al solito a corto di argomenti seri e incapace di ragionare in modo serio e pacato (ancora i postumi della batosta referendaria?), la butta sul personale, si scaglia contro il sottoscritto, contro il solito Travaglio e il povero Marco Lillo (lodati invece per il loro magnifico scoop da un giornalista serio della concorrenza come Massimo Giannini). Addirittura il fazioso Mark525 tira in ballo il governatore della sua regione, un galantuomo che ha il torto di essere di sinistra e dunque di non essere renziano. Perché alla fine il "sugo" di questo ennesimo penoso post è il seguente: lo scandalo Consip non sarebbe altro che un complotto di palazzo ordito contro Renzi da uno dei più importanti manager del settore pubblico, l'ad di Consip, improvvisamente impazzito, oppure telecomandato da Enrico Rossi come quegli automi che si mandano a sminare i campi minati, fino al punto di muovere, con sprezzo del pericolo, pesantissime accuse al padre dell'ex presidente del Consiglio (cui deve il prestigioso posto che occupa), a un ministro in carica e al comandante in capo dell'Arma dei Carabinieri. Peraltro, se la ridicola tesi di Mark avesse un qualche fondamento, dovremmo logicamente concludere che quello in cui si è avventurato l'ad di Consip, in proprio o telecomandato da Rossi o da altri, non è un campo minato bensì il letamaio di una conigliera (gli escrementi di coniglio sono un ottimo concime, nda)  visto che nessuno dei tre accusati, che io sappia, ha avuto finora il coraggio di querelare per diffamazione il suo accusatore. Il Pd, Renzi e Telerenzi (ex Rai) hanno solo tentato (e per due mesi ci sono riusciti) di mettere la sordina sull'intera imbarazzante vicenda. La quale, non dimentichiamolo, ha origine da un appalto da 2,7 miliardi la cui fetta maggiore doveva andare a un noto imprenditore, uno dei più attivi nelle gare pubbliche ma anche uno dei maggiori finanziatori delle attività politiche di Renzi. Evidentemente non solo Mark ma nemmeno l''ex premier è stato "illuminato" dallo storico discorso di Violante sul conflitto d'interessi. Caro Mark, spero sinceramente che un giorno non debba essere tu a doverti scusare per le velenose illazioni contenute in questo tuo penoso post. Al livello cui ti sei ridotto non sono sicuro che avresti il coraggio di farlo.

Saluti

Ps: vuoi fare un cambio? Io mi prendo Rossi e ti cedo De Luca: contento tu e contento io.

Fosforo , Fosforo , continui a fare finta di non capire una cippa lippa.  Te non devi nemmeno pensare a fare discorsi di ampio respiro . O meglio , potrai iniziare a farli quando sbugiarderai il tuo padre nobile del giornalusmo italiano , il pluripregiudicato per diffamazione, Calandrino Travaglio. Non solo non lo hai mai fatto , ma ti sei posto prono ed inginocchiato al suo verbo . Potrai iniziare a farlo quando , tu come lui , inizierai a chiedere scusa su vari : Graziano , Errani , Penati, Bonaccini, Righetti, Paita , De Luca e chissà quanti me ne sto dimenticando. Ed invece non hai profferito parola , nemmeno un minimo mea culpa. Ti sei appecoronato su Travaglio perché era funzionale al tuo " progetto " . Quindi lascia perdere le " pesantissime " accuse al padre di Renzi che sono tutte da verificare e che si basano solo sui "se", sui " forse " , sui " mi ha detto ", sui " immagino ", sui " sembra". Perché appena finirà anche questa vicenda così come e' finita quella che vedeva coinvolti quei nomi , aggiungerò anche il nome di T. alla lista e chi dovrà vergognarsi di nuovo , sarai te e non io . Forse si vergognerà , prima di te , anche il tuo barbiere e chissà che non faccia altrettanto anche una discreta percentuale di " quei *** della pizzeria che minacciavano le sommosse al solo pronunciare il nome del Caudillo ". Infine , poiché credo che tu sia leggermente disinformato su aspetti giuridici, ti informo che su aspetti di legge dove il corso della Magistratura va avanti di ufficio senza la querela di parte , una querela per diffamazione , in questo momento della vicenda non serve ad un caxxo. Lotti , giustamente , la farà al momento opportuno . Quando o sarà archiviato in istruttoria oppure quando verrà assolto per non aver commesso il fatto in giudizio . In una di quelle occasioni lo farà, stanne certo . E Marroni ( pupillo di Rossi) ,  pagherà . Così come pagherà il pluripregiuticato seriale diffamatore Travaglio nei confronti di T.  Ed a te , per poterlo aiutare nelle spese , ti toccherà correre il libreria a comprare l'ultimo best seller del premio Pulitzer . Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963