"Orgasmi terapeutici".. ma è possibile che qualcuna ci ha creduto?

Con la scusa di utilizzare una nuova terapia, un medico di Padova costringeva le proprie pazienti a subire dei “terapeutici ***”. 

Per questo Franco Lumachi, 64 anni, medico dell’Unità di Endocrinochirurgia e Senologia dell’Azienda ospedaliera di Padova e professore associato alla facoltà di Medicina era stato accusato di violenza sessuale continuata sulle sue pazienti. 

La vicenda risale al 2006, quando venuta a conoscenza di queste pratiche la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliera aveva segnalato la cosa alla Procura di Padov. Ma possibile che le pazienti non abbiano mai avuto il dubbio di essere raggirate??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Secondo me molte pazienti andavano per farsi una bella goduta e se ne andavano pensando di aver fatto qualcosa di terapeutico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se è stato accusato, qualcuna lo ha denunciato, quindi sì, se ne sono accorte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La cosa schifosa è che sto vecchio facesse queste pratiche con delle giovani pazienti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

se è stato accusato, qualcuna lo ha denunciato, quindi sì, se ne sono accorte.

l'articolo dice che è stata la direzione sanitaria a fare la denuncia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, svampi741 ha scritto:

l'articolo dice che è stata la direzione sanitaria a fare la denuncia

e la direzionesanitaria, vista la legge sulla *** l'avrebbe saputo come?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Univoci e concordanti i racconti delle vittime che (tranne tre) non si conoscevano e avevano prenotato la consulenza con l’endocrinologo nei poliambulatori dell’Azienda dove Lumachi era autorizzato a svolgere l’attività privata nella forma intramoenia. Più di una donna aveva raccontato di essere stata traumatizzata dalla visita e di aver chiesto allo specialista di “smetterla”. Era stata la più giovane paziente a rivolgersi in lacrime all’ Ufficio relazione con il pubblico dell’Azienda, sfogandosi con l’allora direttrice sanitaria Patrizia Benini che aveva trasmesso una segnalazione in procura nell’ottobre 2006, dando il via all’inchiesta.

ecco, una paziente aveva denunciatoil fatto alla direttrice sanitaria, che poi aveva fatto ednuncia alle autorità. altre pazienti hanno fornito testimonianze.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

Univoci e concordanti i racconti delle vittime che (tranne tre) non si conoscevano e avevano prenotato la consulenza con l’endocrinologo nei poliambulatori dell’Azienda dove Lumachi era autorizzato a svolgere l’attività privata nella forma intramoenia. Più di una donna aveva raccontato di essere stata traumatizzata dalla visita e di aver chiesto allo specialista di “smetterla”. Era stata la più giovane paziente a rivolgersi in lacrime all’ Ufficio relazione con il pubblico dell’Azienda, sfogandosi con l’allora direttrice sanitaria Patrizia Benini che aveva trasmesso una segnalazione in procura nell’ottobre 2006, dando il via all’inchiesta.

ecco, una paziente aveva denunciatoil fatto alla direttrice sanitaria, che poi aveva fatto ednuncia alle autorità. altre pazienti hanno fornito testimonianze.

ah grazie! infatti mi sembrava troppo strano!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non mi devi ringraziaare, mi sembrava strano quanto lo sembrava a te, purtroppo molti articoli sono troppo sintetici e non ci si capisce nulla!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ameliadespell ha scritto:

Univoci e concordanti i racconti delle vittime che (tranne tre) non si conoscevano e avevano prenotato la consulenza con l’endocrinologo nei poliambulatori dell’Azienda dove Lumachi era autorizzato a svolgere l’attività privata nella forma intramoenia. Più di una donna aveva raccontato di essere stata traumatizzata dalla visita e di aver chiesto allo specialista di “smetterla”. Era stata la più giovane paziente a rivolgersi in lacrime all’ Ufficio relazione con il pubblico dell’Azienda, sfogandosi con l’allora direttrice sanitaria Patrizia Benini che aveva trasmesso una segnalazione in procura nell’ottobre 2006, dando il via all’inchiesta.

ecco, una paziente aveva denunciatoil fatto alla direttrice sanitaria, che poi aveva fatto ednuncia alle autorità. altre pazienti hanno fornito testimonianze.

azzolina   che  velocità  nel  provvedere  dal  2006  ???  Siamo se  non erro  bel  2017....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, pm610 ha scritto:

azzolina   che  velocità  nel  provvedere  dal  2006  ???  Siamo se  non erro  bel  2017....

sai che abbiamo diversi gradi di giudizio?

era stato già condannato, poi ha ricorso in appello, ora si è concluso anche l'appello

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

sai che abbiamo diversi gradi di giudizio?

era stato già condannato, poi ha ricorso in appello, ora si è concluso anche l'appello

certo  che  lo  so...e  anche   che  c'è  la  presunzione  di  innocenza  fino  al terzo  grado...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, roby26102 ha scritto:

Come unire l'utile al dilettevole...

figurati se non la vedevi così

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora