torino:nomadi milionari

Il Comune di Torino elargiva a tre nomadi pluripregiudicati gli assegni familiari mentre loro, residenti in diversi campi rom del capoluogo piemontese, avevano affidato i loro sontuosi “risparmi” ( che pare ammontino a circa 420.000 euro) a banche croate in cui avevano aperto – e rimpinguato – i vari conti, un “tesoretto” riconducibile ai loro conti a Zagabria, accumulato e alimentato  grazie allo smaltimento illecito di tonnellate e tonnellate di rifiuti metallici. Per questo, come riporta il quotidiano diretto da Sallusti, «erano state proprio le autorità croate, nel 2014, a notare quei conti sospetti, mettendo la Guardia di Finanza sulla pista giusta».

La banda incassava quindi i proventi della raccolta e dello smaltimento illegale dei rottami, ma poteva contare anche sull’elargizione dei bonus familiari emessi dal comune fino a 70mila euro.l

a domanda sorge spontanea: e ora che gli faranno?????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963