Fatevi due risate, anzi molte

Davvero esilaranti nel linguaggio e interessanti nel contenuto, sebbene ritenute non penalmente rilevanti, queste conversazioni telefoniche figlio-padre, finalmente pubblicate in versione integrale dalla procura di Roma. I ruoli comicamente si ribaltano: è l'anziano genitore a essere trattato come un discolo e bacchettato duramente dal suo figliolo. Il quale delle due l'una: o aveva la coda di paglia e sospettava di essere intercettato, e allora ha recitato una bellissima parte (come pensa l'autore dell'articolo) per salvarsi il deretano e scaricare tutto sul "largamente inattendibile" papà (così viene definito nella richiesta di archiviazione); oppure realmente temeva di finire nei guai ma solo per colpa di quest'ultimo. Il quale genitore in effetti sembra un soggetto molto indisciplinato per la sua età ma, memore delle bacchettate ricevute e del rischio corso di finire in galera, si può sperare che "in una prossima vita" righerà dritto e non telefonerà più all'ad di Consip. Mentre si può essere certi che il figliolo continuerà ad andare in tv e poi a congratularsi con se stesso: "Ho fatto il mio show". Della serie: la metempsicosi del tappetaro. Resta solo da sperare, per il bene dei nostri figli e nipoti, che nella prossima vita si limiti a fare lo showman e il piazzista e non si faccia tentare dalla politica. Leggete attentamente e divertitevi:

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/07/quando-renzi-scarico-il-padre-per-telefono-per-salvare-se-stesso/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

23 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Davvero esilaranti nel linguaggio e interessanti nel contenuto, sebbene ritenute non penalmente rilevanti, queste conversazioni telefoniche figlio-padre, finalmente pubblicate in versione integrale dalla procura di Roma. I ruoli comicamente si ribaltano: è l'anziano genitore a essere trattato come un discolo e bacchettato duramente dal suo figliolo. Il quale delle due l'una: o aveva la coda di paglia e sospettava di essere intercettato, e allora ha recitato una bellissima parte (come pensa l'autore dell'articolo) per salvarsi il deretano e scaricare tutto sul "largamente inattendibile" papà (così viene definito nella richiesta di archiviazione); oppure realmente temeva di finire nei guai ma solo per colpa di quest'ultimo. Il quale genitore in effetti sembra un soggetto molto indisciplinato per la sua età ma, memore delle bacchettate ricevute e del rischio corso di finire in galera, si può sperare che "in una prossima vita" righerà dritto e non telefonerà più all'ad di Consip. Mentre si può essere certi che il figliolo continuerà ad andare in tv e poi a congratularsi con se stesso: "Ho fatto il mio show". Della serie: la metempsicosi del tappetaro. Resta solo da sperare, per il bene dei nostri figli e nipoti, che nella prossima vita si limiti a fare lo showman e il piazzista e non si faccia tentare dalla politica. Leggete attentamente e divertitevi:

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/07/quando-renzi-scarico-il-padre-per-telefono-per-salvare-se-stesso/

 

Vediamo se 2 risate, ce le facciamo noi . anzi molte , alle spalle del Cazzaro di Napoli , che e’ talmente idio ta da essere il classico tipo di storione e lettore del giornaletto scandalistico il Falso Quotidiano che , memore della sonora scoppola ricevuta sul presunto scoop di papà Renzi , al netto delle condanne materiali di quasi 100.000 euro , tenta di rifarsi una verginità ana le con un colloquio telefonico che e’ una nuova buffonata pari all’altra e che dovrebbe , secondo  quelli scappati da casa dei giornalisti del Falso , incastrare Matteo Renzi . Un Matteo Renzi che inizia la telefonata dicendo a suo babbo : “ Voglio che quando parlerai con i Magistrati gli dica   tutta la verita’ e tuttocio’ che sono le notizie in tuo possesso . Questa e’ una montatura inventata ad arte per cercare di incastrarmi tramite te “.  Ecco , per il Cazzaro di Napoli , con queste frasi , con questi toni , che le persone oneste , dovrebbero apprezzare , ed ecco quindi perché il Cazzaro di Napoli non le apprezza , rappresenterebbero una “bacchettatura di un figlio verso un padre discolo (?). Nel frattempo inviamo , invece , una campionatura dei suoi affezionati “discoli “ , ma veri , del M5S , verso i quali il Cazzaro di Napoli, almeno ad ora , non ha ritenuto opportuno scrivere manco un piccolo capoverso ...!!!

Dunque, dopo il 4 marzo abbiamo saputo che:
- Il presidente della Camera Fico, come riportato da un servizio de Le Iene, pare avesse a servizio nella casa dove vive con la compagna una colf pagata in nero 
- La vicepresidente del Senato Taverna, come riportato dal Messaggero, abitava (e sua madre abita ancora) in una casa popolare senza averne i requisiti
- Il vicepremier Di Maio, come apprendiamo da La Repubblica, è residente, insieme alla famiglia, in una casa che ha condonato 2 piani (150 metri quadrati) 

Prima del 4 marzo avevano scoperto che molti parlamentari del M5s falsificavano i bonifici delle famose restituzioni che oggi sono sparite, come ha detto la senatrice grillina Elena Fattori. E tutto ciò , mentre un Cazzaro nonché co@glione di Napoli , ci ha fatto due palle così per dire che tutto sommato sono dei bravi ragazzi . Magari un po’ ingenui ed inesperti ma profondamente onesti ...!! 

È tutto bellissimo!! Onestà , Onesta’ ....Onesta’. !! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Davvero esilaranti nel linguaggio e interessanti nel contenuto, sebbene ritenute non penalmente rilevanti, queste conversazioni telefoniche figlio-padre, finalmente pubblicate in versione integrale dalla procura di Roma. I ruoli comicamente si ribaltano: è l'anziano genitore a essere trattato come un discolo e bacchettato duramente dal suo figliolo. Il quale delle due l'una: o aveva la coda di paglia e sospettava di essere intercettato, e allora ha recitato una bellissima parte (come pensa l'autore dell'articolo) per salvarsi il deretano e scaricare tutto sul "largamente inattendibile" papà (così viene definito nella richiesta di archiviazione); oppure realmente temeva di finire nei guai ma solo per colpa di quest'ultimo. Il quale genitore in effetti sembra un soggetto molto indisciplinato per la sua età ma, memore delle bacchettate ricevute e del rischio corso di finire in galera, si può sperare che "in una prossima vita" righerà dritto e non telefonerà più all'ad di Consip. Mentre si può essere certi che il figliolo continuerà ad andare in tv e poi a congratularsi con se stesso: "Ho fatto il mio show". Della serie: la metempsicosi del tappetaro. Resta solo da sperare, per il bene dei nostri figli e nipoti, che nella prossima vita si limiti a fare lo showman e il piazzista e non si faccia tentare dalla politica. Leggete attentamente e divertitevi:

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/07/quando-renzi-scarico-il-padre-per-telefono-per-salvare-se-stesso/

 

Si, si...solo che aspettavi le manette per godere, e ti ritrovi solo con quattro battute tra due minch.ioni......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

solo che aspettavi le manette per godere

La lega le presentava in Parlamento alcune volte...ma non per i suoi....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, pm610 ha scritto:

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Purtroppo hai capito benissimo. Doppia morale grillina.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Davvero esilaranti nel linguaggio e interessanti nel contenuto, sebbene ritenute non penalmente rilevanti, queste conversazioni telefoniche figlio-padre, finalmente pubblicate in versione integrale dalla procura di Roma. I ruoli comicamente si ribaltano: è l'anziano genitore a essere trattato come un discolo e bacchettato duramente dal suo figliolo. Il quale delle due l'una: o aveva la coda di paglia e sospettava di essere intercettato, e allora ha recitato una bellissima parte (come pensa l'autore dell'articolo) per salvarsi il deretano e scaricare tutto sul "largamente inattendibile" papà (così viene definito nella richiesta di archiviazione); oppure realmente temeva di finire nei guai ma solo per colpa di quest'ultimo. Il quale genitore in effetti sembra un soggetto molto indisciplinato per la sua età ma, memore delle bacchettate ricevute e del rischio corso di finire in galera, si può sperare che "in una prossima vita" righerà dritto e non telefonerà più all'ad di Consip. Mentre si può essere certi che il figliolo continuerà ad andare in tv e poi a congratularsi con se stesso: "Ho fatto il mio show". Della serie: la metempsicosi del tappetaro. Resta solo da sperare, per il bene dei nostri figli e nipoti, che nella prossima vita si limiti a fare lo showman e il piazzista e non si faccia tentare dalla politica. Leggete attentamente e divertitevi:

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/07/quando-renzi-scarico-il-padre-per-telefono-per-salvare-se-stesso/

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

40 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Facciamoci due risate anche con questo pungente botta e risposta tra Renzi figlio e Di Battista padre, cioè tra un tappetaro permaloso e narcisetto e un fascista dotato di buona capacità umoristica:

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/05/renzi-vs-padre-di-battista/

E te , idio ta , hai “gustosamente “ e “pungentemente “ riso per queste dichiarazioni di un noto fascista ?? Accidenti che senso dell’umorismo che hai !! Solo un ebe te potrebbe farsi 2 risate leggendo queste dichiarazioni . Ma tu lo sei ...

 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anni fa una mia anziana vicina di casa chiamò un fabbro e un paio di muratori e si fece aprire e installare una seconda porta d'ingresso all'appartamento, che lei intendeva dividere tra due figli. Un lavoretto velocissimo, iniziato all'alba e completato in giornata, consegna delle chiavi, rifiniture e pitturazioni incluse. Ed era la giornata di Ferragosto. Sfortunatamente per lei il condominio non era del tutto deserto: qualcuno, svegliato dalle martellate, chiamò l'amministratore il quale era in vacanza ma aveva memorizzato il numero dei vigili urbani. I quali vigili urbani non erano tutti in vacanza, arrivarono sul posto e fecero un bel verbale. La signora se la cavò con 3000 euro. Orbene il piccolo abu.so del padre di Di Maio fu sanato con appena 2000 euro ma il suo impatto mediatico oggi risulta superiore a quello dei 49 milioni di euro "rubati" dalla Lega. Cosa non si fa da parte dei poteri forti e dei media asserviti per mettere i bastoni tra le ruote del cambiamento!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Anni fa una mia anziana vicina di casa chiamò un fabbro e un paio di muratori e si fece aprire e installare una seconda porta d'ingresso all'appartamento, che lei intendeva dividere tra due figli. Un lavoretto velocissimo, iniziato all'alba e completato in giornata, consegna delle chiavi, rifiniture e pitturazioni incluse. Ed era la giornata di Ferragosto. Sfortunatamente per lei il condominio non era del tutto deserto: qualcuno, svegliato dalle martellate, chiamò l'amministratore il quale era in vacanza ma aveva memorizzato il numero dei vigili urbani. I quali vigili urbani non erano tutti in vacanza, arrivarono sul posto e fecero un bel verbale. La signora se la cavò con 3000 euro. Orbene il piccolo abu.so del padre di Di Maio fu sanato con appena 2000 euro ma il suo impatto mediatico oggi risulta superiore a quello dei 49 milioni di euro "rubati" dalla Lega. Cosa non si fa da parte dei poteri forti e dei media asserviti per mettere i bastoni tra le ruote del cambiamento!

Eh sì , Cazzaro !! Il cambiamento si fa con i condoni !! Se poi sono condoni a 5 stelle tanto meglio , vero ?? Vorrei ricordarti , ebe te rintronato , che il papà fascista di Giggino ha condonato 150 mq e non e’ l’entita’ economica della sanzione che determina l’*** . Ma non mi meraviglio delle tue vergognose parole : uno che condanna Renzi per aver legalmente ed alla luce del sole fatto un mutuo per acquistare la sua abitazione ed assolve i Di Maio colpevoli di aver compiuto un *** e’ da deficienti patentati in mala fede !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Anni fa una mia anziana vicina di casa chiamò un fabbro e un paio di muratori e si fece aprire e installare una seconda porta d'ingresso all'appartamento, che lei intendeva dividere tra due figli. Un lavoretto velocissimo, iniziato all'alba e completato in giornata, consegna delle chiavi, rifiniture e pitturazioni incluse. Ed era la giornata di Ferragosto. Sfortunatamente per lei il condominio non era del tutto deserto: qualcuno, svegliato dalle martellate, chiamò l'amministratore il quale era in vacanza ma aveva memorizzato il numero dei vigili urbani. I quali vigili urbani non erano tutti in vacanza, arrivarono sul posto e fecero un bel verbale. La signora se la cavò con 3000 euro. Orbene il piccolo abu.so del padre di Di Maio fu sanato con appena 2000 euro ma il suo impatto mediatico oggi risulta superiore a quello dei 49 milioni di euro "rubati" dalla Lega. Cosa non si fa da parte dei poteri forti e dei media asserviti per mettere i bastoni tra le ruote del cambiamento!

No, vedi....il problema è che se un adepto del tappetaro di Firenze lasciava la bici in divieto di sosta, invocavi la ghigliottina. Adesso chiedi comprensione ?  Nello stile dell'insetto genovese, diffamatore seriale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pur avendo un inconfondibile stile ironico (perfezionato alla scuola di Montanelli) Marco Travaglio è un giornalista molto serio (le due cose peraltro non sono in contraddizione). È dunque naturale che egli esamini in chiave seria e razionale le esilaranti telefonate-interrogatori-sculacciate di Renzi figlio a quel discolo di Renzi padre. Una analisi molto interessante che contiene un plauso al tappetaro per le sue insospettate capacità inquisitorie (nemmeno Marco Lillo del FQ sarebbe capace di torchiare così spietatamente il povero Tiziano) e una serie di suggerimenti allo stesso tappetaro per fare un piccolo interrogatorio a se stesso e poi qualche puntuta domanda aggiuntiva al paparino. Tutto molto interessante: a mio avviso anche i magistrati romani dovrebbero leggere e riflettere bene su questo editoriale prima di archiviare la posizione dell'arzillo (forse troppo) vecchietto.

https://infosannio.wordpress.com/2018/11/08/il-pm-matteo/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora