tragedia a casteldaccia: la casa era abusiva

tragica nemesi: “La casa travolta dal fiume era abusiva e pendeva dal 2008 un ordine di demolizione del Comune che è stato impugnato dai proprietari dell’immobile davanti al Tar”. Così il sindaco di Casteldaccia (PA), Di Giacinto, sull’immobile travolto dalla piena del fiume, in cui sono morte nove persone.

“Da quanto ci risulta -aggiunge- il Tar
non ha ancora provveduto, per cui la
demolizione non è stata possibile”. Ora
la pratica sulla demolizione è seque-
strata dalla Procura di Termini Imerese
che indaga sulla morte delle 9 persone.

La piaga dell’abusivismo è un cancro che devasta l’Italia. Un Paese troppo cementificato perché già troppo popolato.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

oltre alle case che dovevano essere abbattute e invece sono ancora in attesa delle sentenze del TAR ci sono le case che dovevano essere abbattute ma sono state condonate…. un RECENTE proverbio dice:  "lo stato condona ma la natura no! " 

Modificato da etrusco1900
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

17 ore fa, director12 ha scritto:

La piaga dell’abusivismo è un cancro che devasta l’Italia

Il sistema ormai collaudato è molto semplice, si costruisce dove non si dovrebbe senza nessuna autorizzazione, se il comune se ne accorge e non sempre questo avviene , diciamo che nel male augurato caso che il comune intervenga  e faccia un ordine di demolizione ci pensa   qualche "bravo" avvocato a fare ricorso al TAR, il TAR non decide, gli anni passano e nel corso dei decenni qualche sanatoria interviene … dovremmo chiederci cosa avviene al TAR, quante sono le cause pendenti, chi decide di prendere dal mucchio delle pratiche ferme quelle da lavorare e quella da lasciare li, forse si dovrebbe fare chiarezza sui tempi tecnici di risposta del TAR e magari quando si fanno le sanatorie escludere dalle sanatorie quegli immobili che hanno ricorsi pendenti presso i vari TAR, o meglio cessare di fare indulti amnistie e sanatorie perché in questo modo si da il messaggio che in Italia fare i "furbi" conviene sempre.

Modificato da etrusco1900
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Diciamo le cose come stanno. La giustizia Italiana è un colabrodo e una lumaca, e questo è pacifico, ma la lumaca deve per giunta trascinarsi due pesanti palle al piede che si chiamano Tar e Consiglio di Stato e che sono l'istituzionalizzazione della lentezza e dell'inefficienza (come il Cnel lo è dell'inutilità). Andrebbero semplicemente aboliti. È una vecchia e buona idea di Romano Prodi, ma serve una riforma costituzionale per attuarla. Da avviare subito! Una di quelle riforme che cambiano in meglio il paese a costo zero, anzi guadagnandoci. Eliminando Tar, Consiglio di Stato e Cnel, elimineremo tre costosi carrozzoni, con tutto il codazzo di portaborse e auto blu, e potremo trasformare in musei per i turisti le loro sedi principesche. E quando si scoprirà una villetta abusiva questa sarà abbattuta senza aspettare i porci comodi del Tar e prima che vi muoia dentro la gente.

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Eliminando Tar, Consiglio di Stato e Cnel, elimineremo tre costosi carrozzoni, con tutto il codazzo di portaborse e auto blu, e potremo trasformare in musei per i turisti le loro sedi principesche. E quando si scoprirà una villetta abusiva questa sarà abbattuta senza aspettare i porci comodi del Tar e prima che vi muoia dentro la gente.

sono d'accordo, però facendo questo e lo dico in modo provocatorio, poi gli avvocati che su queste cose ci campano sopra che fanno? come mai riforme necessarie come queste in  oltre 60 anni di vita repubblicana non sono mai state fatte? non siamo  forse in presenza di un grande conflitto di interessi? mi spiego meglio: i deputati e senatori di tutti i partiti  che in tutte queste legislature si sono avvicendati in parlamento che titolo di studio avevano? o meglio quale professione facevano o fanno molti di loro nella  vita civile? se molti di loro erano o sono  avvocati è ovvio che certe riforme non le abbiano mai approvate, andrebbero  contro i loro interessi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

sono d'accordo, però facendo questo e lo dico in modo provocatorio, poi gli avvocati che su queste cose ci campano sopra che fanno? come mai riforme necessarie come queste in  oltre 60 anni di vita repubblicana non sono mai state fatte? non siamo  forse in presenza di un grande conflitto di interessi? mi spiego meglio: i deputati e senatori di tutti i partiti  che in tutte queste legislature si sono avvicendati in parlamento che titolo di studio avevano? o meglio quale professione facevano o fanno molti di loro nella  vita civile? se molti di loro erano o sono  avvocati è ovvio che certe riforme non le abbiano mai approvate, andrebbero  contro i loro interessi

Politici, corporazioni, lobby, è tutto un intreccio. Un intreccio di interessi e un continuo scambio di favori, a tutti i livelli: dal Parlamento all'ultimo azzeccagarbugli di provincia. Non a caso la chiamano Casta. Ora il M5s fa un sacco di errori e avrà pure incorporato qualche rappresentante della Casta (inevitabile quando hai più di 300 parlamentari) ma resta l'unica vera minaccia per il sistema di potere che da decenni tiene fermo il paese. Purtroppo tra i tanti errori Di Maio ne ha commesso uno imperdonabile, che rischia di rivelarsi fatale per lui e per il Movimento. Allearsi con Salvini pensando che fosse diverso dagli altri mentre invece è perfettamente organico alla Casta, come del resto lo sono tutti, ma proprio tutti, non se ne salva neppure uno, quelli che in Italia fanno della politica un mestiere. Chissà, forse con Di Battista al suo posto le cose sarebbero andate diversamente ma non è detto. Certo è che io non ho mai ben capito perché Grillo abbia passato il testimone a Di Maio e non al Dibba, che sarebbe stato un leader più maturo e più tosto, dotato di quella giusta dose di cattiveria e di cinismo che in politica è necessaria ma che a Luigi fa difetto. Forse ha ritenuto di dover fare una scelta che non allarmasse troppo i moderati. O forse c'è un filino, ma proprio un filino, di Casta e di spirito benpensante e pagnottista anche in Beppe?

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa sera il TG1 è tornato sull'argomento, quella casa aveva un regolare contratto per la fornitura dell'energia elettrica; so per esperienza personale che qui in Toscana  un banale subentro su un'utenza già esistente comporta tutta una serie di adempimenti burocratici, vogliono le particelle catastali fotocopia del documento di identità estremi del contratto ecc, per una nuova fornitura su una nuova abitazione la burocrazia è ancora più rigida; mi chiedo ma in Sicilia come fanno ad aggirare tutte queste norme e avere l'allacciamento su una abitazione che ufficialmente non esiste? poi mi chiedo se queste abitazioni abusive ufficialmente non esistono  tutte le tasse sulla casa che variando il nome  ISI….  ICI….  IMU ...si sono avvicendate in Italia nel corso dei decenni, in Sicilia non le hanno mai pagate?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dico il mio pensiero....Magari la persona che ha preso in affitto la casa abusiva lo sapeva che era abusiva e magari sapeva anche che già anni fa la casa aveva avuto problemi per un allagamento,ma sicuramente non andava a pensare che sarebbe successa una tragedia cosi.A chi diamo la colpa?A chi ha fatto costruire la casa abusiva?..a un tribunale?..ai Comuni che dovrebbero vigilare?..alla persona che ha preso in affitto la casa?..alla pioggia che sta facendo disastri in tutta Italia?..Per la morte di quelle persone probabilmente nessuno è responsabile totalmente,ma tutti sono colpevoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, castleglass ha scritto:

nessuno è responsabile totalmente,ma tutti sono colpevoli.

Vedi con il "senno di poi" siamo tutti bravi a dire bisognava dire, bisognava fare, il problema è che occorrerebbe il  CORAGGIO di agire prima e non dopo; ti faccio un esempio: a Napoli ci sono centinaia di migliaia di persone che vivono sotto un vulcano attivo, tutti lo sanno, tutti lo sappiamo,, e che cosa stiamo facendo? se un giorno, auguriamoci fra mille anni accadesse qualche cosa di brutto , a chi daremo la colpa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono tutti responsabili..anche il sopravvissuto che non restituiva le chiavi al proprietario..

qui c'è troppa stupidità !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎09‎/‎11‎/‎2018 in 15:13 , etrusco1900 ha scritto:

Vedi con il "senno di poi" siamo tutti bravi a dire bisognava dire, bisognava fare, il problema è che occorrerebbe il  CORAGGIO di agire prima e non dopo; ti faccio un esempio: a Napoli ci sono centinaia di migliaia di persone che vivono sotto un vulcano attivo, tutti lo sanno, tutti lo sappiamo,, e che cosa stiamo facendo? se un giorno, auguriamoci fra mille anni accadesse qualche cosa di brutto , a chi daremo la colpa?

Questa mattina navigando in rete ho trovato questo articolo https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13399263/campi-flegrei-allarme-esperti-siamo-piu-vicini-eruzione-di-quanto-si-pensi.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora